Pensioni 2019 e quota 100, ultime novità sulla manovra da Tripiedi e Bongiorno

Le ultimissime novità sulle pensioni anticipate al 6 novembre 2018 e nello specifico sulla quota 100 giungono dalle ultime dichiarazioni dell’onorevole Davide Tripiedi, Movimento 5 Stelle, e del Ministro della Pubblica Istruzione Giulia Bongiorno. Il primo conferma che sulla Manovra 2019 non si arretrerà di un millimetro, la seconda spiega, intervistata da SkyTg24 come funzionerà quota 100 per gli statali.

Pensioni 2019, Tripiedi su Manovra 2019: M5S non  arretra di un millimetro

E’ di ieri l’ultimo post dell’onorevole Davide Tripiedi,  che conferma gli impegni presi dal Movimento 5 Stelle in campagna elettorale, nonostante le tanti voci che continuano a mettere in dubbio la fattibilità delle misure, l’onorevole pentastellato sulla sua pagina Facebook scrive: ” Sul #RedditoDiCittadinanza, taglio alle #pensionidoro, #Quota100 e tutte le altre misure della Manovra il MoVimento 5 Stelle non arretra di un millimetro!”

Poi conferma quanto detto dal vicepremier Di Maio, nella Manovra 2019, non vi sono le norme, ma vi è ‘la ciccia’, ossia i soldi per portare avanti gli impegni presi con il ‘popolo’.  “Nella ManovraDelPopolo abbiamo stanziato 9 miliardi per il Reddito di Cittadinanza e 7 miliardi per superare la Fornero con Quota 100, e i dettagli di attuazione delle misure saranno inseriti in appositi decreti collegati.”

Quota 100, non è il superamento della riforma Fornero

Sono in diversi ad aver risposto sotto al post che la quota 100, anche venisse confermata e messa in campo da gennaio 2019, non coincide affatto con il superamento della riforma Fornero, dà unicamente la possibilità a pochi, che hanno carriere continuative ed hanno iniziato più tardi a lavorare, di accedere prima alla quiescenza.

Disoccupati under 62 con pochi anni contributivi, esodati senza lavoro da anni impossibilitati a raggiungere il montante contributivo richiesto, le donne con carriere discontinue e i precoci, che pur avendo 41/42 anni di contributi versati sono troppo giovani per la quota 100, che prevede un minimo di 62 anni d’età e 38 di contributi,  restano tutti fuori dall’annunciato superamento della legge Fornero.

La quota 100 inoltre sarà come hanno annunciato Salvini e Durigon strutturale ma graduale, dunque soggetta a finestre, che per i dipendenti pubblici allontaneranno ancora le uscite, a spiegare il funzionamento il Ministro Bongiorno.

Pensioni statali, quota 100 Bongiorno: occorrono 9 mesi di preavviso

Giulia Bongiorno intervistata a Sky Tg24 spiega come i dipendenti della pubblica amministrazione potranno optare per la quota 100. Per loro, il ministro della pubblica amministrazione, conferma che vi saranno norme ad hoc, i dipendenti pubblici dovranno dare un preavviso di circa 9 mesi se vorranno optare per la misura.

Questo è l’unico modo, riferendosi alle finestre di uscita e al preavviso, per consentire il giunto turnover generazionale, che sarà assicura, del 100% nella pubblica amministrazione , attraverso concorsi più veloci.  Ho sempre detto, ha ribadito in studio Bongiorno, che “investiremo nella pubblica amministrazione a differenza dei governi precedenti. Con noi non si taglia. Quindi per 100 persone che escono ce ne saranno 100 che entrano. La norma, è già finanziata”. Voi siete tra i potenziali fortunati che riusciranno ad accedere alla quota 100?

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Erica Venditti

Erica Venditti
Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

19 commenti su “Pensioni 2019 e quota 100, ultime novità sulla manovra da Tripiedi e Bongiorno

    Carmine

    (9 novembre 2018 - 12:40)

    Buongiorno sinceramente mi farebbe piacere e sapere se ufficiosamente l’aspettativa di vita questo governo la blocchi e vuol dire moltissimo rispetto a tutte quelle modifiche che vogliono fare. Grazie

    Maria Bonaria

    (7 novembre 2018 - 11:47)

    Salve, compiro’ 65 anni al primo gennaio, 3 gravidanze che mi danno diritto a 15 mesi di contributi e 30 anni di contributi in azienda pubblica. Dovrei andare in pensione a 67 e 9 mesi…. ?? Non ce la posso fare! Esiste una soluzione? Grazie!

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (7 novembre 2018 - 12:18)

      Maria non ho capito perché 67 e 9 mesi?

    giorgio

    (7 novembre 2018 - 7:18)

    Più leggo in propositi e mi sembra che sia meglio la “Fornero”!!!!!!

    Paola Salerno

    (6 novembre 2018 - 20:49)

    In relazione ai vari articoli che girano nelle news pensionistiche…..attenzione perché a confondere ancora di più le cose (già altamente e drammaticamente confuse) ho visto che vengono riproposti articoli vecchi superati…a volte drammatici (tipo…quota 100 salta tutto). Tenerne conto.

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (7 novembre 2018 - 10:22)

      Infatti Paola a voi sta controllare bene le fonti, alcuni portali riportano purtroppo news vecchie, qui sul nostro portale, anche se a volte non piacciono, troverete, invece, sempre le news corrette. Mi fa piacere che qualcuno inizi ad accorgersi che non tutti i siti sono di qualità

    Lucia

    (6 novembre 2018 - 20:09)

    Oggi ho inviato 3messaggi ma con mio rammarico non li vedo pubblicati

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (7 novembre 2018 - 10:24)

      Lucia li devo approvare io manualmente, mi dia un attimo, al mattino, da tipica mamma senza aiuti, porto il bimbo più grande a scuola ( 8 anni) a scuola e mi devo organizzare con la più piccola (20 mesi), a breve li vedrà pubblicati, sto facendo ora…grazie per la comprensione.

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (7 novembre 2018 - 10:25)

      Sto approvando e per fare prima ho messo un cerca sul suo nome, non mi risultano altri messaggi se non quello a cui ho risposto poc’anzi, certa di aver inviato? Grazie

    Giuseppe

    (6 novembre 2018 - 17:51)

    Buonasera. Ma questa cosa si chiama quota 38.
    Mi metto nei panni di chi rimarrà fuori…….. gli statali che dovranno aspettare nove mesi……
    Bisognerà andare in tribunale per avere giustizia.
    La giustizia è uguale per tutti? Mah……..
    Vergogna

    Lucia

    (6 novembre 2018 - 17:02)

    Ho appena letto che forse salta tutto quota 100
    Ms ripeto che è una continua presa per il c..
    Da mesi e mesi stanno prendendo in giro le persone
    A me personalmente non interessa di chi aspetta x andare prima in pensione e godersi.la vita pur avendo un lavoro
    Io parlo da indignata da chi come me il lavoro le è stato tolto s 62 anni
    E uno schifo

    Lucia

    (6 novembre 2018 - 16:21)

    Ora ho appena letto che sembri salti tutto
    È una continua presa per il c.. Da mesi e mesi ormai
    Stanno giocando con le vite di persone
    A me francamente non frega niente di chi ha un lavoro e vuole uscire prima x godersi la vita
    Io parlo di chi come me ne è stato.privato a 62 anni
    E una vergogna

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (6 novembre 2018 - 18:06)

      Dove Lucia? Ci mette il link? Anche noi fatichiamo a stare dietro a tutto, sa?

    Luciana Simoni

    (6 novembre 2018 - 16:04)

    Insegnante di scuola primaria, 64 anni nel 2019, ho votato per il superamento della legge Fornero come tante colleghe che sono state penalizzate con +6 anni di lavoro. Non siamo più in grado, fisicamente, di far fronte ai nostri impegni lavorativi: Sono venuti a mancare pazienza, entusiasmo, dedizione e predisposizione a vivere con una scolaresca che va dai 5 ai 10 anni. Siamo sfinite! Ritengo che i due vice premier siano dei ciarlatani per tutte le scuse che stanno adducendo sulla ” quota 100″. Sapevano anche prima del 4 marzo qual era e quale sarebbe stata la situazione. Ma…tante chiacchiere e false promesse. Il mio voto non l’avranno più!

    Renato

    (6 novembre 2018 - 13:47)

    Regalano 5 anni ma vogliono regalare 5 mesi. Altro che abbattere la riforma Fornero ( l’ha ripromesso anche oggi ) “41 SARA’ L’OBBIETTIVO FINALE “, ma se trovano fondi per il blocco dell’ADV ma cosa pensano di fare tutto entro il 2023 ??? E noi precoci intanto siamo i più fessi . NON SI VERGOGNANO DI NULLA , OGNI GIORNO E’ CAMPAGNA ELETTORALE

    adrio

    (6 novembre 2018 - 13:01)

    Siamo un gruppetto di amici, dipendenti della pubblica amministrazione (enti locali) ultrasessantenni ( da 62 a 65). Abbiamo convintamente votato per l’abolizione della legge Fornero e oggi apprendiamo dai social, con stupore, che per noi dovrà esserci un preavviso addirittura di 9, NOVE , mesi. Assurdo. Qualcuno di noi arriverà ai primi mesi del 2019 con quota 104 o addirittura quota 105, con 65 anni di età e avranno lo stesso trattamento di chi ha 62 anni! Che differenza cè fra la legge fornero? Poi venite a dire di voler il ricambio generazionale e lo svecchiamento della pubblica amministrazione. PRETENDIAMO che la promessa sia mantenuta, noi ci sentiamo TRADITI, illusi e traditi! I dipendenti pubblici hanno subito il blocco dello stipendio per quasi 10 anni, l’allungamento della propria liquidazione e ora anche questo. E’ così in Italia, chi lavora per il proprio paese è sempre penalizzato. Siamo gente perbene e oltre a chiedere PROPONIAMO. Chi nel 2019 arriverà a quota 104/105 dovrebbe avere l’accesso al pensionamento con un preavviso massimo di 6 mesi, non per questo si bloccherà la macchina della P.A. come si vuol far credere. Avete promesso il cambiamento: Siamo qui ad attenderlo, con i fatti, non con le chiacchere..
    Cordialmente
    Adrio Celi, Massimiliano Capaci, Ida Turriani, Giovanni Rapoli, Antonella Lucchesi, Angelo Giammattei, Antonio Fabbris, Domenico Nicolai, Elio Capurso, Anna Maria Vecchioni, Elena Sangiorgio, Fabio Contadini, Massimo Galli, Andrea Turchini, Donatella De Angelis, Fabrizio Tonon, Alvaro Vagli, Giacomo Matteoni, Agostino Terni, Maria Rosa Rossi, Antonio Del Greco, Massimo Gargiulo, Severino Taddei, Tecla Nobili, Romeo Romei, Leandro Agnesini, Fabio Messeri, Cesare Brigantini, Enrico Murgia, Simone Vangelisti, Antonio Campana, Francesco Carrarini, Giovanni Angeli, Giuseppe Rossi.

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (6 novembre 2018 - 14:11)

      Grazie molte della preziosa testimonianza, gentilissimi 🙂

    Pucci Albina

    (6 novembre 2018 - 12:52)

    Sono dipendente statale ho 62 anni di etò e 41 anni di contributi è possbile andare in pensione anticpata con quota 102

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (6 novembre 2018 - 16:06)

      Non appena sarà norma la quota 100 lei dovrebbe rientrarci, certa però le convenga uscire e non attendere ancora 10 mesi ed andare con l’attuale riforma Fornero? Potrebbe cmq subire una penalizzazione legata all’età, coefficiente di trasformazione legato ai 62 anni, Patrirca, esperto previdenziale, stima che la penalità possa essere pari all’8% per chi esce con 62 anni e 42 di contributi. Si faccia fare una simulazione all’Inps dei due assegni, quota 100 e riforma Fornero, così potrà decidere con le giuste valutazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *