Manovra Pensioni 2019 ultime oggi su quota 100: in arrivo la firma di Mattarella?

La manovra delle Pensioni 2019 è giunta all’ultimo step che è quello della firma del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con la seguente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Finalmente tutto sembra essere in dirittura d’arrivo.

Dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri il Decretone contenente reddito di cittadinanza e quota 100 si è bloccato e i ritardi hanno fatto preoccupare i lavoratori. Stando alle ultime novità sulle Pensioni però, il decreto potrebbe essere inviato già oggi 24 gennaio 2019 da Mattarella.

Pensioni 2019 ultime oggi 24 gennaio su quota 100: la manovra in arrivo dal Presidente della Repubblica

Sulle pensioni i problemi e i ritardi degli ultimi giorni sembra siano stati dettati dalla Ragioneria di Stato, che ha dovuto analizzare a fondo tutte le coperture finanziarie, ma che ora sembra pronta a rilasciare la sua bollinatura e far proseguire il decreto verso il Presidente Mattarella.

Certo i dubbi sono ancora molti, ma come affermano all’ANSA fonti di Governo della Lega e del Movimento 5 stelle: “l’obbiettivo è mandare al quirinale il decreto entro il 24 gennaio. Entro questa data dovrebbe arrivare sul tavolo del Capo dello Stato la versione bollinata dalla Ragioneria del provvedimento.

Manovra Pensioni anticipate 2019: Conte tranquillizza su quota 100: “E’ sostenibile”

Intanto anche il Premier Conte è tornato a parlare di Pensioni e lo ha fatto durante il suo discorso alla platea del World Economic Forum in corso a Davos. Il Presidente del Consiglio ha parlato della sostenibilità del sistema pensionistico italiano spiegando che: “Rimane completamente sostenibile anche con l’introduzione di Quota 100 perché coloro che scelgono di andare in pensione prima finiranno per ricevere una somma inferiore e perché questa riforma si applica solo per tre anni”.

Conte ha poi sottolineato che “chi sceglie di andare in pensione prima lascerà posti di lavoro vacanti che saranno occupati dai giovani. Nel settore pubblico, questo potrebbe innescare inoltre un ringiovanimento indispensabile del personale ed un aumento significativo della produttività”.

Manovra Pensioni 2019 ultime novità oggi: Landini contro quota 100

Sulla manovra delle pensioni è intervenuto con un intervista su Repubblica anche Maurizio Landini, sempre più vicino a diventare nuovo segretario generale della CGIL. Su quota 100 ha detto:

“Quota 100 è uno spot elettorale. Preciso, noi non siamo contrari, ci sarà chi potrà lasciare il lavoro prima dell’età pensionabile, ma solo con 62 anni d’età e 38 di contributi. Alla fine riguarderà soprattutto uomini delle regioni settentrionali che hanno lavorato in grandi imprese o nel pubblico impiego. Saranno escluse le donne e le fasce di lavoratori più deboli”. Poi Landini conclude: “Il tutto viene spacciato come l’abolizione della legge Fornero mentre non è vero: quella legge resta sostanzialmente intatta”.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

17 thoughts on “Manovra Pensioni 2019 ultime oggi su quota 100: in arrivo la firma di Mattarella?

  • Avatar
    25 Gennaio 2019 in 17:44
    Permalink

    Io sono contento per la riforma che hanno fatto quota 100, però un pò preso per il culo mi sento la legge Fornero prevedeva l’aumento di 5 mesi (aspettativa sulla vita) Salvini dice in televisione di averla bloccata vai all’ufficio competente dell’Ente e ti senti dire che c’è una finestra d 3 mesi ma si può sapere la verità Signor Ministro. Grazie

    Rispondi
  • Avatar
    25 Gennaio 2019 in 9:20
    Permalink

    Caro Landini, quando c’era Renzi avete abbandonato a se stesso il “povero” Damiano che aveva proposto un’ottima quota 100; adesso che qualcosa si muove, vi mttete di traverso, avete pensato di interpellare uno psicologo?

    Rispondi
    • Avatar
      25 Gennaio 2019 in 10:01
      Permalink

      Ma possibile, continuare a sentire le stesse cose sulle pensioni? Io lavoro in un ospedale come dipendente di una cooperativa, tutti i giorni muoino persone e non tutti così anziani, non ne conto altrettanti che tutti i giorni vadano in pensione, e poi non capisco il discorso che qualcuno deve lavorare per pagare la mia pensione, io i miei 40 anni di contributi me li sono già pagati io, terza cosa se la ricerca mi deve allungare la vita di qualche mese per farmi sgobbare 10 anni in più ma che mi lasciano pure morire prima

      Rispondi
  • Avatar
    25 Gennaio 2019 in 8:20
    Permalink

    Ragazzi… Non illudetevi… Questo è un’altro che non farà nulla!!! Dov’è stato questo signore fino a ieri? Quando c’è da affrontare delle situazioni importanti spariscono tutti …

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 23:38
    Permalink

    Buona seraaaaaaa, sig. Landini, ci siete ancora?
    Troppo presto per ripresentarsi, sono passate ancora poche generazioni, la gente ricorda bene quando vi siete messi a servire il padrone. Avete tradito le persone che puzzavano di sangue e sudore…. Sig. Landini, lei è una brava persona, ma purtroppo la verginità una volta andata è andata…… Parlo del suo sindacato naturalmente. Saluti, Ciccio.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 21:48
    Permalink

    Sono iscritto alla cgil. Landini e’ un burocrate e paga pegno al PD e come tutti i burocrati tradisce i lavoratori e le lavoratrici di tutto il Paese. La famigerata Fornero deve essere abolita. Quota 100 va bene come inizio.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 19:11
    Permalink

    Io mi chiedo dove era questo signore quando i partiti di destra e di sinistra hanno permesso alla signora fornero di presentare quella famigerata legge che ha rovinato tanti lavoratori del nord del sud del centro e delle isole che si stavano avvicinando alla pensione con i loro sogni e con la loro vita e che di punto è in bianco il mondo gli è crollato addosso.Solo ora pensa che se ne possano avvantaggiare i lavoratori del nord. Ma per favore le non fate mai tesoro delle lezioni ricevute non vi chiedete e come mai i cittadini hanno voluto castigare la sinistra e voi sindacalisti siete ormai ridotti a svolgere l’attività di agenzie di viaggi e compilazione 730. LANDINI PER FAVORE RAVVEDITI

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 18:50
    Permalink

    Lungi da me difendere i sindacati, ma ad onor del vero Landini è sempre stato contro la Fornero, voce inascoltata nella cgil. La Fornero non è cancellata, abrogata, superata visto che io andrò in pensione con, forse, 42,10. Mi direte: Ti hanno tolto 5 mesi cosa vuoi di più? Eh no ! Perchè i mesi effettivi saranno solo 2 e inoltre perderò tre mesi di stipendio o pensione. Mi direte: Vabbè, meglio che niente! Eh no! perchè tre mesi di stipendio sono 4500 euro. Mi direte: Allora lavora anche quei tre mesi. Ed io vi rispondo: Bravi intelligentoni, cosi non saranno più 42,10 ma 43,1 e per di più in quei tre mesi verserò a fondo perduto la quota contributi che permetterà a voi di andarvene 5,1 anni prima di me.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 18:25
    Permalink

    Non capisco cosa centra parlare di comunisti al governo quando la sinistra che ha governato ha governato con idee di destra liberali e liberiste.Credo che Landini abbia sempre preso le distanze da questi Signori. Per quanto riguarda la quota 100 e’ vero che non cancella la Fornero. Io sono nato nel 57 quest’anno compio 62 anni e avro’ 39.5 anni di contribuzione.L’idea di avere la possibilità di poter andare in pensione mi potrebbe star bene , ma quella di perdere una percentuale alta sull’assegno no . Avrei preferito avessero abrogato la Fornero con i suoi 67 anni di contribuzione e rivisto il calcolo contributivo che ci penalizza. Ma visto la mancanza di fondi fa piu’ comodo lasciare tutto cosi e dire che saranno i lavoratori a scegliere.

    Rispondi
    • Avatar
      25 Gennaio 2019 in 13:55
      Permalink

      Guardi che non è obbligato ad andare in pensione. A 42 anni e 10 mesi matura il requisito, ma poi può andare quando le pare.

      Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 17:16
    Permalink

    Ecco un’altro sindacalista al potere.Landini ha dimenticato ,quando c’era la Fornero:cosa ha fatto per I lavoratori per mandarli un po prima,in pensione?niente.

    Rispondi
    • Avatar
      24 Gennaio 2019 in 23:56
      Permalink

      Giacomo, mi sa che ricordi molto bene, e adesso che dice? Va bene? Non va bene? Forse è meglio? Magari così sarebbe meglio? Bla bla bla…….

      Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 17:06
    Permalink

    Landini
    Vedi di non deludermi anche tu
    e non solo non vi voto più
    ma tolgo anche la tessera Cgil.
    Che tra l’altro sono circa 140 euro l’anno
    Che per me non sono pochi
    Anna

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 14:56
    Permalink

    Il problema dei sincadati è proprio questo…..guardano sempre la luna…..non si accontentano mai.
    Anche gli anni passati invece in pratica di non portare nulla a casa per i lavoratori……non potevano cercare di lottare per 41/42 di contributi? Ma !!!!!!

    Rispondi
    • Avatar
      24 Gennaio 2019 in 22:22
      Permalink

      ancora pagate la tessera!!!!! adesso vogliono scendere in piazza contro quota 100 e reddito di cittadinanza, perche’ questa nuova legge di bilancio non aiuta il popolo…..perche’ non sono scesi in piazza contro la fornero, il Jobs Act, articolo 18 ecc ecc……il problema e’ che questo governo vuole tagliare i loro stipendi……..dopo bonanni, la camusso :::: 1 milione 200 mila euro di tfr E’ UNA VERGOGNA

      Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 13:30
    Permalink

    Landini per favore fai il bravo.
    Adesso che sei segretario CGIL (sarà vero?) non inizierai a dire montagne di idiozie e banalità come quella che ti ha lasciato il testimone.
    Condivido in Totò il commento di Antonio.
    Quota 100 poteva e può certamente essere migliorata ma alla fine chi ne usufruirà (ricordiamo che è una scelta) può ritenersi soddisfatto.
    Approfitto per fare alcune considerazioni sul tema.
    Giusto riconoscere 41 anni contributivi senza soglia di età.
    Chi considera q100 una sorta di prepensionamento (mi riferisco ad alcuni politicanti) è un IDIOTA che quasi certamente non ha mai fatto 38 anni contributivi (ricordo a questi fenomeni che molti sono andati con baby pensioni e veri prepensionamenti che non superavano i 30 anni contributivi ).

    Rispondi
  • Avatar
    24 Gennaio 2019 in 11:05
    Permalink

    ECCO UN ALTRO, LANDINI, PRIMA ERA X LA QUOTA 100, ADESSO NON SA NEANCHE LUI COSA VUOLE. CERTO CHE QUOTA 100 NON CAMBIA LA RIFORMA FORNERO, CERTO CHE QUOTA 100 NON E’ IL MASSIMO, PERO’ CHE ABBIA DA DIRE A QUESTA PICCOLA MODIFICA E CHE SODDISFA ANCHE FORSE POCHE PERSONE E’ SEMPRE MEGLIO DI QUELLO CHE HANNO FATTO I SUOI COMUNISTI AL GOVERNO,

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *