Pensioni 2019, quota 100, esodati e Opzione Donna: promesse non mantenute dal Governo?

Le ultime novità sulle pensioni anticipate di oggi 16 maggio 2019 ci vedono riportare i dubbi e i commenti sull’Operato del Governo da parte dell’Amministratrice del Comitato Opzione Donna Social, Orietta Armiliato. Vediamo cosa ha scritto sul gruppo facebook del Comitato a proposito di quota 100 ma anche dell’opzione donna e della delicata situazione dei semila esodati ancora in attesa di soluzione.

Ultime Novità Pensioni anticipate 2019: i dubbi del CODS su precoci, esodati e Opzione Donna

A proposito delle pensioni, Armiliato scrive: “I commenti sulle promesse non mantenute dal Governo oggi dovrebbero convergere ed andare tutti o quasi nella medesima direzione ovvero quella dello sdegno, dell’indignazione se non vogliamo arrivare a dire della collera, perché alle prese in giro, pochi reagiscono positivamente….e direi che, rispetto alle premesse, la presa per i fondelli oggettivamente c’è stata.

Ecco: leggo invece un po’ ovunque ma anche qui in CODS che ci sono donne che, per altro, sono state fra i lavoratori le più penalizzate dalle norme pensionistiche appena introdotte, ergersi a paladine in difesa di questo esecutivo, redarguendo chi manifesta il proprio scontento, dicendo, ancora e reiteratamente, “lasciateli lavorare” “dopotutto hanno fatto” piuttosto che un indecente proprio perché inaccettabile aprioristicamente, “non siamo mai contenti”. Ora: francamente persone felici di essere state “prese per il naso” nell’arco del mio vissuto non ne ho mai incontrate, anche perché senza voler assumere il ruolo politico delle opposizioni, é sotto gli occhi di tutti che allo “stato dell’arte” la Fornero é dove era, le donne non hanno avuto riconoscimenti, gli esodati sono ad oggi ancora tali e i precoci non possono fare altro che assistere al pensionamento di chi ha al proprio attivo meno anni di lavoro e quindi di contribuzione di quella che hanno loro. Dovrebbe essere inutile dover ricordare che le promesse degli attuali Governanti, contratto di governo o meno, erano proprio quelle di RISOLVERE queste situazioni, ed invece ci troviamo a dover certificare che non solo quello che era stato sottoscritto non si é concretizzato ma che dobbiamo essere tolleranti e forse anche un filo soddisfatti per ciò che è stato fatto e che nulla ha a che vedere con quello che ci si aspettava proprio perché annunciato.

Pensioni 2019 ultime notizie oggi: promesse non mantenute su quota 100 esodati e Opzione donna?

Orietta Armiliato poi continua il suo post di riflessione cercando di riassumere la situazione attuale: “Quindi ricapitolando oggi:
Esodati gli ultimi 6000 non sono ancora stati salvaguardati
Opzione Donna sono stati cambiati i requisiti d’accesso peggiorandoli 
Quota 100 oltre ad essere una misura molto costosa non è affatto una misura equa: i 41 sono rimasti al palo pur con un requisito contributivo al loro attivo ben maggiore e le donne pure, poiché il requisito contributivo é per loro irraggiungibile, tant’è che le domande giunte all’Inps al 10 Maggio scorso sono in totale 131.099, di cui 34.225 da donne e le restanti 96.874 da uomini.”

Poi Armiliato conclude: “Capitolo a parte per il reddito di cittadinanza che ha, insieme a Quota100, contribuito al clamoroso deficit del nostro bilancio tant’è che per mitigarlo hanno pescato in tasca ai pensionati ma non solo a quelli d’oro ma ai più. Siamo ancora sicuri che sia stato fatto un buon lavoro? A me non pare affatto…e non venitemi a dire che contesto perché ho un’idea politica diversa da quella che esprime la maggioranza di Governo perché nella fattispecie, per me contano solo i fatti nudi crudi ed obiettivamente qui ne abbiamo parecchi e sono difficilmente confutabili.
#ledonnesonoincredito #nondifendiamolindifendibile#ledonnenonsilascianorimbambire”. Voi cosa ne pensate? Come sempre potete commentare qui di seguito o sulla nostra pagina facebook Pensionipertutti!

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

10 pensieri riguardo “Pensioni 2019, quota 100, esodati e Opzione Donna: promesse non mantenute dal Governo?

  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 20:53
    Permalink

    Niente di nuovo tutto temporaneo o meglio tutto peggio.

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 15:41
    Permalink

    Continuate a prenderci in giro.. (x essere gentile..)
    SALVINI durigon emeriti Infami e Bugiardi….
    Il 26 andrete a casa come renzi…..
    Pacchia finita Ignobili!!!

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 15:34
    Permalink

    Il problema nasce tanto tempo fa. Quando c’erano tanti contributi versati. Non c’erano le pensioni o meglio erano poche. I soldi versati sono stati usati per molte manovre, per chiudere buchi di bilancio, per chi più ne ha più ne metta. Adesso siamo a piangere ma nessuno ha mai avuto il coraggio di opporsi a questa situazione che è tutta italiana. Se com’è doveroso tutti pagassero le tasse questi problemi non sarebbero così pesanti. Si potrebbe andare in pensione qualche anno prima senza essere esagerati. Ma noi siamo il popolo dei diritti non dei doveri. Siamo i creduloni che abboccano alle promesse eclatanti, e, quando si accorgono che sono stati usati non cambiano opinioni ma vanno fino in fondo a testa bassa altrimenti perdono la faccia. Facciamo un piccolo conto :dobbiamo creare lavoro ma non sblocchiamo le grandi opere, non facciamo il tav. Poi io non ho mai visto un opera pubblica che dia benefici economici. Di solito si usa. Guardate le autostrade. Quanto sono costate e dopo quanti anni hanno iniziato i benefici? Siamo in demagogia. Per non perdere voti si diventa contorsionisti. Si dice una cosa salvo poi smentirla perché non da consensi. Le persone che lavorano e tacciono non bucano lo schermo. Siamo diventati il paese delle immagini. E mi dispiace dirlo le immagini sono brutte..

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 15:24
    Permalink

    Il problema nasce tanto tempo fa. Quando c’erano tanti contributi versati. Non c’erano le pensioni o meglio erano poche. I soldi versati sono stati usati per molte manovre, per chiudere buchi di bilancio, per chi più ne ha più ne metta. Adesso siamo a piangere ma nessuno ha mai avuto il coraggio di opporsi a questa situazione che è tutta italiana. Se com’è doveroso tutti pagassero le tasse questi problemi non sarebbero così pesanti. Si potrebbe andare in pensione qualche anno prima senza essere esagerati. Ma noi siamo il popolo dei diritti non dei doveri. Siamo i creduloni che abboccano alle promesse eclatanti, e, quando si accorgono che sono stati usati non cambiano opinioni ma vanno fino in fondo a testa bassa altrimenti perdono la faccia. Facciamo un piccolo conto :dobbiamo creare lavoro ma non sblocchiamo le grandi opere, non facciamo la tav

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 14:56
    Permalink

    Non era più giusto lasciare la legge fornero e da li cominciare a scendere a scaglioni 6mesi a 6mesi fino ad arrivare all’età prestabilita x la pensione non so 41/42 anni ? Io l’avrei trovata più giusta di quota 100. Scusatemi è una mia oppinione.io sono un lavoratore precoce 41,5 dicontributi versati classe 1959

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 14:24
    Permalink

    Da quando sono nato tutti i governi che sono passati non hanno fatto una legge sulle pensioni che fosse una legge giusta per tutti.. Sembra che lo fanno apposta.. La pensione viene pagata con i contributi che ogni lavoratore a versato.. dunque non ci regala niente nessuno..sono soldi nostri.. Metti un tetto di contributi..41 mi sembra già una cosa esagerata che cosa volete di più.. Non ci arriverà più nessuno delle nuove generazioni.poi mettete un tetto di età 62 anni sono già sufficienti.. E chi a pagato più contributi avrà una pensione commisurata ai versamenti chi avrà versato meno o continuerà o di accontentera’.. Ma è così difficile

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 12:51
    Permalink

    È veramente vergognoso che un lavoratore.che ha versato più contributi solo perché più piccolo d età rimanga appeso al palo.
    Non mi sembra così difficile da comprendere!!!
    Non ho più parole spero soltanto che qualcuno RINSAVISCA.
    BASTA CON LE FINZIONI

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 11:29
    Permalink

    Complimenti Sig.ra Armiliato, ha detto crudemente quello che tento di spiegare a molti che si ritengono soddisfatti della riforma solo perchè ne sono i beneficiati. A loro non frega niente che la legge sia iniqua e ingiusta e oltretutto costosissima. Sono uno di quelli a cui il deputato senatore Tripiedi del M5S ha detto di non lamentarmi perchè mi mancano solo1 anno e 4 mesi per raggiungere i 43,1 della Fornero e quindi a lui pare giusto che ci vadano chi ha solo 38 di contributi perchè a loro mancano ben 5 anni. A loro regalano 5 anni a me 2 mesi solo che avrò lavorato 5,1 anni di più. Buona pensione a chi ha usufruito della quota 100 ma almeno abbiate il buon senso di non elogiare chi ha fatto una legge schifosa.

    Rispondi
  • Avatar
    16 Maggio 2019 in 11:06
    Permalink

    Tutte queste belle cose sulle pensioni le dicevate anche quando c’era supermario,letta, ed il pifferaio di Firenze?…non eravate ancora cosi infoiate?…o forse non vi conveniva ? potete rispondermi anche su fb :ross boccia grazie.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *