Pagamento Bonus collaboratori sportivi, tardano ed alcuni pagati a metà: perché?

Contributo a fondo perduto

L’accredito per quanti attendevano l’indennità aprile-maggio é stato visualizzato da buona parte dei collaboratori, ma per taluni il bonifico sta tardando ad arrivare ed ancora non sono chiare le ragioni mentre per altri il pagamento é arrivato ma solo con metà dell’importo, cosa sta succedendo si chiedono in tanti? Sul fattore incongruenze INPS Sport e Salute si é pronunciato già ieri e ne abbiamo parlato nel nostro articolo al fine di darvi tutte le informazioni utile a procedere, sebbene in giornata molti ci abbiamo già fatto notare che qualcosa non torna nella procedura.

Come Maria Rita che ci scrive: “Ho effettuato tutti i passaggi allegando i documenti richiesti attraverso il link ricevuto nella mail ed alla fine mi esce la scritta. Impossibile salvare la richiesta contattare l’amministrazione”. Cercheremo di comprendere meglio e vi terremo aggiornati. Nel mentre vi esponiamo gli altri problemi, grazie alle tantissime testimonianze rilasciate:

Bonus collaboratori sportivi: pagamenti in ritardo, tante testimonianze: che fare?

Antonio, ci scrive: ” Ho sempre preso il bonus e confermato per tempo sempre tutti i requisiti… Questa volta non mi è arrivato nulla…. Non si potrebbe capire il perché?”

Patrizia: “Non ho ricevuto nulla anche se in pieno possesso dei requisiti e rispondendo alla mail nei tempi giusti. Non lavoro da febbraio 2020″

Giuseppa: “Ancora nulla. Ho sempre ricevuto normalmente i vostri bonifici ma ad oggi non ho ricevuto aprile maggio. Ho inviato in tempo la conferma. Come me mai?”

Pasquale: “Io ancora non ho ricevuto niente le altre volte sono arrivati I bonifici ho risposto alla e mail per tempo due volte per essere sicuro a chi mi devo rivolgere per sapere qualcosa”.

Grazia:Salve ad oggi ancora nessun accredito , ho sempre ricevuto tutto tranquillamente spero sia solo un passaggio di banche . Vorrei sapere delle incongruenze Inps che parlate come avete fatto a sapere che c’erano dei problemi a chi bisogna rivolgersi?” (Grazia Link allegato)

Poi vi é anche chi come Margherita non può far altro che sperare vengano riaperti i termini per le domande dal momento che non é risucita per tempo , e non é la sola, a confermare l’email dei requisiti e scrive: “Salve, io sono una di quelle che per ” sbadataggine” non ha visto la mail, tra le tante, e non ha provveduto alla richiesta. Qualcuno sa come posso rimediare e se potrò anch’io ricevere le somme di aprile e maggio 2021 che mi sarebbero spettate. Grazie. In tanti invece hanno ricevuto solo la metà del pagamento che si aspettavano, perché?

Pagamento bonus collaboratori sportivi, a metà: perché?

Giuseppe, scrive: “Ho ricevuto solo metà della somma che mi dovevano. Come al solito chiamo sport e salute, nessuna spiegazione”

Giovanni, aggiunge:” Ragazzi nei mesi di febbraio e marzo io ho percepito 1600 euro, Adesso invece mi hanno fatto il bonifico di 800, vorrei capire come sia possibile, So che l’agenzia delle entrate ha effettuato controlli e che si è occupata di mandare il resoconto a sport e salute. Però io ho percepito ciò che ho dichiarato nel 2019. Cosa che posso provare anche con gli estratti conto. Come possono aver sbagliato cosi. E non so a chi mi devo rivolgere. Perche sport e salute mi rimanda all’agenzia delle entrate, e non so chi contattare, Se qualcuno potesse aiutarmi mi farebbe un’enorme cortesia”

Ombretta, dalla sua prova ad aiutare il collega rispondendo: Giovanni non guardano CUD ma i CU che vengono depositati dalle associazioni o palestre per cui lavori … Per prima cosa verifica se li hanno dichiarati o meno e di conseguenza cosa risulta all’agenzia delle entrate

Vi é anche chi come Stefania scrive direttamente sulla pagina social di Valentina Vezzali, sottosegretario al Ministrero dello Sport: “Sig.ra Valentina Vezzali siamo in tanti ad aver ricevuto i bonus dimezzati in totale incongruenza con gli accrediti dei mesi precedenti. Ci aiuti per favore a risolvere questa cosa perché così a settembre non ci arriviamo!

La spiegazione della Vezzali e di Sport e Salute sui pagamenti a metà

La Vezzali ha così risposto: “Buon pomeriggio Stefania, come ho già detto anche a qualcun altro, dopo aver letto quanto lei ed altri state denunciando ho chiesto informazioni a Sport e Salute in merito, verificando soprattutto la corretta applicazione della normativa. Le confermo, in virtù dei chiarimenti che ho ricevuto, che Sport e Salute ha effettuato i pagamenti esclusivamente sulla base dei dati che, per ciascuno di voi, sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate. Quindi, ciascuno dovrà eventualmente verificare i dati in possesso dell’Agenzia delle Entrare e che, comunicati a Sport e Salute, hanno determinato l’importo del bonus che avete ricevuto. Non è uno “scaricabarile” perché sapete bene che non è mio costume farlo e che anzi ci metto sempre la faccia. È solamente l’iter, previsto dalla normativa, e che ha determinato i bonus di ciascuno

Anche Sport e Salute ha chiarito ieri sulla questione specificando che ha agito in base ai dati ottenuti dall’Agenzia delle entrate, qualora negli archivi, spiega la società che eroga il bonus, non sia risultata alcune certificazione unica ecco che Sport e Salute ha erogato solo la soglia minima, ecco perché, probabilmente in molti si sono visti accreditare solo 800 euro.

Eccoci le specifiche, che potete leggere anche sul sito Sport e Salute: “Sulla base dei dati oggettivi forniti dall’Agenzia delle Entrate, Sport e Salute S.p.a. ha pertanto erogato le indennità corrispondenti. Quanto invece ai soggetti per cui, negli archivi dell’Agenzia delle Entrate, non è risultata alcuna certificazione unica 2020 riguardante i compensi sportivi, la Società:

ha applicato la soglia minima ai soggetti che avevano comunque dichiarato, in piattaforma, compensi sportivi 2019 compresi tra 0 e 3.999,99 euro;

– in attesa dei chiarimenti richiesti alle Autorità competenti, ha dovuto sospendere il pagamento per i soggetti che, in piattaforma, avevano dichiarato compensi sportivi 2019 da 4.000 euro in su”.

Speriamo di avervi dato qualche informazione in più utile alla vostra problematica. In caso contrario, se avete ancora dubbi, contattateci e lasciate un commento nell’apposita sezione del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Un commento su “Pagamento Bonus collaboratori sportivi, tardano ed alcuni pagati a metà: perché?

  1. – in attesa dei chiarimenti richiesti alle Autorità competenti, ha dovuto sospendere il pagamento per i soggetti che, in piattaforma, avevano dichiarato compensi sportivi 2019 da 4.000 euro in su”.
    Cosa si intende per Autorità competenti? Per un disguido la CU é stata presentata in ritardo, doo che le verifiche erano state effettuate. In questo caso cosa succede?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su