Aumento pensioni di invalidità 2020: ok della Consulta, chi ne ha diritto e da quando?

Gli invalidi civili al 100% hanno sempre lamentato l’inadeguatezza dei loro assegni mensili pari a 285,66 euro, il caso é stato poi sollevato dalla Corte di Appello di Torino che ha posto l’attenzione sulla legittimità dell’importo mensile, a suo dire insufficiente a garantire il soddisfacimento delle elementari esigenze di vita, ad essere chiamata in causa sull’incostituzionalità degli stessi é stata la Consulta.

Martedì scorso si é pronunciata affermando appunto che l’assegno attuale per le persone totalmente inabili al lavoro a causa di gravi disabilità non é sufficiente a soddisfare i bisogni primari di vita. Ragione per cui ha stabilito l’aumento specificando chi ne ha diritto, la non retroattività della decisione, e da quando potrà avvenire l’incremento. I dettagli ad oggi 25 giungo 2020.

Pensione invalidità, la decisione della consulta: da 285,66 a 516,46

Per la Consulta viene “violato il diritto riconosciuto dall’articolo 38 della Costituzione che prevede che ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto di mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale”.

La Corte Costituzionale ha quindi affermato che il cosiddetto “incremento al milione”, dovrà essere assicurato anche agli invalidi civili totali, ragione per cui l’assegno da 285,66 euro andrà incrementato a 516,46 senza dover attendere i 60 anni d’età come attualmente sancito dalla legge. L’incremento non spetta chiaramente a tutti vi sono dei requisiti da rispettare:

  • Essere invalidi civili totali maggiorenni
  • redditi annui non superiori a 6.713,98 euro

Aumento pensioni invalidità 2020: no retroattive, da quando?

La Corte Costituzionale ha dettato anche i tempi degli aumenti che non dovrebbero essere lunghi, in quanto la pronuncia si dovrà applicare dal giorno successivo alla pubblicazione della sentenza in Gazzetta Ufficiale. Si tratta di una sentenza storica, attesa da molto tempo dagli invalidi civili totali che hanno sempre lamentato risorse non sufficienti al soddisfacimento dei loro bisogni primati.

Non sono previsti rimborsi retroattivi, in quanto la sentenza sarà valida solo per il futuro, ora spetta al Governo provvedere all’aumento per dare seguito a quanto stabilito dalla Consulta. Non dovrebbero insorgere particolari ritardi in quanto il Premier si era pronunciato positivamente sugli aumenti per gli invalidi ancor prima della decisione della Consulta. Così aveva affrontato la questione la settimana scorsa, affermando a conclusione degli Stati Generali che si sono conclusi domenica a Villa Pamphili “Le pensioni d’invalidità sono anticostituzionali? Le aumenteremo. E prenderemo nuovi provvedimenti per non lasciare indietro nessuno, soprattutto chi ha più bisogno“.

Le promesse del premier Conte: Pensioni di invalidità? Le aumenteremo

Conte dice: “Un piano di rilancio rivolto al nostro paese non può essere realizzato senza tenere conto delle persone con disabilità e senza pensare all’inclusione a tutti i livelli. Tra gli obiettivi strategici riteniamo prioritario quello per un’Italia più equa e più inclusiva”. Poi ancora: “Chi necessita di pensione di invalidità ha anche bisogni esistenziali, relazionali, formativi, culturali, da esaudire attraverso percorsi di vita indipendente“.

In conclusione la promessa verso l’aumento delle pensioni di invalidità: “La questione reclama una reazione immediata e incisiva. Ho voluto conservare la delega alla disabilità per dare il massimo segnale di attenzione. Credo al vostro motto ‘nulla su di noi, senza di noi’. Ecco perché sarò io stesso ad occuparmene”. Cosa ne pensate della decisione della Consulta sull’aumento degli assegni di invalidità? fatecelo sapere nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

117 pensieri riguardo “Aumento pensioni di invalidità 2020: ok della Consulta, chi ne ha diritto e da quando?

  • Avatar
    14 Luglio 2020 in 20:29
    Permalink

    Ecco cosa dice la legge quando a 60 anni la pensione di inabilita civile totale passa a pensione sociale e aumenterà da 281.68 a 516 eurò.Limite reddituale sempre a òltre 16 mila eurò e nòn quellò piu stringente della normale pensione sociale.
    Ecco cosa dice:
    La valutazione dei redditi
    “In passato si è posta la questione se per il diritto alla trasformazione della prestazione fosse necessario guardare ai requisiti reddituali previsti per il conseguimento dell’assegno sociale, che com’è noto, sono molto più stringenti rispetto a quelli richiesti per le provvidenze economiche riconosciute agli invalidi civili, oppure se si dovesse continuare ad applicare la normativa, piu’ favorevole, per gli invalidi civili. Il ministero del Lavoro e l’Inps hanno optato, opportunamente, per questa seconda strada.”
    Qui c’e anche il prospetto,la tabella per mutilati ed invalidi civili totali e il limite reddituale, qui parla di 16,664,36 eur is riferiva all’anno 2018.
    pensionioggi.it/notizie/fisco/pensioni-quando-l-invalidita-civile-si-trasforma-in-assegno-sociale

    Rispondi
    • Erica Venditti
      15 Luglio 2020 in 9:26
      Permalink

      Non possiamo pubblicare link esterni, ho lasciato il riferimento al giornale chi vuole lo cerca. grazie Diego

      Rispondi
  • Avatar
    9 Luglio 2020 in 15:38
    Permalink

    Buonasera Erica, mio marito è invalido al 100% e percepisce la sola invalidità di 290 €. Se cone ho capito si parla di reddito personale avrà diritto all’aumento? Occorrerà fare domanda per averlo? Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      9 Luglio 2020 in 15:56
      Permalink

      Dani in teroria ha diritto all’aumento, conta solo il reddito di suo marito,ma bisogna aspettare perché nulla é ancora uscito in Gazzetta ufficiale

      Rispondi
  • Avatar
    8 Luglio 2020 in 4:35
    Permalink

    Mia madre e’ invalida al 100% prende pensione di invalidità e accompagnamento, ma mi chiedevo accompagnato non fa reddito.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      8 Luglio 2020 in 11:47
      Permalink

      Se per reddito intende reddito fiscale soggetto a imposizione Irpef no ma se relativo altre prestazione socio economiche sì, cmq bisogna aspettare di comprendere quale saraà l’interpretazione per capire bene chi rientrerà o no. Appena sapremo qca di specifico sarà nostra cura scriverne

      Rispondi
  • Avatar
    7 Luglio 2020 in 23:43
    Permalink

    Ma fa reddito pensione +accompagnamento perché se cosi fosse è una buffonata ancora più grande di non considerare chi a meno del 100×100

    Rispondi
    • Erica Venditti
      8 Luglio 2020 in 11:49
      Permalink

      Se per reddito intende reddito fiscale soggetto a imposizione Irpef no ma se relativo altre prestazione socio economiche sì, cmq bisogna aspettare di comprendere quale saraà l’interpretazione per capire bene chi rientrerà o no. Appena sapremo qca di specifico sarà nostra cura scriverne

      Rispondi
  • Avatar
    4 Luglio 2020 in 20:05
    Permalink

    Se e un disabile e percepisce invalidita100 con inabilita lavoro e anche accompagnamento a diritto aumento

    Rispondi
    • Erica Venditti
      4 Luglio 2020 in 23:21
      Permalink

      Se supera 6713,98 come reddito no!

      Rispondi
  • Pingback: Aumento pensioni di invalidità 2020, Cazzola risponde ai dubbi degli esclusi – Fapinews

  • Avatar
    3 Luglio 2020 in 15:13
    Permalink

    Buogiorno.Qualcuno potrebbe dirmi quale e’ la logica che eta armato questo limite a 6713 assolutamente anticostituzionale???La legge dice che Io disabilita,raggiunti i 60 anni di eta’ con una pensione di disabilita totale al 100% ottenuta con il limite, ora a 16982,ma poi cambia di anno in anno, ottengo l’aumento in automatico della mia pensione che da 286,81 euro raggiunge i 516 euro il mese,Ora perche se la corte costituzionale dice che io posso usufruire da subito di questo incremento al milione, e non a 60 anni, mi impedisce,mettendo un limite cosi a caso..6713,di avere l aumento che aver ottenuto naturalmente a 60 anni??Qualcuno puo spiegarmi questa astrusa teoria..E incostituzionale questo.E una violazione grande come una casa di legge e dei diritti acquisiti.Qui i giudici hanno solo cambiato la modalità,subito e non a 60 anni ma la sostanza rimane quella sempre 516 euro si devono prendere con 16982 euro di limite, ora come a 60 anni.Invito caldamente chi di competenza aroisolvere il prima possibile questa che e’ una stortura davvero grande e anticostituzionale.

    Rispondi
  • Pingback: Aumento pensioni di invalidità 2020, Cazzola risponde ai dubbi degli esclusi | Pensioni per tutti

  • Avatar
    30 Giugno 2020 in 10:06
    Permalink

    Ma io proverei a fare ricorso come si può abbassare il limite da 16.900 euro lordi a 6.900 euro è una cosa che succede solo in italia credo. Se un aumento era stato fatto doveva essere fatto per tutti coloro che già percepivano l’invalidità civile, non solo ad una parte.

    Rispondi
    • Avatar
      1 Luglio 2020 in 12:58
      Permalink

      Salve Emanuele,
      è la solita presa in giro del nostro amato governo. Ma la colpa è tutta nostra, dovremmo non fare ricorso, ma scendere in piazza con serie manifestazioni di protesta. Ci prendono elegantemente per i fondelli e noi sempre ad abbassare la testa. Siamo bravi a lamentarci ,ma intanto permettiamo ai nostri governati di manovrarci sempre a loro piacimento .. Una vergogna!!

      Rispondi
  • Avatar
    29 Giugno 2020 in 12:43
    Permalink

    Gentile Sig.ra Erica buongiorno, grazie ho appena letto il post da Lei pubblicato e visto, come aveva detto di postare alcuni ns. commenti tra i quali anche il mio, …..grazie grazie e SPERIAMO che siano incisivi per il decreto che dovranno fare i Ns. Governanti.

    La saluto cordialmente e continuando a leggerLa spero di LEGGERE UN BELLISSIMO SUO POST.

    Auletta Lucia

    Rispondi
  • Avatar
    29 Giugno 2020 in 10:58
    Permalink

    e’ un primo passo verso il riconoscimento della dignità dei disabili. Spero che il Governo pensi un pò anche alle persone colpite così duramente nella vita. Possibile che doveva intervenire la Consulta per far valere i diritti dei disabili?

    Rispondi
    • Avatar
      30 Giugno 2020 in 9:21
      Permalink

      Noi invalidi civili con 75 % di invalidità dobbiamo aspettare un miracolo dal cielo a questo punto (che e difficile arrivare) come posso vivere con una pensione di 287 euro al mese e pagare l’affitto ,con due figli che sono al università e pagando l’affitto anche per loro ,non sono rientrata in nessun agevolazione statale,la volontà per lavore non mi manchi purtroppo nessuno mi prende a lavorare per i mie problemi di salute.

      Rispondi
  • Pingback: Pensioni invalidità 2020, ultime novità su aumento e rabbia degli esclusi | Pensioni per tutti

  • Avatar
    28 Giugno 2020 in 13:00
    Permalink

    Menomale che la legge è uguale x tutti! Dal 74×100 al 100×100 si è di fatto Invalidi I Civili, ora mi sta benissimo che ci sia aumento x gli inabili al lavoro ma a noi Invalidi Civili minori potevano pensare a un aumento! Che vergogna! (PS ricordando che siamo iscritti al collocamento invalidi ma del tutto inutile, non si tratta di voler fare vittimismo il lavoro non c’è.)

    Rispondi
  • Avatar
    28 Giugno 2020 in 10:52
    Permalink

    Ho letto tutti i vostri post , volevo dire una cosa alla bella erica venditti ;
    erica lo sa che le commissioni medico legale asl , cioe’ quelli che ti danno l’ok o no per avere la pensione d’invalidita’ sia minima che accompagnamento , che sono tutti corrotti , se non si paga chi di dovere non si ottiene un bel niente 😉 guardi erica forse fanno finta di non vedere le spiego , se vi recate da un legale per seguirvi nella pratica per fare ricorso per aumentare la percentuale d’invalidita’ la prima cosa che vi dice e che se si riesce , la meta’ degli arretrati spettanti sono suoi ;==) e tutti chiedono la stesa cosa , vi spiego come funziona i soldi vengono spartiti fra medici che ti fanno la visita piu legali piu’ eventuali dottori ospedalieri che vi gonfiano i decreti 😉 quindi siamo sempre li ‘ il sistema e’ marcio ….. ci saranno sempre i furbetti che hanno diciamo fra virgolette un santo in paradiso che riesce a fare carte false , mentre poi un invalido vero come me o tanti altri se si reca per fare ricorso ed ottenere quello che ci spetterebbe viene umiliato anche da medici asl a visita come e’ successo a me , vedendomi in piedi mi disse testuali parole : massimo se ti ripresenti a visite per aggravamento ti togliamo anche la minima pensione intesi ? senza neanche visitarmi o vedere la mia documentazione e capire i miei problemi da una vita d’invalidita’ , loro che gli frega che non vado a mare a fare un bagno da piu’ di 30 anni per non essere deriso dagli altri eh ? e tutti gli altri problemi che non sto a dirvi ma che ne sanno che significa avere una distrofia muscolare o altre patologie ? IL SISTEMA E’ SEMPRE STATO CORROTTO LO ERA PRIMA E LO E’ ADESSO MI VERGOGNO AD ESSERE ITALIANO CHE SCHIFO
    MORALE DELLA FAVOLA CON QUESTA SCUSA DEL 100 % PIU INABILITA’ A LAVORO PER L’AUMENTO E’ UN ENNESIMA PRESA PER IL CULO PER NOI CONSULTA GOVERNO O ALTRO MA ANDATE A xxxc GLI INVALIDI NON SONO TUTTI DOWN O AUTISTICI O PAZZI CHE NON CAPISCO DI QUESTE PRESE PER IL xxx MI SCUSI ERICA MA QUANDO CI VUOLE CI VUOLE VI PREGO METTA DELLE X COME SEMPRE SULLE PAROLACCE GRAZIE

    Rispondi
    • Erica Venditti
      28 Giugno 2020 in 22:40
      Permalink

      Approvo il suo commento, sperando lei sia conscio delle dichiarazioni fatte da cui mi dissocio perché non ho alcuna prova in merito.

      Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 17:41
    Permalink

    Quindi chi ha il 75per cento sta bene? Con diagnosi grande male epilessia.. Il danno è la beffa visto che quando ho passato la visita per il lavoro anno detto che non avrei potuto lavorare certo 8/9euro al giorno ci bastano.. Signori e signore siamo ricchi… Urra.. Che vergogna

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 16:19
    Permalink

    Io o il 86x cento ,crisi epilettica cronica, cardiopatica + bpco non mi danno l’aumento?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      27 Giugno 2020 in 16:25
      Permalink

      No purtroppo no, per ora solo invalidi 100% con limite reddituale

      Rispondi
      • Avatar
        27 Giugno 2020 in 18:56
        Permalink

        Sono invalido al 100% e inabile hai lavori rientro nell aumento

        Rispondi
        • Erica Venditti
          27 Giugno 2020 in 21:49
          Permalink

          Se il suo reddito è pari o inferiore a 6713.98 si in caso contrario no

          Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 16:10
    Permalink

    io ho 80% con una pensione di 297 euro non mi spetta l’aumento ma devo vivere cosi. ma se scriviamo un testo tutti e lo inviamo alle istituzioni? ci facciamo sentire perchè la legge è uguale per tutti e non dobbiamo essere discriminati in questo modo. tutti dobbiamo vivere dignitosamente

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 11:34
    Permalink

    Mi spiegherebbe per favore un invalido al 100 che percepisce pensione di appena 285, euro più accompagnamento non ha diritto all’aumento, grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      27 Giugno 2020 in 16:25
      Permalink

      Se supera i 6700 euro di reddito purtroppo non ne ha diritto

      Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 11:32
    Permalink

    Perché tutti quelli che hanno dal74 percento in poi fino al 99 nn sono invalidi, nn sono anticostituzionale anche questi e inaccettabile, perché loro sanno che ormai chi a anche il 74 percento e fuori dal lavoro, e una ingiustizia

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 11:28
    Permalink

    Sono invalido al 76 per cento per infarto ictus ischemico e depressione endoreattiva in atto cosa devo fare dato che non posso fare un lavoro che mi possa mantenere

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 10:42
    Permalink

    La mia domanda è, quando hai un dolore alla schiena 24su24 e 75%di invalidità, non poi lavorare per ovie motivi come poi andare avanti con 280 €signor Conte me lo spiega per favore???????

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 10:38
    Permalink

    Sono invalida civile dal 75 al 99%. Ho una distrofia muscolare a tutti e 4 gli arti, si chiama miotonica e non spetta a noi l’aumento, cerco un lavoro da circa 8 anni ma come sanno dell’invalidità mi viene risposto “Le faremo sapere, ci lasci il curriculum”, che non serve a niente secondo me! Sono le classiche prese per il XXXX all’italiana!!!

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 10:07
    Permalink

    Io sono cieca totale di uno Occhio surda del due uditi con reduzione de 60 % per danni della radioterapia dopo de avere due tumore al ipotalamo 80% di invalidità questo è descriminatorio come non campa uno con 100% di invalidità con 296 non campa anche gli altri a legge non è uguale per tutti

    Rispondi
    • Erica Venditti
      27 Giugno 2020 in 16:27
      Permalink

      Grazie della sua teatimonianza Giulia

      Rispondi
    • Avatar
      27 Giugno 2020 in 11:44
      Permalink

      Non è giusto che con la mia reversibilità per solo 30€ non posso chiedere il quinto all’inp!

      Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 7:37
    Permalink

    Un invalido civile rimane tale sia che sia al 100 % sia che sia al 74%
    L’aumento drove be essere dato a tutta la categoria

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 3:59
    Permalink

    Ma si puo avere una risposta cncreta? Ho un invalidita del74,5% o 75% nn so bn.cn legge 104a causa incidente o una gamba fracassata e piu corta ke kiaramente nn ricrescera nn.posso deambulare bn xke dp un po iniziano dolori alla skiena gamba ecc.comprese alrre patologie.ma l’aumento se aumento ci sara cn.la mia xcentuale posso xcepirlo???grazie a un eventuale risposta

    Rispondi
    • Stefano Rodinò
      27 Giugno 2020 in 11:11
      Permalink

      l’aumento è per l’invalidità al 100%

      Rispondi
    • Erica Venditti
      29 Giugno 2020 in 8:33
      Permalink

      Goisue riceverà l’aumento solo chi ha il 100%di invalidità

      Rispondi
      • Avatar
        29 Giugno 2020 in 14:57
        Permalink

        Serie a e b come al solito.ma da quando aumenteranno

        Rispondi
      • Avatar
        3 Luglio 2020 in 15:26
        Permalink

        Ma nemmeno chi ha il 100%,Chi ha il 100% lo preso con un limite a 16euroe con questo limite a 60 prende l aumento a 516,non si capisce in base a quale legge,se tu giudice dici che non devo piu’ aspettare i 60 anni ma posso usufruirne da subito,mi impedisci pero con un limite fuorilegge di 6000 euro di soglia quello che nella legge un mio diritto acquisito,mi impedisci cio di prende l aumento a 516 euro che avrei preso a 60 con 16 mila euro di soglia.Questo e’ assolutamente incostituzionale e cambierà per forza vedrete.

        Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 3:30
    Permalink

    io sono invalido al 100% e inabile al lavoro, percepisco 290 più l’inabilità e a me non spetta nulla, nonostante pagarmi fitto e bollette faccia fatica veramente, vivo al lumicino…attendo nuove e tempi migliori

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 0:36
    Permalink

    Io ho circa 17 anni di contributi, di cui almeno 15 in Germania.Si parla sempre di quota 100 ed altre diavolerie.Quindi andrò prima al cimitero se devo aspettare 83anni? Direi( datemi indietro quello che ho versato,non quello che la ditta ha versato) come fanno in Svizzera.Perche io nei soli 17 anni ho versato più di qualcuno che ha lavorato 40 anni .Guadagnavo nel 1994 più di 4 milioni al mese.

    Rispondi
    • Avatar
      27 Giugno 2020 in 11:31
      Permalink

      Perché tutti quelli che hanno dal74 percento in poi fino al 99 nn sono invalidi, nn sono anticostituzionale anche questi e inaccettabile, perché loro sanno che ormai chi a anche il 74 percento e fuori dal lavoro, e una ingiustizia

      Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 0:30
    Permalink

    Ho 60 anni, ho un’invalidita al 65 per cento, non lavoro e non posso nemmeno lavorare, cosa devo fare Con 290 euro al mese? Incrementiamo la criminalità. Aspetto risposta.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 0:08
    Permalink

    Ho in corso ,ricorso invalidità civile al 79 per cento, fra un mese compio 65 anni, ho circa 17 anni di contributi ( Germania), ma non si va in pensione mai.Mi spiego, devo avere almeno 20 anni di contributi.Si parla sempre di quota 100, 35 anni,38anni 40 anni e via dicendo.Le varie leggi Amato ,(3per esattezza) sono fatte ad hoc, primo contributo 25 anni prima ,15 anni solo contributi da lavoro dipendente, almeno 10 lavorati per periodi inferiori a 52 settimane.In tutte e 3 le deroghe Amato a 67 anni di età.Poi c’è l’opzione Dini ecc,ecc.Nessuno mi aveva accennato ai versamenti volontari.Ultimo lavoro effettuato agosto-settembre 2010.In poche parole si parla sempre di chi i soldi li ha .A casa abito da solo, ma residenti spuntiamo due,ma solo burocraticamente.Quindi avendo chiesto in comune( non si può entrare) , mediante PEC, la cancellazione dell’altro residente, deve passare ancora un anno per l’accertamento.

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 22:35
    Permalink

    Insomma hanno fatto i compiti per bene mettendo il limite di 6.713 euro lasciano fuori tutti gli invalidi al 100% e inabili al lavoro che percepiscono 538 euro (invalidità + legge 104 art.3 comma 3) insomma non cambia nulla ..speriamo che il legislatore sia piu umano grazie

    Rispondi
    • Avatar
      27 Giugno 2020 in 9:35
      Permalink

      E’ assolutamente incostituzionale.La corte costituzionale basa tutto su un principio errato.Tratta infatti la pensione di inabilita civile totale sopratutto come una spetto economico, la tratta alla stessa stregua di una pensione minima e non e cosi.La pensione di inabilita’ civile totale fonda la sua ragione di essere su un aspetto diverso e cio viene concessa per la menomazione avuta e un risarcimento di questa che procurare un mancato guadagno perche non si potrà piu lavorare e questo era sottinteso quando e stata scelta la soglia di 16 mila euro circa che poi cambia di anno in anno.Per cui la ragione su cui si fonda questo provvedimento e sopratutto la menomazione prima e l’aspetto economico poi e questa e per tutti uguale non fa distinzioni tra disabili.. e per questa menomazione al soglia scelta, che si prenda 286 oppure 516 e ‘ e resta semrpe al stessa 16982,49.

      Rispondi
    • Avatar
      3 Luglio 2020 in 15:29
      Permalink

      E incostituzionale negano un diritto acquisito.cioe tu a 60 anni con 16982 euro di soglia puoi prende la aumento mentre ora che tu giudice mi equipari a chi 60 anni e posso allora prendere subito questo aumento, me lo neghi inventandoti una soglia assurda di 6000 euro’?Ma e chiaro che e incostituzionale e sara a breve corretta certamente.

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 22:05
    Permalink

    Se 286€ non sono sufficienti a vivere cosa c’entra la percentuale d’invalidità un invalido che non lavora bisogna aumentare l’assegno poi se per miracolo qualcuno lo assume si fa il conteggio tra l’eventuale paga e appunto l’assegno di invalidità come del resto funziona oggi

    Rispondi
    • Avatar
      27 Giugno 2020 in 0:15
      Permalink

      Io non ho nemmeno i 286€, dato che il ricorso per il 79 per cento di invalidità, porta causa covid, dei ritardi.Ma se ci fate caso le leggi sono fatte molto molto bene.Alla fine, di tutto questo parlare , non si fa altro che allungare il brodo, e tutti sappiano che sapore ha.

      Rispondi
    • Avatar
      27 Giugno 2020 in 16:17
      Permalink

      Io o il 86x cento ,crisi epilettica cronica, cardiopatica + bpco non mi danno l’aumento?

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 20:42
    Permalink

    Ciao a tutti, scrivete al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, non stancate vi di farlo, scrivete scrivete e riscrivere solo così si potrà fare qualcosa, spiegate x bene le cose, MI RACCOMANDO. Quello che dice la consulta non é per niente esatto, chi prende 285, 00 €al mese é una persona MORTA che gli viene tolta la dignità, le pensioni devono essere aumentate a chi ha il 100% e chi ha ilm 74%. , un saluto cordiale….. Enrico

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 19:25
    Permalink

    Credo non sia giusto solo per invalidi totali io sono invalido al 75 % e incapace al lavoro e non avrò l’aumento. Credo che non abbia senso

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 18:57
    Permalink

    Io ho invalidita’ 85% e ho la 104 non posso lavorare e hob60 anni e famiglia di 4 persone posso richiedere la minima di pensione anticipata?
    Grazie se mi rispondete

    Rispondi
    • Erica Venditti
      27 Giugno 2020 in 16:32
      Permalink

      Non ho compreso la domanda cosa vuole sapere?

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 18:26
    Permalink

    Mio marito prende una pensione di invalidità al 100% più inabilità al lavoro,per una patologia grave di Parkinson già dall età di 50 anni, io non percepisco reddito in quanto non posso lavorare per stare con lui,mi dite come si fa a campare così?Ora che si sta facendo qualcosa per una vita più dignitosa si mettono i paletti dei redditi si può sempre ragionare così?I grandi capi che stanno seduti sulle poltrone che percepiscono grandi stipendi dovrebbero mettersi loro al nostro posto ,vediamo se riescono a vivere con quattro soldi e con una disabilità che non ti rende certo la vita bella.

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 17:50
    Permalink

    Non mi è chiaro il limite di reddito. Io sono invalido al 100% senza accompagnamento e vivo ovviamente a carico di mia madre.
    La soglia di reddito fa riferimento al mio nucleo familiare o ai miei personali redditi?!

    Rispondi
    • Erica Venditti
      27 Giugno 2020 in 16:37
      Permalink

      Credo del singolo per come ho interepretato io il comunicato stampa diffuso dalla corte costituzionale. Se vuole le giro il testo per email

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 17:16
    Permalink

    Sono un invalido all 85 percento devo campare con 286 al mese mi sembra che ci sono invalidi di serie a e invalidi serie b

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 16:47
    Permalink

    Mio figlio disabile psitico al 75%,non lavora, completamente a mio carico. Ancora una volta viene discriminato!

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2020 in 22:01
      Permalink

      Paola ha ragione. La Corte Costituzionale o ha sbagliato o veramente a voluto discriminare gli altri disabili che, non riuscendo a trovare lavoro per se stessi, a causa della loro menomazione, o che non essendo mai chiamati dai Centri per l’Impiego per l’avviamento al collocamento mirato ai sensi della L. 68/99, dovranno continuare con la condanna di vivere e morire in povertà, dunque senza dignità. Pertanto, ciò non solo si chiama DISCRIMINAZIONE ma si chiama anche TRATTAMENTO DEGRADANTE da parte dello Stato Italiano.
      Qua devono intervenire urgentemente le associazioni per tutte le categoria di disabili e gradi di disabilità, perché l’Art. 38 della Costituzione inizia recitando “Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere […]”, invece il comunicato stampa della Corte recita: “per le persone TOTALMENTE inabili al lavoro per effetto di GRAVI disabilità […]; dunque, a mio parere la Corte, con la parola “TOTALMENTE” e con la parola “GRAVI”, ha inserito un vizio nella sentenza abusando di quanto la Costituzione precetta, la quale non fa distinzione di categorie di disabili e di gradi di disabilità.
      Cosi facendo la Corte, ha messo in piedi di guerra disabili contro disabili, poveri contro poveri.

      Rispondi
      • Avatar
        27 Giugno 2020 in 8:44
        Permalink

        Infatit e assolutamente discriminatorio e bisognerà in Casio andare dal proprio avvocato e fare causa assolutamente.la pensione di inabilita civile totale e soprattutto in base alla minorazione prima che un provvedimento economico non si puo equiparare alla pensione sociale.Gia essere DISABILE TOTALE AL 100 vale l aumento senza distinzioni dir reddito alcuno fino a cio’ che era prima e cioe 16.982.49.E discriminatorio e vessatorio ,non si puo discriminare un malato disabile totale rispetto ad una altro anche perche’ qui non parliamo nemmeno di differenze di reddito di migliaia di euro ma di poche decine di euro..Corte costituzionale assolutamente nel torto se la intende cosi.Chi fare ricorso e io sarò uno dei primi lo vincerà certamente.

        Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 11:52
    Permalink

    quello che non ha saputo risolvere la politica l’ha dovuto fare la Consulta. Grazie alla Consulta.

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2020 in 22:45
      Permalink

      Anche io ho una disabilità del 75 % …spero di no. Che qualcosa devono riconoscere anche a noi. Io ho un linfedema di 4 grado. Mi prende tutta la gamba. Molte volte mi partono infezioni che devo curare con punture di pennicellina. 20 euro a puntura che non mi passano. Oltre tutti i supporti di fasce e calze elastiche cucite per me su misura che si aggira a 350 euro ogni 6 mesi. Io non riesco più. Ho provato varie volte a fare colloqui di lavoro ma inutilmente. Guardano la gamba e…mi dicono che ci devono pensare. Come se io lavoro con la gamba e no con le mani e la mente. Uffa. Siamo trattati sempre come il solito. Questo danno è la conseguenza di un intervento chirurgico sbagliato di ricostruzione del legamento della caviglia e di angiologi incompetenti che non hanno capito il danno.

      Rispondi
      • Erica Venditti
        27 Giugno 2020 in 0:08
        Permalink

        Mi rincresce Barbara

        Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 10:53
    Permalink

    Credo che la sentenza arrivi con qualche decennio di ritardo ,vorrei dire a quelle persone che scrivono delle tasse che dovrebbero pagare loro per gli invalidi che avrebbero dovuto sdegnarsi per tutti gli sprechi fatti dai vari governi e non per aiutare gente in seria difficoltà ,un ultima considerazione ,sono d’accordo col signor Diego i limiti sono di 16.000 e non 6.000

    Rispondi
    • Erica Venditti
      26 Giugno 2020 in 14:50
      Permalink

      Se vuole giro anche a lei il documento pdf che attesat il limite, per l’aumento il limite reddituale imposto e questo, non so cosa dirvi, non si tratat di un errore

      Rispondi
      • Avatar
        26 Giugno 2020 in 17:26
        Permalink

        Il reddito. Per avere diritto alla pensione di invalidità civile gli interessati devono rispettare determinati limiti reddituali, che comunque risultano di gran lunga più elevati rispetto a quelli previsti per l’assegno mensile di invalidità. Per l’anno 2020 il limite di reddito annuo da rispettare è pari a 16.982,49€. Nella determinazione del reddito rilevante si rammenta che sono valutabili i redditi di qualsiasi natura calcolati ai fini Irpef al netto degli oneri deducibili e delle ritenute fiscali. Non entra quindi nella valutazione del reddito l’importo stesso della prestazione di invalidità, le rendite Inail, le pensioni di guerra, l’indennità di accompagnamento nonchè i redditi soggetti assoggettabili ad imposta sostitutiva dell’Irpef. Al riguardo occorre ricordare che anche la casa di abitazione è stata recentemente dispensata dalla valutazione del reddito. La corresponsione dell’assegno avviene sempre in misura piena se è soddisfatto il predetto requisito reddituale.

        Rispondi
        • Erica Venditti
          27 Giugno 2020 in 16:35
          Permalink

          Comprendo ma per ottenere l aumento il reddito è quello indicato dei 6700 e rotti oltre ad un invalidità civile totale del 100%

          Rispondi
      • Avatar
        27 Giugno 2020 in 1:01
        Permalink

        Se gentilmente la può inviare anche a me, grazie

        Rispondi
        • Erica Venditti
          29 Giugno 2020 in 8:35
          Permalink

          Appena inviata, aveva approvato il commento il collega e mi era sfuggita la sua richiesta

          Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 8:43
    Permalink

    Signora Erika potrebbe, gentilmente inviarlo anche a me. Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      26 Giugno 2020 in 10:38
      Permalink

      Certo che si, provevdo ora 🙂

      Rispondi
      • Avatar
        26 Giugno 2020 in 13:48
        Permalink

        SI VA TUTTO BENE, MA CI SAREBBE ANCHE LA INVALIDITÀ PARZIALE, CON 80%, SEMPRE CON I SOLITI 286,81 E SENZA POTER LAVORARE CHE SONO ALLA CANNA DEL GAS.

        Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 8:03
    Permalink

    Amici invalidi civili con pensione misera come me , il signor conte si vede che non sa un cazzo delle pensioni ‘dinvalidita’ e’ si e’ fatto infinocchiare da qualcuno , a conte chi ha il 100 % ed e’ inabile a lavoro prende l’accompagnamento cioe’ 297 per la disabilita’ e 500 euro per l’accompagnamento quindi a chi lo hai dato questo aumento non riesco a capire ?
    AUMENTATE TUTTE LE PENSIONI MINIME xxxxx ALTRIMENTI DATECI UN POSTO DI LAVORO O IL xxxxx REDDITO DI CITTADINANZA ANCHE SE SIAMO IN CASA DEI GENITORI
    xxxxxxxx

    Rispondi
    • Erica Venditti
      26 Giugno 2020 in 10:47
      Permalink

      Filtro tutte le parolaccie mettendo delle xxx, ma e’ l’ultima volta che approvo un commento di questo tipo mettendoci mano. O moderate i termini ed esprimete il vostro pensiero in modo pacato e rispettoso oppure mi spiace, nonostante i contenuti meritino evidenza, non pubblicherò più nulla

      Rispondi
      • Avatar
        26 Giugno 2020 in 19:57
        Permalink

        Infatti non serve a nulla usare termini offensivi… Ma pur dandogli ragione non approvo le parolacce.. Ciò che a scritti e pura verità.. Io sono disabile avendo varie patologie e percepisco l invalidità non potendo lavorare… Ma lo preferirei… Non chiedo molto ma che portassero gli assegni ad un giusto compenso… Grazie per l attenzione

        Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2020 in 11:14
      Permalink

      Si vergogni. Lei sta facendo la guerre dei piu poveri. Gli.invalidi al 100% +l’accompagnamento è il grado più grave in ambito di classificazione dell’invalidità civile. E un assegno che lo stato riconosce per poter.pagare una figura che lo aiuti poiche non più autonomo come lavarsi, andare in bagno, cucinarsi o banalmente spostarsi. Naturalmente quell’assegno di 500€ è del tutto insufficiente e tutti sanno che vengono affidati alle cure e alle spese della famiglia quando ce l’hanno. Vuole davvero fare a cambio?

      Rispondi
      • Avatar
        27 Giugno 2020 in 8:54
        Permalink

        Infatti se devi pagare una badante te ce ne vogliono mille di euro e nemmeno bastano tra tasse e tutto..520 euro sono assolutamente insufficienti.lo stato dai 780 euro a gente che sta in salute dice di cercare lavoro ma quando glielo offrono non va ai colloqui.Prendono il reddito di cittadinanza come fosse una pensione di inabilita civile..ma non e’ assolutamente cosi.Uno stato serio prima aiuta chi sta male e poi chi sta bene..per avere un minimo di giustizia i disabili totali quelli cioe che non possono piu’ lavorare hanno dovuto attendere la corte costituzionale..mentre i redditi di delinquenza li danno senza problemi..Priorita alla rovescia.il governo e lo stato aiuta prima chi sta bene e poi chi sta male ,un Roobin Hood alla rovescia..

        Rispondi
        • Avatar
          30 Giugno 2020 in 18:00
          Permalink

          Amme mie canbiata la vita mi manca la gamba sinistra non mi posso lavare da solo non mi posso vestire da solo non posso camminare senza stampelle. Devo sempre chiamare gli altri per aiutarmi io non vorrei niente solo lami gamba. Ciao a tutti

          Rispondi
      • Avatar
        28 Giugno 2020 in 5:26
        Permalink

        Sono con Invalidita civile la 48 ani sono con tumore prend pensie de invalidita civile doar de 280 EUR am fatto 6 intervente și ancora am di fare 2 sono con depresie grave de coando am saputo de tumoare ancora sono resta cu 280 EUR 100 %de invalidita civile

        Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 5:06
    Permalink

    Speriamo che questa volta non sn nessuna cavolata perché veramente con 285 euro all messe nn si può vivere. Poi si vedrà in futuro se veramente è. E avremmo questo aumento delle pensioni di invalidità civile

    Rispondi
    • Avatar
      28 Giugno 2020 in 20:30
      Permalink

      Io sono invalido al 100 prendo pensione +accompagnamento ho diritto anche io all’aumento di pensione

      Rispondi
      • Erica Venditti
        28 Giugno 2020 in 22:34
        Permalink

        Se rientra nei limiti reddituali indicati nell articolo si…ossia 6713,98 sì in caso contrario Non ne ha diritto

        Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 4:44
    Permalink

    Chi ha il 74 percento non gli aspetta nulla .

    Rispondi
    • Erica Venditti
      26 Giugno 2020 in 10:53
      Permalink

      No solo invalidità civile al 100% se rispetta i limiti reddituali citati nell’articolo

      Rispondi
      • Avatar
        27 Giugno 2020 in 8:58
        Permalink

        La sentenza non esclude i limiti gia noti a 16.982,49,sono sottintesi dice in particolare anche chi ha redditi inferiori o fino a..E incostituzionale fa discriminazioni su un provvedimento che e dato sopratutto per la minorazione avuta e per la cura di essa e solo successivamente per la spetto economico.

        Rispondi
        • Erica Venditti
          27 Giugno 2020 in 16:28
          Permalink

          Diego Non ho compreso a suo avviso c é il limite che riporto io pur essendo ingiusto on non c è

          Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 1:01
    Permalink

    Semplice tagliate reddito cittadinanza (30enni forti e sani) che lavorano a nero!!
    E passate questi 780 agli invalidi civili!!!

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2020 in 23:49
    Permalink

    Va bene aumentare gli assegni di invalidita, ma solo agli invalidi totali (100%) ? E noi che ne abbiamo 80% con gravi malatie come la distrofia muscolare come riusciremo andare avanti giorno per giorno con 285 euro? Come facciamo se siamo dipendenti degli altri per uscire, lavarci, vestirci o diverse cose normalissime? Come sopraviviamo? Perche di vivere non ne possiamo parlare proprio! Come possiamo fuzionare con un capacita di 20% ? Qualcuno sa rispondermi? Se non ci sono i genitori, i figli, i fratelli da aiutarci con sostegno economico e non solo,con quale pensiero aspetiamo il giorno di domani?

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2020 in 8:02
      Permalink

      io sono un invalido civile con una percentuale de 85 per cento, dico solo che tutti dobbiamo avere un aumento sulla pensione di invalidità, io ho 50 anni non posso lavorare, perché i problemi sono abbastanza seri di invalidità, e con 285 euro di pensione non bastano No. La legge è uguale per tutti. Saluti. Un amico

      Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2020 in 20:12
    Permalink

    Si può vivere con 280 euro provate voi.

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2020 in 6:00
      Permalink

      Non è possibile non ricevere neanche 286 euro perché sono in disoccupazione e con una invalidità del 75% perché superi il reddito . Una volta finita la disoccupazione dove andrò a dormire ???? Non riesco a fare nessun lavoro sono rimasta tetraplegico in tutti i quattro arti….ditemi voi cosa debbo fare!!!!! Sono disperata

      Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2020 in 17:25
    Permalink

    Le invalidità sono due.una fino a 99% che ha il limite reddituale a 4.926.35 euro.Poi c’e l invalidità totale 100% chiamata pero pensione di inabilita civile totale, sono questi gli invalidi di cui parla la corte costituzionale, che ha il limite a 16.982,49 euro.Risulta chiaro l errore che leggo in molte testate giornalistiche dove dicono che il limite e di 6,713.98.Questa e’,forse,semplicemente la somma che avete fatto voi giornalisti,delle pensioni di inabilità civili aumentate da 286 a 516 euro.Ma in entrambi i casi, il limite reddituale non cambia, infatti la corte costituzionale non lo menziona perche’ quando non si cambia nulla non lo deve ripetere due volte, il limite reddituale e ‘e rimane a 16.982.49.Perche chi ne ha beneficiato lo ha fatto in base a questo reddito non a 6.713.98 e non puo cambiare ora.Il testo della corte costituzionale non parla mai infatti di 6.713.98 euro.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      26 Giugno 2020 in 0:12
      Permalink

      Le ho mandato via email il comunicato stampa dell ufficio stampa della corte costituzione datato 24 giugno 2020. Ove vi è la specifica reddituale riportata nel testo, nessuna fake news dunque. Prima di scrivere tendiamo ad informarci!

      Rispondi
      • Avatar
        26 Giugno 2020 in 11:41
        Permalink

        Sig.ra Venditti buongiorno, complimenti per l’articolo postato.

        Seguo in quanto invalida al 100% L.104 art.3 comma 3 per grave patologia “sclerosi multipla grave” e sono alquanto arrabbiata perché avendo lavorato fino a che sono andata in pensione per inabilità. ora leggere questo limite di reddito di 6,713.98 € quando prima per poter aver diritto alla pensione di invalità serviva non superare i 16.982.49 € capisce bene che per come stanno le cose anche solo per 300 € in più non ne potrò beneficiare e ORA SPERO SOLO IN CONTE che lo tolga e che faccia rientrare anche le altre percentuali di invalidità……sono anche loro invalidi.
        La saluto cordialmente e ringrazio.
        Auletta Lucia

        Rispondi
        • Erica Venditti
          26 Giugno 2020 in 14:49
          Permalink

          Grazie a lei Lucia per la stima e le belle parole :-), speriamo e nel mentre ci legga vi terremo informati

          Rispondi
          • Avatar
            26 Giugno 2020 in 16:17
            Permalink

            Grazie per la risposta e vorrei tanto che tutte le risposte venissero lette da chi dovrà legiferare……Ma è un’ UTOPIA .

            Cordialmente,

            Auletta Lucia

          • Erica Venditti
            26 Giugno 2020 in 16:54
            Permalink

            Lucia io spesso faccio articoli in cui metto pubblico i commenti che ritengo maggiormente pertinenti alla questione, sto considerando di fare uguale settimana prossima per quelli relativa all’invalidità, siete tanti e con rimostranze più che senzate.

          • Avatar
            26 Giugno 2020 in 18:55
            Permalink

            Gentile Sig.ra Erica buonasera. grazie per pubblicare la prossima settimana gli articoli in cui metterà pubblico i commenti che ritiene maggiormente pertinenti alla questione di invalidità e ai vari dubbi che ha creato e con le rimostranze più che senzate.

            Nel piacere di leggerLa dinuovo Le invio i miei più cari saluti.

            Auletta Lucia

          • Erica Venditti
            27 Giugno 2020 in 16:32
            Permalink

            Lucia cari saluti a lei e buon weekend

        • Avatar
          27 Giugno 2020 in 9:03
          Permalink

          Concordo pienamente.Se si va dall avvocato e facciamo ricorso lo vinciamo.non si puo fare discriminazioni su un provvedimento che e’ dato dalla minorazione totale sopratutto e solo dopo di conseguenza l’aspetto economico.Non e infatti questa alla stregua di una pensione minima che viene data in base invece sopratutto al redito e allora questi calcoli possono anche andar bene ma e invece data per la minorazione che comporta la disabilita totale al 100%,e quella e per tutti uguale senza nessuna distinzioni ltirmenti la corte costituzionale sarebbe razzista e discriminatoria!!!!!!!!

          Rispondi
      • Avatar
        26 Giugno 2020 in 13:34
        Permalink

        Questa e’ una provvidenza per la minorazione che si ha e non si puo fa discriminazioni tra disabili.Quei soldi vengono dati per le cure che il disabile deve affrontare e il disabile totale ha preso la pensione con limite reddituale di 16.982.49 euro e indipendentemente dal reddito va concessa.E una provvidenza per la minorazione non per il merito..Poi dice SOPRATUTTO perche chi prende a pensione di inabilita l ha presa c un limite reddituale di 16.982.49.Dice la prendera’ sopratutto chi ha quel limite di 6.713.98 ma e sottinteso che non esclude ma anzi include anche il resto che usufruiva della pensione di inabilita civile con limite a 16.982.49

        Rispondi
        • Erica Venditti
          26 Giugno 2020 in 14:48
          Permalink

          Se lo dice lei….io leggo quel limite reddituale e vi riporto quanto letto, poi magari ho interpretato male, se dice 6713 a mio avviso esclude i redditi superiori, ma attendiamo specifiche

          Rispondi
          • Avatar
            26 Giugno 2020 in 17:51
            Permalink

            La cifra di 6713 e la cifra che il disabile percepisce l’anno ,516 X 13 mensilità

          • Erica Venditti
            27 Giugno 2020 in 16:33
            Permalink

            Dunque? Non ho compreso il commento

      • Avatar
        27 Giugno 2020 in 2:10
        Permalink

        Eu sono invalido civile 80per cento. Mia moglie 75per cento siamo fori per colpa di chi. Non c’è dio per tutti. Grazie

        Rispondi
        • Erica Venditti
          27 Giugno 2020 in 16:29
          Permalink

          Mi rincresce molto

          Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2020 in 16:55
    Permalink

    Signor Perfetto non è da oggi che la storia sia cosi, la storia si ripete in eterno, noi pagheremo sempre per qualunque cosa.
    Mio padre diceva che se aumentano le tasse ai commercianti, i commercianti le scaricano a noi ultima ruota del carro, quindi vede che la situazione non cambia mai, anche 50 anni fa. La soluzione è quella che nessuno e dico nessuno dovrebbe accollarsi aumenti per cattiva amministrazione. Tempo al tempo arriveremo a quello che affermo in quanto oramai la situazione economica famigliare sta diventando insostenibile

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2020 in 12:40
    Permalink

    Dunque vediamo.
    La Consulta dice che bisogna aumentare gli assegni di invalidità. Più che giusto!
    La Corte dei Conti dice che il taglio delle tasse non è più rinviabile. Più che giusto!
    Per aumentare gli assegni di invalidità lo Stato ha bisogno di più soldi.
    Riducendo le tasse lo Stato incassa meno entrate.
    Per soddisfare le richieste sia della Consulta che della Corte dei Conti lo Stato ha una sola possibilità: ridurre i trasferimenti ai comuni.
    Poiché i comuni riceveranno meno soldi dallo Stato centrale saranno costretti ad aumentare i tributi locali: Tari, aliquote Imu, biglietti trasporto, tariffe parcheggi, multe, e quant’altro.
    Risultato finale: il cittadino che paga regolarmente le tasse pagherà regolarmente di più.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *