Cassa integrazione INPS, quando arriva il pagamento? Le parole di Tridico e Loy

Torna in agenda il tema della cassa integrazione e della cassa integrazione in deroga, dopo le parole rilasciate dal presidente dell’INPS Tridico a Lucia Annunziata durante la trasmissione’In mezz’ora in più’. Tridico ha affermato che “Lo sforzo che l’Inps ha fatto e messo in campo in questi mesi è stato straordinario, enorme, e per questo ringrazio tutti i dipendenti dell’Istituto. Ci sono persone che in questi giorni stanno lavorando dalla mattina alla sera. L’Inps ha dimostrato di essere il cuore centrale del welfare, dello stato sociale degli italiani”. Poi fa il punto sui pagamenti della cassa integrazione e sui numeri. Vediamo cosa ha detto e le richieste di Guglielmo Loy, presidente del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Istituto.

Cassa Integrazione quando arrivano i pagamenti? Le parole di Tridico

Tridico spiega che ”coloro che non hanno ricevuto la cassa integrazione, almeno una prestazione, sono 25.000 persone al 31 di maggio. Sono posizioni che noi stiamo valutando, perché sono anche difficili, sono errate, sono da valutare“. Poi prosegue chiarendo: “Mentre il numero 134.000 si riferisce prevalentemente a persone che hanno mandato le domande di cassa integrazione a giugno, e ricordo che il mese di giugno è ancora in corso”. Insomma ci sono ancora 8 giorni per pagare entro giugno la cassa integrazione di chi è rimasto senza, vedremo se l’INPS riuscirà in questo intento.

Intanto da parte di Guglielmo Loy, presidente del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Istituto, arriva una richiesta precisa a Tridico: “Serve un regolato ed efficace sistema di accesso ai dati per arrivare finalmente a capire il reale andamento delle richieste della cassa integrazione.

Pagamento Cassa Integrazione: le richieste di Loy

“I ritardi nel pagamento della cassa integrazione? Una tempesta ampiamente prevedibile. Ritengo poi che sia sbagliato non considerare le difficoltà di chi ha ricevuto il solo pagamento di marzo, ed è in attesa dei mesi successivi. Per cui Tridico dice una cosa corretta dal punto di vista amministrativo, ma sbagliata dal punto di vista sociale. La nostra preoccupazione è che per esaurire questo enorme bacino di persone in attesa ci voglia troppo tempo. Il problema, ha proseguito Loy, è che, di fronte a un’emergenza drammatica, si è pensato di far fronte a una situazione di guerra con procedure che non funzionavano benissimo neanche in ‘tempo di pace’. Oltre alla questione della Cig in deroga, c’è anche il Fis, che in tempi normali richiedeva per lo sblocco della pratica dai 180 ai 200 giorni. Noi avevamo chiesto più volte di cambiare la procedura, non siamo stati ascoltati e con il Covid sono arrivate 270 mila domande per quattro milioni e mezzo di lavoratori. È molto probabile che il 60% delle domande ancora non esaminate riguardi proprio il Fis”.

Loy poi prosegue: “Mi chiedo anche però se questi problemi, oltre a quelli legati alle procedure, siano stati posti correttamente al legislatore dai vertici dell’Inps. Oppure ci sia stata una sottovalutazione, da parte dell’Istituto. Anche adesso, leggo che Tridico ipotizza la gestione, da parte dell’Inps, delle politiche attive del lavoro. Servirebbe invece essere più sobri, e realistici, e avere una comunicazione coerente nel tempo, evitando di promettere cose che non si possono mantenere“.

Infine sui numeri della cassa integrazione, Loy dice: “La differenza tra le domande presentate e quelle autorizzate o respinte è di 81mila: se si considera che ogni azienda ha in media 10 dipendenti, si arriva a oltre 800mila lavoratori, che si aggiungono ai 134mila indicati da Tridico”. Voi cosa ne pensate di questa situazione? Fatecelo sapere nei commenti qui di seguito!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

21 pensieri riguardo “Cassa integrazione INPS, quando arriva il pagamento? Le parole di Tridico e Loy

  • Avatar
    21 Ottobre 2020 in 12:09
    Permalink

    Buongiorno a tutti, io sono in FIS dal 1 maggio fino ad oggi e la situazione permarrà tale penso sino a dicembre. Ho percepito dall inps la mensilità di maggio e la 1 sett di giugno. Ma è possibile che nessuno sappia dare una risposta quando verranno emesse le altre mensilità? Famiglia di 4 persone, monoreddito, dipende azienda privata che con molta signorilità ha deciso di non anticipare la cassa integrazione per i propri dipendenti che li fanno guadagnare. Provo vergogna per loro e per chi ci governa. Poi triplicano gli stipendi……..saluti a tutti. Complimenti

    Rispondi
  • Avatar
    25 Agosto 2020 in 12:36
    Permalink

    la cosa piu’ scandalosa e’ che sono stati dati i famosi bonus alle patite iva che non avevano bisogno e che hanno continuato a lavorare durante la chiusura covid o a persone che non hanno mai pagato i contributi o l’iva quindi risultano debitori o meglio ladri… mentre coloro che hanno la busta paga pertanto sicuramente pagatori di tasse sono rimasti senza cassa integrazione….nulla da fare in Italia bisogna essere delinquenti…

    Rispondi
    • Erica Venditti
      25 Agosto 2020 in 16:29
      Permalink

      Antonella anzitutto porti rispetto a chi detiene partita iva perché non credo che tutti siano ladri, e molte persone hanno avuto gravissimi danni a causa del Covid 19. Ragione per cui moderiamo i termini, in secondo luogo la cassa integrazione é stata pagata ai più, come la stessa vicepresidente Inps ha affermato nelle nostre interviste, quindi non credo che sia necessario delinquere per essere aiutati dallo Stato. Trovo privo di fondamento questo commento!

      Rispondi
  • Avatar
    11 Luglio 2020 in 21:00
    Permalink

    Il mio amico a aspetta ancora la cassa integrazione di Marzo,Aprile,Maggio e Giugno;quando arriveranno?Non crediamo più alle dichiarazioni dei nostri politici;ma non provano mai a mettersi nei panni di chi non ha di che andare avanti?
    Certo ,per LORO è un optional tanto il giorno fisso di ogni mese percepiscono il mensile e che mensile! Credo che in questo periodo drammatico per molti dal punto di vista economico, TUTTI e dico Tutti i dipendenti statali o parastatali che percepiscono un salario superiore a 5.000€ dovrebbero ( con una legge ad hoc) lasciare una percentuale per i meno fortunati danneggiati dal COVID 19 o da altre problematiche!
    Ma forse sto sognando,anche perche’ ho appreso che è stato ripristinato anche il vitalizio per i parlamentari e ,come se non bastasse,uno di loro ha avuto il coraggio di affermare che questo è stato un gesto di civiltà! Che VERGOGNA essere italiani!
    È il paese che più di ogni altro in Europa, negli ultimi anni ha visto allargarsi la forbice tra i più e i meno abbienti! Che DEMOCRAZIA!
    Non ho problema a mostrare il mio indirizzo email:loredanabardelli53@gmail.com,
    anzi voglio vedere se qualche politico o funzionario Statale ha il coraggio di rispondermi!

    Rispondi
  • Avatar
    28 Giugno 2020 in 19:04
    Permalink

    Sono menzogne la mia cig e’ stata approvata e il 30 aprile mi hanno dato il primo pagamento oerche’ ad oggi e sono passati 2 mesi ancora non ricevo il secondo? Buffoni.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 19:27
    Permalink

    Anch’io ancora niente. Che ladri rubano tutto . C’e aria di revoluzione . Dobbiamo uscire in strada !!!!

    Rispondi
    • Avatar
      9 Agosto 2020 in 19:30
      Permalink

      La politica italiana fa schifo sono magnacci sto ancora aspettando la cassa integrazione di aprile e maggio

      Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2020 in 14:08
    Permalink

    Brav questa è la realtà dei fatti

    Rispondi
  • Pingback: Cassa integrazione INPS e in deroga: le ultime novità di oggi | Pensioni per tutti

  • Avatar
    25 Giugno 2020 in 0:26
    Permalink

    E’ veramente scandaloso ,un uomo che da 40 anni ha sempre lavorato nell’artigianato , ai politici si riempie la bocca quando parlano della manifattura italiana, dovrebbero togliersi loro gli stipendi per darli agli operai senza soldi ,deve prendere ancora aprile , siamo al 25 giugno, sarà una cifra più bassa del reddito di cittadinanza , ha preso in tutto 2 settimane di malattia nella sua vita , l’importante il lavoro , eseguito con orgoglio e dedizione , è veramente una vergogna ,penalizzare uno che ha lavorato sodo , che non è stato mai in cassa integrazione , che ha pagato sempre per tutti Voi , questa non è giustizia ! gli statali vengono pagati tutti regolari e ci fanno anche gli spiritosi!!!!!è tutto da rifare in Italia

    Rispondi
    • Avatar
      28 Giugno 2020 in 12:32
      Permalink

      Sono pienamente d’accordo.. Io sono stato bloccato dallo stato a casa per 2mesi, avendo 3 figli semza aiuti dallo stato e ancora non ho percepito 1 centesimo di cassa integrazione.. Lavoro da 28 anni ho sempre pagato le tasse. Da schifooo

      Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2020 in 17:24
    Permalink

    Lavoro come insegnante. L’ultimo stipendio è stato quello di prima settimana di marzo. Poi niente.. è molto difficile ..

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2020 in 17:13
    Permalink

    Aspetto la cassa integrazione di marzo, aprile, maggio e tra poco ci dovrò contare anche giugno! E’ molto bello essere dall’altra parte, una parte dove concetti come cassa integrazione, crisi sono parole prive di significato… eh si dev’essere molto bello, un pò meno dire le bugie, mentire! Ma si sa le persone che ricoprono tali cariche le hanno avuto non per un qualcosa di acquisito, ma di donato tramite conoscenze e politiche! L’Italiano non esiste più…. esistono gli statali e gli esodati!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2020 in 17:12
    Permalink

    Ho ricevuto solo marzo…ma non potevano mettere tutto e basta….se hanno gia l iban che problema ce…

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2020 in 14:30
    Permalink

    Ancora niente della cassa integrazione nesuno pagamento

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2020 in 9:39
    Permalink

    Non o ricevuto niente aspetto ancora aprile e maggio sto facendo la fame

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2020 in 7:09
    Permalink

    Ho ricevuto il pagamento della metà di marzo a fine maggio e più nulla… ditemi come fa una famiglia ad andare avanti … i soldi servono subito non tra 6 nesi

    Rispondi
  • Avatar
    23 Giugno 2020 in 23:27
    Permalink

    Aspetto la cassa integgrazione dei mesi marzo aprile maggio e siamo quasi a luglio mi vergogno di essere italiano difronte a persone incompetenti che pensano solo a i loro migliori di euro in tasca lunica alternativa e cambiare paese la svizzera dove lo stato viene a bussarti la porta di casa schifo

    Rispondi
  • Avatar
    23 Giugno 2020 in 19:35
    Permalink

    Anch’io ancora nulla… Stamattina ho chiamato inps di Roma e non mi sanno dire nulla oltre che non è in pagamento. Dura x chi è da solo e non ha nessuno per farsi aiutare. Manca aprile maggio vabbe giugno ancora in corso

    Rispondi
  • Avatar
    23 Giugno 2020 in 18:13
    Permalink

    Io ancora aspetto la cassa integrazione di Marzo Aprile Maggio…. Tante chiacchiere è una vergogna!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *