Nuovo DPCM ottobre, testo firmato: le restrizioni previste per fronteggiare il Covid19

Dopo giorni di attesa e di possibili rumors su quali sarebbero state le restrizioni inserite all’interno del DPCM ottobre, nella serata di ieri sera il Presidente del Consiglio Conte e Roberto Speranza, Ministro della Salute, hanno firmato il documento rendendo ufficiali le nuove misure di contrasto al Covid 19. Le misure inserite avranno una valenza di trenta giorni, ecco le principali limitazione ed avvertenze che da oggi i cittadini italiani dovranno rispettare, pena sanzioni pecuniarie considerevoli.

Nuovo DPCM, mascherine anche all’aperto e limite a feste private

L’articolo 1 del DPCM stabilisce che ‘é fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché l’obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezzadei protocolli e delle linee guida ancti contagio previdti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande”.

Sono esentati dall’indossare la mascherina unicamente i bimbi sotto i 6 anni, i soggetti con patologie tali da impedire l’uso della stessa, chi pratica attività sportiva. Nel nuovo DPCM si invita altresì ad un grande senso di responsabilità che deve interessare non solo i luoghi all’aperto, ma anche la vita all’interno delle proprie abitazioni, tant’é che viene esplicitamente richiesto di evitare feste in casa, o al più di non invitare più di 6 persone. Inoltre viene raccomandato l’uso della mascherina anche all’interno delle proprie case quando si é ha contato di persone non conviventi. Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha sottolineato come il 75% dei contagi avvenga in famiglia e tra conoscenti.

DPCM ottobre, nuove limitazioni per bar e ristoranti

Il premier già nella giornata di ieri nel corso di un’intervista aveva dichiarato che l’intento del DPCM non era affatto quello di andare incontro ad un nuovo lockdown generalizzato, ma proprio evitare, attraverso politiche e misure di contenimento di espansione dei contagi, di ritrovarsi nella situazione di marzo. Il testo firmato nella serata di ieri va proprio in tale direzione, ragion per cui vengono poste le prime limitazioni più stringenti laddove si pensa che il virus possa avere ‘vita più facile’, come nei bar e ristoranti, generalmente affollati. Per questi locali é stato fatto obbligo di chiuedere entro le 24, mentre dalle ore 21 non sarà più possibile sostare fuori dai locali per consumare. Le consumazioni dovranno dunque essere effettuate unicamente seduti al tavolo sia esso all’aperto o al chiuso, al fine di evitare inutili assembramenti. Confermata la chiusura dei locali da ballo e delle discoteche, mentre restano consentiti congressi e fiere rispettando il protocolli di sicurezza.

Sul fronte cerimonie, matrimoni, funerali, comunioni, cresime e battesimi, sarà consetito la partecipazione in chiesa rispettando la distanza di sicurezza di almeno un metro e indossando la mascherina, seguendo i protocolli in essere sul numero massimo di partecipanti consentito a famiglia. Mentre per proseguire la festa al ristorante, si pensi ad un matrimonio, é imposto, un numero massimo di potenziali invitati al banchetto che non potrà superare le 30 unità.

Nuovo DPCM ottobre: stop alle gite scolastiche, limitazioni sport, smart working

Anche per la scuola vengono confermate alcune restrizioni, oltre all’uso della mascherina abbligatoria per studenti ed insegnanti quando questi non siedono al proprio banco ed il rispetto dei protocolli di sicurezza relativi all’igene già conosciuti ed applicati dagli istituti scolastici, si fa divieto delle gite scolastiche e dei viaggi di istruzione. Sospese dunque anche le iniziative di scambio e gemellaggio, stop a tutte le visite guidate a scopo didattico. Restano invece possibili ‘ i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio’.

Al momento, nei contesti che rispettino i protocolli di sicurezza assicurati dalla presenza di una società o di una associazione sportiva, il Governo non prevede lo stop delle palestre e delle pratiche sportive. Sono invece vietati, per evitare inutili assembramenti, gli sport effettuati in campi liberi o l’attività sportiva svolta a livello amatoriale, vietate dunque, per intenderci, le partite di calcetto tra amici. Per lo sport professionistico, e le partite di calcio, nessun divieto al momento nel nuovo dpcm firmato da poche ore.

Per quanto concerne lo smartworking invece si invita nuovamente ad un potenziamento dello stesso, specie per le attività che possono essere effettuate da remoto, al fine di agevolare il più possibile i genitori di figli under 14 qualora questi dovessero effettuare una quarantena.

DPCM ancora qualche informazione generale sulle restrizioni

Per quanto riguarda il trasporto pubblico restano vigenti le norme attuali relative alla capienza massima consentita, si era ventilata la possibilità di un ritorno alla didattica online per gli studenti delle superiori, per evitare l’utilizzo eccessivo dei mezzi pubblici, ma l’idea, almen al momento é stata accantonata.

Novità importanti riguardano invece lo snellimento della quarantena, che passa dai 14 giorni attuali ai 10, trascorso tale periodo sarà necessario effettuare il tampone, il cui esito, se negativo, acclara il termine dell’isolamento presso la propria abitazione o altro luogo comunicato dall’Asl di appartenenza. Sarà dunque sufficiente un solo tampone negativo, prima ne occorrevano due, per essere definiti ‘guariti’ e tornare in comunità.

Il nuovo DPCM avrà valenza 30 giorni, nei quali verrà monitorata costantmente la curva dei contagi, si spera che tali misure contenitive consentano di arrestare questa seconda ondata che sta attraversando l’Italia, anche perché , come lo stesso Presidente del Cosniglio Conte, ha sottolineato: Un nuovo lockdown significherebbe ‘dare il colpo di grazia’ ad un’economia già duramente provata nel suo percorso di ripresa legata alla precedente crisi Covid19 vissuta a Marzo. Non resta altro che confidare nel senso di rispondabilità dei singoli, affinché le attuali restrizioni non debbano intensificarsi.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

One thought on “Nuovo DPCM ottobre, testo firmato: le restrizioni previste per fronteggiare il Covid19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *