Bonus collaboratori sportivi, ultime news: PEC a Draghi, quale la richiesta?

bonus 1000 euro draghi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la PEC che Paola De Caro, rappresentante e portavoce di un gruppo spontaneo e auto-organizzato di collaboratori sportivi, ha inviato al Presidente del Consiglio Draghi. Lo scopo? Sempre e solo uno fare in modo, visto che il sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali le nega un incontro ufficiale, che non calino i riflettori sul mondo dello Sport, sempre più colpito dagli effetti del Covid 19, rimasto senza bonus collabortaori sportivi e senza nuovi aiuti alle società, sebbene le palestre siano sì aperte ma praticamente vuote. Eccovi le sue parole in questa lettera, in cui si evidenzia un mix di rabbia, sconforto e in fondo una richiesta di un incontro ufficiale.

Bonus collabortaori sportivi: enensima PEC inviata a Mario Draghi, i contenuti

Egregio Presidente,
sono Paola de Caro, rappresentante e portavoce di un gruppo spontaneo e auto-organizzato di collaboratori sportivi, che è nato oltre un anno fa. Torno ancora una volta a rivolgermi a Lei, visto che solo Lei può affrontare e risolvere i problemi che stanno distruggendo giorno per giorno il mondo dello sport di base.
Probabilmente Lei vede lo sport di base come poco più di un gioco, ma Le sfugge che ci sono migliaia di persone che hanno dedicato l’intera vita a costruire il loro lavoro in ambito sportivo.

Capisco che Lei non ami, da economista, le asd, ma le asd sono perfettamente legali e danno lavoro non solo, come sembra che Lei ritenga, a ragazzi giovani che potrebbero, sia pur come profonda ingiustizia, dedicarsi ad altro, ma anche a padri e madri di famiglia che non hanno modo di reinventarsi se Lei continuerà a far chiudere le attività costruite con una vita di sacrifici.

Dal punto di vista economico la pandemia è stata gestita in modo scellerato prima dal Governo Conti, che aveva almeno la giustificazione di dover gestire una VERA emergenza, e adesso dal Suo. Avete dato aiuti senza minimamente preoccuparvi se quello che stavate facendo avrebbe davvero salvato lo sport o no. Lei nella costituzione del Governo ci ha anche privato di un Ministro dello sport, facendo immediatamente capire quanto il mondo dello sport non sia da Lei considerato.

Ha affidato la delega allo sport a un Sottosegretario di facciata, che non ha nessun potere reale nelle decisioni importanti e che vi serve solo a fare passerelle sui grandi eventi.
Signor Presidente, se Lei non cambia, e in fretta, atteggiamento nei confronti del mondo dello sport di base, ben presto non ci saranno più grandi eventi a cui partecipare, perchè Lei dimentica che i grandi campioni che tanta gloria hanno portato al nostro Paese nascono in tutte quelle realtà, piccole asd, palestre e insegnanti, che Lei sta lentamente uccidendo.

Bonus collaboratori sportivi: richiesto incontro ufficiale con Draghi

Sono qui a chiederLe un incontro, o con Lei o con persona del suo staff che abbia potere decisionale, per individuare possibili soluzioni affinché il settore dello sport sia adeguatamente tenuto in considerazione nelle misure di sostegno previste a fronte del perdurare degli effetti della pandemia.

Il sottosegretario Vezzali si rifiuta di incontrarmi accampando la scusa che io non abbia nessun ruolo “formale”, ma io non credo che sia un timbro su un pezzo di carta a creare un ruolo. Migliaia di miei colleghi mi riconoscono de facto come loro portavoce, e al punto in cui siamo non abbiamo tempo da perdere dietro a gerarchie, burocrazia e giochetti di palazzo vari. Presidente Lei deve ascoltare i cittadini che rappresenta.

Il Governo non può rinchiudersi nei palazzi e prendere decisioni avulse dalla vita reale, e se non vi deciderete a dare ascolto ai cittadini che dovreste rappresentare le vostre scelte continueranno ad essere scollegate dai reali bisogni della popolazione.
È Suo preciso dovere ascoltare i rappresentanti del popolo che Lei dovrebbe rappresentare e servire, anche quando, come in questo caso, quei rappresentanti non hanno firme e timbri da sciorinare per attirare la Sua attenzione.

Sono prima di tutto un cittadino italiano e già questo dovrebbe essere titolo sufficiente ad aver diritto ad essere ascoltata.
Concludo quindi tornando a chiederLe di poter avere un colloquio con Lei o con persona di Sua fiducia al più presto possibile.
Solo due giorni fa ho dovuto fare l’inimmaginabile per convincere un collega a non suicidarsi. Se non ci fossi riuscita quella vita sarebbe stata sulla Sua coscienza, non sulla mia.

Certa di una sua pronta e positiva risposta, Le porgo i miei saluti
IN RAPPRESENTANZA DEL MONDO DELLO SPORT
Paola de Caro

Il Presidente Draghi concederà l’incontro ufficiale alla De Caro a differenza della Vezzali? Non resta che sperare che ciò accada, vi terremo certamente informati su eventuali risposte o date proposte.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Un commento su “Bonus collaboratori sportivi, ultime news: PEC a Draghi, quale la richiesta?

  1. Buongiorno purtroppo è come scontrarsi frontalmente contro un muro di gomma…la vera speranza è che costoro grandi politici che decidono del nostre vite future aprono le porte alle nostre richieste attraverso la NS cara De Paolo…potremmo fare politica anche noi a tutti i collaboratori sportivi e ne siamo tantissimi in Italia quando arrivano le elezioni ricordiamoci sia di chi ci ha aiutato e soprattutto di chi ha fatto orecchie da mercante…grazie bb giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su