Decreto Sostegni e pensioni: quali misure conterrà per pensionati e famiglie? Flash news

In vista del Consiglio dei Ministri di questo pomeriggio, si è tenuto questa mattina l’incontro tra l’esecutivo e i sindacati che ha avuto come focus il Decreto Aiuti.

Presenti Cgil, Cisl e Uil si è parlato sia del caro carburanti, quanto del sostegno bollette per aiutare le famiglie a fronteggiare i rincari e l’emergenza economica provocata anche dalla guerra al fine di sostenere il potere d’acquisto.

Altro tema su cui si è dibattuto le pensioni in essere, è stato infatti preannunciato da Draghi un intervento di sostegno sulle pensioni.

Due le ipotesi su cui si sta lavorando, la conferma da Domenico Proietti, Uil, presente all’incontro stamane con cui ci siamo interfacciati subito post tavolo telefonicamente, la prima ipotizza di anticipare parte della rivalutazione che scatterebbe dal 1 gennaio 2023, al fine di incrementare subito le pensioni

La seconda opzione prevedrebbe un bonus così come per i lavoratori in busta paga sugli stipendi, sul cedolino della pensione per i pensionati. Al momento non é dato sapere l’entità di tale bonus, che sicuramente risulterà definito post pubblicazione del Decreto Sostegni.

Insomma interventi mirati, precisi, atti a inserire all’interno del prossimo imminente decreto sostegni, che verrà varato in serata, interventi a sostegno di famiglie e pensionati. Al momento nessuna menzione sulla futura riforma pensioni e le possibili modifiche, ma probabilmente non era questa la sede opportuna del confronto, che certamente riprenderà nei prossimi incontri.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

16 commenti su “Decreto Sostegni e pensioni: quali misure conterrà per pensionati e famiglie? Flash news

  1. Buongiorno.ma nel decreto sostegni noi disoccupati in Naspi non esistiamo?siamo dei fantasmi?viviamo di aria fritta?200 euro non cambiano nulla è ovvio ma aiutano e tanto anzi fanno la differenza x noi disoccupati. Chiedo a lei sig.ra Erica Venditti perché ovviamente non riesco a mettermi in contatto con i sindacati,ma secondo lei è normale tutto ciò?Lei sicuramente ha delle buone fonti x cui informarsi e la ringrazio come sempre x il vostro sito xché come dico sempre siete gli unuci a tenere a cuore i nostri problemi. Ancora grazie

      1. Grazie sig.ra Erica come sempre non avevo dubbi del suo interessamento ai nostri quesiti la ringrazio ancora tanto xché almeno voi,come sempre ci date voce .Saluti e buon lavoaro.

  2. Come invidio il carattere dei francesi. Macron ha provato a modificare la legge sulle pensioni. È scappato con la coda tra le gambe. Forse dovremo chiedere aiuto ai lavoratori francesi.

  3. Draghi è pronto alla pugna ci ordina di essere pronti alla morte vuole 40 milioni di baionette ma soprattutto l’oro alla patria la riforma del catasto il ricalcolo delle pensioni in essere con il sistema contributivo per ridurre le diseguaglianze patrimoniali varie per difendere la democrazia delle multinazionali lui che è l’ultimo di una serie di non eletti autoreferenzianti per fortuna che è anziano e molti di noi potrebbero sopravvivergli

  4. Dalla prossima volta alla prossima volta e la prossima ancora e ancora la prossima ma non si vergognano ?Ci stanno prendendo in giro del continuo!!!Cosi piano piano arriviamo a fine anno e voilà nulla di fatto!!!!!Sarà sicuramente cosi,ma cari amici pensandoci bene forse è meglio xché questi potrebbero solo peggiorare il tutto passando dal calcio misto a quello contributivo così avrebbero toccato veramente il fondo!!!!!

  5. Altra presa per i fondelli, rimanda – rimanda – rimanda, e non si finisce mai di rimandare il problema fino a quando poi con un colpo di spugna si fa un piccolo intervendo con l’impegno di ritrovarsi nuovamente. e la giostra ricomincia un altro giro.
    Aggiungo solamente “pagliacci”.

  6. LA RIFORMA DELLE PENSIONI NON SI FARA’, NELLA FINANZIARIA DI FINE ANNO CI SARA’ LA PROROGA DI QUOTA 102, OPZIONE DONNA E APE SOCIAL.

  7. Con un governo come questo, praticamente monocratico, e una triade sindacale perfettamente in linea con suddetto governo, non andiamo da nessuna parte.
    La speranza è in un risveglio dei dormienti in parlamento per far cadere questa baracca da incubo.

  8. Per noi che rientriamo nel sistema misto non ci sarà speranza. Ma alle prossime votazioni politiche ci ricorderemo.

    1. Egregio sig. Rino ce ne possiamo pure ricordare ma vorrei sapere da Lei quale forza politica garantisce una riforma pensionistica che non sia a perdere per i lavoratori.

  9. Ho la sensazione, e ne ne scuso, che la triplice sindacale, sia troppo morbida in un momento così drammatico. Pare che non incida su niente. Qua c’è urgenza di combattere l’evasione, le povertà, di abbassare le imposte almeno sulle pensioni. Di fare una riforma pensionistica equa, che permetta a tutti di andare in pensione anticipata con giuste penalizzazioni. Di abbassare l’età pensionabile perché è drasticamente diminuita l’aspettativa di vita. La guerra non dobbiamo farla alla Russia ma a chi ci affama.

  10. Come al solito i Sindacati hanno perso un’altra occasione per sapere da Draghi che intenzioni ha sulla riforma- mi chiedo se è normale che dopo un mese dall’incontro del 7 aprile, non abbiano chiesto e incalzato il governo sul da farsi, sapendo che siamo tutti a bocca aperta ad aspettare come e quando uscire dal lavoro, prima che la maledetta legge Fornero ci massacri- i leader sindacali non sono certo dei pivelli e quindi tutto lascia pensare che non vogliono mettersi di traverso- se è così siamo rovinati e non ci resta che scendere in piazza magari con l’aiuto di questo sito che ci informa e ci fa dire la nostra…..almeno questo! Qui se non alziamo la testa e ci muoviamo non se ne esce, e questi continuano a prenderci in giro!!! CHE SCHIFO!!!!

  11. E anche stavolta, per la riforma delle pensioni se ne parla la prossima volta… Che presa in giro continua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su