Pensioni 2019, ultime da Salvini su procedura UE: ‘Resta quota 100, si lavora su quota 41’

Pensioni 2019, ultime da Salvini su procedura UE: ‘Resta quota 100, si lavora su quota 41’

La situazione tra l’Italia e l’UE resta delicata, con il primo possibile via libera alla procedura di infrazione contro l’Italia per debito troppo elevato pronta ad arrivare. Questo però non sembra preoccupare il vice Premier Matteo Salvini, che ha risposto all’Europa da Foligno rilanciando con fermezza la linea del Governo Giallorosso sulle pensioni 2019 e rilanciando dopo quota 100 anche la quota 41. Vediamo le parole del Leader della Lega e a seguire anche le ultime parole di Domenico Proietti della Uil.

Ultime novità Pensioni anticipate: Salvini rilancia quota 41 dopo quota 100

Matteo Salvini sulle pensioni e sulla linea di politica economica del Governo da Foligno, dove ha parlato in piazza per la campagna elettorale dei ballottaggi sostenendo il sindaco Stefano Zuccarini, dice: “Sulla legge Fornero siamo solo all’inizio. La lettera dell’Ue ci dice che abbiamo sbagliato a iniziare a smontarla e ad approvare ‘quota 100‘. Io rispondo educatamente che siamo solo all’inizio perché l’obiettivo è quota 41“. Poi prosegue: “Andare in pensione dopo 41 anni di fabbrica, di negozio o di ospedale mi sembra il minimo. Quindi sarà un bel confronto tra due prospettive diverse, di vita”. Infine conclude: “La lettera di richiamo che arriva da Bruxelles? Noi ovviamente rispondiamo da persone educate. Non chiediamo di usare i soldi degli altri – ha aggiunto -, dei tedeschi, dei belgi, dei lussemburghesi… ma vogliamo semplicemente usare i soldi delle tasse per aiutare i cittadini italiani a lavorare. Abbassando le tasse e garantendo il diritto al lavoro, alla vita e alla salute”. 

Inoltre tramite una nota ufficiale Palazzo Chigi sottolinea che «il Governo prende atto dell’esito della valutazione della Commissione Europea. Nel Rapporto sul Debito inviato alla Commissione, il Governo ha presentato una serie di giustificazioni (i cosiddetti fattori rilevanti) per il mancato rispetto della riduzione del rapporto debito/PIL nel 2018. In chiave prospettica, sono state fornite stime e valutazioni che indicano che nell’anno in corso l’Italia rispetterà i dettami del Patto di Stabilità e Crescita. Il Governo intende continuare a dialogare con la Commissione”.

Pensioni 2019 ultime news oggi: Proietti rilancia: ‘Bisogna continuare a modificare la Fornero’

Anche i sindacati, con la Uil di Domenico Proietti in testa in queste ultime ore rilanciano quota 41 e lo smantellamento della Fornero: “Negli ultimi tre anni l’Italia ha solo cominciato un riallineamento per l’età di accesso alla pensione intorno ai 63 anni, come avviene in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Nessuna marcia indietro quindi, ma solo un primo passo verso un sistema previdenziale più equo e giusto.

Questo ha sottolineato in una nota stampa di Adkronos Domenico Proietti Segretario Confederale UIL – Unione Italiana del Lavoro: “Bisogna continuare a modificare la Legge Fornero, affrontando il tema dei 41 anni di contributi, le future pensioni dei giovani e valorizzando, ai fini previdenziali, il lavoro di cura delle donne e la maternità. Il Governo separi finalmente la spesa previdenziale da quella assistenziale, dimostrando all’Europa che l’Italia spende per pensioni l’11% del pil, un punto in meno della Francia e mezzo punto in meno della Germania” conclude Proietti.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

7 pensieri su “Pensioni 2019, ultime da Salvini su procedura UE: ‘Resta quota 100, si lavora su quota 41’

  1. Ma di cosa parlate? quota 100, 41,42 ma che sono sti numeri? Allora ditemi chi andra in pensione, facciamo un esempio concreto, x andare in pensione quota 100 ci vogliono 60 anni di età e 40 di contributi, giusto?
    cio significa che cominci a lavorare a 20 anni. ma chi cazzo trova lavoro a 20 anni?? no ditemelo! e quelli che trovano lavoro a 40 anni devovo morire a 120 anni’ per prendere 500 euro al mese?date x scontato che a 20 anni iniziamo tutti a lavorare, x poi andare in pensione a 60 anni! ma dove? quando? STRONZATE!

    1. Sergio no quota 100 occorrono almeno 62 anni d’età e 38 di contributi, se lei ha 40 anni di contributi ma solo 60 d’età, e qui sta l’ingiustizia secono moltissimi suoi colleghi, non potrà accedere alla pensione.

  2. Buon sera a tutti e buona sera capitano,
    Il Suo/Vostro interesse si inchina esclusivamente allo Suo/Vostro smisurato delirio di potere a cui ambite da sempre..eterni parassiti.

    Poco importa per tutte quelle persone che lavorano alacremente, da quasi mezzo secolo, in questo strano e ingrato paese.

    Possiamo certamente affermare con certezza scientifica che sono proprio questi lavoratori bambini, Vi risulterà difficile comprenderlo dall’alto del Vostro scranno di velluto rosso e sarà ancora più difficile credere in ciò che scrivo, ma sono proprio loro, che Vi hanno permesso e Vi permettono di arrivare esattamente dove Vi trovate: “ORA”.
    Avvolti dal dolce e far nulla quotidiano, dolcemente accomodati in un crogiolo dorato…Pagato da soliti noti….Pura follia….

    “Il tempo degli onori presto sarà finito per Voi, banali venditori di false promesse.”

    Saluti,
    Luigi Napolitano

  3. Ma smettila Buffone!!
    Ancora continui a prenderci in giro..??
    Ignoranti, perché volete ignorare…, nel 2022 di 41 non ce ne saranno più!!!
    Altro fumo negli occhi??
    Basta avete rotto… Smettila di dire che 41 bastano e poi avete mandato via i 38…ignobili e Bugiardi!!!

  4. Salvini…….sei un grande!!!!!Ci devi dire l’obiettivo dei 41 quando sara’!!!Visto che adesso decidi tutto te, grazie ai tanti italiani che ancora continuano a crederti.Nel 2021???????Dai Salvin,i smettila di fare falsi proclami e dicci qualcosa di concreto, che vada oltre le false promesse delle campagne elettorali.Fai almeno i 42, ma subito, dai un segnale che oltre alle coglionate che spari sei anche capace di fare qualcosa.Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *