Covid-19 ultime oggi 25 gennaio: tutte le regioni in zona rossa, arancione e gialla

Dopo cinque settimane di crescita ininterrotta, scende l’indice Rt collocandosi a quota 0,97 e calano anche i ricoveri nelle terapie intensive e nei reparti ordinari. Da oggi 25 gennaio 2021 molte regioni cambiano colore passando da una fascia all’altra. Vediamo allora nel dettaglio chi è in zona rossa, chi passa in zona arancione o in zona gialla: Nessuno ancora va in zona bianca.

Lombardia e Sardegna passano in zona arancione, Campania gialla

Dai parametri per calcolare il rischio, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato la nuova ordinanza con la quale certifica il passaggio della Lombardia in zona arancione, dopo i pasticci dei giorni scorsi. Cambia colore anche la Sardegna, che passa nella fascia intermedia di rischio grazie all’’ordinanza entra in vigore da oggi. Ecco quale colore, in base al rischio, assumeranno tutte le Regioni in Italia a partire da oggi.

  • Regioni in Zona Gialla: Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento, Toscana.
  • Regioni in zona arancione: Arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Veneto, Piemonte, Puglia, Sardegna, Umbria, Valle d’Aosta.
  • Regioni in zona Rossa: Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia.

Nessuna Regione passa invece in zona bianca, quella a minor rischio epidemiologico e con pochissime misure restrittive. Ai fini dei colori, è stato anche individuato l’errore che è costato la zona rossa alla Lombardia: migliaia di guariti contati come positivi nel report all’ISS. E ora c’è un’ipotesi class action dei commercianti penalizzati.

Covid e nuovi colori delle regioni: i numeri e i ritardi dei vaccini

Sul problema del ritardo dei vaccini il premier Conte ha spiegato: «In Italia 3,4 milioni di dosi invece di 8, inaccettabile. Ricorreremo a tutte le iniziative legali per rivendicare il rispetto degli impegni contrattuali». Non sono solo le dosi di vaccino Pfizer a mancare, ma anche le siringhe di precisione, necessarie per estrarre dalle fiale la quantità esatta di vaccino per sei dosi da flacone.

Intanto un po’ di numeri: i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore sono stati 13.331. In totale dall’inizio dell’epidemia i contagi da Covid-19 sono 2.455.185. Sono 488 i morti covid nell’ultima giornata per un totale di 85.162 morti dall’inizio. I guariti diventano complessivamente 1.871.189. I casi attualmente positivi sono 498.834: 21.403 ricoverati, 2.386 in rianimazione. I test effettuati sono 286.332. La Regione con più casi giornalieri è la Lombardia, poi Emilia-Romagna e Lazio. I vaccinati diventano 1.331.045. Salgono a 300 i medici morti da inizio pandemia. Sono 131mila, alla data del 31 dicembre 2020, i contagi sul lavoro: solo lo 0,7% dei casi nel settore dell’Istruzione. La Sanità è il settore più a rischio con il 68,8% delle denunce e un quarto (25,2%) dei decessi secondo quanto riportato dal rapporto sul lavoro dell’INAIL.

Nel mondo siamo a 98.288.147 infettati dopo gli ultimi 541.350 casi in 24 ore. I morti giornalieri sono 12.495 per arrivare a un totale di 2.109.758. I guariti salgono a 54.255.414. In Germania, 16.417 casi e 879 morti in 24 ore. In Norvegia, Oslo e altre nove città in lockdown.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su