Bonus mobilità, oggi il click day per il rimborso fino a 500 euro: sito down, come fare

Tutti pronti per il click day dalle 9 di questa mattina per il Bonus mobilità, oggi era infatti la giornata per ottenere il rimborso, fino ad un massimo di 500 euro, per quanti avessero deciso di spendere dal 4 maggio al 3 novembre denari per monopattini elettrici, bici , o veicoli simili per quanti avessero intenzione di richiedere il bonus mobilità previsto dal Governo. Per poter ottenere il rimborso o il buono é sufficiente, se si escludono i problemi riscontrati dagli utenti stamane, ove in sito é risultato down per diversi minuti, accedere alla piattaforma web del ministero dell’Ambiente: www.buonomobilita.it e registrarsi al portale. Si tratta di 210 i milioni di euro stanziati per questa misura, sarà dunque fondamentale essere rapidi nella richiesta di rimborso, il rischio, data la mole di utenti che ne hanno fatto uso e le limitate risorse a disposizione, di rimanere senza. Ecco il punto di quanto fino ad oggi é accaduto e come fare per ottenere indietro le cifre anticipate.

Bonus mobilità bici 2020: Spid in mano e rapidità per poter procedere

Per registrarsi al portale del Ministero , www.buonomobilita.it, serve un’identità Spid, l’acronimo sta per Sistema Pubblico di identità Digitale, per poter ottnere il rimborso é necessario poter dimostrare l’acquisto per farlo occorre fare la scansione del documento di acquisto intestato a proprio nome, dunque o fattura oppure scontrino parlante, e trasformarlo in un documento pdf, poi occorre inserire le proprie coordinate bancarie al fine di poter ottenere il rimborso. Il Bonus mobilità potrà essere richiesto anche da quanti ancora non hanno optato per l’acquisto anticipato, am che intendono farlo a fronte del bonus ottenuto, anche in questo caso serve lo Spid, in caso contrario non sarà possibile ottenerlo. Ricordiamo inoltre che chi richiede il bonus mobilità noto anche come bonus bici, dai più, deve avere le ideeben chiare, in quanto resta a disposizione solo per 30 giorni.

La differenza tra chi ha già speso e richiede il rimborso e chi attende il bonus per farlo sta nella tipologia di accredito che otterrà, nel primo caso arriverà direttamente un bonifico pari al 60% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 500 euro, nel secondo caso si otterrà un ‘bonus mobilità’ che andrà consegnato direttamente al negoziante ove si é deciso di effettuare l’acquisto.

Bonus mobilità 2020: sito down, panico tra gli utenti: causa sovraffollamento

Questa mattina alle 9 il portale bonusmobilita.it é andato in crash e la piattaforma non dava più alcuna risposta, gli utenti sono andati letteralmente nel panico, sapendo che solo oggi era la giornata per poter ottenere il rimborso di cifre, per molti, già spese. Ci sono voluti oltre 15 minuti, che agli utenti sono parsi infiniti, per poter vedere il sito ripartire, i più fortunati, se così vogliamo definirli, sono poi riusciti ad accedere ad una sorta di sala d’attesa virtualer, che conta circa 250 mila persone in coda per poter poi accedere all’area riservata ove inserire poi le proprie credenziali e dunque lo Spid. Una volta entrati occorrono poi all’incirca 20 minuti di tempo per poter procedere con l’inserimento della propria pratica, qualora la procedura non andasse a buon fine, il sistema riinvia al sistema di accomodamento per poter effettuare nuovamente l’accesso.

Il twitter dell’Ansa ben sintetizza le fasi salienti del click day odierno, e così cita:” bonus mobilità, boom di click, sito in difficolà. Oltre 250mila in sala d’attesa, poi 20 minuti ort fare la richiesta”.

Voi siete tra quelli che hanno approfittato del bonus mobilità e che stamane hanno provato a chiedere il rimborso? Nel caso, ci siete riusciti?Raccontateci la vostra esperienza, saremo lieti di leggervi nella sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *