Pensioni 2017, novità Camusso: lo stop dell’adv è possibile

TORINO – Sulla questione concernente l’aumento dell’età pensionabile dal 2019 torna a parlare all’ANSA Susanna Camusso, leader della Cgil che incalza il Governo, facendo presente che bloccare un meccanismo perverso che rasenta la follia si può, basta volerlo. Occorre unicamente una scelta politica, quella che dovrebbe portare il Governo a non fare il decreto che porterebbe l’aumento automatico dell’età pensioba

Cambiare l’innalzamento automatico si può, farlo o meno è una scelta politica!

“In pensione a 67 anni a partire dal 1 gennaio 2019. Questo prevede la legge dopo che l’Istat ha rilevato un aumento di 5 mesi dell’aspettativa di vita nel triennio 2013-2016.
Per rendere operativo il meccanismo è necessario un decreto del Ministero del Lavoro e di quello dell’Economia. Tale decreto non passa dal Parlamento (quindi non deve essere votato) e dal momento in cui viene emanato rende automatico l’aumento dell’età pensionabile.

Il governo può però decidere di non fare il decreto. In questo caso servirebbe una norma che congeli il meccanismo.
Altra possibilità è quella di una norma di legge del Parlamento che sposti in avanti la decisione.

Evitare quindi che l’età pensionabile aumenti è possibile ma c’è bisogno di una scelta politica. Del Governo e del Parlamento.
Se questa scelta politica non ci dovesse essere invece dal 1 gennaio 2019 uomini e donne indistintamente dal tipo di lavoro che hanno svolto andranno in pensione a 67 anni”

Non resta che aspettare per vedere se il Governo avrà intenzione di dare seguito agli appelli di esponenti politici e sindacati tutti concordi sul fatto che tale assurdo meccanismo automatico vada modificato.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

One thought on “Pensioni 2017, novità Camusso: lo stop dell’adv è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *