Pensione anticipata 2018, ultim’ora Brambilla su donne, precoci, esodati, quota 100

Le ultimissime novità sulle pensioni anticipate al 10 settembre 2018 arrivano dalla ricetta rivelata da Alberto Brambilla per la prossima riforma delle pensioni, all’interno viene menzionata la tanto discussa quota 100 dai 64 anni e 36 di contributi, ma il consulente del vicepremier Salvini spende parole anche per i precoci, le donne e gli esodati. Menzionando anche la misura che andrà a sostituire l’ape sociale. Ecco i dettagli.

Pensioni anticipate con Quota 100: sarà così

A Labitalia Alberto Brambilla esperto previdenziale che ha redatto il capitolo pensioni della Lega, uno dei massimi esperti in Italia di politiche previdenziali, oggi, ha ufficialmente resa nota la ricetta della Riforma pensioni verso cui dovrebbe propendere l’esecutivo. Alla vigilia della riapertura dei lavori in Parlamento e dell’avvio della road map verso la legge di bilancio ecco che iniziano ad essere scoperte le carte sulle prossime misure previdenziali in serbo dall’esecutivo e a delinearsi maggiormente il quadro di modifiche che potrebbero vedere la luce nel 2019.

Sulla quota 100 non vi sono grandi novità rispetto alle indiscrezioni che erano emerse e che parrebbero dunque confermate, la misura sarà a partire dai 64 anni per chi ha almeno 36 anni di contributi versati, due gli anni figurativi massimi previsti per il conteggio del montante contributivo e l’assegno interamente col contributivo dal 96. Le novità sarebbero invece il fondo esuberi, che andrebbe a sostituire l’Ape sociale, e alcuni sconti per precoci e donne con figli.

Pensioni, oltre quota 100 fondo esuberi e sconti

L’idea del Presidente del Centro Studi Itinerari previdenziali resta sulla sfondo la quota 100 dai 64 anni e poi eventuali sconti sugli anni di uscita dal lavoro che potrebbero riguardare alcune categorie, come i lavoratori precoci, che lamentano di essere stati esclusi dalla manovra, per loro quota 100 dai 64 anni non servirebbe a nulla, e per le donne, che ambirebbero in realtà più che a degli sconti per le donne con figli, ad una proroga dell’opzione donna. Brambilla sostiene che la riforma pensioni, uno dei punti chiave del programma M5S-LEga, si possa attuare, in quanto, spiega:  “La premessa da fare è che in Italia abbiamo un rapporto tra lavoratori attivi e pensionati che si sta sempre di più avvicinando a 1,5 attivi per ogni pensionato. Stiamo cioè entrando in un margine di sicurezza del sistema previdenziale, tenuto anche conto del fatto che la crescita del pil è inferiore a quanto previsto dalla Riforma Dini e che l’obiettivo per la sicurezza massima dei conti è di 24 milioni di occupati e 16 milioni di pensionati”.

La proposta Brambilla prevede, oltre all’uscita dal lavoro a 64 anni con almeno 36 anni di contributi, di sostituire l’Ape social  per tutti i lavoratori, con l’avvio di un “Fondo esuberi, sulla scia di quanto già sperimentato con successo ad esempio dalla categoria dei bancari”.  Il fondo esuberi esiste già dal 2000, é a costo zero per la collettività. in quanto è finanziato da imprese e lavoratori ed ha permesso già a 62.000 persone di essere accompagnate alla pensione.

Il fondo esuberi, spiega Brambilla, sarà una parte fondamentale della proposta, perché le regole di accesso sarebbero analoghe a quelle dell’Ape social, che andrà a sostituire, con l’unica differenza che anziché decidere l’Inps, la facoltà di decidere chi ha diritto o meno alla pensione anticipata passerà alle aziende, che ben conoscono la realtà di ogni singolo lavoratore, dice Brambilla, attraverso “una concertazione tra azienda e sindacati”. Il fondo esuberi non andrà ad implementare la platea dei pensionati, perché chi riceverà una prestazione economica dal Fondo tecnicamente in pensione andrà al compimento dell’età prevista dai requisiti vigenti”. A finanziare i Fondi esuberi , che saranno tre uno per Industria, uno per il Commercio e l’ultimo per l’ Artigianato, spiega l’economista:  “sarà lo 0,30% a carico del monte redditi, cifra che sarà composta da pezzi di contributi che già ora vengono versati con finalità varie (formazione, enti bilaterali etc) da datori e lavoratori”.

Ultime su donne, precoci ed esodati al 10 settembre 2018

Grazie a quota 100 e fondo esuberi, dice convinto Brambilla, risolveremo il 90% dei problemi delle persone, perché si garantirà una soluzione anticipata anche a quanti non sono precoci o donne con figli, due categorie, fa intendere dal suo discorso, che già avranno un occhio di riguardo nella prossima riforma pensioni.  I Fondi esuberi -scende ulteriormente nel dettaglio Brambilla- hanno, infatti, “lo scopo di offrire una soluzione per un’uscita lavorativa anticipata a quelle persone che non rientrano nelle categorie dei lavoratori precoci o delle donne con figli. In cambio si chiedono due giorni di lavori di pubblica utilità”.

Poi facendo chiaro riferimento agli esodati dice: se ci sarà una piccola quota di esodati (si parla di 6.000 ancora in attesa di sistemazione dopo la riforma Fornero), ci sarà una salvaguardia anche per loro“. Perché aggiunge “dopo una vita di lavoro, ho diritto ad andare in pensione e godermi un po’ di quello di cui prima non ho goduto”. Cosa ne pensate della ricetta di Brambilla? Quota 100 da 64 anni, fondo esuberi, salvaguardia esodati e sconti per donne e precoci, anche se dalle dichiarazioni non si é compreso bene quali saranno e a quanto ammonteranno, potrebbero accontentare quanti si aspettavano l’abolizione della riforma Fornero?

 

 

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Erica Venditti

Erica Venditti
Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

51 commenti su “Pensione anticipata 2018, ultim’ora Brambilla su donne, precoci, esodati, quota 100

    Riccardo

    (11 settembre 2018 - 14:01)

    Dati ISTAT
    Pensionati nel 2011 – 16.668.000 – di cui nella fascia 60/64 anni 2.490.000
    Pensionati nel 2016 – 16.064.000 – di cui nella fascia 60/64 anni 1.491.000
    avete capito chi sta pagando per le riforme del passato e per quelle che verranno ?
    Un milione di pensionati in meno nella fascia dei precoci !!!!

    CARLO CONTE

    (11 settembre 2018 - 12:27)

    SOS. Fermatevi cialtroni, lasciate la Fornero e l’ape social e volontaria. Intervenite solamente sull’aspettativa di vita , visto che l’ha messa Berlusconi e Bossi ( ti fischiano le orecchie Salvinuccio?) e poi andate a fare in ……. A proposito i paletti caro ORSO leghista ficcali nel c… del tuo degno compare Brambilla

      Clau

      (11 settembre 2018 - 12:55)

      Stiamo toccando il fondo per trovare il più piccolo briciolo di fiducia in chi ci governa ma questo ultimo, ha praticamente sterilizzato tutte le speranze, vedo solo buio…….

      Annamaria

      (11 settembre 2018 - 15:19)

      Concordo con Carlo Conte…fermateviiii! Lasciate tutto com è. Togliete solo Adv sono 5 mesi iniqui un aumento assurdo…5 mesi di botto…con le vite che si accorciano…vergogna.

    Giorgio

    (11 settembre 2018 - 8:59)

    Quota 100 con 36 anni di contributi e 64 anni di età e sistema contributivo è una fregatura, meglio la Fornero!

    ALESSANDRO

    (11 settembre 2018 - 8:32)

    E ci voleva “l’esperto Brambilla” per dirci che il rapporto lavoratori attivi/pensionati sta arrivando ai minimi storici?? Si vede a occhio e tutto questo, perché non c’è lavoro stabile, ma soprattutto perché, invece di privilegiare la contribuzione, si preferisce l’età. Cmq, grazie per avercelo ricordato. Anche la nuova genialata va sottolineata, perché l’esempio del fondo Esuberi, già utilizzato dai bancari (ricordiamo che alla categoria sono stati dati solo 7 e dico sette anni di scivolo) risulta molto oneroso sia per le banche, che per i lavoratori -trovando anche ostilità nell’utilizzo-. Il solito adagio (siamo tutti froci col culo degli altri). Inoltre, la scelta di chi ha diritto all’anticipo e chi no per andare in pensione, demandato a azienda e sindacati è impraticabile (vogliamo parlare di categorie favorite ad eccezione di altre, vedi fondo trasporti o poligrafici), perché è solo l’INPS che può dirti se puoi andare in pensione o meno. Rimane infine la boutade della classificazione dei lavori, gravosi o meno ecc. ecc., quando sempre di lavoro si tratta. Come si fa a definire non gravoso il lavoro svolto per più di 40 anni consecutivi ad una scrivania, con gli stessi orari, giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno e con tutto quello che comporta, con più che uno stress fisico, soprattutto con lo stress mentale derivante dalla responsabilità individuale????? Rimane comunque la convinzione che l’eccesso di fantasia (in luogo di una vera riforma) può solo peggiorare quella che è considerata la famigerata fornero (intesa come insieme di norme).

    Francesco

    (11 settembre 2018 - 8:16)

    Dante, la quota 100 è (se la faranno….) aggiuntiva alle regole attuali della Fornero, quindi chi avrà 43,3 andrà comunque senza limiti di età.

      Giulia

      (11 settembre 2018 - 9:36)

      Vero quello che dici, a 66 anni e 40 anni di contributi voglio andare con la mia pensione e senza decurtazioni. Quindi se devo fare ancora un anno per non perdere quote di pensioni pazienza. Ovviamente sono donna assisto anche mia madre che ne ha 94 e sono molto ma molto stanca e depressa, oltre a tutte le patologie dell’età. Uffa non se può più di questi balletti!!!

      Giuseppe C.

      (12 settembre 2018 - 11:02)

      Per capire se sia più “gravoso” un lavoro fisico, peraltro ormai svolto spesso da robot, o mentale e di responsabilità, occorrerebbe aver provato “tutti” i lavori; cosa che, in generale, dubito sia avvenuta per chi legiferi.
      Quindi, come una volta, norme uguali per tutti e non questa confusione! Peraltro devo notare che non è che i cosiddetti lavori gravosi abbiano delle agevolazioni, ma solo MENO PEGGIORAMENTI degli altri considerati NON gravosi. Il lavoro è tutto gravoso, altrimenti pagheremmo noi per farlo e non viceversa (e poco).

    Roberto

    (11 settembre 2018 - 7:54)

    Caro Brambilla vuole eliminare APESOCIAL che permetteva a :disoccupati lavori usuranti ecc di andare in pensione con 63 anni e 30 anni di contributi (quota 93) lei di disoccupati non ne parla che fine faranno i senza lavoro over 60 vengono a mangiare a casa sua?

    revenge

    (11 settembre 2018 - 7:24)

    Per Diego. Vedi ,il problema non sono i giornalisti che sparano cazzate, l’infame brambilla su rai 3 è reale non virtuale, tria al tg1 è reale non virtuale, salvini che non li smentisce mai è reale …. purtroppo i paletti ce li hanno infilati loro ! la sola speranza è mandarli a casa al più presto prima che facciano altri danni irreversibili. andranno a sperperare 10 miliardi per la pensione di cittadinanza per chi non ha MAI LAVORATO, non taglieranno gli enti inutili, quasi 18,7 miliardi di recuperi, non aboliranno le provincie, altri 3,5 miliardi di denaro buttato nel cesso, giusto per fare qualche piccolissimo esempio da dove possono essere recuperati fondi che ABBIAMO GIA’ LARGAMENTE ANTICIPATO in 40 e più anni. queste persone non conoscono cosa significhi LAVORARE !

    Umberto

    (11 settembre 2018 - 5:03)

    Con 61 anni e 41 di contributi, fra tre anni potrò andare in pensione con la bellissima riforma salvini. Totale, quota 108. Ma che bravi, era meglio la fornero. Il voto caro salvini e compagni da noi lo vedrai a 108 anni. Auguri per le bufalate

    Dante

    (11 settembre 2018 - 0:14)

    Bella fregatura….chi poteva andare in pensione , nel 2019 con la Fornero, con 43 anni e 3 mesi con 63 anni di età deve rimanere a lavorare ancora un anno…… altro che smantellamento della Fornero e quota 100 …..raggiungerò quota 108 (DICASI QUOTA CENTO-OTTO più
    qualche mese )……Complimenti a Salvini-Di Maio-Brambilla ecc… ecc……bel lavoro…..

      Riccardo

      (11 settembre 2018 - 0:18)

      No Dante, quello che faranno sarà un opzione ma non arriveranno a peggiorare la situazione attuale.
      Quindi con 43 anni + 3 mesi andrai in pensione

    massimo

    (10 settembre 2018 - 23:22)

    PER AGOSTINO: HO SENTITO ANCHE ALTRI CHE LA PENSANO COSI’. PENSO QUINDI CHE NON SARAI SOLO

    Ciro Pannunzio

    (10 settembre 2018 - 23:11)

    Il fenomeno delle bufale Salvini è quel mentecatto del suo ragioniere brambilla li aspettiamo alle europee e ci ricorderemo delle loro panzane con le quali hanno acquistato il consenso. La gente non scorda e li faremo ritornare al nulla dal quale provengono, bastardi…..

    Mauro

    (10 settembre 2018 - 22:58)

    Grazie Salvini x la presa x i fondelli…. Non voterò più lega dopo tanti anni…. Anni lavorativi 41e mezzo anni 57 quando vado in pensione quando sono morto!!!

    Maria

    (10 settembre 2018 - 22:56)

    Avete promesso la proroga Opzione Donna, è poco onerosa e importante per noi!

      Mariuccia

      (11 settembre 2018 - 13:27)

      Concordo anche io come tante altre donne speravo in una proroga di OD ma è andata nel dimenticatoio . I soldi dispunibili andranno a chi? A chi non ha mai lavorato e percepirà il Reddito di cittadinanza…. chi come me con tre figli ha sempre lavorato full time fa tempo a diventare vecchia…

    Diego

    (10 settembre 2018 - 22:47)

    Ma non credete a ste cazzate…non sono veritiere…i 2 ministri che abbiamo votato..non ci inculeranno….come avete detto…pocanzi…certo non sara’ facile ……ma abbiate fiducia..non credete a tutte le cazzate che scrivono i giornalisti…dai…

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (10 settembre 2018 - 23:42)

      Confidiamo Diego lei abbia ragione…i giornalisti in queatione però si riservano, essendo entrambi professionisti, di riportare le dichiarazioni dei politici/sindacalisti/lavoratori citati….non il loro parere. Era doverosa la precisazione…poi ci auguriamo tutti che la modifica alla riforma Fornero non sia solo questo. Ci segua..lo scopriremo presto con la prossima ldb2019…saremonlieti di darvi notizie ufficiali differenti.

    Ernesto de Sario

    (10 settembre 2018 - 22:45)

    Il taglio delle pensioni d’oro sarebbe incostituzionale, come dicono, è il venir meno da parte dello stato ad un contratto firmato 40 anni fa nei miei confronti cosa sarebbe?? Mi vergogno di aver votato i Cinquestelle. Renzi ci ha messo la faccia, voi cosa ci avete messo???

    Nadia

    (10 settembre 2018 - 22:33)

    Noi donne vogliamo la proroga opzione donne!

    Angelo

    (10 settembre 2018 - 22:33)

    Fanno tante parole e non sono neanche capaci di fermare la spettativa di vita . Sono solo dei ciarlatani

    Tommy

    (10 settembre 2018 - 22:22)

    Ma dico, questa è una presa in giro bella e buona, almeno per chi ha votato questo signori. L’autrice dell’articolo poi, non spiega cosa vuol dire in termini di soldi ed in termini di diritti acquisiti, il contributivo a partire dal 1996. significa perdere di botto almeno il 30% della pensione. Tanto per chiarire, l’Ape volontaria ti toglie circa il 5%. Altro che Fornero, questi sono proprio matti, e nessuno ne parla. Come mai? Forse pensano che siamo tutti deficienti?

    Angelo

    (10 settembre 2018 - 22:21)

    Ma perché non diminuiscono l’innalzamento della spettativa di vita visto che dal 2019 aumenta di 5 mesi intanto che decidono cosa fare e comunque ho capito che l’unica cosa che gli interessa è mandarci in pensione più vecchi possibile anche con “soli” 36 anni di versamenti basta avere 64 anni di età perché se tu ha 40 anni di versamenti non gli interessa perché se li sono già mangiati da tempo . Visto hanno messo un paletto sull’eta’ potevano metterlo anche sui vesamenti tipo 40 +60

    ico

    (10 settembre 2018 - 22:02)

    Nato nel 1958 primi contributi al compimento di 18 anni. Oggi 60 anni e 41 di contributi se devo aspettare 64 anni vado con quota 109 altro che quota 100. Ridicolo. Non vado più a votare tanto è uguale.

    Antonella Nuti

    (10 settembre 2018 - 21:40)

    Non ci credo! Sto già rimpiangendo Renzi? Disoccupata da qualche mese, 58 anni, 33 anni di contributi, famiglia a carico. Salute precaria e lavoro che non c’è. Tolgono l’ape sociale per fare questa porcata. A me resta la Fornero tra una decina d’anni senza sapere come vivere nel frattempo. Complimenti al governo del cambiamento e al signor Brambilla…geni del male, cattivi, brutti, bruttissimi!!!!!!! Disonesti e bugiardi!!!!

    rosamaria garrone

    (10 settembre 2018 - 21:29)

    sono d’accordo dobbiamo far sentire la ns. voce, noi 41/42. organizziamoci

    Agostino

    (10 settembre 2018 - 21:22)

    Se alla fine l’abolizione della legge Fornero dovrebbe essere questa le prox votazioni voterò casapaund a condizioni che con la lega non avranno nulla in comune altrimenti me ne starò a casa a grattarmi le p….

      carlo

      (10 settembre 2018 - 22:37)

      Una riforma così concepita e’ assurda. Chi andrà in pensione con la Fornero nel 20 18avrà un calcolo retributivo dal 1996. Chi andra’ in pensione pochi mesi dopo nel 2019 con la riforma e con quota 106/107 avrà il ricalcolo contributivo con una forte perdita economica. Fermate questa riforma

    Alberto Manzi

    (10 settembre 2018 - 21:12)

    brambilla , voce di salvini, peggio di monti, fornero, renzi, boeri messi assieme. salvini ricorda che da oggi in poi ti eviteranno come la peste. speriamo che tu possa tornare presto da dove sei venuto. ti auguriamo TUTTO IL BENE DELL’INFERNO. speriamo che si possano concretizzare tutte le maledizioni che ti stanno mandando gli italiani che lavorano da 40 anni per mantenere te e tutti i tuoi compari. di giullari, saltimbanchi e mentitori ne abbiamo visti TANTI nelle passate legislazioni ma penso che TUTTI ASSIEME non riescano a competere con te. GRAZIE DA PARTE DI TUTTO IL POPOLO ITALIANO, QUELLO CHE LAVORA OVVIAMENTE, NON QUELLO CHE SI FA MANTENERE CON 10 MILIARDI ogni ANNO !|

    Isabella

    (10 settembre 2018 - 21:06)

    Condivido tutto quello che e` stato scritto finora dai vari compagni di sventura.
    Una sola aggiunta. Leggete le notizie di oggi: RUSSIA DOCET. E noi, cosa dobbiamo aspettare ancora per riprenderci SEMPLICEMENTE, DIRITTI?

    Riccardo

    (10 settembre 2018 - 20:54)

    Purtroppo questi ce li teniamo ancora per diversi anni.
    I big del M5S sono al secondo mandato e per statuto non potranno presentarsi il prossimo giro. Quindi se DiMaio non vorrà tornare al SanPaolo con i gelati cercherà di arrivare bene o male a fine legislatura.
    Hanno già visto che con lo spread non si scherza ( ogni 100 punti ballano 100 miliardi di euro in poco tempo ) e quindi se ne guarderanno bene dall’intervenire con manovre spregiudicate.
    Il Brambi aspira alla presidenza dell’INPS e vuole intestarsi questa ‘bella’ riforma. Almeno non umiliasse le persone che hanno lavorato una vita e non si meritano di passare due giorni alla settimana ai lavori socialmente utili ( fare le fotocopie in comune, presidiare i passaggi pedonali vicino alle scuole …. )
    Ma dove siamo arrivati ?

    adriano

    (10 settembre 2018 - 20:52)

    io andro’ in pensione a settembre 2020 con la legge fornero!!!a 43 anni e piu’.speriamo di non andare in peggio…..

    Giuseppe

    (10 settembre 2018 - 20:43)

    Se dovete fare questi casini allora è meglio lasciare la Fornero!!!
    Per lo meno bloccate le penalizzazioni previste dalla Firnero per il 2019!!!

    ANTONIO

    (10 settembre 2018 - 20:27)

    I DUE CORNUTI, PENSO CHE I NOMI NON HANNO IMPORTANZA, CI HANNO FREGATO, LO SAPEVANO PRIMA DELLE ELEZIONI CHE NON AVREBBERO POTUTO MANTENERE LE PROMESSE, MA LORO HANNO CONTINUATO A MENTIRCI. A MORTE VI AUGURO LA FINE DEL TOPO.

    Carlo

    (10 settembre 2018 - 20:16)

    Quota 100 con 64 anni vuol dire quota 106. Buffoni. La Fornero piangeva, voi ridete.

    Pantaleo

    (10 settembre 2018 - 20:01)

    CONFERMO……
    Governo monti=fornero
    Governo due MERDE=brambilla!!!!!
    Ma andatevene a fanculo voi e chi vi voterà in futuro grandissimi pezzi di MERDA!!!!
    Mi avete fregato stavolta ma già da maggio ve ne accorgerete di quanti siamo tra 41 ,precoci,100 con i paletti,esodati,ex ape social….
    PEGGIO DI renzi state facendo….!!
    CHE SCHIFO!!!!!

      Ivo valsecchi

      (10 settembre 2018 - 20:13)

      Concordo! Sono precoce e a novembre vedro’ andare in pensione chi ha lavorato 36 anni e io arrivero’ lavorando a 42. Ma da che letamaio e’ uscito questo stronzo ? Sempre votato lega. Mai piu’ ! Salvini fai piu schifo di renzi. Precoci tutti uniti non votste mai piu questi buffoni

    kesten

    (10 settembre 2018 - 19:58)

    MA COSA SONO QUESTI PEZZI DI CONTRIBUTO ?
    Cosa significa versati con finalità varie ? (formazione, enti bilaterali etc)
    Se sono contributi versati da: datori di lavoro e lavoratori per uno scopo o no ?
    CHI LI METTEVA IN TASCA PRIMA ?

    LE AZIENDE DECIDERANNO chi ha diritto o meno alla “cosiddetta” pensione anticipata ?

    Quindi i lavoratore presenterà UNA DOMANDA o verrà spinto a produrla ?
    Riceverà una pensione (che non é una pensione) con il contributivo dopo 42 anni di versamenti ?

    UNA NUOVA FORMA DI ESODATO INSOMMA.

    QUINDI L’AZIENDA ” che ben conoscono la realtà di ogni singolo lavoratore ”
    attraverso “una concertazione con i sindacati” deciderà.
    Il Gatto e la Volpe insomma.
    E ….. quali saranno i requisiti ?
    chi è meno produttivo verrà incoraggiato a lasciare
    il lavoro in modo tale che i, così detti rami secchi, vengano potati opportunamente.

    SIAMO SICURI CHE STIAMO PARLANDO DI PREVIDENZA ?

      Tiziana battistoni

      (10 settembre 2018 - 19:59)

      Vergognatevi

    Renato

    (10 settembre 2018 - 19:42)

    Chi gli indirizzi MAIL dei vari : SALVINI ,DI MAIO ,BRAMBILLA ,GIORGETTI, INSOMMA TUTTI QUESTI STRONZI CHE CI PRENDONO PER I FONDELL DA OLTRE 1 ANNO ALMENO LI POSSO INONDARE OGNI GIORNO PER RICORDAGLI CHE SONO SOLO DEI PAGLIACCI .MI RACCOMANDO SOLO MAIL

      Valter

      (11 settembre 2018 - 13:01)

      Renato
      Io ho scritto più volte sui blog del gatto e la volpe. Ti arrivano le email automatiche di risposta che ti ringraziano ma mai una risposta. Io lo prenderò in quel posto ma almeno fin dall’inizio ho sempre sostenuto che erano, restano e resteranno solo dei gran venditori di fumo!!! E chiaramente non mi sono mai sognato di votarli. Magra consolazione . Però arrivare a dire “viva la Fornero “ non me lo sarei mai aspettato

    salvo

    (10 settembre 2018 - 19:24)

    Che Buffoni. Fra poco propongono la pensione individuale. Si manda in pensione a secondo del lavoratore. Ma che barzellette.
    Prima quota 100 per tutti strombazzata pe propaganda elettorale perchè la legge Fornero lo capiva anche un bimbo dell’elementare che era una gran truffa per i lavoratori. Coperture, non coperture. Mesi a dire tutto e il contrario di tutto. Ribadisco fanno bene i giovani a scappare da un paese che non è capace di riconoscere diritti uguali per tutti i lavoratori. 40 anni di contributi. ricordo lo disse Salvini che erano sufficienti per un lavoratore che dopo avrebbe dovuto godere di meritata pensione. Invece paletti e quote che ti portano a 104, 105 magari 110 se non hai 64 anni o più. Nessuna differenza con la Fornero quindi. Anzi in alcuni casi peggiorativa. Che risate il governo del cambiamento. si si cambia ma sempre in peggio ormai è un percorso che chiunque al governo sa di poter fare senza che i lavoratori si lamentino. Non abbiamo più speranze.

    Franco Giuseppe

    (10 settembre 2018 - 18:34)

    Mi sovviene, rispetto a quanto scritto sotto, che all’epoca chi faceva la leva militare in marina prendeva 45 mila lire al mese per 18 mesi, ma aveva lasciato un lavoro per cui guadagnava 450 mila lire di uno stipendio dell’epoca. Questo per servire una patria che ancora oggi lo penalizza. Domanda: Signor Brambilla, ma Lei lo ha fatto il militare?

    kesten

    (10 settembre 2018 - 18:22)

    SE DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE AVESSERO SPIEGATO CHE QUESTE ERANO LE INTENZIONI, IL PARTITO DEMOCRATICO AVREBBE RAGGIUNTO IL 40% O FORSE DI PIU’……. NONOSTANTE RENZI.

    MA VI RENDENTE CONTO CHI STA GOVERNANDO ORA !

    della serie PRENDI IL VOTO E SCAPPA.

      Annamaria

      (10 settembre 2018 - 18:40)

      Io trovo abberrante quello che stanno pensando di fare per dimostrare qualcosa. Stoppateli…stoppiamogli….è tutto peggiorativo sto Brambilla è peggio.di tutti…andiamo tutti sotto il Ministero del Lavoro a dimostrare la nostra rabbia…che almeno esca Di Maio che ne è il titolare ed abbia il coraggio di dire che è un fantoccio che non conta niente comanda Salvini comanda Brambilla…
      Una sola cosa per salvarti Di Maio…elimina l aspettativa di vita dal 2019…altrimenti come politico sei finito…alle prox elezioni il pd riprende i voti…sicuro

    Renato

    (10 settembre 2018 - 18:17)

    Non si capisce cosa ci guadagneremmo noi precoci (1190 settimane contributive!!!!!!!! UN BEL NIENTE DI NIENTE A LAVORARE E ZITTI . SALVINI A PALERMO LO CHIAMEREBBERO ” UOMO DI ME….A”

    Franco Giuseppe

    (10 settembre 2018 - 18:08)

    I due anni di figurativo saranno erosi in gran parte, quasi esclusivamente, dalla leva militare. All’epoca fine anni 70 primi 80, nell’esercito erano 12 mesi e in marina addirittura ancora 18 mesi ( io tra questi ). Brambilla questa cosa la sa o fa lo gnorri? Ci sono persone che il militare l’hanno fatto, hanno servito la patria e i non laureati prendevano 1500 lire al giorno, giusto per caffè, sigarette e bus. E i contributi figurativi versati per coprire magari 5 anni di studio che fine fanno se ne accreditano solo 2 ? E poi col contributivo dal 96 sarà una macelleria economica. Sempre secondo u Sciu Brambilla, se lavoratore in esubero anche se impiegato d’ufficio andrà in pensione a differenza magari di un dipendente civile del Ministero Difesa che ha lavorato di giorno e di notte, col caldo e col freddo, col sole e con la pioggia in un bacino di carenaggio della Marina Militare. Questi al governo hanno sbandierato “Equità per tutti” ma non conoscono il significato ed invece volevano dire “Equinità (somari) per tutti.

    Riccardo

    (10 settembre 2018 - 17:25)

    Come previsto, è già tutto deciso. Brambilla parla per conto del governo e questa è la ricetta che hanno in mente. Mandano avanti lui in modo che faccia da parafulmine per i due super ministri con buona pace per chi ha 41 o 42 anni di contributi e che non potrà rientrarvi. Bloccassero almeno l’ADV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *