Bonus collaboratori sportivi e incongruenze INPS: ma i pagamenti che fine han fatto?

Bonus collaboratori sportivi

Non si placa la polemica intorno ai bonus collaboratori sportivi, la questione delle incongruenze Inps continua a non essere risolta, la stessa Valentina Vezzali, sottosegretario al Ministero dello Sport, ha provato attraverso un post Facebook a sedare gli animi di quanti le scrivono in privato per dichiarare esasperazione di una situazione senza fine e di pagamenti di bonus sospesi da mesi. Ha sottolineato come, in data 1 settembre, abbia incontrato anche il Presidente INPS proprio per risolvere la questione.

Le sue parole e l’intervista che ci ha rilasciato Paola de Caro, collaboratrice sportiva che da mesi sta aiutando altri collaboratori con azioni ed email bombing al fine di sollecitare gli enti preposti, Inps , agenzia delle entrate e sport e salute che si rimbalzano le responsabilità senza elargire i Bonus.

Problemi oggettivi, scarsa volontà politica? Sta di fatto che la questione andrebbe risolta quanto prima, ancora troppi collaboratori sportivi sono in attesa di ricevere il pagamento delle indennità spettanti.

Bonus collaboratori sportivi: le rassicurazioni della Vezzali non bastano più

Così il sottosegretario al Ministero dello Sport: “ Oggi pomeriggio ho incontrato il Presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, per trovare insieme una soluzione alla vicenda che coinvolge i collaboratori sportivi che rientrano nelle cosiddette “Incongruenze INPS”.

È passato troppo tempo e non si può rimandare ancora la definizione di queste “posizioni aperte”. Serve mettere Sport e Salute nella condizione di poter erogare i bonus a chi ne è destinatario e li attende da mesi…”

Ottime basi, ma nessuno informa i collaboratori sportivi sui tempi, e la pazienza, ci dice Paola De Caro, una collaboratrice sportiva, che si fa da portavoce del gruppo: è davvero giunta al termine. L’intervista che ne é emersa

Bonus collaboratori sportivi: a che punto sono i pagamenti delle incongruenze Inps?

Pensionipertutti: Ciao Paola vi ha rassicurato il messaggio della Vezzali sulle Incongruenze INPS  e soprattutto è cambiato qualcosa dopo il suo incontro col Presidente INPS?

Paola De Caro: No cara Erica non è cambiato proprio nulla, tante belle parole, ma nei fatti siamo allo stesso punto di prima, altro che rassicurazioni. Ti dirò di più  ho passato l’intera giornata al telefono con la presidenza di sport e salute e ho fatto chiamare l’ufficio della Vezzali, senza ottenere nessuna informazione degna di essere chiamata tale, ma solo rimpalli di responsabilità tra enti.  Stamattina la dirigente Ade mi ha detto che loro hanno pronti gli aggiornamenti da mandare a sport e salute ma sport e salute non risponde. Situazione simile a quella di Inps. Dall’ufficio della Vezzali “dicono” che hanno una serie di riunioni in corso sia con Inps che con agenzia delle entrate che con sport e salute, ma a questo punto non sappiamo più nemmeno se crederci o no. 

Pensioni pertutti: Cosa ti/ vi preoccupa maggiormente?

Paola De Caro:  Siamo preoccupati perché il 15 settembre è la fatidica data in cui i fondi non erogati tornano a bilancio nelle casse dello Stato

Pensionipertutti: Dunque potessi fare tramite il nostro portale un appello a nome dei collaboratori sportivi, cosa chiederesti affinché tale situazione possa venire risolta:

Paola De Caro: Noi chiediamo 4 cose:

  1. Che accettino i nuovi aggiornamenti di agenzia delle entrate e mandino le integrazioni
  2. Che risolvano le incongruenze inps
  3. Che o diano la possibilità di correggere in piattaforma gli errori materiali, o, ancora più semplice, confrontino anche per gennaio, febbraio e marzo le autocertificazioni con i dati di agenzia delle entrate.
  4. Che rispondano a chi ha presentato istanza di autotutela dopo che la domanda era stata rigettata visto che gli 80 giorni che avevano a disposizione per rispondere sono abbondantemente scaduti

Loro si rimpallano le responsabilità gli uni con gli altri e alla fine chi ci rimette sono quelli che aspettano i soldi, in più, ed è una cosa paradossale,  vi è anche un danno erariale ai danni dello Stato stesso perché  chi ha ricevuto di più e vorrebbe restituire l’eccedenza ( perchè le persone oneste esistono) non ha la possibilità di farlo.

Pensionipertutti: Grazie Paola per il tempo dedicatoci

Paola De Caro: Grazie a te Erica per tenere alta l’attenzione su queste problematiche, i collaboratori sportivi si sentono continuamente dimenticati dopo più di un anno e mezzo di crisi nera per il settore.

Voi siete tra quanti ancora non hanno ricevuto il pagamento? Fatecelo sapre nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

7 commenti su “Bonus collaboratori sportivi e incongruenze INPS: ma i pagamenti che fine han fatto?

  1. Risolta da un anno l’incogruenza inps, risposto via mail alla richiesta da parte di Sport&Salute sull’accertamento dell’idoneità (questo è accaduto a luglio 2021), ma non ho avuto ne notizie e ne tantomeno soldi!

  2. Buongiorno, la mia società sportiva ha spedito all’Agenzia delle entrate il cu 2020 che mancava ( 27-7 2021). Avendo ricevuto in data 2-8-2021 uno dei due bonus aprile- maggio 2021spero di ricevere quello mancante( sono in seconda fascia).Mi auguro per tutti che le situazioni in sospeso vengano risolte e prevalga il buon senso e la professionalità tanto decantate in altre situazioni……Buona vita

  3. Sto aspettando da giugno 20, e purtroppo ho sbagliato a caricare i file della domanda , spero che mi diano la possibilità fi integrare il materiale mancante

  4. Buonasera,io ho ricevuto per i mesi di aprile e maggio 800 euro invece di 2400 con una CU di oltre 10000 euro.
    Mi hanno detto di contattare l’agenzia delle entrate e così ho fatto: mi hanno confermato di aver mandato la cu che corrisponde a quella in mio possesso ma a Sport e Salute non hanno intenzione di fare ulteriori controlli per verificare l’incongruenza e saldare la differenza nascondendosi dietro il fatto che hanno saldato in base ai dati mandati dall’Ae

  5. Dopo 34 anni che lavoro nell ambito sportivo e vicepresidente di una ASD POLISPORTIVA non ho visto una lira in tutto il lockdown x incongruenze !!🤔

  6. Trovobche sia 1 indecenza che,dopo UNDICI ,dico UNDICI mesi di attesa,non si ė ancora visto 1 cent!?!?1 vera presa per i fondelli!considerandonil fatto che questi soldi ci servono,non x vivere,ma per SOPRAVVIVERE…..son senza parole…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su