Aumento pensione di invalidità e riforma pensioni: paura con Draghi

Assegno per Pensione di invalidità civile INPS: requisiti, importo e come fare domanda

Ecco la nostra guida sull’assegno INPS per la pensione di invalidità civile. Chi può fare domanda? Quali sono i requisiti e quali gli importi previsti per il 2020?  Andiamo ad analizzare nel dettaglio tutte le informazioni utili per chi è inabile al lavoro, non può mantenersi da solo e vuole fare domanda per la pensione d’invalidità civile all’ INPS. La legge 118-1971 ne regola il riconoscimento e la domanda. L’assegno elargito dall’INPS non ha requisiti contributivi. Vediamo la nostra guida.

Pensione di Invalidità civile: chi può fare domanda per l’assegno? I requisiti

Partiamo subito con l’ elencare chi ha diritto a fare domanda per ricevere l’assegno di invalidità civile. Prima di tutto è necessario avere un età compresa tra i 18 e i 65 anni ed è requisito fondamentale essere affetti da minorazioni congenite o acquisite, che hanno subito una riduzione della capacità lavorativa non inferiore ad un terzo e/o un danno funzionale permanente. La domanda può esser presentata anche “dai minori di 18 anni, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età”. Per avere diritto alla qualifica di invalido civile è necessario avere un invalidità non inferiore al 34%. Le prestazioni di tipo economico o socio-sanitario cambieranno in base al grado di invalidità, come specificato qui di seguito:

  • tra il 34% e il 74% si ha diritto a prestazioni di carattere socio assistenziale, quali: le prestazioni protesiche e ortopediche ( almeno 34% d’invalidità) e l’iscrizione al collocamento obbligatorio (almeno 46%)
  • Oltre il 74% di invalidità per il diritto all’assegno mensile di assistenza
  • Il 100% per avere diritto alla pensione d’inabilità
  • Essere un soggetto non deambulante o non autosufficiente per avere diritto all’indennità di accompagnamento

Assegno per Pensione di Invalidità civile INPS: come fare domanda e importo

Va ricordato anche che per i cittadini al di sopra dei 65 anni di età è possibile richiedere lo stato invalidante per ottenere assistenza socio-sanitaria e dell’indennità di accompagnamento. Per quanto riguarda la domanda da presentare per la Pensione di invalidità civile dal 2010 è necessario presentarla in via telematica.  

Il primo passo è quello di chiedere al proprio medico un certificato di infermità da inviare all’INPS, in seguito  entro 30 giorni si deve richiedere all’ASL un appuntamento per la visita medico-legale. La prestazione economica viene concessa dalle Regioni ed erogata dall’INPS a partire dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda. l’ importo dell’assegno mensile previsto per l’anno 2015 è di euro 286,81 pagati per 13 mensilità e l’assegno non è soggetto a IRPEF.

Pensione di invalidità civile INPS: dubbi e opinioni

Avete dei dubbi sulla pensione di invalidità civile? Volete farci qualche domanda, o semplicemente condividere la vostra opinione con gli altri lettori? Scriveteci nei commenti qui sotto, il vostro parere è importante e potrebbe esser utile per altri lettori! Vi Aspettiamo forza e se volete passate anche sulla nostra pagina facebook e lasciate un mi piace!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

29 commenti su “Assegno per Pensione di invalidità civile INPS: requisiti, importo e come fare domanda

  1. Volevo sapere se uno ha l’invalidità al 50% cosa gli aspetta.? E non riesci trovare lavoro perché si vede, la sua invalidità camminando ed è per questo motivo molte aziende evitano di assumere che bisogna fare
    Grazie anticipatamente

  2. Salve sono invalida 81 x100 ho fatto domanda x aggravamento il 13 /9/2019 tt oggi ancora devono convocare ho avuto infarto e angioplastica e intervento iliache dx e sx e ho una malattia congenita sordità dalla nascita dovrei avere anche io aumento di pensione grazie mille se mi risponde

  3. Buona sera, come mai nessuno parla mai sul fatto che un’invalido che supera i 4.900 euro e spiccioli “lordi” di reddito non ha piu’ diritto a percepire l’ indennizzo di 280 euro. Come si fa a vivere con 4.900 euro lordi?

  4. Salve buon pomeriggio sono un invalido civile al 100% quando si potrà fare la domanda per avere l’aumento della pensione stabilito dalla consulta? Grazie

    1. Bisogna aspettare che venga pubblicato in gazzetta ufficiale, poi seguiranno specifiche, vi terremo aggiornati

  5. Salve ho 49 anni e ho prestato 28 di servizio nell’Arma poi per motivi di salute sono stato congedato. Mi è starà riconosciuta una pensione di invalidità di 1200€ con invalidità civile del 75 % ora chiedo ma quando raggiungerò l’età pensionabile cambierà la mia pensione? Se si come? Bisogna dare domanda? Grazie antucipatamente

      1. Non riesco più a trovare questo commento: Buon giorno, pongo cortesemente un quesito fuori dal contesto Covid 19 .
        Mia nonna ha avuto accredito in banca della pensione il primo del mese e precisamente il 01 Novembre 2019. Purtroppo il 03 Novembre e’ venuta a mancare. Le hanno stornato l’intero accredito.
        E’ giusto , esiste normativa legale in tal senso ? . Grazie mille” volevo rispondere alla persona dicendo che ha diritto alla pensione e non deve restituirla

    1. Dopo anni di attesa(4), il CTU mi ha riconosciuto il 76/100 di invalidità civile, dopo la Commissione inps che mi aveva riconosciuto il 50.Le patologie riconosciute sono :1) sindrome depressiva reattiva lieve ICd-9. (mentre la mia certificazione rilasciata dal Centro di I Igiene dell’ASP di Messina di cui sono paziente da decenni parlava di sindrome depressiva ricorrente ICD10). 2) Obesità di secondo grado con complicanze artrosi che. 3) Sindrome da apnee notturne. 4) Spondilite Anchilosante. Artrosi GONARTOSI. 5) Cardiopatia ipertensione I classe NY HA. la domanda che vorrei porvi è perché nel verbale non si parla delle altre mie patologie? Ecco quali:Diabete mellito tipo 2,ipertrofia prostatica benigna( da 30 anni), 3) diverticolo si del sigma, 4) gastrite cronica erosiva attiva, 5) sindrome vertiginosa cronica su base vascolare deficitaria. Il grado di invalidità poteva cambiare? Cosa posso fare adesso se il verbale mi è arrivato senza poterlo contestare? Grazie.

      1. Michele per cose così tecniche si rivolga alle sedi competenti, spesso ci scambiate per patronati, Caf e Inps ma noi siamo solo 2 ‘semplici’ giornalisti, quando sappiamo vi rispondiamo volentieri, seppur sia un servizio in più che ci richiede molto tempo, ma per questioni eccessivamente personali e tecniche non ci sentiamo proprio di esporci, il rischio é di farvi sbagliare.

  6. Salve , a fine anno compio 67 anni , adesso percepisco una pensione di invalidità civile , vorrei sapere , il passaggio alla pensione di vecchiaia , avviene in automatico o devo fare domanda ? grazie mille… Giuseppe Finiguerra

    1. Abbiamo chiesto a Domenico Cosentino, Prsidnete di patronato Inapi che cosi le risponde: “Se invalidità civile deve fare domanda, ma é necessario attenzionare meglio la sua situazione”. La invitiamo dunque a contattare in pvt il Dott Domenico Cosentino su messanger. Saluti

  7. Salve,io trovo ingiusto e vergognoso tagliare sempre a bambini,ragazzi,persone con handicap la dignità di vivere o perlomeno euri che servirebbero eccome!! Sia con patologie piccole,medie e grandi e gravi perché gli euri di accompagnamento x 1 ragazzo grave (513 euro circa) sono nulla in confronto a quello che devono passare i genitori x non farle mancare nulla,io posso parlare perché ho 1 figlio gravissimo a casa e vi devo dire che a livello di asl nessuno si prende la briga di venire a vedere o sentire i genitori se e tutto ok o c’e bisogno di qualcosa, siamo sempre noi a doverci muovere e i soldi non bastano mai,anzi anche le medicine sono 1 tabù!!! X cui se Loro avessero 1assegno di accompagnamento decoroso o 1 pensione che permetta loro o i genitori di poterli aiutare molto di più sarebbe 1 magnifica cosa!!! E io non dovrei sempre solo sperare di stare in salute e lavorare x mantenere tutta la famiglia( unico a lavorare) di 5 persone ( 10 anni che non mi ammalo). Chiedo di rivedere magari gli importi destinati a persone con handicap specie i più gravi che sono da gestire al meglio e non abbandonarli con 513 euro circa,provate a vivere solamente 1 situazione e poi parlate!!!!! Credetemi non e facile né semplice………..Grazie

  8. Buongiorno,

    È possibile continuate a lavorare come dipendente statale ma, con le patologie di cardiopatia e diabete, promuovere e richiedere contestualmente invalidità da riconoscere in percentuale, finanche la pensione di invalidità/assegno di accompagnamento ?
    Se si, le modalità sono le stesse o ci sono limiti di età ?
    Grazie.

    1. Abbiamo posto la sua domanda, essendo particolarmente tecnica, al Presidnete del patronato Inapi Domencio Cosentino, che volendo può contattare in privato su messanger e ci ha così risposto, confidando di aver ben capito la sua domanda, che non era semplicissima come posta: “I dipendenti pubblici non hanno diritto a indennizzo per inalbilita parziale solo con inabilità totale e non possono lavorare”. Saluti, alla prossima.

  9. Vorrei sapere se è normale, dopo aver fatto domanda d’invalidità,Inps, senza la convocazione per visita, invia un telegramma per rinvio visita medica è poi successivamente respinge la domanda…senza sapere perché?Gradirei risposta,grazie, SALUTI.

    1. Salve, è una domanda che va fatta agli uffici di competenza dove ha presentato domanda, non sappiamo risponderle, ci spiace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su