Guida sulle domande dei precoci inviati all’INPS per Ape Social e quota 41

TORINO – Inauguriamo oggi  27 ottobre la nostra rubrica dedicata alle guide per i cittadini e i pensionandi, nella speranza di chiarire qualche vostro dubbio sul sistema previdenziale. Questo primo video chiarisce la posizione di quanti non abbiano ancora ottenuto risposta dall’Inps a seguito della prima domanda di accertamento dei requisiti pensionistici per quota 41 e ape sociale. Le ragioni potrebbero essere l’ aver inoltrato istanza non valida o tardiva, nel video anche le indicazioni per effettuare una nuova richiesta di certificazione del diritto, i dettagli e le nuove scadenze.

Potrebbe interessarvi anche il nostro articolo per quando fare la nuova domanda per i lavoratori precoci. Di seguito il video con la spiegazione di Erica Venditti, se vi è stato utile fatelo girare e condividetelo sui social per far si che possa raggiungere più gente possibile. Tornate a trovarci su pensionipertutti.it per essere aggiornati con le prossime novità sulle Pensioni.

9 commenti su “Guida sulle domande dei precoci inviati all’INPS per Ape Social e quota 41

  1. In data 14 /02/2018 ho fatto richiesta della verifica dei requisiti necessari per poter andare in pensione come precoce quota 41 tramite un patronato . Ad oggi non ho ricevuto ancora alcuna risposta in merito. Secondo i miei calcoli approssimativi raggiungerei i 41 anni al 5 Ottobre 2018.Lavoro in una azienda pubblica ASL AL .In tal caso quando posso gia’dare preavviso di dimissioni per pensione alla mia Azienda e quanto tempo prima onde evitare penalizzazioni? Felice di ricever una risposta. Grazie anticipatamente

    1. Le sconsiglio di dare le dimissioni fino a quando non riceverà la risposta ‘si diritto se rientra tra gli ammessi’, occorre attendere che la certificazione dei requisiti abbia buon esito. Poi chiaramente libera di agire come meglio crede.

  2. Finalmente la prima istanza è stata definita “si diritto se rientra tra gli ammessi”
    Adesso chiedo: vado tranquillo e passo alla richiesta di pensionamento dopo le relative dimissioni.
    Aspetto la lettera? Dopo devo dare il preavviso e le relative dimissioni.
    Il secondo punto mi preoccupa per i tempi che si allungano notevolmente.
    Ma se decidessi di essere dimissionario dal 1 gennaio 2018 Ci potrebbero essere dei problemi?

  3. buongiorno ho fatto domanda x l ape social e dal mio Patronato ho saputo che è stata accettata il 1/9 ma che devo aspettare la “famosa” lettera dell INPS non avendo ricevuto niente mi sono recata sia personalmente agli uffici INPS che telefonato e la risposta è stata che “bisogna aspettare stanno arrivando”!!!!! ma cosa stanno aspettando?Cosa posso fare? ogni giorno che passa io sto lasciando la mia salute sul posto di lavoro…………

  4. errata corrige: descrivo il motivo. MANCANZA DI AUTOCERTIFICAZIONE DI ASSISTENZA DEL FAMILIARE DA ALMENO SEI MESI CORREDATA DA FIRMA DEL TITOLARE DELLA RICHIESTA DELLA VERIFICA DEL REQUISITO, DOCUMENTI D’IDENTITA’ E C.F. .

  5. Dopo avere presentato domanda il 20/6/”17 come precoce e caregiver, (figlio con grave disabilità genetica) l’undici di ottobre l’INPS mi informa che la domanda non può essere accolta per il seguente motivo. : <>
    A questo punto ho prodotto l’autocertificazione allo sportello dell’INPS facendo richiesta di riesame.
    La mia domanda è: devo aspettare una loro risposta, ho dovrò rifare domanda entro il termine del trenta Novembre?
    Grazie.

  6. BUON GIORNO, IO HO RICEVUTO RISPOSTA POSITIVA “”ALLA DOMANDA DI VERIFICA REQUISITI””( SI DIRITTO SI RIENTRA NEGLI AMMESSI) GIA IL 22 SETTEMBRE SCORSO, AVENDO GIA’ TUTTI I REQUISITI GIA’ MATURATI A DETTA DEL PATRONATO, LO STESSO PATRONATO MI HA FATTO ENTRAMBE LE DOMANDE CONTEMPORANEAMENTE, QUESTA.. E’ ANCHE QUELLA VERA E PROPRIA DI PENSIONE COME PRECOCE 41. DA ALLORA NON SI SA PIU’ NULLA L’INPS TACE, O DA RISPOSTE MOLTO VAGHE PER NON DIRE PROVOCANTI, NEL MIO PROFILO INPS CAMPEGGIA ORMAI DA MOLTO TEMPO LA DICITURA ( PER LA DOMANDA DI PENSIONE VERA) IL SEGUENTE MESSAGGIO: CITO FEDELMENTE… “”LA SUA DOMANDA E’ IN LAVORAZIONE,LA INVITIAMO IN UN MOMENTO SUCCESSIVO A CONSULTARE IL SERVIZIO “” STATO DOMANDE”” O RICONTATTARCI AL NUMERO ETCC..ETCC…ORA MI SAPETE SPIEGARE , VISTO CHE NON ESISTE PIU UNA GRADUATORIA, IN QUANTO AVEVA SENSO SOLO SE NON BASTAVANO LE RISORSE ,MA VISTO IL NUMERO ASSURDO DI DOMANDE DI RIGETTATE , I FONDI NON SONO PIU’ UN PROBLEMA E NEPPURE LE GRADUATORIE DOVREBBERO ESSERLO, QUINDI PERCHE’ QUESTO MISTERO E’ ATTESE, SENZA DARE SPIEGAZIONI SULLE DATE PER IL DIRITTO ALL’ ASSEGNO, VISTO CHE CI SPETTA ?? GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su