Pensioni 2018 ultime notizie oggi 27/7: sindacati contro il Governo per quota 41 e donne

Le ultime notizie di oggi 27 luglio sul tema delle pensioni anticipate arrivano direttamente dai Sindacati, con la CGIL che tramite un volantino ha ribadito al Governo le sue richieste sul tema previdenziale. Il volantino intitolato Pensioni: adesso risposte concrete è un’appello al Governo che è stato condiviso anche da diversi gruppi sui social, come il ‘Comitato Opzione Donna social’, il Gruppo ‘Lavoro e Pensioni problemi e soluzioni’ e il gruppo ‘Movimento Opzione Donna’.

Ultime novità Pensioni oggi: le richieste della CGIL

Il pressing sulle Pensioni continua dalla CGIL verso il Governo, con la pubblicazione del volantino condiviso anche dal Segretario Confederale Roberto Ghiselli. Nel testo del manifesto si può leggere che “La CGIL chiede anche a questo Governo risposte concrete sul tema delle Pensioni, una vera riforma previdenziale, che superi strutturalmente l’impianto complessivo della Legge Fornero”.

Nel Volantino i punti trattati sono i seguenti: uscita a 62 anni di età o con 41 anni di contributi senza vincoli, una pensione di garanzia per i giovani che hanno carriere discontinue , il superamento delle disparità di genere con la valorizzazione dei lavori di cura e la proroga dell’Opzione Donna. Si chiede poi di superare l’adeguamento all’aspettativa di vita e di riconoscere la gravosità dei diversi lavori, oltre che di separare la spesa previdenziale da quella assistenziale. Al fine di poter raggiungere questi obbiettivi, la CGIL chiede che si riapra il confronto con il sindacato “per definire un nuovo sistema previdenziale sostenibile che sappia tenere insieme tutte le generazioni ed essere equo”.

Pensioni 2018 ultime notizie: Parla Pedretti

Pochi istanti fa è intervenuto con un post su facebook anche Ivan Pedretti, il Segretario generale Spi-Cgil nazionale che ha detto la sua sul tema delle pensioni attaccando il Governo gialloverde e anche il consigliere economico Tria che ha rilasciato recentemente una nuova intervista su questi temi. Ecco il post di Pedretti:

“Torna a parlare Brambilla, il consigliere economico della Lega. Ogni volta che lo fa c’è da avere paura. Oggi in un’intervista a La Stampa ripropone il contributo di solidarietà sulle pensioni e dice di voler mettere le mani su quelle da 1.300/1.500 euro nette al mese. Poi dice che si fa quota 100 con 64 anni e che si abolisce l’Ape sociale, che invece permette di andare in pensione a 63.
Lo fa parlando al plurale. Non è una sua proposta, è quella del governo. Un governo del cosiddetto cambiamento che vuole rubare i soldi ai pensionati che hanno lavorato una vita e che non è assolutamente in grado di affrontare le rigiditàdella Fornero. Vergognoso e insopportabile”.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

21 pensieri riguardo “Pensioni 2018 ultime notizie oggi 27/7: sindacati contro il Governo per quota 41 e donne

  • Avatar
    29 Luglio 2018 in 16:17
    Permalink

    Se queste sono le porcate che vogliono fare (quota 100 e 64 anni di eta’) meglio tornare al voto prima possibile,risparmiateci altri danni.

    Rispondi
  • Avatar
    28 Luglio 2018 in 11:49
    Permalink

    Basta promesse false dopo 42. Anni di contributi abbiamo diritto di avere la nostra misera pensione

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 23:34
    Permalink

    “……Ci vuole una mobilitazione generale.”
    DACCORDISSIMO CON Silvano, PURTROPPO – QUASI TUTTA – LA CLASSE POLITICA ITALIANA, E’ LONTANA “ANNI LUCE” DALLA REALTA’ DEI LAVORATORI – FUTURI PENSIONATI/PENSIONANDI …!!
    DIVERSAMENTE … FERMANDOCI ALLE ANALISI E AI COMMENTI … L’ ATTUALE ASSURDA LOGICA: “RIDURRE IL DEBITO PUBBLICO RALLENTANDO/BLOCCANDO IL RICAMBIO GENERAZIONALE E ALLUNGANDO L’ADV …” NON POTRA’ ESSERE NE BLOCCATA NE INVERTITA!!
    Quando parliamo di PENSIONI … non pensiamo solo alle nostre … pensiamo anche a quelle dei nostri figli e nipoti …..

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 22:24
    Permalink

    TUTTI COMMENTI NEGATIVI NEI CONFRONTI DI DI MAIO E SALVINI. IO CREDO CHE LA COSA MIGLIORE SIA APRIRE UNA CRISI DI GOVERNO E RIANDARE AL VOTO QUANTO PRIMA. CON UN GOVERNO DEL GENERE ( CHE IO HO DISAPPROVATO SIN DALLA NASCITA) NON SI VA DA NESSUNA PARTE. SE IL GOVERNO NON DOVESSE CADERE E PROPORRANNO LA SCHIFEZZA DI MODIFICA DELLA LEGGE FORNERO COSI’ COME VOGLIONO FARE (PROPOSTA BRAMBILLA) MI AUGURO CI SIA UNA DEMOCRATICA SOLLEVAZIONE POPOLARE PER MANDARLI A CASA DEFINITIVAMENTE.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 20:54
    Permalink

    Sono d’accordo sulla manifestazione.
    Brambilla dovrebbe smetterla di fare terrorismo e Salvini dovrebbe dire se parla a nome della Lega, spero di no. Garavaglia dice che è una opinione come tante.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 18:48
    Permalink

    Alfredo, non ho detto e mai dirò W la Fornero, ho detto e dico lasciate la Fornero perchè quello che in sostituzione ci prospettano è oggettivamente peggio. Basti solo pensare al colcolo contributivo a partire dal 1996 del quale poco si parla ma che vale una scoppola da 200 o 300 € in meno al mese per il resto della vita. Se ci aggiungiamo poi gli altri paletti di cui si sente parlare..bèh..lascio a te e a tutti voi le conclusioni.

    Rispondi
    • Avatar
      27 Luglio 2018 in 21:23
      Permalink

      Giusto e sacrosanto quello che dici, Silvano!!!! Ci vuole una mobilitazione generale. E grazie per il chiarimento!

      Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 18:28
    Permalink

    Ma chi autorizza questo famigerato Brambilla a parlare di pensioni? Siete proprio sicuri che sia professore di economia? E’ un folle, uno stragista scientifico di futuri pensionati. Con la maledetta riforma pensionistica che hanno in mente andranno in pensione solo quelli che ancora hanno un lavoro e, relativamente , pochi anni di contributi. Ed i sessantenni che il lavoro l’hanno perso, pur avendo oltre 40 anni di contributi cosa fanno? Aspettano le decisioni di Brambilla e dei due CAZZARI ( questi si che lo sono )? Pensino piuttosto a prorogare l’Ape Social senza adv e lascino in pace la L. Fornero. Questi non sanno fare due+due e vogliono fare i conti delle pensioni. Ma vadano a c….e sti pagliacci.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 18:05
    Permalink

    Bella roba!!!
    Che schifo di uomini!!!
    Pensavo che almeno questi fossero diversi….
    Invece sono peggio dei vari renzi monti poletti
    Mi tocca dare ragione a quella stronza della fornero che si starà sbellicando dalle risate!!!
    Diceva ‘al primo consiglio dei ministri CANCELLIAMO la fornero’
    Ci metto la faccia…di MERDA!!!!
    Farà la. fine di renzi e del pd!!!

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 18:03
    Permalink

    Di Maio-Salvini dilettanti e incapaci (ma chi vi ha mandato al governo?). Non è per dare “colpe” alla massa di elettori che si è fidata di voi… ora questa massa vi manderà da qualche parte ( i famosi vaffa… che qualcuno regalava a destra e manca ora ve li strameritate!). Però, ragazzi 60enni, e giù o sù di lì… non diciamo W la Fornero! Meglio la Fornero! Non diciamo cazzate (anche se non c’è da stare allegri, purtroppo!)

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 18:00
    Permalink

    Certo che se la quota 100 dovesse rimanere con il paletto dell’età di 64 anni sarebbe un ingiustizia e soprattutto peggiorativa dell’ape social. Mandiamoli subito a casa prima che facciano danni. Matteo, io ti ho votato ma se fosse come ho detto sopra mi riprendo il voto con gli interessi

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 17:48
    Permalink

    Si fa presto a dire non toccate nulla..!! Questi toccano, eccome se toccano..!! Se non si scende in piazza, a tempo indeterminato, in difesa della legge fornero prima che facciano danni, sarà la fine…!!! D’altronde se aspettiamo che i sindacati si diano una mossa….Bèh allora stiamo freschi…. No, qui bisogna agire e anche in fretta !! Io propongo di trovarci a Roma, davanti al ministero dell’interno, in data da destinare con cartelli(anche artigianali) con su scritto…..LASCIATE LA FORNERO….. Naturalmente bisognerà essere in tanti altrimenti non servirebbe, almeno 5000 persone meglio se di più…!! Ecco in questo modo(pacifico) si potrebbe attirare l’attenzione di Salvini e fargli capire che se non rispetta le promesse che va sbandierando ormai da cinque anni, tornerà alla media che gli compete e cioè al 6%.
    Questo è il mio num 371/3829879

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 17:08
    Permalink

    Secondo lo scienziato Brambilla allora chi ha 43 anni di contributi e 62 di eta’ deve lavorare fino a 64 anni e 45 di contributi….
    e’ una vera presa in giro dopo tante promesse dovrebbero vergognarsi. Non toccate la Fornero che a questo punto e’ molto meglio
    della PORCATA proposta da Brambilla,altro che senza paletti come diceva Salvini questi sono tronchi giganti una mega fregatura .
    Non toccate nulla per carita’.

    Rispondi
    • Avatar
      27 Luglio 2018 in 21:03
      Permalink

      La legge Fornero va abolita e bisogna andare a Roma per farla cancellare ho 63 anni e 41 di contributi e secondo la Fornero dovrei andare in pensione a 67 anni quasi 68 e tanti italiani si trovano nella mia situazione Ci sono tanti pensionati che prendono la pensione da 25 anni e noi dobbiamo pagarla a loro che se la godono già da tanto tempo . Se occorre con un pò di solidarietà alle pensioni da 1500 euro in su vanno tagliate 100 200 euro così diamo una mano allo stato a mandare in pensione agli ultra sessantenni

      Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 16:17
    Permalink

    Tutte promesse prima delle elezioni. Dopo 41 anni di contributi di cui 3 pagati volontariamente e 62 anni di età, con grossi sacrifici, senza lavoro e senza pensione, cosa altro dovremmo aspettarci e chissà quale altro imbroglio. Ora basta , se non sono in grado di mantenere ciò che hanno promesso, possono dimettersi. Tutto ciò è vergognoso!!!!! Antonio

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 16:15
    Permalink

    Nel 2011 l’approvazione della legge Fornero Monti e’ stata velocissima nessun sindacato si e’ opposto, in 7 dico 7 anni che cosa avete fatto? Ora che il governo sta tentando di modificarla vi mettete di traverso assieme a Confindustria Draghi e
    C. Proponendo di abbassare l’ eta’ a 62 anni e con quali coperture voi pensate che sia proponibile, se nel 2019 siamo a quota 67 anni grazie ai vostri interventi a tutela dei lavoratori? Forse prevale la vostra connivenza con I poteri forti, che hanno tutto l ‘interesse a far saltare il banco e mandare tutto all’ aria facendo credere agli iscriitti che siete a loro sostegno Complimenti. Noi intanto a 65 66 67 anni continuiamo a lavorare.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 15:23
    Permalink

    Come strategia della comunicazione si stanno comportando come dei dilettanti. Non si riesce a capire quali siano le loro vere intenzioni
    in merito. Ho il forte sospetto che brancolino nel buio. Ma a settembre tutti i nodi dovranno essere sciolti e allora capiremo se
    i proclami in campagna elettorale si tramuteranno in fatti concreti e i dubbi sono molti. Sarebbe poi da galera penalizzare oltremodo
    chi ha gia’ 41 o 42 anni di contributi versati: farlo restare ulteriormente al lavoro e’ da criminali, tanto piu’ se si prevede il “contentino” di q. 100 (64+36); una inezia che soddisferebbe una platea relativamente bassa e comunque una misura iniqua che pur prevedendo una eta’ piu’ alta ti manda in pensione con “solo” 36 anni di contributi a fronte di chi come citato sopra ne ha 41 o 42 e dovrebbe restare ancora al lavoro per pensionarsi nel 2020 o 2021 con la fornero. Assurdo!!!!! Se io dovessi aspettare la loro quota 100 dovrei lavorare per 45 anni.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 14:08
    Permalink

    ma questi COGLIONI SI RENDONO CONTO DELLE CAZZATE CHE DICONO.
    I SOLDI CI SONO BASTA RIDURRE DEL 10% L’AMMONTARE DELLE DEDUZIONI E DELLE DETRAZIONI E SI TROVANO SUBITO
    DIECI MILIARDI DI EURO PER FINANZIARE LA RIFORMA COME PROMESSO QUOTA 100 E QUOTA 41 SENZA SE E SENZA.
    SIAMO IN MANO AD UN PUGNO DI INCOMPETENTI O DI DELINQUENTI?????

    Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 14:03
    Permalink

    ma mi chiedo chi è il ministro del lavoro? esiste? nessuno di noi vuole le pensioni peggiorative rispetto alla fornero e quanto meno un brambilla che proclama cose peggio della fornero, Sindacati siete bravi ad aiutarci? per la fornero vi siete voltati dall’altra parte, ora dovete dire la vostra se no scomparirete anche voi

    Rispondi
    • Avatar
      27 Luglio 2018 in 16:15
      Permalink

      Tutte promesse prima delle elezioni. Dopo 41 anni di contributi di cui 3 pagati volontariamente e 62 anni di età, con grossi sacrifici, senza lavoro e senza pensione, cosa altro dovremmo aspettarci e chissà quale altro imbroglio. Ora basta , se non sono in grado di mantenere ciò che hanno promesso, possono dimettersi. Tutto ciò è vergognoso!!!!! Antonio

      Rispondi
  • Avatar
    27 Luglio 2018 in 11:18
    Permalink

    Ma Salvini cosa ci sta a fare ?
    Ma Salvini ha idea delle bestemmie che stanno uscendo dalla sua compagine ?
    Se comunque questa è la condotta di questi nuovi infami, visto che Brambilla parla in nome e per conto del governo, mandiamoli a casa subito, senza attendere nulla !

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *