Bonus collaboratori sportivi: il nuovo decreto ristori non lo prevede?

bonus collaboratori sportivi

Grande fermento in queste ore tra la categoria dei collaboratori sportivi, pare infatti che all’interno del nuovo decreto ristori non sia stato prorogato il bonus collaboratori sportivi, né il fondo per le attività. La categoria sport si dice basita da tale decisione, come si può dimenticare il mondo dello Sport? sostengono all’unanimità quanti oggi sono intervenuti con un commento sotto ad un post del senatore Vincenzo Presutto, componente M5S della commissione bicamerale di Vigilanza sulla Cassa Depositi e Prestiti, che annuncia quanto é stato stanziato nel nuovo decreto.

Tecnicamente, dicono i collaboratori sportivi, le palestre sono aperte, ma sono vuote, corsi dimezzati, le persone temono il contagio e non partecipano, i proprietari stessi delle palestre hanno ridotto spazi e lezioni per carenza di iscrizioni, ed a farne le spese sono stati proprio i collaboratori sportivi, senza lavoro e senza ristori.

Collaboratori che oggi chiedono qualcosa cambi ed anche in fretta, perché la categoria é al collasso ed il Governo, dicono esausti, con la scusa che le palestre sono al momento aperte, li ha completamente dimenticati non inserendoli più tra le priorità degne di supporto. Di seguito riportiamo il post su social pubblicato dal senatore Presutto che indica cosa é stato inserito nel nuovo decreto ristori e le considerazioni di alcuni collaboratori sportivo, adirati dalla gestione fondi dell’esecutivo.

Bonus collaboratori sportivi, nessuna traccia nel decreto ristori: categoria Sport dimenticata?

Il senatore Presutto sulla sua pagina ufficiale Facebook aggiorna sull’arrivo dei ristori per alcune categorie, ma dei collaboratori sportivi nemmeno l’ombra, da qui le polemiche sotto al suo post: “Buongiorno amici miei, buon lunedì. 🇮🇹🦠Ha inizio un’impegnativa ma soprattutto delicata settimana, in cui come governo e parlamento dobbiamo necessariamente mettere in atto nuovi provvedimenti per far fronte alla situazione economico- sanitaria che sta attraversando il Paese. Sono in arrivo nuovi ristori, erogazioni a fondo perduto fatte dal governo a favore delle attività che hanno subito, a partire dall’inverno del 2020, forti contraccolpi economici a causa della crisi e dalle chiusure dovute al #COVID19.

I due capisaldi in base ai quali il governo sta mettendo a punto un nuovo decreto sostegni per i settori più colpiti dall’ultima ondata di casi e dalle conseguenti misure restrittive sono: .👉🏻La continuità aziendale 👉🏻La tutela dell’occupazione‼️🛑 Si va quindi verso la riproposizione della Cassa Covid come strumento per evitare nuovi licenziamenti. 📍Sono molti i settori in crisi che non vedono ormai una luce in fondo al tunnel, servono pertanto aiuti immediati. Si lavorerà quindi alla proroga della #cassaintegrazione straordinaria per altri tre mesi per tutte le aziende dei settori in crisi, dal #turismo, al tessile all’artigianato al calzaturiero, che l’hanno avuta fino al 31 dicembre.

Il nuovo decreto con ulteriori ristori potrebbe già essere varato dal Consiglio dei ministri giovedì prossimo. Ci sono circa 2 miliardi di risorse, tra i fondi previsti dalla legge di Bilancio (a cominciare dai 700 milioni per la cassa integrazione e dai 150 per turismo e automotive) e risparmi provenienti dalle pieghe della finanza pubblica.

Il compito di tutta la politica, è dare risposte urgenti ma soprattutto concrete. È nostro dovere ascoltare le richieste di aiuto di milioni di cittadini fortemente in crisi, che dobbiamo supportare e fornire loro gli strumenti per una debellare definitivamente questo periodo di incertezza e paura

Proprio a partire da questa ultima esortazione sono piovuti sotto al post moltissimi commenti di cittadini impiegti nel settore Sport che hanno chiesto a gran voce tutele e considerazione.

Bonus collabortaori sportivi, l’appello al Governo: ‘non lasciateci soli e rinnovate i ristori per lo Sport’

Ombretta, adirata e delusa, scrive: Che schifo!!!Due anni per avere i Bonus ..poi ricevuti sbagliati ed ora il nulla!Abbiamo pochissimo lavoro…Siamo lasciati soli in una situazione davvero difficile!

Davide: “Era normale che rimanendo aperti, purtroppo per noi collaboratori sportivi non ci sarebbero stati ristori. Ma si sbagliano di grosso perché il lavoro è diminuito del 50% e più. Stanno stanziando 2 miliardi di euro, stanno pensando a fare risalire altre categorie che ovviamente è giusto, e, per noi? Daranno a quanto ho capito ristori anche agli stabilimenti balneari, ma se sono chiusi non capisco perché loro si, e qualcosa a noi no“.

Paola De Caro, la collaboratrice sportiva con cui spesso ci siamo interfacciati in questi mesi, che si é fatta promotrice di più azioni per i bonus precedenti in ritardo od errati, ha scritto sotto il post del Senatore: ‘ Se vi ricordaste anche dello SPORT sarebbe una gran cosa. Tecnicamente le palestre sono aperte, ma sono praticamente vuote.Il settore sport è uno dei più colpiti dagli effetti della pandemia, e, probabilmente, il più dimenticato‘.

Emanuele: “Io, collaboratore sportivo, sono due anni e passa che vivo di elemosina… Non è una lamentela ma c’è assolutamente bisogno di nuovi sostegni. lo sport è stato massacrato con chiusure e false riaperture. Confido ancora nel buon senso non di questo governo ma degli uomini‘.

Roberta, asserisce: “Le palestre sono “chiuse” senza essere chiuse! Scusate il gioco di parole ma ci hanno lasciato aperti con le sale praticamente vuote per non doverci dare ristori, ma in realtà il nostro lavoro è diminuito drasticamente, molti collaboratori sono stati lasciati a casa, ci stanno facemdo morire con una lenta agonia.

Lucia: ‘Ricordatevi dello Sport… le palestre sono aperte, ma il lavoro va a rilento…. facciamo molta fatica a causa della nuova ondata di contagi. è un settore messo in ginocchio da 2 anni. abbiamo più che mai bisogno di aiuto!

Danilo: ‘Ricordate anche del settore sport, e di chi magari ci campa!! Palestre aperte ma vuote, e le spese non si pagano con l’aria! 2 anni di sofferenza penso possano bastare! Passatevi la mano nella coscienza! Purtroppo “il sazio non crede al digiuno” !!.

Voi fate parte della categoria dei collaboratori sportivi? Cosa ne pensate al riguardo? Fatecelo sapere nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su