Nuovo DPCM 3 maggio 2021: riaperture e cambio colore delle regioni da oggi

Da oggi 3 maggio 2021 la Sardegna passerà da zona rossa ad arancione, mentre la Valle d’Aosta da arancione diventerà rossa. Sono questi gli unici cambiamenti decisi dal ministero della Salute sulla base del monitoraggio settimanale dell’epidemia di Covid-19 realizzato dell’Istituto superiore di sanità. Restano in arancione come la settimana scorsa le seguenti regioni: Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Il resto dell’Italia rimane invece in zona gialla.

Nuovo DPCM oggi 3 maggio 2021 le ultime novità dalle regioni: Val d’aosta rossa, Sardegna arancione

Con le nuove regole in vigore da oggi 3 maggio 2021 sono pochi i cambiamenti. Come anticipato la Val D’Aosta passa al rosso, la Sardegna dal rosso all’arancione. In zona arancione restano anche Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. Nelle altre regioni, in zona gialla ricordiamo che possono riaprire bar, ristoranti, cinema e teatri, sempre con il coprifuoco fissato alle 22.

Dagli ultimi numeri vediamo un calo dei posti occupati nelle terapie intensive, ma 8 Regioni ancora superano la soglia critica del 30% (Toscana, Puglia, Lombardia, Piemonte, Marche, Calabria, Lazio ed Emilia-Romagna). Durante la presentazione del monitoraggio settimanale, il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro ha detto che è in corso «una decrescita lenta della curva», ma che è «ancora presto per valutare le riaperture».

Il monitoraggio mostra che Rt, l’indice che misura la velocità di diffusione della pandemia, è tornato a crescere per la prima volta in oltre un mese. Nell’ultimo bollettino, che si riferiva alle prime settimane di aprile, l’indice era a 0,81, mentre nelle settimane centrali del mese, a cui si riferisce il bollettino di ieri, è risalito a 0,85.

Riaperture e DPCM 3 maggio 2021, i numeri in Italia dei contagi e dei vaccini

Tra le buone notizie segnaliamo che si registra il record italiano per dosi di vaccino somministrate in un giorno: il totale è di 508.158. Il generale Figliuolo dice che entro metà luglio sarà vaccinato il 60% della popolazione, a settembre l’immunità di gregge. Dall’ultimo rapporto, ottimo anche il calo dell’incidenza dei nuovi contagi settimanali, passato a 146 ogni 100mila abitanti dai 152 della scorsa settimana. Un altro indicatore importante, il tasso di occupazione delle terapie intensive da parte dei malati Covid-19, è al 30 per cento, un valore pari alla soglia di allarme fissata dall’Iss.

Vediamo ora tutti i numeri aggiornati. In Italia i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 13.446. Dall’inizio dell’epidemia i contagiati in totale sono 4.022.653. I morti Covid in 24 ore sono 263 per un totale di 120.807 dall’inizio dell’emergenza. I test effettuati nell’ultima giornata sono stati 338.771. Il tasso di positività scende al 3,97%. I guariti ad oggi sono 3.465.576. Il numero delle persone positive al momento: 436.270. Di queste, 18.940 (meno 411) ricoverate con sintomi, 2.583 (137 nuovi ingressi) in terapia intensiva. Le dosi di vaccino somministrate sono in totale quasi 20 milioni, 19.606.500 e sono 5.833.485 le persone che hanno ricevuto due dosi.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su