Bonus collaboratori sportivi: pagamenti in sospeso, scatta la protesta: mail bombing

bonus collaboratori sportivi

Il bonus collaboratori sportivi continua a destare problemi, non tutti sono riusciti a ricevere l’accredito corretto delle indennità relative ai mesi gennaio-febbraio e marzo, si tratta di quanti hanno erroneamente compilato la scheda contenente i propri dati reddituali. A lungo si è chiesto di poter correggere, ma nulla, dunque molti sono rimasti con accrediti errati.  Eppure, dicono i collaboratori sportivi, sono state concesse possibilità anche a quanti si erano scordati di cliccare sull’email per confermare i requisiti, sono stati infatti riaperti i termini di presentazione della domanda, sono attualmente in atto anche le verifiche da parte dell’agenzia delle entrate per le CU sbagliate che hanno portato ad accrediti inferiori, situazioni che dovrebbero essere sanate entro settembre, parliamo delle famose incongruenze Inps per le  quali la piattaforma  è  stata  riaperta.

Ma per quanti hanno personalmente commesso un errore l’odissea pare senza fine. Per questo Paola De Caro, collaboratrice sportiva, che da tempo si sta battendo per risolvere molti di questi problemi, a seguito di alcune risposte definite ‘surreali’ da parte dei Sport e salute a degli iscritti che chiedevano lumi, ha deciso di optare per una ‘mail bombing’, affinché Sport e Salute ripari a tale errore e conceda a tutti le stesse opportunità, non creando disuguaglianze tra i collaboratori sportivi.

Sport e Salute chiude la diatriba: Le modifiche NON sono possibili dopo che la domanda viene inviata

I collaboratori Sportivi hanno chiesto in base a quale norma di legge non sia consentito modificare una scheda dati inviata, la risposta fornita da Sport e Salute ha fatto infuriare i tanti in attesa delle indennità di gennaio-febbraio e marzo, ecco le due email che sono pervenute dai contenuti analoghi: Le modifiche alla scheda dati NON sono possibili dopo che la domanda viene inviata. Non esistono leggi che permettono la modifica e viceversa’, o ancora Gentile XXX non esiste una norma, ma la piattaforma, una volta compilata la scheda dati (tutti i campi) vieta a chiunque di poter apportare modifiche”.

Da qui l’idea di Paola è necessaria un’azione di mail bombing nei confronti di Sport e Salute, giacché spiega non esiste una legge che vieta di correggere quindi secondo il nostro ordinamento è permesso in quanto non espressamente vietato’. Inoltre fa notare che modificare è per giunta previsto al punto 67 delle Faq di Sport e Salute, che così cita: “67) Ho commesso un errore in sede di compilazione, che faccio? Dovrà inviare una mail a collaboratorisportivi@sportesalute.eu oggetto: “errore compilazione della domanda” e dichiarare l’errore commesso”

Dunque se è possibile, dice Paola, è tempo di agire e si rivolge ai collaboratori sportivi affinché tutti diventino parte attiva, ecco il testo da inviare:

Bonus collaboratori Sportivi relativo a gennaio/ febbraio/marzo, mail bombing: testo

L’ordinamento italiano sancisce che quanto non espressamente vietato dalla legge è permesso. Quindi o mi dite in base a quale legge mi vietate di correggere gli errori materiali nella mia domanda o siete obbligati a darmi la possibilità di correggere. Per altro come previsto dal punto 67 delle vostre stesse faq”

Destinatario: collaboratorisportivi@sportesalute.eu

In copia (cc) ufficiosport@governo.it, segreteria.vezzali@governo.it

Oggetto: Errore compilazione della domanda”

Vi chiediamo poi di farci sapere se ricevete risposte nell’apposita sezione ‘commenti’ del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

2 commenti su “Bonus collaboratori sportivi: pagamenti in sospeso, scatta la protesta: mail bombing

  1. Stiamo inviando le mail in tutti gli uffici possibili, ma non otteniamo nessuna risposta. Vezzali rimbalza le mail a Sport di Salute da quale non arriva nessuna notizia.

    1. Olena noi dalla nostra continuiamo a tenere alta l’attenzione , nei mesi scorsi qualche risultato si é ottenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su