Decreto sostegno, bonus collaboratori sportivi: 3 fasce di reddito

Contributo a fondo perduto

E’ stato approvato nella tarda serata di ieri il decreto sostegno, da dove si evince che cambiano i bonus per i collaboratori sportivi, non vi sarà più una cirfa unica per tutti, ma tre fasce di reddito a seconda di quanto si é percepito nel 2019. Lo scopo del decreto, che intende aiutare quanti hanno avuto maggiori difficiltà economiche a causa degli effetti economici della pandemia da Coronavirus, questa volta cercherà di ristorare maggiormente quanti hanno subito più danni. I dettagli

Bonus Collaboratori sportivi: cambia tutto

La misura è inserita nel decreto “sostegno” che il Consiglio dei ministri ha approvato ieri sera, Il provvedimento relativo al bonus dei collabortaori era già stato previsto nel precedente decreto emenato a marzo dello scorso anno, proprio poer aiutare quei lavoratori invisibili , senza contribuzione previdenziale e fiscale, rimasti purtroppo senza reddito a causa delle chiusure di piscine, impianti sportivi e palestre, imposte dai vari DPCM per il contenimento dei contagi.

Da mesi questi lavoratori ormai senza alcun supporto, i collaboratori sportivi, attendevano di sapere la loro sorte e dunque quanto sarebbe satto deciso dal decreto sostegni, Che pare comunque stia sollevando non poche polemiche. Per il 2020 si era optato per erogare un contributo unico, uguale per tutti, per la difficoltà di poter differenziare senza ritardare i tempi dell’invio dei contributi. Ora, però grazie all’istruttoria compiuta in questi mesi da Sport e Salute, l’azienda che si occupa di emanare i ristori, si é optato per procedere a una distinzione fra diverse fasce. Ecco quali sono

Bonus collanboratori sportivi: 3 fasce, ecco chi vi rientra

Tutto dipenderà da quanto si é guadagnato nel 2.019, al fine di ristorare maggiormente quanti hanno davvero avuto un impatto maggiore relativamente ai propri fatturati nel corso del 2020. Queste le tre fasce:

  • Chi nel 2019 ha percepito meno di 4000 euro l’anno, avrà una tantum pari a 1200 euro.
  • Chi nel 2019 aveva fatturato nella forbice fra 4000 e 10000 avrà diritto a 2400 euro.
  • Infine i soggetti che hanno guadagnato nel corso del 2019 più di 10000 euro avranno diritto ad una tantum pari a 3600 euro.

Il contributo sarà erogato senza necessità di fare domanda, quindi verrà accreditato direttamente sul conto del diretto interessato, in quanto Sport e Salute ha tutti i dati memorizzati relativamente a quanti hanno già percepito il bonus nel 2020. Per tutti gli altri invece sarà possible fare domanda dal 1 al 15 aprile, lo scopo é quello di erogare per tutti l’una tantum entro fine aprile. Il contributo viene inoltre erogato soltanto a chi non ha altre entrate.

Dei 429.238 collaboratori sportivi, solo 200 mila avranno il bonus, questa é la prima decisione presa in ambito sportivo da quando al Governo vi é il nuovo sottosegretario allo sport Vezzali. Tutti soddisfatti o avreste voluto un ristoro unico per tutti o comunque di importo differente? Fatecelo spaere nell’apposita sezione ‘commenti’ del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

8 commenti su “Decreto sostegno, bonus collaboratori sportivi: 3 fasce di reddito

  1. Io vorrei sapere, coloro i quali sono passati attraverso le casistiche NO COMPENSO ZERO, INCONGRUENZE agenzia entrate etc poi risolte inviando CUD etc. Quindi producendo i compensi…non essendo APPUNTO compenso ZERO. ..andrà nella fascia che gli compete..? Altrimenti assolutamente INGIUSTO

  2. Buongiorno,per i collaboratori sportivi senza alcuna forma di sostegno e reddito , che abbiano ricevuto un compenso sportivo nell’anno 2019 inferiore ai 4000 € in che fascia delle 3 rientreranno nel decreto sostegno?

  3. Un mio istruttore che fa 3 ore ha preso la stessa cifra di quello che ne fa 8, e delle istruttrici di corsi che fanno 8 ore al giorno a €20 all’ora. Tutto questo è normale? No!!
    Ma stiamo scherzando?
    Una palestra che ha un bilancio annuale di 600k prende la stessa cifra di quella che ne fa 50k?
    Ma stiamo scherzando?
    Meno male che hanno capito che è meglio distribuire i soldi facendo i conti e non a caso… la mia domanda è: Quanto sostegno e risarcimento riceveremo quindi?
    Staremo a vedere…🤔

  4. Io non ho ricevuto neanche novembre e dicembre. Eppure ho inviato il contratto firmato dal presidente della asd. Insegnare danza era il mio lavoro. Ora quanto dovrò ancora aspettare?

    1. Purtroppo nel 2019 non ho prodotto reddito non lavorando ,ad oggi ho un contratto di lavoro che si colloca nella seconda fascia tra i 4000 e i 10000 euro. In quale fascia mi devo collocare? Qualcuno sà rispondermi grazie?

  5. Salve, ho mandato la domanda a novembre avendo come risposta il rigetto, di conseguenza ho proceduto nel fare il riesame e dovrebbero farmi sapere entro 90 giorni se accetteranno la mia domanda oppure no. Come posso sapere se dovrò rifare la domanda? Oppure basta quella che feci a novembre anche se non avrò risposte?

  6. Mi sembra più che giusto . Ci deve essere differenza tra un collaboratore sportivo che esce la mattina la 7 e torna alle 23 tutti i giorni dal lunedì e venerdì… E un collaboratore che lo fa poche ore a settimana…io la penso così

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su