Nuovo DPCM Novembre 2020: quando esce e le misure introdotte

Quando esce il nuovo Dpcm atteso già dalla giornata di ieri? In origine si pensava potesse uscire lunedì sera, mentre invece il Governo ha fatto slittare il DPCM alla giornata di domani: mercoledì 4 novembre 2020. Una mossa con la quale il governo conta di arginare i contagi da Covid-19 che nella giornata di ieri sono calati numericamente (+22.253 positivi con circa 50.000 tamponi in meno e 233 morti) per l’effetto weekend. Ma è rimasto stabile il rapporto positivi-tamponi: la percentuale è sempre del 16,3%. Alta vedendo l’andamento delle ultime settimane.

Ultimo DPCM di Novembre 2020, quando esce e cosa succederà?

Il premier Giuseppe Conte ha parlato alla Camera e al Senato nella giornata di ieri, confermando che non è previsto un lockdown generale, come avvenuto lo scorso marzo-aprile. Il governo, infatti, ha intenzione di varare delle misure restrittive di carattere nazionale e altre di carattere locale, modulate sulla base dei livelli di rischio delle singole regioni. Proprio lo scontro su diversi punti con le regioni è stata la causa del ritardo dell’uscita di questo nuovo DPCM che comunque arriverà entro domani 3 novembre 2020. Ma quali sono le misure previste per arginare il COVID? Vediamo di seguito i principali punti del DPCM:

Coprifuoco

«Prevediamo la limitazione della circolazione delle persone la sera», ha detto Conte, senza però indicare un orario preciso. Traduzione: il coprifuoco è praticamente certo su tutto il territorio nazionale. Tranne per chi si muove per lavoro, motivi di salute o urgenze. Dovrebbe scattare dalle ore 21 fino al mattino. E’ l’ipotesi più accreditata al momento anche se il Premier non ha ancora specificato gli orari.

Scuola

La didattica a distanza al 100% per le scuole di secondo grado è stata una delle misure confermate. Il provvedimento non dovrebbe toccare i più piccoli, cioè asili, materne ed elementari. Non è ancora chiaro in che modo la didattica a distanza riguarderà gli studenti delle medie, in particolare dell’ultimo anno.

Musei, centri commerciali e altre misure

Chiudono mostre, musei, centri commerciali nei weekend e nei giorni festivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, alimentari, edicole e tabacchi. Serrande abbassate anche per sale gioco e corner scommesse. I mezzi di trasporto pubblici locali? Potranno riempirsi al 50%. Verranno, inoltre, limitati gli spostamenti da e verso le regioni che presentano elevati livelli di rischio, tranne che per motivi di lavoro, salute e necessità.

Nuovo DPCM novembre 2020, misure diverse da regione a regione

Il Dpcm, ancora in discussione, conterrà misure valide per tutta Italia e altre più stringenti per le regioni a rischio. Tanti i parametri che vengono presi in considerazione: dall’indice Rt ai nuovi focolai, dai casi nelle Rsa fino all’occupazione dei posti letto negli ospedali. «Indicheremo tre aree con tre scenari di rischio e misure via via più restrittive. L’inserimento di una regione avverrà con un’ordinanza del ministro della Salute», ha spiegato Conte che così dà la possibilità al ministro Speranza di agire scavalcando i governatori.

La regione più esposta ai contagi resta la Lombardia. L’allerta è elevata anche al Sud, in particolare in Campania. L’ordine dei medici di Milano ha lanciato l’allarme e ha chiesto di chiudere la città: «Di una cosa siamo certi: la situazione sia nelle strutture sanitarie ospedaliere che anche nella medicina del territorio è diventata insostenibile. È necessario intervenire con un lockdown immediato ed efficace. Non esistono piccoli rimedi a grandi problemi, così come non si può giocare a scaricare su altri ruoli e responsabilità: la situazione è molto seria e senza interventi drastici non può che peggiorare». Sala e Fontana, però, hanno detto apertamente di essere contrari al lockdown per Milano e la Lombardia.

Intanto, il governatore Arno Kompatscher ha annunciato che nel territorio altoatesino da domani si chiude per tre settimane come in Austria. Un vero e proprio lockdown, con tanto di coprifuoco dalle 20 alle 5. Anche i negozi dovranno restare chiusi. Aperti solo alimentari, esercizi commerciali che vendono generi di prima necessità, tabacchi, edicole e farmacie.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

One thought on “Nuovo DPCM Novembre 2020: quando esce e le misure introdotte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *