Decreto Ristori quater arriva in gazzetta ufficiale il testo: rinvio tasse

Nella tarda serata di ieri il Governo ha approvato il nuovo decreto ristori quater, che è atteso in Gazzatta Ufficiale entro la giornata di oggi. Al termine della riunione il Governo ha annunciato alcune misure come il possibile esonero delle tasse per il 2021 per le categorie più colpite dal Covid. Intanto nel nuovo ristori sono previsti aiuti una tantum per gli stagionali dello spettacolo e dello sport e aiuti per ulteriori 31 codici Ateco, esclusi dai tre precedenti decreti ristoro. Vediamo allora le parti più importanti del testo che sarà pubblicato in Gazzetta oggi, con le ultime novità sul rinvio delle tasse e delle proroghe per il secondo acconto Irpef, Ires e Irap.

Decreto ristori quater: proroga versamenti Irpef Ires e Irap e contributi per partite iva

Come riporta l’agenzia di stampa Adnkronos nel testo del decreto ristori quater viene riportata la proroga per l’acconto di novembre delle tasse: “Il versamento del secondo acconto di Irpef, Ires e Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione. La proroga è estesa al 30 aprile per le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nei primi sei mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. La proroga si applica inoltre alle attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre e a quelle operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dal volume di fatturato e dall’andamento dello stesso”. Ma non è tutto perchè è anche prevista:

“La sospensione dei contributi previdenziali, dei versamenti delle ritenute alla fonte e dell’Iva che scadono nel mese di dicembre per tutte le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nel mese di novembre 2020. Sono sospesi i versamenti anche per chi ha aperto l’attività dopo il 30 novembre 2019. Il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre 2020.

Decreto Ristori Quater: nuovi codici ateco, sostegni a spettacolo e sport

Tra le novità più interessanti nel decreto Ristori Quater vediamo poi che “La platea delle attività oggetto dei contributi a fondo perduto si amplia ulteriormente con l’ingresso di diverse categorie aventi codici ateco di agenti e rappresentanti di commercio, inizialmente esclusi dai passati decreti. Inoltre importanti indennità anche per gli stagionali del turismo e dello spettacolo: “Viene erogata una nuova indennità una tantum di 1.000 euro gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, e ad altre categorie, tra i quali gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti, gli stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro involontariamente, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio.

Inoltre è incrementata di 95 milioni la dotazione del Fondo unico per il sostegno delle associazioni sportive e società sportive. Come riporta il testo del derecto ristori: “Per il mese di dicembre è erogata da Sport e Salute Spa, un’indennità di 800 euro per i lavoratori del settore sportivo. Si tratta dei lavoratori del mondo dello sport titolari di rapporti di collaborazione con il Coni, il Comitato Italiano Paralimpico, le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate, gli Enti di Promozione Sportiva e le Società e Associazioni sportive dilettantistiche, riconosciuti dal Coni e dal Comitato Paralimpico”.

Infine tra gli altri provvedimenti decisi, segnaliamo che alle Regioni a statuto ordinario viene assegnato un contributo per il 2020 di 250 milioni di euro destinato al finanziamento delle quote capitale dei debiti finanziari in scadenza nell’anno in corso, e che il Governo incrementa di 500 milioni, per il 2020, la disponibilità del fondo rotativo per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle imprese esportatrici.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *