Pensioni 2018, novità al 2 luglio Salvini: ‘Fornero ingiusta, l’aboliremo’, ma come?

Le ultime novità sulle pensioni al 2 luglio 2018 arrivano direttamente da Salvini che presente ieri al tradizionale raduno del Carroccio a Pontida è intervenuto nuovamente sul tema delle pensioni, sebbene le parole siano state rassicuranti, nessuna specifica è giunta sulle misure quota 100 e 41.5 che tanto stanno facendo discutere e preoccupare sui social. Le persone anche sul nostro sito continuano a chiedersi se questo voler cambiare la Fornero sarà poi un bene o un male, dato che le ultime conferme giunte da Brambilla sui futuri piani del Governo in tema previdenziale, per nulla piacciono  ai cittadini.

Riforma pensioni 2018, ultim’ora: conferme di Brambilla- rassicurazioni di Salvini, dove la verità?

Brambilla, mente del capitolo previdenziale della Lega, ha ribadito che: Quota 100 potrebbe essere già approvata dal 2019 ma sarà usufruibile da quanti riusciranno a centrare 2 requisiti 1 anagrafico: 64 anni e 1 contributivo: 36 di contributi. Poi in un secondo tempo, non è dunque la priorità del Governo, si arriverà alla concessione della pensione anticipata con quota 41 senza limiti anagrafici, che è in realtà divenuta già quota 41,5, sollevando malumori tra i precoci che confidavano nello stop dell’adv per la loro categoria.

Entrambe le misure prevedono la possibilità di utilizzare nel conteggio del montante contributivo unicamente 2/3 anni di contributi figurativi, esclusi militare e maternità che sono a parte, e prevedono il ricalcolo dell’assegno con contributivo già dal 1996. Salvini viene dunque smentito da Brambilla sulla frase pronunciata ad Orbassano nei giorni scorsi in cui affermava: ‘i paletti li lasciamo sulle piste da sci’. I lavoratori infuriati sui social, ritengono di essere stati beffati da quel Governo del cambiamento che avrebbe dovuto rappresentare in primis le loro istanze, date le promesse in campagna elettorale. Se dal ministro del Lavoro Di Maio non giungono smentite, né conferme, a parlare di pensioni è nuovamente il leader del Carroccio, che a Pontida, torna sull’argomento, dicendo:

Pensioni 2018/19, Salvini:’ Legge Fornero disumana, la cambiamo!’ I lavoratori: ‘sì, ma come?’

“Io rinnovo l’impegno a cancellare la legge Fornero come legge ingiusta, disumana e profondamente sbagliata. “Grazie alla Fornero conti a posto? Allora potevate fare una legge per la quale hai la pensione il giorno che ti mettono sotto terra e erano salvi definitivamente. Vincoli e numeri da rispettare? Ci proveremo, smontando pezzetto per pezzetto la Fornero, abbassando le tasse per imprese e famiglie ma – aggiunge, dal palco di Pontida – se per fare meglio dovrò ignorare uno zero virgola imposto da Bruxelles, allora dico che per me viene prima la felicità dei popoli, per me quello zero virgola vale zero”.

Parole certamente rassicuranti, a cui però taluni, quelli più informati, ormai stentano a credere. Silvano, infatti, scrive sul nostro sito che avrebbe voluto ‘sbugiardare’ il vicepremier: “Questa mattina mi sono recato a Pontida con la ferma intenzione di svergognare Salvini, possibilmente salendo sul palco.. Purtroppo sono arrivato tardi e la ressa di migliaia e migliaia di persone mi hanno impedito di mettere in atto il mio proposito”

Poi però Silvano prosegue preoccupato scrivendo che la ‘massa’ sta continuando a seguire estasiata Salvini e Di Maio: ” Mi sono, comunque, reso conto che in questo momento c’è ben poco da fare…. le persone guardavano estasiati Salvini, Fedriga e il resto della banda alternarsi nello sparare caxx….. come se a parlare ci fossero degli Dei.

Poi chiude con una sorta di rammarico per averli votati : “La gente non si rende conto che LEGA e 5 STELLE ( che purtroppo anch’io ho votato) ci stanno preparando un salasso che la Fornero, al confronto, è un libro di barzellette…!!! Ma anche queste persone presto si sveglieranno dal sonno profondo e sarà quello il momento della discesa verticale per il Gatto e la Volpe, ma sarà troppo tardi perchè i danni saranno fatti. Buona fortuna a tutti”

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

17 pensieri riguardo “Pensioni 2018, novità al 2 luglio Salvini: ‘Fornero ingiusta, l’aboliremo’, ma come?

  • Avatar
    2 Agosto 2018 in 17:08
    Permalink

    Non faccio altro che seguire tutte le fantomatiche proposte per andare in pensione, ho 60 anni e 7 mesi ho 41 anni di contributi, ho votato Lega soprattutto perchè ci ha promesso in campagna elettorale come prima cosa avrebbero abolito la legge Fornero.
    quando avevo 33 anni di contributi si andava in pensione a 35 anni di contributi, arrivato ai quasi 35 con la legge Maroni e gli scaloni l’han portata a 37, poi arrivato ai quasi 37 arriva il governo Berlusconi e la porta a 40, poi arriva la Fornero e la porta a 42 e 10 mesi con aspettativa di vita.
    Ma quante volte devo essere perso in giro? devo dire che avevo una gran fiducia in Salvini, ma adesso sento che vogliono mettere quota 100 ma con paletto a 64 anni !!!!! ma scherziamo? volete che la gente prenda un esaurimento? a questo punto meglio la Fornero almeno a 61 anni e 10 mesi potevo andare…..
    Spero che qualcuno di questi ( come li chiamate? il gatto e la volpe?) legga il malcontento che c’è tra la gente.

    Giovanni

    Rispondi
  • Avatar
    23 Luglio 2018 in 6:54
    Permalink

    Qualcuno mi sa dire l importo della legge io(invalidità ordinaria)

    Rispondi
  • Avatar
    23 Luglio 2018 in 6:52
    Permalink

    Credo che ci riprenderanno…e faranno un passo indietro

    Rispondi
  • Avatar
    7 Luglio 2018 in 15:02
    Permalink

    Ho l’impressione che siamo passati dai CAXXARI della “scuola toscana” … ai PER-FONDELLISTI della “scuola lombarda” :
    CAMBIANDO L’ORDINE DEI FATTORI IL PRODOTTO NON CAMBIA ..!! (ce lo spiegavano gia’ alla scuola elementare ..)

    Rispondi
  • Avatar
    4 Luglio 2018 in 15:48
    Permalink

    Cari Salvini e Di Maio siete al governo anche grazie al mio voto (ho votato M5S) ma questa presa in giro della quota 100 con il paletto dei 64 anni, vi farà perdere un mare di consensi compreso il mio. Il prossimo anno avrò 61 anni e 39 anni di contributi quindi esattamente quota 100 ma non potrò andare in pensione se non a 64 anni (quota 106) oppure a 41,5 anni. Vi sembra correttezza la vostra? In campagna elettorale non avete mai fatto intendere che ci sarebbe stato questo “regalo”, ma se farete una cosa del genere ci avrete solo preso in giro e sarà la vostra fine. Il popolo non dimentica.

    Rispondi
  • Avatar
    3 Luglio 2018 in 13:48
    Permalink

    #MandiamoliACasa. Oramai il quadro è chiaro: non hanno alcuna intenzione di cancellare l’infamia della legge Monti-Fornero, non hanno alcuna intenzione di attivare QUOTA 100 così come era stata concordata con TUTTI gli elettori e cioè SENZA PALETTI . Per chi ha già 39-40 anni di contributi versati la prospettiva CERTA è di dover lavorarne altri 5 come MINIMO. Il gatto e la volpe, i nuovi poltronari, quando si dovrà dar conto all’elettorato si accuseranno reciprocamente così la colpa non sarà di nessuno e torneremo allegramente a votare con le stesse vecchie promesse. Cio’ che lascia perplessi è che, insensibili alla RABBIA che sta montando in tutti i blog , NON HANNO NEMMENO PENSATO DI PROSPETTARE ALCUNA ALTERNATIVA, scantonano e basta, evitano l’argomento. Di giullari ne avevamo visti tanti in precedenza, oggi siamo all’apoteosi ! Io se fossi in loro, farei fatica a presentarmi in pubblico….

    Rispondi
  • Pingback: Pensioni 2018, ultim'ora su stop adv, quota 41, opzione donna, esodati | Pensioni per tutti

  • Avatar
    2 Luglio 2018 in 23:45
    Permalink

    Caro Gatto e cara Volpe…..ci si vede a giugno..!! Non basatevi sui sondaggi, non sono attendibili. Non avete ascoltato il consiglio di Giorgetti, eppure il messaggio era chiaro….METTETE LA FOTOGRAFIA DI RENZI SUL VOSTRO COMODINO…. Bèh, ora non rimane altro che stare sereni caro Gatto e cara Volpe….!!!! Vi metto giù due numeri, così, tanto per darvi uh’idea, nel mio caso specifico tra fratelli, nipoti e zii perderete una ventina di voti. Se scontentate un milione di persone, conti alla mano, perderete venti milioni di voti…!!!
    Meditate buffoni meditate……!!!!!!!!

    Rispondi
    • Avatar
      3 Luglio 2018 in 20:21
      Permalink

      Con quota 100 e paletti: 64 anni e 36 di contributi si annullano le due possibilità di pensione vecchiaia e anzianità. In pratica si mescolano le due cose. Per chi non ha i contributi, comunque sapeva che a 67 anni sarebbe andato in pensione. Con quota 100 e paletti deve aspettare i 70 anni e qualche mese. Esempio: se uno ha compiuto 67 anni e 33 di contributi deve aggiungere altri tre anni. Benisssssssimo. Meglio la Fornero.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Luglio 2018 in 23:15
    Permalink

    Ci stanno rifilando una serie infinita di cazzate.Altro che andare in pensione.Spero facciano la fine di Renzi.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Luglio 2018 in 23:09
    Permalink

    non ho votato questi signori per avere dei paletti dal sig Brambilla .In campagna elettorale non si parlava di abolire i contributi figurativi nps ..anzi si parlava di abolire la fornero ….i contributi figurativi inps servono tutti e non si devono penalizzare coloro che ne hanno piu’ di due o tre anni …sono sacri e non si devono toccare …i paletti del sig. Brambilla sono buoni solo sulle piste da sci …spero solo che Salvini e il sig Di Maio non prendono una brutta strada …quella del non ritorno

    Rispondi
    • Avatar
      3 Luglio 2018 in 14:10
      Permalink

      Dovete andare a lavorare e morirete al lavoro

      Rispondi
  • Avatar
    2 Luglio 2018 in 23:05
    Permalink

    Nel 2018 io raggiungo i 41 anni di contributi e i 60 di età . Cosa mi rappresenta quota 100 se io andrò in pensione con quota 105 ? Una ennesima solenne fregatura. Grazie.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Luglio 2018 in 20:36
    Permalink

    30 miliardi di euro per il cd. reddito di cittadinanza = pagamento di fancazzisti che lavorano in nero, flat tax minimo 50 miliardi di euro col condono tombale, tanto quelli che pagano le tasse sono dei fessi, poi li voglio vedere sti 50 miliardi che arrivano col condono, pensioni – con tutte le promesse compreso le minime a 1000 euro, quota 100, senza paletti, quota 41, pensione di cittadinanza. = -almeno 15-20 miliardi euro. Totale circa 100 miliardi. Ma dove li prendono se non facendo altro debito. ?

    Rispondi
    • Avatar
      3 Luglio 2018 in 15:15
      Permalink

      Ludovico se tengono il “paletto” dei 64 anni e 36 di contributi non vai con quota 105 ma con quota 109 (64 anni + 45 di contributi)

      Rispondi
  • Avatar
    2 Luglio 2018 in 16:07
    Permalink

    E’ incredibile quello a cui stiamo assistendo in questi lunghissimi giorni in tema pensionistico. La proposta in tema pensionistico di un tale Alberto Brambilla non votato da nessuno continua ad essere presa come la possibile ( io direi quasi certa ) soluzione per il superamento della Legge Fornero. Salvini ti sei sempre vantato di avere gli attributi. Bene smentisci il tuo collega di partito. Ricordati bene che i lavoratori ti hanno votato per quello che andavi dicendo in campagna elettorale. Quanto proposto da Brambilla e’ distante anni luce da quello che si aspettano i lavoratori oltre che non rispettoso di quanto detto in campagna elettorale.

    Rispondi
    • Avatar
      2 Luglio 2018 in 20:25
      Permalink

      Si, si adesso ve la danno la pensione con 41 di contributi : però in nuove lirette svalutate o talleri mantovani. Ma non avete capito, boccaloni che i soldi non nascono sotto gli alberi!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *