Cassa integrazione INPS e Fase 3, ultime novità Damiano: Renzi sbaglia, resta necessaria

Continua a far discutere l’utilità della Cassa integrazione INPS nella Fase 3 di ripartenza del mercato del lavoro post Covid 19, per Renzi,leader di Italia Viva, una misura non necessaria, che rischia di non far ripartire l’economia e di ancorare gli italiani e le aziende all’assistenzialismo. Di parere totalmente opposto Cesare Damiano, già ministro del Lavoro e dirigente del partito dem, che ha evidenziato come la CIG resti una misura necessaria per tutelare i lavoratori dal momento che l’Italia non é purtroppo ancora uscita dalla fase acuta della pandemia. Nella nota stampa diffusa da Adnkronos evidenzia: ‘Renzi ancora una volta sbaglia, le tutele non vanno disgiunte dal rilancio dell’economia. Separarle, significa avere una visione politica piuttosto miope”. Eccovi le sue considerazioni.

Cassa integrazione INPS e in deroga, Damiano: va prorogata

Così Cesare Damiano già ministro del Lavoro, a proposito delle parole di Matteo Renzi: “Renzi, ancora una volta, sbaglia. È vero che l’economia ha bisogno di crescita e non di assistenzialismo, ma dalla fase acuta della pandemia non siamo ancora usciti”.

Poi l’esponente dem specifica, corroborando le sue affermazioni con i dati: “Basta leggere i dati Inps sulla Cassa Integrazione. Se è vero che le ore di Cig autorizzate passano dagli oltre 800 milioni di ore autorizzate di maggio ai circa 430 milioni di giugno, è altrettanto vero che 430 milioni di ore corrispondono quasi, in un mese, al totale delle ore di Cig totalizzate in un anno nel 2018 (216 milioni di ore) e nel 2019 (260 milioni di ore). È questa sarebbe una situazione ormai normalizzata?”.

Cassa integrazione INPS ed in deroga, Damiano: Bene annuncio Catalfo, tutele e ripresa di pari passo

“Ben venga, dunque, l’annuncio del ministro Catalfo circa il fatto che oltre alle prime 18 settimane di Cig già utilizzate, ci saranno ulteriori 18 settimane a disposizione di aziende e lavoratori. Poi aggiunge fermamente: “Le tutele non vanno disgiunte dal rilancio dell’economia. Separarle, significa avere una visione politica piuttosto miope”.

Nella sua intervista rilasciata al ‘il Dubbio’ il Presidente dell’Associazione ‘Welfare e Lavoro’, specifica ancor più la questione relativa alla Cassa integrazione facendo un punuale riferimento ai numeri che ‘parlano da soli’ della gravità del problema. Al Governo, dice nel corso del dialogo con Giacomo Puletti, suggerirei in primis di non abbassare la guardia e poi di concepire le risorse a disposizione come una medaglia a due facce: da un lato le tutele , dall’altro la ripresa. Il Governo dice, pur evidenziando il ritardo nei pagamenti della Cassa integrazione, ha gestito bene la fase dell’emergenza. E’ evidente, spiega Damiano, che di soli ammortizzatori sociali non si vive, ma non si può neanche staccare la spina improvvisamente.

Anche perché specifica, alla luce dei dati analizzati dal Centro studi di cui é Presidente, s’intravedono spazi di sereno ma vanno letti con prudenza. Rispetto a maggio, nel mese di giugno le ore autorizzate si sono dimezzate passando a 435 milioni. “Se il trend dovesse manteneresi, dice ottimistico, possiamo immaginare che a fine anno avremo un numero di ore autorizzate tre volte tanto il 2010, anziché avere una dimensione sei volte tanto se la corsa fosse proseguita con l’andamento del mese di maggio”. Ma la ripresa ci tiene a sottolineare nuovamente Damiano non vuol dire, appunto, come sottolinea il leader di Italia Viva ‘concentrare tutte le risorse sulla ripresa e non sulle tutele’. Ragione per cui occorre collegare il momento delle tutele, con la cassa integrazione ed il divieto dei licenziamenti fino a fine anno, al rilancio dell’economia. In ballo, dice in conclusione nel suo intervento a ‘Il Dubbio’ ,’c’é il futuro dell’Italia e dei suoi lavoratori’.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

2 thoughts on “Cassa integrazione INPS e Fase 3, ultime novità Damiano: Renzi sbaglia, resta necessaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *