Cassa Integrazione INPS, Covid e Welfare ultime notizie: parla Tridico (INPS)

Pensioni Tridico 2020

 Pasquale Tridico, presidente dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, è tornato a parlare nel corso di un’audizione sul Recovery Plan sulla situazione attuale dell’INPS, sulla cassa integrazione e sul ruolo sempre più importante dell’istituto nel welfare. Tridico alla Camera ha ricordato che “L’Istituto ricopre un ruolo sempre più strategico e primario nel Welfare italiano raggiungendo nell’ultimo anno un impegno ordinario quantificato in 43 milioni di utenti, a cui si è affiancato un impegno straordinario derivato dalla crisi socioeconomica riguardante la pandemia Covid-19 stimato in una spesa di oltre 33,5 miliardi di euro per un totale di 15 milioni di beneficiari solo nel 2020″.

Cassa integrazione e welfare: nuovi interventi di innovazione

Tutto questo è stato realizzato affiancando alle lavorazioni ordinarie un ingente sforzo progettuale e realizzativo che non ha eguali in altre P.A. – ha detto – e che nel giro di pochi mesi ha permesso di ottimizzare processi e procedure esistenti, sia in termini quantitativi che qualitativi, per adeguarle all’esigenze dell’emergenza. Gli ambiti di intervento dell’Inps sono molteplici come l’insieme dei servizi offerti “per i quali è stata definita una chiara strategia di erogazione degli stessi incentrata sull’utente (cittadini, imprese, intermediari, pubbliche amministrazioni, stakeholders)“, ha aggiunto Tridico.

Tutto ciò ha consentito di definire specifiche strategie Ict e di programmare gli interventi di innovazione. Inoltre, a novembre dello scorso anno l’istituto ha deliberato l’adozione sia di un piano strategico Ict per il triennio 2020-2022 che di un piano strategico digitale per gli anni 2020-2022 per guidare il processo di trasformazione e di integrazione tra tecnologia, organizzazione e risorse, abilitanti per l’evoluzione del sistema Paese

Cassa Integrazione INPS ultime novità: pagati 27 milioni di prestazioni

“Lo scorso anno l’Inps ha pagato 27 milioni di prestazioni di cassa integrazione” ha poi specificato il presidente dell’istituto Pasquale Tridico nel corso di un’audizione alla Camera. Si tratta di “17 milioni di prestazioni di Cig pagati dall’istituto e oltre 10 milioni anticipati dalle aziende per un totale di 27 milioni pagate durante il 2020 e con le stesse infrastrutture, uomini e donne del 2019. Lo sforzo di queste persone è stato enorme. Alcuni dipendenti dormivano qui in alcuni giorni, non hanno avuto ferie né vacanze. Nulla”.

Secondo Tridico, l’Inps potrebbe gestire anche le politiche attive del lavoro e non solo quelle passive, perché detiene i dati delle domande di lavoro.  “L’Inps non fa politiche attive c’è un’agenzia dedicata che è l’Anpal. L’Inps dà tuttavia i dati al ministero del Lavoro e all’Anpal sulle politiche passive, dalla Naspi alla cassa integrazione passando per il reddito di cittadinanza. Tutte queste prestazioni le gestiamo noi. L’istituto ha però i dati sia di politiche passive che dal lato della domanda del lavoro. A mio parere, e lo dico in punta di piedi, soprattutto più da teorico che da amministratore, perché la politica può decidere come vuole, le politiche attive dovrebbero essere gestite dall’ente che detiene anche i dati sulle politiche passive”.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su