Aumento Pensione di invalidità 2021: ci sarà mai per il range 74-99%?

Pensioni invalidità aumento 2021: il doppio plaetto di cui nessuno parla

L’aumento della pensione di invalidità è un tema che continua ad essere dibattuto sui social, la sentenza 152 del 22 luglio 2020 ha imposto la maggiorazione della pensione di invalidità a 651,12 potesse essere applicata ai disabili con più di 60 anni, poi il decreto Agosto, del Governo Conte, aveva inserito nel 2020 la possibilità dell’incremento ‘al milione’ per quanti fossero portatori di Handicap con percentuale al 100% indipendentemente dall’età anagrafica. Per questa ragione gli esclusi, ossia gli invalidi parziali 74-99%, non si sono mai dati per vinti considerando storica ma allo stesso tempo discriminante per loro tale legge.

Per questa ragione il 14 febbraio scorso sono iniziati i primi appelli al Ministro per le disabilità Erika Stefani, tra dal gruppo ‘diritti degli invalidi civili e sosteniamoci tutti noi’, per chiedere l’equiparazione degli invalidi al 100% per quanti hanno un’invalidità tra il 74-99% che pur avendo gravi patologie e non potendo lavorare sono rimasti esclusi da quello che fu riconosciuto come aumento al milione, ossia a 651,12 euro. Da allora cosa è cambiato, come si sono mossi i vari gruppi? Ecco cosa si è ottenuto o meglio cosa si è cercato di ottenere.

Pensione di invalidità: richiesto aumento anche per gli invalidi parziali

Caro ministro Erika Stefani adesso ci aspettiamo una svolta da parte vostra di un tema molto particolare degli aumenti delle pensioni di invalidità civile e stato davvero una discriminazione a noi invalidi del 74% al 99% non percepire questo.aumento per una sentenza della corte costituzionale che tutela l’aumento di 651€ agli invalidi civili al 100% mentre noi invalidi parziali o forse invalidi civili di serie A e serie B ciò non vuol dire che se non siamo inv.civ.al 100% stiamo bene possiamo lavorare o magari vivere con dignità assolutamente NO siamo stati lasciati indietro ,siamo.ststi dimenticati, siamo stati discriminati e parlo al nome di circa 6000 mila persone che gestisco un gruppo diritti degli invalidi civili & sosteniamoci tutti noi attendiamo una svolta al più presto possibile anzi ( con urgenza) – datata 14/2/2021”

Cosa è cambiato da allora? Ben poco potremmo dire l’avvocato Isabella Cusanno che sta seguendo i disabili nella loro battaglia ha scritto sia all’onorevole Erika Stefani quanto al Presidente Mattarella per chiedere di prendersi a cuore la questione. Al momento per i disabili nulla è cambiato e molto chiedono ancora l’equiparazione e di poter avere l’aumento agognato. Vivere con 297 euro al mese è indegno ed impensabile.

Aumento Pensioni di invalidità: ci sarà mai nel range 74-99%?

Si è creato anche un gruppo facebook sulla questione: “Siamo il gruppo facebook INVALIDI 74 – 99 %. I veri dimenticati, nel chi siamo si comprende gli intenti: Invalidi parziali come te, arrabbiati per il misero trattamento a noi riservato Percepiamo una misera pensione di 297 euro al mese Noi invalidi non riusciamo a lavorare e capisce chiunque che con cosi’ poco non riusciamo a vivere.

Ma non solo: nemmeno a curarci! Già perché noi siamo continuamente ad ospedali e Asl a fare visite, in farmacie a comprare medicinali, da dottori specialisti per farci aiutare.

Molto spesso anche da psicologi per farci sostenere. Ci sentiamo delle nullità: non siamo nemmeno rappresentati in politica. Ci fosse un partito politico che parlasse di noi! Per questo nasce il nostro gruppo, per diventare un po’ più’ forti, per sentirci parte di qualcosa e non dispersi nella burocrazia, perche’ oramai e’ diventato solo cosi’. Iscriviti anche tu e insieme ci sentiremo piu’ forti, parleremo senza problemi e senza filtri, tutti in modo amichevole, finalmente, grazie facebook!

Il link e’ questo sotto, iscriviti https://www.facebook.com/groups/989258464877127/announcements

Pensione di invalidità: Lettera al Presidente Mattarella:

Sotto una parte della lettera che è stata spedita al Presidente Mattarella nei mesi scorsi che ben evidenzia la battaglia in corso degli invalidi parziali che chiedono una riforma dell’art.38 L.448/2001 e che venga assegnato un reddito a ciascun disabile: “La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 152 del 2020, ha spalancato il cancello dell’uguaglianza e dell’equità. Ma gli Enti assistenziali ed il Parlamento hanno ridotto questo cancello ad un pertugio. Le modalità di applicazione della norma oggetto della revisione Costituzionale, sono talmente restrittive che si possono applicare a pochissimi e questi “privilegiati” sono in realtà persone che avrebbero diritto a interventi di ben altra consistenza.  Abbiamo presentato al Senato il 14 dicembre 2020 una petizione in favore di tutti i disabili. Ma la petizione è ferma presso l’XI commissione dal 17 dicembre.

Chiediamo una riforma dell’art.38 L.448/2001. Chiediamo che venga assegnato un reddito a ciascun disabile, sostitutivo dello stipendio per il lavoro che non arriverà mai, per un importo non inferiore a 15 mila euro all’anno. Chiediamo che anche il tetto di reddito non sia inferiore ai 15 mila euro e chiediamo che queste agevolazioni siano riconosciute a tutti i disabili, nessuno eccettuato, ed alle altre categorie già beneficiarie dell’art. 38. Presidente aiuti la nostra petizione ad uscire dalla palude. Ci dia ascolto, dia spazio alle nostre necessità”, la lettera è stata redatta dall’avvocato Isabella Cusanno, amministratrice del gruppo Uguali Sempre , qualora voleste tenervi aggiornati è possibile seguire le dirette che spesso l’avvocato fa.

Nella speranza di avervi dato qualche informazione in più e che questa vi torni utile, restiamo a vostra disposizione

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

67 commenti su “Aumento Pensione di invalidità 2021: ci sarà mai per il range 74-99%?

  1. Se non avessero fatto questi aumenti con le leggi di prima forse avrei preso qualcosa di più visti che ho più di 60 anni e sono inabile permanente però continuo a prendere 286€. Con le leggi di prima forse sarebbe andata diversamente perché non c’era il reddito recente ma quello di prima che era di 17.000€.

  2. La cosa più infame che hanno fatto e’ stata quella del reddito coniugale,peggio di questo non potevano fare adesso ci dobbiamo fare mantenere dal coniuge perché ha lavorato 40 anni e ha una pensione? Ma chi fa queste leggi ci pensa a quello che fa? Ma cosa pensano che con un mezzo stipendio di può vivere? Io mi sono sposato molto dopo che ero invalido e ora questa persona mi deve mantenere? Se ne potrebbe fregare del resto non abbiamo vissuto assieme prima ma dopo dunque chi glielo fa fare e poi non pensano che una persona a un minimo di dignità e quanto può pesare ad una persona farsi mantenere?! Mi auguro che cambi qualcosa se no mi sento costretto divorziare,non posso farmi mantenere da una persona che ha lavorato una vita per avere un po’ di benessere. Quel poco di dignità che mi resta la metterò insieme per fare questo passo,anche se non vorrei!

  3. Finché ci sarà il reddito di cittadinanza, non aumenteranno mai, la lotta fatta da ANMIC e altre associazioni iniziata dal 2008 con centinaia di migliaia di firme, doveva riguardare gli invalidi civili parziali e totali, i parziali dovevano arrivare intorno a 480€ e gli invalidi totali 650€,, così doveva essere
    Poi è arrivato il governo degli incompetenti 5 stelline, e facendo approvare il reddito di cittadinanza, non aumenteranno mai, perché oltretutto il reddito di sfaticanza non è cumulabile con la pensione di invalidità parziale, ed ecco fatto,, questo è il motivo è inutile girarci attorno,
    Pero non tutti gli invalidi civili parziali possono chiedere il reddito di cittadinanza, magari un coniuge ha avuto una casa una sola casa con altri 5 fratelli, e anche se è in affitto gli esce come seconda casa,, tutto qui,,, quindi ripeto finché ci sarà il reddito di cittadinanza non aumenteranno mai la pensione agli invalidi civili parziali,
    Tranne se non fanno una riforma e lo rivedono quest RDC..
    lo so bene perche sono socio di ANMIC da 15 anni

  4. Buongiorno anche mia sorella e invalida civile il 74% mo però gli l’hanno sospesa da ottobbre 2020 per via della residenza adesso che e tutto a posto glieli danno tutti gli arretrati

  5. Buongiorno sono invalida anch’io , sono stata operata 2 volte in testa x un tumore mi hanno aperta la testa in due come un melone . Più radioterapia, prima mi avevano dato il 100×100 di invalidità, adesso dopo le varie revisioni INPS ho il 75 x100 di invalidità civile. Prendo dal 2012. 297 e. Di pensione di invalidità. Non posso lavorare ,e ho diversi problemi , adesso da un po si è aggiunta pure la schiena sta a pezzi. Dovrei fare tante cose ma non ho voglia , mi apparterebbe il 100×100 di invalidità . E devo pagare un affitto di 300 euro , non so come fare , chiedo alle autorità di competenza di aumentare questi 297 euri , grazie Lisi Maria Antonella tel 392 603 9895

  6. Sono una donna di 46 anni la mia storia è praticare e dolorosa come tante soffro fa oltre 25 anni di una grave malattia generica agli occhi che purtroppo mi ha portato via molti gradi vedo pochissimo e soffro tanto perché io e tanti nelle mie stesse situazioni non vengono per nulla capiti io ritengo che tutti gli invalidi debbano avere gli stessi diritti. E vivere una vita dignitosa cosa inpossibile con 290 e al mese anche io ho tante difficoltà non guido e sono spesso accompagnata con me porto sempre una lente di ingrandimento e le paure sono tante spero che qualcosa cambi in bene per tutti noi invalidi spesso dimenticati grazie mille per tutto l interessamento che ci state dando

  7. Buongiorno a tutti.
    Non ero a conoscenza di questo magnifico gruppo. Sono contento e vi ringrazio immensamente per esserci. Anch’io come tutti voi ho le stesse problematiche, sono un trapiantato di fegato e ringraziando Dio e i Dottori sono qui con voi a sopportare queste ingiustizie sociali. Purtroppo quella improvvisata di legge sul raddoppio della pensione di invalidità, e’ stato come era la mia paura a suo tempo, uno specchietto per allodole, per meglio dire, uno ” spot politico. E’ bastato poco per ristabilire il tutto com’ era prima, e’ stato sufficiente un 1% di miglioramento su 100%. Politici, Sanità, INPS. Che bravi!!! L’unica cosa che mi interessa dopo questo increscioso scandalo , e’ potervi essere utile nel gruppo, purtroppo ditemi voi come posso esserlo, visto che non usufruisco di facebook.
    Eugenio

  8. Per lo stato devo vivere con 297.14 al mese non riesco nemmeno a comprare medicine e visite il lavoro non me lo danno sono anche iscritto alle liste per i disabili al centro per l impiego chiedo ai signori della polica come devo fare per vivere una vita dignitosa

  9. Sono Davide, e ho un Invalidità del 90%.Non so come fare ad arrivare a fine mese, fra costi di farmaci, nonostante l’esenzione del ticket, e visite varie. Cosa devo fare, morire??

  10. Sono invalida al 80 per cento non riesco a vivere con 297 di pensione vivo sola ma per tutte le cose da pagare si deve fare a meno di tutto e si fa la fame non si riesce ad andare avanti

  11. Sono invalido all’80%,percepisco una pensione di inv/civ di 297€ al mese. Domanda? avendo lavorato e prodotto un reddito nel 2020 di 11.500€, la pensione, mi rimarra’,o mi verrà tolta?? Grazie a chi mi risponderà..

  12. Ciao! Anch’io ritengo che sia impensabile condurre una vita dignitosa, con 297 euro al mese. Spero che tutte le istituzioni intervengano, al più presto, a sostegno di tutti gli invalidi civili parziali, eliminando i paletti reddituali ed imponendo, al contempo, l’ aumento della pensione di invalidità. Grazie di cuore!

  13. Angelo 31 agosto 2021 salve sono anch’io un invalido al 75% e percepisco di 280 € al mese ha causa di entrare e uscire dal ospedale non riesco ad affrontare le spese ospedaliere per che sono iperteso ho un polmone che mi va male e sono stato operato di ernia cervicale ditemi se si può vivere con questa miseria ho provato a lavorare il mio fisico non ce la fa spero che qualcuno ci si mette la mano sulla coscienza e proceda ad aiutarci tutti grazie mille

  14. Sono d’accordo anche io gli invalidi dal 74 al 99 per cento vengono discriminati è questo non è n
    Giusto come tanti di voi anche io sono invalida al 75% e sono epilettica e asmatica e sono sotto controllo di tumori benigno alla testa anche io percepisco la pensione di invalidità di soli 297 euro ed è inaccettabile che nessuna azienda mi venga assumere solo per queste prime 2 patologie figuriamoci la terza ho fatto l’aggravamento dopo il tumore la risp è respinta. Ma allora che senso ha avere un governo e dei partiti che vogliono aiutare l’Italia e soprattutto gli italiani se poi loro stessi ci discriminano in pieno solo perché siamo disabili parziali (dal 74%al 99%)
    E assurdo!!!! Fate qualcosa anche per noi!!!! Anche noi abbiamo diritto di vivere mediocremente abbiamo anche noi degli affitti spese di casa ecc !!!! E poi vi lamentate che il tasso di natalità diminuisce per forza nessuno più farà figli se la vita non cambia!!!!! Fate qualcosa!!!!!

  15. Salve mia madre ha76 anni a la reversibilità e percepisce da febbraio l l’accompagnamento operata due volte di tumore e asportato un pezzo finale il retto con chemioterapia continua gli spetta l’aumento grazie aspetto risposta

  16. Sono una donna di 47 anni con varie patologie. 5 anni di dialisi e 5 di trapianto. Riuscivo a lavorare nascondendo la mancanza di forza e ovviamente le mie patologie. Nel 2020 sono venuti a conoscenza della mia situazione e al termine del contratto non mi hanno ripresa a lavorare. Secondo voi come posso vivere con 287.00 euro al mese???

  17. Cercate di fare alzare un po’ il tetto limite di reddito di 2 coniugi, perché altrimenti non potrà mai essere eguagliata al milione la pensione di invalidità di uno dei due.. . Grazie

    1. AUMENTO DEVE ESSERE X TUTTI I DISABILI E SENZA REDDITO FAMILIARE!!!! RIPETO CI SONO PERSONE CHE LAVORANO IN NERO PERCEPISCONO STIPENDIO MA FACENDO ISEE IL LORO REDDITO È ZERO I LORO FAMILIARI DISABILI HANNO AVUTO AUMENTO!! NON È GIUSTO NOI DISABILI PAGHIAMO MEDICINALI ATTREZZATURE E VISITE CHE ASL NON PASSA!!! VERGOGNATEVI COME SEMPRE LO STATO AIUTA GLI IMBROGLIONI!!!

  18. Salve, sono un cardiopatico, da circa 5 anni, sono bracciante agricolo, ora non posso più lavorare. Mi è stata riconosciuta invalidità dell 80%. E percepisco una pensione io di 500€ dopo 30 anni di contributi…… Come si fa a vivere?????
    Non so come fare e vado a lavorare, però sono convinto che qualche giorno, non tornerò a casa con le mie gambe, ma in una cassa… Il lavoro in campagna è duro e pesante, spero che almeno Dio mi aiuti!

    1. Caro Giuseppe, hai perfettamente ragione, con la campagna non si scherza. Volevo dirti che, anch’io, con vent’anni di contributi non mi sono serviti a niente. Prendo le 650euro per linabilita al lavoro e basta. Le mie patologie superano abbondantemente il 100% di invalidità, meno male l’ultimo aumento, altrimenti erano 287euro e basta . Ti saluto.

  19. Sono un invalido civile al 80 per cento. Soffro dal 2012 di ipertensione polmonare di Grado severo, BPCO e di una cardiopatia congenita rara. Percepisco 297 € di pensione! La mia invalidità lavorativa arriva al 99%. La mia vita? Sono in ossigenoterapia 24/24, esco poco da casa perché lo stroler mi pesa. Non posso lavorare perché, oltre al mio costante affaticamento, sono soggetto a continue crisi di tachicardia con 140 e più bpm che compaiono improvvisamente e senza preavviso. In questi casi devo assumere un altro bisoprololo, stare fermo sdraiato augurandomi che passi presto perché in questa situazione mi sento debole, al limite dello svenimento, tremore, mani gelate talvolta perdita di urine.
    Questa è la mia vita! L’unico modo per poter guadagnare qualcosa sarebbe quello di fare pedicure al mio domicilio ma non mi è permesso perché rischierei multe per me troppo salate.
    Tutto questo mi sembra assurdo e di evidente disinteresse da parte del governo. Ultimamente ho ottenuto la legge 104 e, nell’occasione, parlando con un funzionario Inps mi ha detto testuali parole: signore, sa quanti finti invalidi ci sono? Se dovessero dare l’aumento a tutti sarebbe una perdita di denaro!
    A questo punto mi chiedo: perché non fare dei controlli a tappeto? Perché non monitorare invalido per invalido per accertare chi è un vero invalido civile e chi non lo è?
    A questo punto l’inps non buttetebbe via soldi ingiustamente e potrebbe far vivere un vita meno disgraziata a chi è nelle mie condizioni.
    Grazie

  20. No è giusto che il governo o politici ingrati non ci sostengano a noi invalidi parziali. E già non possiamo lavorare per mancanza di capacità lavorative e inoltre dove sono seguito dal c. P. S. la mia dottoressa di Stefano e faccio anche il nome, mi a detto che io non sono grave e il 100 per 100 che fin dal 2012 avevo, fino al 2014, il mio dottore di cognome crea, che mi seguiva, mi aveva detto, che mi anno abbassato la percentualita all80 per cento, per farmi pagare i medicinali in cui mi curo e anche per farmi pagare la tessera regionale per girare in tutta la regione. E una vergogna. Come si fa a vivere 297 al mese, ma dai ripigliatevi politici ingrati, date sostegno…

  21. Vorrei sapere se io con invalidita al 100/100 udifruiro di questo aumento essendo andata in pensione x malattia ..usufruendo solo la metà del mio stipendio che percepivo..adesso con una pensione minima da casalinga si può dire più un’incalifita di 287 euro arrivo a malapena a 900 euro più o meno ma ho un mutuo da pagare pari alla sua metà di 400 euro più un lising x la macchina a quei tempi la mia testa non aveva ancora un tumore dentro ..ora mi chiedo come fare se non andare a servizio x poter arrivare a fine mese con un figlio di 19 anni???

  22. Buongiorno sono pienamente d’accordo con con voi e voglio far parte del gruppo sono diabetica con problemi molto seri di salute. On posso più lavorare perché non c’è la faccio e con 287€ non si campa grazie

    1. Mi chiamo di bona Matteo ho 20 anni ed in seguito a due anni di chemio terapia ho subito necrosi ossee ai piedi ,mai rimarginate,atrofizzazione muscolare ed altri vari problemi che mi rendono invalido,secondo lo stato non ho diritto alla pensione,nonostante io fatichi a camminare perché deambulo e non ho forza fisica oltre che ad aver piano piano cominciato a avere indebolimento della vista,chiedo giustizia

  23. La legge non è perequativa infatti la maggior parte degli invalidi al 100% già percepisce l’assegno di accompagnamento pari a circa 500 euro, per un totale di circa €1.150,00, quindi la forbice va da €297,00 ad esso, infatti la differenza di €850,00 che basterebbe dividere con gli altri invalidi, quindi i nuovi importi dovrebbero essere di circa €750,00 per tutti, sia per gli invalidi totali che parziali. Purtroppo siamo in Italia e sappiamo benissimo che i privilegi sono per tutti tranne che per chi ne ha bisogno veramente. Poi non parliamo dei politici che disattengono la nostra Costituzione che nel suo primo articolo parla proprio della nostra dignità sociale.
    Non capisco come gl’italiani non scendano in piazza e come diceva il presidente Pertini ” e li prende a sassate, quando una classe politica, fa il contrario di quello che vuole la maggior parte dei cittadini”.
    Per non parlare del prezzo del carburante, quando il prezzo del greggio aumenta l’indomani mattina il costo del carburante lievita, quando il costo del petrolio scende a 30 dollari passano mesi per far diminuire ai distributori il prezzo, le compagnie petrolifere fanno il bello ed il cattivo tempo.
    W l’Italia e i privilegi dell’italiani.

  24. È la pecca dei due governi che si sono susseguiti. Si parla tanto di lottare contro le discriminazioni e tutto questo cos’è, quando un governo stila una classifica tra invalidi di serie A e B. Vorrei vedere loro vivere con 4 soldi al mese, ma cosa ne può sapere un politico che viaggia e mangia a costi dello stato.

  25. Ai politici non frega niente dei disabili, bisogna conprarseli con i voti questo è ciò che gli interessa.

  26. Grazie.
    Non sapevo che c’era un gruppo a sostegno degli invalidi civile.
    Io sono invalida a 75 per cento, e non riesco a curarmi e neanche a vivere con la pensione che percepisco.
    Vivo o meglio SOPRAVIVO grazie alla carità dei parenti. MA È UMIGLIANTE VIVERE COSÌ.

  27. Le persone con invalidita del INPS …con i contributi pagati e percepiscono la pensione di 432,83 centesimi non hanno diritto di aumento pensione? Non trovo giusto di quella categoria di invalidi sara dimenticata. Grazie

  28. La cosa più vergognosa di cui NESSUNO parla (io l’ho fatto decine di volte sui social senza aver ricevuto alcun riscontro) è che non c’è tetto di reddito per l’assegno di accompagno per i disabili al 100%, che quindi, anche milionari, possono percepirlo. Questo a fronte dei disabili 74/100, che non possono superare, per un eventuale reddito da lavoro o altro, la “folle” cifra di Euro 4.950,00 ANNUALE!!!

  29. Che dire gli invalidi italiani non contano non fa notizia ma tutti sti estracomunitari e non vengono in italia con invalidi allora loro si gli danno sussidi e casa noi abbiamo lasciato in busta paga negli anni arretrati la famosa tassa cescal che gine anno fatto i nostri soldi

  30. Sono un inv civ al 100 per 100 in gravità cosà mi spetta malato di cuore tre baipass anemia insulino diabetetico cardiopatie broncopatico asmatico. Vi ringrazio

  31. Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire,,o meglio quelli con il culo pieno, come Renzi e come anche quel sordo di Mattarella e ci mettiamo anche la Stefani, non credono che c’è gente che è ridotta alla fame, ma non xchè non vogliono lavorare, ma xchè la mia disabilità non me lo permette più, altrimenti non starei a chiedere !’ elemosina a questo stato, che si occupa di tutti meno che degli italiani più sfortunati, vi auguro che al più presto anche voi siate colpiti come lo siamo stati noi , così capirete !!

  32. Non posso percepire la pensione di invalidità perché supero il reddito il 2019 me l’anno pagato il 2020 me li chiedono indietro e giusto

  33. Sono umanamente e dignitosamente e come dice un comico qualunquemente tanto pila per tutti gli invalidi. Sono indignata come mai bisogna sempre battersi fino all esasperazione per avere una miseria. Se pensiamo ai vitalizi dei nostri senatori mi viene l’IRA funesta e chiederrei di esonerarci dal pagamento di tutto tichet, ginnastica giornaliera per postura massaggi cure termali e mare non12all anno ma 3mesi scaglionati non voglio chiedere tanto se no mi vergogno di stare male. Ciao invalida 70…

  34. Ciao anche io sono un invalida del 80% nel 2006 quando mi è stata riconosciuta questa invalidità ad oggi che siamo nel 2020 dopo 14 anni ho fatto rifare il calcolo della mia pensione ma ho dovuto sputare sangue a lavorare perché mi hanno fatto sempre lavorare sia psichiatriche psicologi questo non è giusto che io cittadina italiana con 30 anni di contributi devo prendere una pensione misera e invece chi non ha mai fatto niente debba godere e prendere più di una persona che ha sputato sangue a lavorare avendo il reddito di cittadinanza queste cose io non le concepisco vorrei tanto che qualcuno rappresenti davvero noi invalidi dal 74 al 99 al senato perché siamo davvero i dimenticati Grazie

  35. Buonasera io ho il 100x100e spero che questa battaglia dia delle buone notizie e che tutte le autorità dello stato dia l’aumento a tutti gl’invalidi e che non venga applicato il reddito del coniuge

  36. Spero in bene , che queste sane motivazioni degli invalidi tutti, con un coro unanime , così facendo , possano raggiungere il cuore di chi deve difenderci, tutelarci . Ora , siamo detti gli esclusi. Quelli che non anno una dignità. Siamo noi la miseria dell’Italia.

  37. Ho la sclerosi multipla, ho una miopia elevata dalla nascita e dal 1991 ho un occhio solo con 4decimi di visus, con 297€ al mese non posso più prendere le vitamine e i colliri oltre a dover togliere la mezza tiroide che ho ancora, non faccio più controlli a pagamento e devo pure fare la cataratta nell’unico occhio rimasto, se ci fosse una aumento si potrebbe fare le cure necessarie, si vive in due invalidi con RDC per un totale di 1300€ al mese ditemi che vita è.

  38. Sono una invalida al 76% e non riesco neanche a lavorare xké non puoi avere un reddito inferiore a 4700.00€. Così ho sforato il reddito xké il mio datore di era scordato e ho dovuto restituire tutta la pensione del 2019 e non la sto’ più percependo. Sono disperata xké è una vera ingiustizia!!

  39. Invalido 100% inabile 100% 770 euro al mese perché supero reddito perché sono singol ma sono separato e devo dare soldi ai figli perché invalidità viene considerato reddito i figli non anno reddito

  40. Mi chiedo nessuno ha un pensiero per i pensionati con pensione sociale e artigiani che devono vivere con 516,00€ al mese compreso farmaci e viste mediche ed in alcuni casi anche la affitto

  41. Perché non ci aumentate la pensione anche a noi con il 74,99x cento di invalidità, io ho 64anni sono Vedova e non ho nessuna pensione di mio marito, ho soltanto questa di. Invalidità civile pensante anche a noi, sono in affitto e paco 200 Euro al mese, ditemi come si può campare speriamo che chi di dovere si metta la mano sopra la coscienza e pensa anche a noi, grazie

  42. SALVE volevo sapere se mi aspetta l’aumento di invalido civile sono al 100x 100 sono vedova prendo la reversibilità di 500€ mi potete dare spiegazioni

  43. Non solo i disabili con 99% ma anche chi ha il 100% invalidità non prende nessun aumento come me che essendo titolare di assegno ordinario di invalidità e titolare di reddit a inail l’INPS somma tutto così superi la soglia stabilita.

  44. SALVE sono invalida al100 x 100 prendo una pensione di reversibilità di 500€ mi aspetta l’aumento di 650€ grazie attendo una vostra risposta

  45. Invalida 77%non posso lavorare ,iscritta alle categorie protette dal 2007, non ho più figli a carico e non mi assumono, sono senza fissa dimora xe’ non posso pagare un affitto con 297,42 e le istituzioni fanno finta di niente e neppure un piccolo aiuti!

  46. Mi aggiungo agli invalidi del 74/0//0 e se non fosse per mia madre non avrei possibilità di vita quindi aumento ci vuole

  47. L’elemosina uccide la dignita’ di qualsiasi persona. Gli invalidi non hanno bisogno di pieta’ ma di applicazione delle leggi che sono purtroppo solo belle parole scritte nei testi di legge e inapplicate.. Quanti invalidi sono impiegati nella pubblica amministrazione o nelle aziende con piu’ di 25 dipendenti come dice la legge in base alle residue capacita’ di ciascuno,, chi controlla l’applicazione della legge? Nessuno!! Lo stato risolve la questione con una elemosina di 286,00 euro pero’ elargisce a piene mani il reddito di cittadinanza incentivando il lavoro nero. Che Italia!

  48. Sarebbe giusto che l’aumento riguardasse anche quelli che hanno invalidità 100% e un reddito lordo di 15.ooo euro. Infatti conmquesta cifra non vive oggi un handicappato e 286 euro mese non spostano molto. La Cassazione ha anche detto che il reddito deve essere calcolato al netto delle spese deducibili ma Inps sembra faccia erorecchi da mercante

  49. Anch’io sono invalido al 100%ma non mi hanno dato aumento ad agosto fino a 651visto che prendo assegno ordinario di invalidità e non e giusto

  50. Grazie per l’attenzione alle nostre battaglie. Sono convinta che se insistiamo otterremo il rispetto dei diritti dei disabili e dei fragili. E’ importante tenere alta la bandiera della solidarietà, perchè non possiamo mai giungere ad un risultato se ci dividiamo nutrendoci di asti e di rancori. Vorrei solo chiarire che il gruppo che abbiamo fondato con amici carissimi si chiama UGUALI SEMPRE . Ed ha come motto quello che è il nostro programma : COTIDIE DANNATUR QUI SEMPER TIMET. Unitevi a noi se volete difendere i diritti inalienabili della nostra civiltà . Vi aspettiamo. https://www.facebook.com/groups/807865826660497

    1. Prego Isabella, quando vuole scrivere o postare qualcosa mi contatti pure su messanger. Erica Venditti!

  51. Fossero solamente queste le disuguaglianze! Anche per quelli che hanno il 100 % subiscono
    disuguaglianze. A volte mi chiedo cosa ci stia una Corte Costituzionale di fronte a queste continue ingiustizie. Diamo pure il reddito di cittadinanza ai furbetti e a quelli che di lavorare non importa niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su