Bonus 600 euro INPS di Aprile e 1000 a maggio, il Colap: ‘No a calo del 33%’

Nel decreto di Aprile (in approvazione in questi giorni) dovrebbero arrivare nuovi aiuti per l’emergenza del Coronavirus, con un Bonus di 600 euro stanziato dall’INPS per il mese di Aprile, che diventerà di mille euro a Maggio. Se per aprile il bonus sarà rinnovato a tutti coloro che l’hanno già richiesto a marzo, per il mese seguente cambiano i criteri di accesso, con il rischio che siano davvero pochi i lavoratori che potranno richiederlo. Ecco perchè il CoLAP chiede al Governo di rivedere le sue posizioni e cambiare la bozza del decreto legge Aprile.

Ultime su Bonus da 600 euro INPS: no a requisiti per i 1000 euro di Maggio?

Il CoLAP – Coordinamento Libere Associazioni Professionali – scrive in un comunicato stampa: “Il calo del fatturato e/o del reddito del 33% richiesto per accedere al posticipo dell’Iva e al bonus di mille euro per il mese di maggio creerà dei problemi al mondo professionale. Non tutti i lavoratori autonomi hanno la mensilità come riferimento per i pagamenti e quindi un’ampia platea di professionisti rischia di rimanere fuori dai bonus. Il governo intervenga subito per correggere la disposizione del Decreto Liquidità e per cambiare quanto scritto nelle bozze del Decreto Aprile.

“Chi propone queste soluzioni non conosce il lavoro autonomo, che non funziona come quello subordinato”, il commento della presidente del CoLAP Emiliana Alessandrucci. “La maggior parte dei professionisti non lavora a mensilità e quindi oggi possono ricevere compensi per lavori svolti mesi e mesi fa, in alcuni casi anche anni. L’incidenza sul reddito o sul fatturato, quindi, non si potrà vedere prima di 6/8 mesi”.

Bonus 1000 euro INPS a maggio: requisiti troppo restrittivi?

La diminuzione del 33% del fatturato è una delle condizioni per accedere al posticipo dell’Iva così come previsto dal Decreto Liquidità, mentre l’indennità per il mese di maggio, che sarà di mille euro secondo quanto previsto dal Decreto Aprile ancora in attesa di essere approvato, ad oggi prevede un calo del 33% del reddito nel secondo bimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

“I danni del Covid sono già evidenti, ma gli effetti concreti non li vedremo prima di qualche mese”, prosegue la presidente Alessandrucci. “Bisogna ridurre al minimo la burocrazia e la complessità, invece in questo modo si va solo a complicare la vita dei professionisti. Chiederemo subito un intervento al Governo per sanare questa situazione”.

Bonus 600 e 1000 euro INPS: a chi spetta, come richiederlo?

Prima di lasciarvi riassumiamo brevemente la situazione ad oggi 6 maggio 2020: Il bonus da 600 euro per il mese di aprile non è ancora arrivato e probabilmente ci vorrà ancora una settimana (finchè il decreto non sarà approvato). Per richiederlo basterà fare domanda sul sito dell’INPS tramite PIN Semplificato. Se avete già fatto richiesta per il mese di marzo basterà aspettare ed il bonus da 600 euro arriverà automaticamente.

Diversa invece la situazione per il Bonus da 1000 euro per maggio, stanziato dall’INPS. Se le cose resteranno come sono ora per poter fare richiesta i lavoratori dovranno aver “Subito una comprovata riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020 rispetto allo stesso bimestre del 2019”. In questo caso, come spiega il Corriere.it “Per calcolare la perdita di fatturato subita dal lockdown, il reddito è individuato secondo il principio di cassa come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese effettivamente sostenute nel periodo interessato, comprese le eventuali quote di ammortamento.

Il soggetto che intende richiedere il bonus dovrà presentare la domanda all’Inps nella quale autocertifica il possesso di tali requisiti. L’Inps comunicherà successivamente all’Agenzia delle Entrate i dati identificativi dei soggetti che hanno presentato l’autocertificazione per la verifica dei requisiti”.

3 commenti su “Bonus 600 euro INPS di Aprile e 1000 a maggio, il Colap: ‘No a calo del 33%’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su