Bonus 1000 euro INPS maggio: paletto 33%, chi taglia fuori e chi può fare domanda?

Il Bonus 1000 euro dell’INPS per gli autonomi a maggio sta creando non poco dibattito oltre ad una grande confusione, il paletto stringente del 33% in meno da dimostrare sul fatturato 2020 rispetto al fatturato 2019 non va giù a molti professionisti che sostengono chi abbia scritto il decreto nulla sappia della vita dei professionisti. Come ricorda Anna Soru, presidente associazione freelance Acta,una fattura può essere pagata a 30 o 90 giorni, quindi può essere che per un lavoro fatto a marzo o aprile i soldi arrivino a ottobre. Allo stesso modo ci sono persone che nel marzo aprile 2020 hanno ricevuto i pagamenti per progetti finiti l’anno scorso‘ , ragione per cui aggiunge ‘ il criterio del ricavo mensile non ha senso applicata ai lavoratori indipendenti, bisognerebbe applicare un controllo a consuntivo al più. Anche Emiliana Alessandrucci, come avevamo riportato nell’articolo precedente, chiede l’abolizione di questo assurdo paletto. La presidente del Colap ribadisce che il limite del 33% relativo al calo di fatturato debba venire meno.

Bonus da 600 a 1000 euro: ma a prenderlo saranno in pochi, paletti stringenti

Abbiamo dunque deciso di rispondere a differenti domande che ci sono state lasciate sul sito nella speranza di chiarire i dubbi, moltissimi quanti temono di rimanere a ‘bocca asciutta’ e purtroppo temiamo che per molti, se le cose non cambieranno in fase di conversione in legge del decreto, avverrà davvero. Non pochi i paradossi. Analizziamone alcuni insieme.

Roberto scrive: “Buongiorno. Sono un assegnista di ricerca perciò co.co.co. iscritto alla gestione separata, il mio contratto scade a giugno, non so se verrà riconfermato. Ho letto che per la mia categoria ha diritto ai 1000€ chi ha scadenza contratto alla data di pubblicazione del DPCM in Gazzetta ufficiale. Si era parlato di contratti in scadenza entro il 31.12.2020, cosa molto più logica ed equa. Chi come me resta senza lavoro 1 mese dopo cosa fa, va a rubare? Lei mi conferma che la scadenza è a maggio 2020? Grazie”.

Purtroppo é così a ricevere l’indennità di 1000 euro a maggio saranno sì anche i titolari di collaborazione continuata e continuativa iscritti alla gestione separata Inps ma che abbiano cessato il rapporto di lavoro alla data del 19 maggio. Dunque se non le venisse rinnovato il contratto avendo lei lavorato nel periodo emergenziale, crisi determinata dal lockdown del Covid 19, sarebbe tagliato fuori.

Edoardo: “Buon pomeriggio, io i mesi di marzo/aprile 2019 venivo pagato con ritenuta d’acconto, 500 € al mese (lo so è una miseria) ed era un lavoro per cui avevo un fisso mensile; quest’anno invece nello stesso periodo mi hanno fatto una lettera d’incarico per lavorare a dei progetti, il periodo di febbraio/marzo e mi hanno sempre pagato con ritenuta d’acconto, dividendo il compenso di 1000 €, con la prima ritenuta nel mese di marzo (500 €) e l’altra il mese di aprile (500 €). Dunque non posso accedere al bonus di maggio, è corretto? o col fatto che in questa lettera d’incarico, il lavoro era fissato per il mese di febbraio/marzo, posso provare a fare la richiesta?”

A dir il vero nel decreto rilancio sono esclusi coloro che sono titolari di contratto di lavoro subordinato A TEMPO INDETERMINATO, non mi pare il suo sia a tempo indeterminato, tanto meno quest’anno giacché si indicava esplicitamente nella lettera di incarico come durata della prestazione gennaio e febbraio, ma al più determinato. Non credo dunque sia fuori, al suo posto proverei, quando si potrà, a fare domanda

Bonus autonomi 1000 euro Inps: alcuni paradossi

Maurizio: “Buongiorno, io mi trovo nella paradossale situazione di aver fatturato ben poco per una consulenza fatta nei primi giorni di marzo 2020. Poi Aprile € 0, Maggio €0 Giugno probabilmente €0 perché il mio attuale unico cliente rimasto per cui presto consulenza ad ore, ha i dipendenti in cassa integrazione e non vuole pagarmi per il lavoro eventualmente svolto da casa (sviluppo software). Per giunta, non sempre faccio le fatture entro fine mese e nel 2019 la consulenza di marzo l’ho fatturata in marzo mentre quella di aprile ad inizio maggio.

Risultato fatturato aprile 2019 zero euro, quindi non posso avere un fatturato di aprile 2020 inferiore a €0 ! Se invece venisse preso in esame il periodo di competenza citato nelle fatture, da inizio Marzo in poi risulterebbe una DIMINUZIONE del fatturato non solo del 33% richiesto ma ben dell’86%…. e l’agenzia delle Entrate con le fatture elettroniche potrebbe verificare l’effettiva perdita reale subita!…L’aver imposto tale burocrazia nella fatturazione, potrebbe almeno essere ricompensata con l’utilizzo anche quando è a favore del contribuente”

Proprio così questo é uno dei paradossi emersi nell’attuale decreto: I titolari di parita Iva e gli autonomi che non hanno fatturato nulla a marzo e ad aprile dello scorso anno, non potranno dimostrare di aver subito un calo nello stesso bimestre di quest’anno, anche qualora abbiano registrato ricavi molto bassi.

Giovanni: “Io ho una partita iva con la gestione separata ma ho aperto part. iva nel 2019 a novembre, marzo e aprile non ho emesso nessuna fattura, posso fare richiesta dei 1000 euro?”

Anche in questo caso il dubbio permane, il problema é analogo al precedente non é possibile dimostare il calo. Ci siamo confrontati con esperti previdenziali che lavorano presso patronati e crediamo che in questo caso vi sia una differenza, ossia l’attività non esisteva nel bimestre 2019 richiamato a confronto, ragione per cui nel dubbio avrebbe senso concederlo nessuno sa se tale attività lo scorso anno avrebbe prodotto zero o poco anche senza emergenza Covid, ragione per cui il professionista già non ‘navigava in buone acque’ indipendentemente dalla pandemia, o ottimi profitti. Dunque dovrebbe, ma il condizionale resta d’obbligo fino a chiarimenti ufficiali, essere concesso. Inoltre per il fondo perduto si fa riferimento a tale situazione: “La riduzione del fatturato non è requisito necessario se l’attività è stata avviata dopo il gennaio del 2019“, ma per il Bonus dei 1000 euro mancano specifiche. Resta dunque una nostra reagionata interpretazione.

Bonus 1000 euro fuori artigiani e commercianti: per loro fondo perduto

Alfredo: “Buongiorno a tutti, io sono artigiano iscritto al inps, ho ricevuto i bonus di marzo e aprile , ma secondo alcune voci non ricevero il bonus di maggio (1000) ,non capisco il motivo ne tantomeno le logiche , non ho lavorato (tantomeno fatturato) percio le mie perdite relative ai mesi del anno scorso sono del 90/95 % . potete fare chiarezza ? perche agli artigiani ( ammesso sia vero) non spetta tale bonus ?

E’ corretto, gli Artigiani, i commercianti ed i coltivatori diretti che hanno potuto beneficiare del bonus per marzo e aprile, non potranno beneficiarne per il mese di maggio. Per questa categoria di lavoratori autonomi sono però previsti i contributi a fondo perduto introdotti dal Decreto Rilancio anche per le società di persone e capitali. Tali contributi a fondo perduto sono pensati per le PMI ed i professionisti che hanno subito un calo del 33% del fatturato nel mese di aprile 2020 rispetto all’aprile 2019. Gli indennizzi sono parametrati alla perdita di fatturato, con un valore minimo di mille euro. La riduzione del fatturato non è requisito necessario se l’attività è stata avviata dopo il gennaio del 2019 o se si ha il domicilio fiscale in un comune colpito da calamità con conseguente dichiarazione dello stato d’emergenza.

La sottosegretaria al Lavoro Francesca Puglisi però parla di possibile margine di apertura in parlamento: “Dobbiamo trovare il modo per modificare la norma, magari sostituendo quel criterio con un limite reddituale“. Vi terremo aggiornati.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

67 pensieri riguardo “Bonus 1000 euro INPS maggio: paletto 33%, chi taglia fuori e chi può fare domanda?

  • Avatar
    21 Luglio 2020 in 13:07
    Permalink

    Buongiorno,
    sono senza lavoro dal 22 febbraio perché lavoro con le scuole e centri diurni disabili che hanno chiuso i battenti. Ho dei contratti che dimostrano la collaborazione ma non valgono a nulla a quanto pare.
    Da quel dì non fatturo ma ho incassato il 30 aprile una fattura (pagamento a 60 gg) emessa a febbraio per un lavoro svolto da ottobre a febbraio.
    Grazie al principio di cassa pur non avendo lavorato 1 ora non ho diritto al bonus.
    Avendo dichiarato in RPF19 nel quadro RL un reddito per l’affitto di abitazione nel bimestre indicato questo può concorrere al calcolo del calo del 33% (affitto che causa covid quest’anno non ho percepito)?
    Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      21 Luglio 2020 in 15:12
      Permalink

      La prima parte purtroppo é tutta corretta, non ha diritto al bonbus per il principio di cassa. Sulla seconda non essendo commercialista non lo so, rischierei di darle un’informazione sbagliata. Provi a chiedere al suo commercialista certamente saprà darle delucidazioni

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2020 in 16:32
    Permalink

    Io ho fatturato 0 ad aprile 2019 e 0 ad aprile 2020, posso fare domanda? 0 + 33% = 0 del resto…

    Rispondi
  • Avatar
    22 Giugno 2020 in 11:50
    Permalink

    Buon Giorno
    Sono un Forfettario iscritto al Gestione Separata ho un dubbio come devo calcolare il calo del 33%
    non lo spiega nessuno, dobbiamo fare la somma delle fatture d’acquisto( Costi) dei Marzo e Aprile 2019 e compararle con il 2020. Visto che il reddito dei forfettari non tiene in considerazione i costi sostenuti, ma si ha solo un abbattimento degli incassi, non lo spiega nessuno come fare. Chiamo L’inps ma non rispondono

    Rispondi
    • Stefano Rodinò
      29 Giugno 2020 in 16:14
      Permalink

      proceda sommando le fatture di aprile 2019 e vede quanto ha incassato.. se nel 2020 sommando le fatture dell’anno ha incassato almeno il 33% in meno può fare domanda per il bonus

      Rispondi
  • Pingback: Bonus 1000 euro INPS e contributo a Fondo perduto: le differenze | Pensioni per tutti

  • Avatar
    17 Giugno 2020 in 2:08
    Permalink

    Buongiorno, sono un professionista a p iva aperta a settembre 2018, iscritto alla gestione separata INPS, ho ricevuto i 600 euro di marzo e Aprile. La mia ultima fattura risale a gennaio 2020, non ho piu fatturato a causa della crisi, la mia partita iva è ancora attiva. Ad aprile 2019 ho fatturato 1000 e ad aprile 2020 zero. Non ho ben capito se io posso fare richiesta del bonus dal momemto on cui sul sito dell’agenzia delle entrate c’è scritto che fra gli esclusi ci sono quelli ai cui artt 27 e 38 del decreto cura italia cioe quelli che hanno ricevuto i 600 euro…. In giro per il web non lo si cita. Sbaglio io a capire o quelli che hanno ricevuto i 600 euro sono esclusi?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Giugno 2020 in 19:10
      Permalink

      Sono esclusi dal bonus 1000 euro Inps solo gli artigiani ed i commercianti che hanno però diritto al fondo persuto, Provi magari a leggere il mio ultimo articolo dioggi sulle differenze tra fondo perduto e bonus 1000 euro Inps magari potrà tornarle utile.

      Rispondi
  • Avatar
    15 Giugno 2020 in 19:10
    Permalink

    sono in regime forfettario… come posso dimostrare il calo di fatturato?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Giugno 2020 in 19:11
      Permalink

      Come dicevo nel mio articolo di oggi la questione del calcolo si complica per il regime forfettario, aspettiamo la circolare Inps per comprendere meglio

      Rispondi
  • Avatar
    15 Giugno 2020 in 14:28
    Permalink

    Buongiorno!
    Quando sarà possibile richiedere questo bonus all’INPS?
    In che modalità? Tramite richiesta su sito come per i 600€ di Marzo e Aprile?
    Oppure in altro modo?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      15 Giugno 2020 in 17:24
      Permalink

      Non é ancora stata emanata la circolare attuativa per il bonus maggio dei 100 euro, al momento possono far edomanda solo gli esclusi dal decreto rilancio ossia gli artigiani ed i commenrcianti ai quali é data la possibilit4à di usufruire del fondo perduto. In linea di massima dovrebbe essere la medesima modalità di marzo, ma questa volta andranno dimostrati i cali di fatturato di marzo-aprile 2020 ripsetto a marzo aprile 2019, un calo del 33%. Aspettiamo però le specifiche

      Rispondi
  • Avatar
    15 Giugno 2020 in 9:18
    Permalink

    Buongiorno, come autonomo iscritto alla gestione separata, non potendo dimostrare il calo del fatturato con il principio di cassa per il bonus di maggio, é possibile chiedere il fondo perduto rientrando nel calo del fatturato dei 2/3? Non sono commerciante o artigiano tuttavia.
    Grazie
    Cordiali Saluti

    Rispondi
  • Avatar
    14 Giugno 2020 in 10:18
    Permalink

    Salve, ho fatturato nel 2019 a fine marzo e poi a fine maggio per motivi tecnici che non sto qui ad elencare.
    In un primo tempo si parlava di bimestre marzo aprile da confrontare nel 2019 2020.
    Invece vedo modulistica Agenzia Entrate che menziona solo il mese di Aprile.
    Nel caso del bimestre rientrerei nei requisiti ma con solo Aprile purtroppo no.
    Assurdo decidere in modo cosi superficiale la suddetta variazione.
    Sospetto inoltre che il fatto che tutto sia stata affidato all’agenzia entrate vada a creare un database di possibili accertamenti fiscali.
    Come mai non hanno lasciato la competenza ad Inps?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      15 Giugno 2020 in 17:15
      Permalink

      Non deve fare confusione tra fondo perduto e bonus 1000 euro, nel primo caso che vale solo per quanti sono rimasti esclusi dal bonus maggio Inps nel decreto rilancio ossia artigiani e commercianti bisogna considerare solo aprile 2019/2020, per chi ha ricevuto il bonus 600 euro a marzo e ad aprile e non rientra tra artigiani e commercianti ossia può ancora richiedere il bonus maggio dei 1000 euro dovrebbe permanere la regola del 33% nel bimestre da lei specificato. Dunque manca la circolare attuativa per poter fare domanda.

      Rispondi
  • Avatar
    13 Giugno 2020 in 21:26
    Permalink

    buonasera, sono una co co co con contratto scaduto il 30 marzo che ha percepito il bonus di marzo e aprile, ho diritto al bonus di maggio non avendo lavorato da allora? Grazie
    E’ sempre all’INPS la richiesta e quando sarà attivo il modulo?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      15 Giugno 2020 in 17:22
      Permalink

      Certo Annamaria lei ha diritto al bonus dei 1000 euro di maggio in quanto il decreto rilancio prevede l’erogazione del bonus unicamente a quanti hanno cessato il rapporto di lavoro non oltre il 19 maggio, data di entrata in vigore del decreto rilancio

      Rispondi
  • Avatar
    13 Giugno 2020 in 16:39
    Permalink

    Ho un contrato co co co con scadenza 30/12/20 però non sto lavorando x via della emergenza ho diritto ad avere il bonus o devo morire di fame visto che non possono licenziarmi fino ad agosto?visto che azienda x cui lavoravo ha chiuso perché è in liquidazione.ho percepito solo i 600€ a marzo e aprile

    Rispondi
    • Erica Venditti
      15 Giugno 2020 in 17:23
      Permalink

      Purtroppo il suo contratto co co co per poter ricevere il bonus dovrebbe presentare scadenza non oltre il 19 maggio data di emanazione del decreto, dunque non ne ha diritto.

      Rispondi
  • Avatar
    13 Giugno 2020 in 0:12
    Permalink

    Salve io ho aperto la partita iva il 25/2/2020 mi spettano i 1000 euro?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Giugno 2020 in 19:13
      Permalink

      Partita iva per quale attività? Se commerciante o artigiana ha diritto al fondo perduto, può già fare domanda senza dover dimostare calo del fatturato. In caso contrario bisogna aspettare le disposizioni dell’Inps, per poter vedere se potrà richiedere il bonus 1000 euro INps di maggio. Legga il m io ultimo articolo di oggi

      Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 23:42
    Permalink

    Sono un artigiano,ho ricevuto i 2 bonus di 600 euro,mi aspetta anche il bonus di 1000 euro,perché quest’anno in maggio non ho fatto nessun incasso,perciò ho fatto il 33% in meno.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      13 Giugno 2020 in 16:53
      Permalink

      Gli artigiani non hanmo diritto al bonus dei 1000 euro, ma possono aderire al fondo perduto. Legga gli ultimi articoli sul portale

      Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 16:17
    Permalink

    Buonasera Erica, faccio parte della categoria agenti e rappresentanti di altri prodotti non alimentari (codice ateco 461897), ho ricevuto il bonus di 600 euro di marzo/aprile. Rientro nella categoria che potrà chiedere il bonus a fondo perduto o resto sul bonus autonomi?
    Grazie e scusi la domanda se non ho compreso quanto già presente nell’articolo.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Giugno 2020 in 19:15
      Permalink

      Mi informo e le faccio sapere, artigiani e commercianti sono gli unici a poter richiedere il contributo a fondo perduto dimostrando un calo di 2/3rispetto ad aprile 2020. Le altre categorie, dimostrando un calo del 33% nel bimestre marzo-aprile 2020 rispetto al 2019 possono optare per il bonus Inps . Il suo codice ateco non so bene dove rientra, vediamo se ottengo risposte più specifiche, l’aggiorno.

      Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 13:14
    Permalink

    Sono un assegnista di ricerca con contratto in scadenza a fine anno e ho partita IVA come libero professionista iscritto alla gestione separata Inps. Il mio fatturato dei mesi di marzo e aprile 2020 è inferiore del 100% rispetto al 2019, ho percepito i 600+600 di marzo e aprile ho diritto ai 1000 euro di maggio?? Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:32
      Permalink

      Se può dimostrarlo chiaramente sì

      Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 11:37
    Permalink

    Salve, gradirei sapere da quale giorno si potrà fare la domanda per il Bonus 1000 euro INPS maggio grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:33
      Permalink

      Bisogna attendere la circolare ed i chiarimenti dell’Inps

      Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 10:13
    Permalink

    Sono un’informatore scientifico come tanti altri. La nostra categoria emette fattura con 60 gg. di ritardo per via dei dati di vendita dei farmaci che vengono aggiornati nel sistema con 2 mesi di ritardo.
    Nello specifico noi informatori fatturiamo a Marzo ed Aprile il venduto di Gennaio e Febbraio.
    (Periodo di no lock down)
    Nei mesi in questione ,ossia Marzo ed Aprile invece non abbiamo proprio Lavorato ma li fattureremo a Maggio -Giugno.. Stando a quanto hanno previsto questi luminari super pagati mega tecnici della task force…non dovrei percepire il bonus anche se mi hanno tenuto in casa?
    Naturalmente se tenessimo conto del fatturato di maggio -giugno relativo al periodo di riferimento dei pezzi venduti in marzo ed aprile…il calo sarebbe ben più alto del 33%…Ma come si dice ” gli scienziati son scienziati ” questa procedura va bene solo per i piccoli commercianti al dettaglio .il 90 % delle p.i. riceve pagamenti a 60-90 gg. quindi verrebbe esclusa.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:36
      Permalink

      Pamela purtroppo questo é uno dei paradossi di cui abbiamo parlato nell’articolo, speriamo possano cambiare i requisiti

      Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 10:09
    Permalink

    buongiorno vorrei sapere se per i co co co a maggio il bonus spetta di 1000 euro a coloro che hanno in scadenza il contratto a dicembre 2020 ,e spetta comunque il bonus 600 euro per i co co co che come me per esempio hanno una scadenza contrattuale febbraio 2021, ringrazio

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:38
      Permalink

      Lory ne abbiamo parlato nell’articolo che ha commentato che riportava come risposta: A ricevere l’indennità di 1000 euro a maggio saranno sì anche i titolari di collaborazione continuata e continuativa iscritti alla gestione separata Inps ma che abbiano cessato il rapporto di lavoro alla data del 19 maggio.

      Rispondi
      • Avatar
        12 Giugno 2020 in 15:50
        Permalink

        Assurdo, a me è scaduto il 2o maggio (10 giorni dopo) e non potrò ottenere nulla…. Che presa in giro…

        Rispondi
  • Avatar
    12 Giugno 2020 in 4:31
    Permalink

    Buongiorno Erica,
    io ho un contratto co.co.co come rilevatore per indagini di mercato, ovviamente in questo settore i pagamenti avvengono sempre a 90 giorni, quindi i cedolini che riportano le somme spettanti del mese di marzo o aprile fallo riferimento ad un lavoro di 3 mesi prima, e credo che su questo però non ci sia da fare molto, allo stato attuale io in questi due mesi passo da un 369,00 del 2019 a 268,00 del 2020. Quindi se non ho calcolato male, non ho una riduzione del 33%. Tuttavia il sito inps mi dice che posso richiedere indennità di disoccupazione per collaboratori (DIS_COLL) essendomi stato interrotto il rapporto di lavoro. Tuttavia andando a inseire i dati, mi da due opzioni per l’interruzione : dimissioni o fine del contratto; tuttavia il contratto scadrebbe a gennaio 2021, ma per il covid è stato sospeso da marzo 2020 fino a data imprecisata per il covid non sapendo quando potrà essere riattivato. Quindi la mia domanda è se posso avere almeno questa disoccuazione, visto che, a meno che non abbia capito male l’indennità di 1000 euro non mi spetta.
    La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.
    Le auguro una felice giornata.
    Massimo.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:41
      Permalink

      La questione é articolata é va troppo nel dettaglio, vorrei mai darle una risposta imprecisa. La pregherei dunque di interfacciarsi direttamente via messanger con Domenico Cosentino, già presidente di patronato, e di chiedere a lui se può darle indicazioni più precise. Faccia pure il mio nome e magari riporti poi qui la risposta, che credo possa tornare utile a molti. A presto, Erica.

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 23:49
    Permalink

    Sono un libero professionista iscritto alla gestione separata INPS e, a conti fatti, avrei diritto al bonus di 1000 euro, dopo i due da 600. Non ho ancora capito se ad oggi, 11 giugno 2020, è già possibile presentare la domanda o no. Qualcuno lo sa? Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:43
      Permalink

      No non é ancora possibile, occorrono chiarimenti e circolare Inps

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 23:28
    Permalink

    Salve sono lavoratrice Co. Co. Co. Gestione separata (operatori telefonico). Il mio contratto è ancora in atto ma dal mese di marzo a inizio giugno non ho lavorato quindi non ho percepito né stipendi né busta paga anche se il contratto è ancora in atto. Non posso richiedere i 1000 euro? Premetto k lavoro x questa azienda da 3 anni con contratti a 3 o 4 mesi con rinnovo. Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:58
      Permalink

      Per ricevere l’indennità di 1000 euro i titolari di collaborazione continuata e continuativa iscritti alla gestione separata Inps devono aver cessato il rapporto di lavoro alla data del 19 maggio.

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 22:12
    Permalink

    Salve io ho un contatto attivo co.co.co. con scadenza il 31/12/2020 vorrei sapere se ho diritto al bonus 1000 euro di maggio, grazie.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 14:59
      Permalink

      Per ricevere l’indennità di 1000 euro a maggio saranno i titolari di collaborazione continuata e continuativa iscritti alla gestione separata Inps devono aver cessato il rapporto di lavoro alla data del 19 maggio. Dunque non ne ha diritto, se non cambierà qualcosa

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 20:42
    Permalink

    E’ DIVENTATA UNA PANTOMIMA QUESTA MISERIA DEL FONDO PERDUTO. MUOVETEVI

    Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 17:19
    Permalink

    Mi dicono che chi ha già usufruito dei due precedenti bonus da 600€ non percepirà questo da 1000 nonostante calo del fatturato, è vera come considerazione? grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 15:01
      Permalink

      Assolutamente no, ma deve dimostrare il calo del 33% rispetto allo stesso bimestre dello scorso anno

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 17:08
    Permalink

    Sono un lavoratore stagionale dopo 2 mesi mi hanno accreditato marzo-aprile adesso per il bonus di maggio di 1000 euro ho diritto visto per fortuna che ho ripreso ha lavorare il 9 giugno

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 15:03
      Permalink

      Giugno non conta, si fa riferimento al più al bimestre marzo aprile rispetto al medesimo bimestre dell’anno precedente. Ma aspettiamo la circolare per comprendere per gli stagionali come funziona di preciso

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 15:11
    Permalink

    Salve. io ho aperto la P.I. il 01 gennaio 2020 e l’anno scorso non ho quindi fatturato nulla. E tanto meno nel bimestre 2020. Mi spetterebbe il bonus da 1.000 € ?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      11 Giugno 2020 in 16:01
      Permalink

      Enrico rientra in una delle specifiche che ho affrontato nell’articolo che ha commentato, la invito a rileggerlo perché é lunghina la risposta. Grazie 🙂

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 12:19
    Permalink

    Io ho partita IVA e sono iscritto alla gestione separata dell’INPS
    Controllando i miei movimenti bancari ho visto che se considero il principio di cassa non avrei diritto ai 1000 euro in quanto ho incassato 0 euro questo secondo bimestre e 0 euro nel secondo bimestre dell’anno scorso.
    Ma io lavoro come esperto esterno nelle scuole e chiaramente quest’anno risulterà una flessione sul fatturato generale che va ben oltre il 33% cui si riferisce il decreto.
    Sono davvero senza parole riguardo al modo in cui stanno gestendo la situazione!!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2020 in 11:21
    Permalink

    Ho un contratto co.co.co. iscritto alla gestione separate, con scadenza il 31/12/2020.Abbiamo però ripreso a lavorare a giugno, quindi a maggio non abbiamo percepito nulla
    Non abbiamo diritto al bonus di maggio

    Rispondi
    • Erica Venditti
      11 Giugno 2020 in 16:02
      Permalink

      Carmela non ho compreso é una domanda o un ‘affermazione?

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 21:23
    Permalink

    Salve,io il 9 giugno ho ricevuto gli ultimi 8 giorni di naspi, è possibile che per questi 8 giorni mi venga rifiutata la domanda dei 1000 euro del bonus di maggio?

    Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 20:37
    Permalink

    Buonasera, vorrei gentilmente capire se rientro nei requisiti per il bonus 1000 € in quanto ho un contratto di Co.Co.Co da ottobre 2019 che si è rinnovato fino a dicembre 2020, il pagamento avviene mensilmente in base alle effettive giornate prestate.
    Da febbraio a giugno non avendo lavorato non ho percepito alcun compenso, da luglio dovrei riprendere a lavorare.
    Per cui sarei molto grata nel ricevere un vostro parere, grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      11 Giugno 2020 in 16:05
      Permalink

      Mi rincresce non so darle una risposta precisa, potrei solo fornirle una mia interpretazione, conviene attendere la circolare, il caso é troppo specifico per espormi.

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 18:08
    Permalink

    Vol sapere se per gli stagionali del turismo i 1000€ sono autumatici o bisogna farne richiesta. Grazieb

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 16:26
      Permalink

      Non le saprei dire di preciso siamo in attesa della circolare Inps

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 15:06
    Permalink

    Buonasera,
    ma per il Bonus 1000€ mese di maggio lavoratore stagionale ccnl turismo terminato il mese 09/2019, cosa bisogna fare per la domanda? Ad oggi 10/06/2020 l’Inps non ha ancora emanato nessuna istruzione! Il giorno 01/06/2020 ho scritto all’Inps e mi hanno risposto di aspettare qualche giorno, ma ancora nessuna istruzione!
    Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 16:24
      Permalink

      Manca ancora la circolare infatti con le disposizioni dell’Inps

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 12:19
    Permalink

    Buongiorno,

    sono regolarmente iscritta alla gestione separata inps, ho ricevuto il bonus per marzo e aprile, ma in base ai criteri stabiliti mi hanno detto che non riceverò quello di maggio, io quest’anno ho emesso una fattura il 01/04, per un lavoro che ho svolto nel priodo di novembre/dicembre/gennaio, il cliente mi ha pagato in due volte (acconto/pagamento) rispetto al 2019 la differenza è poca, posso fare la domanda oppure sono esclusa a priori?Grazie,mi sembra un criterio poco valido.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 16:27
      Permalink

      Se non riuscirà a dimostrare il calo del 33% purtroppo non vi potrà accedere, a meno che si riesca a cambiare il criterio di accesso togliendo il paletto del 33%

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 11:50
    Permalink

    Buongiorno la mia compagna aveva un contratto co.co.co. da aprile 2020 con scadenza il 10/06 ma non ha lavorato neanche un giorno. Voreei sapere se ha diritto anche al bonus di 1000€..
    Grazie e buona giornata

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 16:28
      Permalink

      Purtroppo no come ho scritto nell’articolo se il contratto é attivo per i co co co non é previsto nulla, doveva essere cessato alla data di pubblicazione del decreto, il 19 maggio. Mi spiace

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 11:49
    Permalink

    Buongiorno,sono una stagionale del turismo,a quanto ho capito il bonus di maggio non potrò riceverlo perché il 12 maggio ho ricevuto i primi soldi della NASPI

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 16:35
      Permalink

      I lavoratori stagionali e quelli del diritto, leggiamo nel decreto rilancio : avranno diritto ai 1000 euro a patto di aver interrotto involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo che va dal 1 gennaio e il 17 marzo 2020. ESCLUSI dal diritto al bonus i titolari di pensione DI NASPI e di lavoro dipendete,mi pare corretta dunque la sua interpretazione. E’ fuori dal bonus.

      Rispondi
  • Avatar
    10 Giugno 2020 in 10:18
    Permalink

    Buongiorno ma per i stagionali sarò erogato il bonus di 1,000 £ in automatico,ho già percepito i primi 600,00 £

    Rispondi
    • Erica Venditti
      12 Giugno 2020 in 16:35
      Permalink

      Non so dirle se sarà in automatico, aspettiamo i chiarimenti dell’Inps

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *