I sondaggi politici di SWG per La 7: la Meloni e FDI volano, PD sempre più staccato

Un mese dopo le elezioni politiche, ecco arrivare i nuovi sondaggi elettorali di SWG per il Tg di Mentana su la 7 che certificano come la coalizione di centrodestra sia saldamente in testa alle preferenze degli elettori. Unica nota stonata, di questa formazione di Governo fatta a tempo di record sono i Presidenti di Camera e Senato, non particolarmente amati dai votanti di un sondaggio di True Data. Vediamo allora come cambiano le intenzioni di voto.

Ultimi sondaggi politici elettorali di Mentana su La 7: male PD, vola Fratelli d’Italia e Meloni

Dopo la formazione del nuovo esecutivo, secondo i sondaggi politici di La 7, Fratelli d’Italia resta ancora il partito preferito dagli italiani, e anzi continua la sua crescita facendo segnare un enorme +0,9% rispetto alla scorsa settimana, che proietta la Meloni al 28,3% e dimostra come il nuovo Governo sia nelle grazie degli elettori. Il PD resta stabile al 17% e scende così ad oltre 11 punti percentuale di distacco, distanza che al momento sembra incolmabile anche a causa della mancanza di un vero e proprio leader.

Perde consensi anche il M5S che scende dello 0,3% e si ferma al 16,4% a poco più di mezzo punto percentuale dal PD, e non è detto che nelle prossime settimane non arrivi il clamoroso sorpasso ai danni di Letta e Company. La Lega, oggi, è preferita dall’8.6% facendo segnare un +0,1 rispetto alle precedenti rilevazioni, mentre la coalizione del Terzo polo formato da Azione e da Italia viva è stimato all’8.4% in crescita di 0,3% e sempre più vicina a Salvini. Forza Italia, invece crolla questa settimana, e dal sondaggio Swg viene dato al 6.2% con un -1,3% rispetto alla settimana scorsa. Segnale forte su chi stia vincendo il braccio di ferro tra Meloni e Berlusconi.

Sondaggi politici elettorali ultime news: Gradimento dei presidenti di Camera e Senato

Chiudono la carrellata di intenzioni di voto i Verdi stabili al 4,1%, +Europa in calo di 0,2% al 3,3% e Italiexit con Paragone al 2,6%. Ancora alta l’astensione con il 33% degli intervistati che non si esprime e non da preferenze. Infine ecco un interessante sondaggio di True Data che ha chiesto agli italiani “Cosa pensa dell’elezione di Ignazio La Russa e Lorenzo Fontana come presidenti di Senato e Camera?

Ecco le risposte, che evidenziano come le scelte non siano state gradite da tutti e spacchino in due l’opinione pubblica. Da una parte il 37,5% dice che “L’approvo, sono persone degne e del resto rispecchiano l’orientamento della maggioranza di governo, mentre il 10% approva in parte, “forse sarebbe stato meglio scegliere esponenti più moderati della maggioranza”.

Dall’altra ecco ben i 41,1% invece che dice: “Non l’approvo, si tratta di persone con idee estremiste e lontane dai valori costituzionali”, a cui si unisce l’ 8,1% dei votanti che non approva, ma crede che “Meloni abbia proposto esponenti meno moderati per tali incarichi perché non avranno reale potere”. Voi cosa ne pensate? Fatacelo sapere!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

3 commenti su “I sondaggi politici di SWG per La 7: la Meloni e FDI volano, PD sempre più staccato”

  1. Il 33% degli intervistati non da preferenze? Razionalità e imparzialità dei percorsi decisionali, risultati diffusamente migliorativi, fine della collusione incentivante con l’illegalità piccola e grande e anche il 33% calerà. Chi è in calando non dia la colpa solo ai leader. Il leader è una componente rilevante ma non esaustiva di un’organizzazione. Carenza di programmi, cagnara e carenza di argomentazione di spessore, mancanza di posizione o posizione debole sugli illeciti di basso profilo, mancanza di coesione per vantaggi personali sono certamente alla base di parte notevole del calo subito.

    Rispondi
  2. L’italia ha bisogno di stabilità. Di qualcuno che governi per l’intero mandato. Ha bisogno di soli 3 schieramenti, quindi servirebbe una soglia di sbarramento intorno al 30%. tutto il resto è noia.

    Rispondi
  3. Al PDI non basta rifarsi il look, deve cambiare radicalmente. Il cambiamento deve riguardare, uomini, pensieri, e modi di fare altrimenti è destinato a scomparire.
    – anche Il movimento 5stelle è destinato a scomparire non appena avranno tolto il reddito di cittadinanza. Non è un partito, non ha idee, si è formato come forma di protesta e come tale sparirà.
    Non resta che piangere

    Rispondi

Lascia un commento