Pagamento Pensioni settembre 2020, ufficiale l’anticipo: in posta dal 26 agosto

Pensioni pagamenti maggio banca e posta

Mancava solo l’ufficialità, che è arrivata poco fa anche dal sito dell‘INPS: anche per il mese di settembre 2020 il pagamento delle pensioni sarà anticipato in posta, scaglionando nell’arco di una settimana i pensionati per cognome, al fine di evitare assembramenti e prevenire la diffusione del covid-19. Vediamo il comunicato ufficiale e tutto quello che c’è da sapere sul pagamento delle pensioni di settembre!

Anticipo Pagamento Pensioni settembre 2020: si parte dal 26 agosto in posta: ecco il calendario

Come successo fin da aprile scorso, anche per settembre, le poste hanno deciso in accordo con l’INPS di non distribuire le pensioni in un unica data. A dirci quando saranno pagate le pensioni di settembre, ci pensa l’INPS stesso che con questo comunicato ufficiale pubblicato sul suo sito fa chiarezza: “Al fine di consentire a tutti i beneficiari dei pagamenti di recarsi presso gli uffici postali in sicurezza e nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19, è stata estesa anche al mese di settembre l’anticipazione del pagamento delle pensioni.Di seguito il calendario, suddiviso in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione:

  • A-B mercoledì 26 agosto;
  • C-D giovedì 27 agosto;
  • E-K venerdì 28 agosto;
  • L-O sabato 29 agosto;
  • P-R lunedì 31 agosto;
  • S-Z martedì 1° settembre”

Oltre a questo scritto nel comunicato ufficiale, ricordiamo che come sempre i titolari di Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta, Postepay Evolution, Postamat e Carta Libretto potranno prelevare l’importo direttamente da uno degli oltre 7mila ATM Postamat a partire dalla mattina del 26 agosto 2020, senza recarsi agli sportelli.

Pensioni settembre 2020: pagamento in banca e in posta, ancora disuguaglianze

Come successo anche nei mesi scorsi, purtroppo chi riceve il pagamento della pensione di settembre tramite la propria banca, non avrà nessun anticipo dell’accredito, e dovrà aspettare il primo giorno bancabile utile del mese, in questo caso martedì 1 settembre. Ricordiamo infine che anche per questo mese è attivo il servizio per i cittadini con età pari o superiore a 75 anni per richiedere la consegna della pensione a casa delegando al ritiro un membro dell’arma dei Carabinieri.

Infine coloro che hanno già presentato la dichiarazione dei redditi (la compilazione del 730 è stata prorogata fino al 30 settembre per l’emergenza) avranno un importo per la pensione diverso dal solito, a causa dei conguagli per le trattenute o i rimborsi. Voi cosa ne pensate di queste decisioni, e soprattutto ritenete giuste queste disuguaglianze tra banca e posta per il ritiro delle pensioni? Fatecelo sapere nei commenti qui di seguito e tornare a trovarci ogni giorno su pensionipertutti!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

3 commenti su “Pagamento Pensioni settembre 2020, ufficiale l’anticipo: in posta dal 26 agosto

  1. Salve mio figlio invalido civile al 100% con accompagno,l’aumento ce anche per lui? il reddito della mia pensione cioè di tutto il nucleo famigliare ammonta a 10700,quindi mio figlio he con il mio reddito? ho guardato nel sito dll’inps e reddito di mio figlio non cè nè.puo chiarirmi un po le idee grazie

    1. Vincenso l’accompagno non fa reddito, conta quello personale di suo figlio, perché non é sposato. Al più conterebbe quello coniugale se suo figlio avesse moglie nel vostro caso quello famigliare non conta. Dunque dovrebbe prenderlo, suo figlio, qui non dice l’età., deve però essere maggiorenne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su