Pensioni 2019, ultimissime al 1 agosto su donne, quota 41 e esodati: l’appello a Durigon

Pensioni 2019, ultimissime al 1 agosto su donne, quota 41 e esodati: l’appello a Durigon

Le ultimissime novità oggi 1 agosto 2019 sulla riforma delle pensioni e nello specifico su esodati, donne e quota 41 giungono da un appello specifico scritto direttamente sulla pagina social del sottosegretario al Ministero del Lavoro. L’onorevole Claudio Durigon ha scritto ieri che avrebbe partecipato ad una diretta su SkyTg 24 dalle ore 18:30, moltissimi i lavoratori che hanno chiesto al sottosegretario di non trascurare l’argomento pensioni. Tra questi, di cui vi daremo una carrellata al fondo dell’articolo, spicca il post di Orietta Armiliato, amministratrice del CODS, che porta avanti la causa comune ad esodati e donne esclusi dal Cumulo gratuito dei contributi, previsto invece per tutti gli altri lavoratori.

Una battaglia condivisa anche da Elide Alboni, Comitato esodati licenziati e cessati, che ricorda come nella passata legislatura grazie all’Onorevole Davide Baruffi si fosse arrivati ad un soffio dal risolvere tale stortura, che ora si spera possa trovare una degna soluzione nella prossima Legge di bilancio 2020, affinché si giunga, almeno sotto questo fronte, ad un’equità previdenziale, negata, per assurdo, proprio a due categorie già fortemente penalizzate: donne ed esodati appunto.

Dalla loro i preocci invece si appellano a Durigon chiedendo di essere liberati dall’ergastolo lavorativo della Fornero, 41 anni sono una vita, la pensione meritata

Pensioni 2019, sommiamo i contributi di più casse: l’appello a Durigon

Così Orietta Armiliato:Buon giorno Sottosegretario e grazie per essere vicino, dando risposte, ai lavoratori in ansia per il loro futuro previdenziale e pensionistico. Sono l’amministratrice del CODS e voglio evidenziare una questione non banale che riguarda le donne lavoratrici che intendono accedere ad OD: dal 2015 porto avanti questa istanza, eravamo quasi arrivati al traguardo la scorsa legislatura poi…la questione si è persa nei meandri della RgS. Trattasi di una stortura (una delle tante…) presente nel nostro ordinamento previdenziale che chiediamo di sanare ed é un ennesimo sopruso perpetrato a danno delle donne e, nel caso di specie, verso coloro che desiderano scegliere la misura dell’Opzione Donna ma che insieme agli esodati ed al contrario di tutti gli altri lavoratori, non lo possono fare perché il legislatore con la LdB del 2017 ha così deciso.

Posso pensare che vorrà prendere in considerazione anche questa piccola battaglia di coerenza e giustizia , che potrebbe essere rappresentativa sia di un’attenzione verso la platea femminile ancorché di una volontà a voler rendere il sistema più equo?
Grazie in anticipo per l’attenzione, augurandomi che vorrà rispondere a questo messaggio enunciando sulla questione il suo punta di vista e le auguro buon lavoro”
. Sotto al post innumerevoli richieste di supporto da parte dei lavoratori ‘bloccati’ dalla Fornero, che chiedono aiuto al sottosegretario, eccovi una veloce carrellata delle richieste.

Pensioni 2019, gli altri appelli: quota 41, proroga opzione donna

Daniela: “Quota 41 per tutti onorevole, siamo stati condannati all’ergastolo lavorativo, Durigon liberaci dalla Fornero ora!” Moreno: “Nel rispetto delle donne affinché non si determinino continue frustrazioni con la proroga di anno in anno, il 2023 mi sembra una mediazione corretta”. Santina: “6000 esodati, 6000 esodati, 6000 esodati, si ricordi di noi”. Tiziana: “Quota 41 per tutti e valorizzazione lavoro di cura”. Vale: “Noi precoci dimenticati da questo Governo, quota 100 ci ha beffati. Dov é la giustizia per noi che abbiamo iniziato a lavorare da fanciulli e abbiamo contributito a fare crescere il nostro Paese, con 41/42 anni di contributi versati non le sembra giusto che si possa andare in pensione? NOn l’abbiamo meritata? Quota 41 subito, non tra tre anni. Maria: “Prorogate l’Ape sociale, unica chance per chi é disoccupato e con pochi contributi”

Pensioni, l’appello dei 6.000 esodati esclusi

L’ultimo appello importante giunge da Gabriella Stojan, amministratrice del Comitato 6.000 esodati esclusi, che scrive appellandosi al Governo: “I 6.000 esodati, ai quali il Ministro Di Maio e l’Onorevole Maria Spadoni UN ANNO FA avevano garantito la ‘volontà politica’ di questo governo di dare la giusta SALVAGUARDIA , aspettanoa ncora che mantengano la promessa! Anche noi siamo CITTADINI e in più TRADITI DALLO STATO! Possiamo sperare che finalmente avremo GIUSTIZIA anche noi?

Quale di questi appelli condividete maggiormente? qualora si dovesse fare una scelta, a causa delle scarse risorse economiche a disposizione, quale misura dovrebbe essere prioritaria rispetto alle altre, a vostro avviso?

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

10 pensieri su “Pensioni 2019, ultimissime al 1 agosto su donne, quota 41 e esodati: l’appello a Durigon

  1. Meno male che c’è la legge Fornero che almeno prima o poi sai a quale età vai in pensione!!!con i governanti di ora che hanno promesso e non mantenuto cambiando idea tutti i giorni dubito che saremmo andati in pensione e poi dicono delle balle di Renzi speriamo che a breve ci siano le votazioni e si ricandidi si stava meglio quando di stava peggio!!!!!

  2. 41 Anni di contributi a fine anno di cui 35 anni turni ciclo continuo….un massacro tre miei colleghi purtroppo hanno già pagato un prezzo alto con la salute.Io andrò con la legge fornero salute permettendo e non andro più a votare come tanti miei colleghi perché è tutto inutile.Ma più che mi fa rabbia …dove sono finiti i nostri soldi?Se non sbaglio con 35 anni di contributi il sistema girava bene e oplá non bastano più 43 …che fenomeni

  3. Non ne parlano piu’ dei 41 nemmeno nei peggiori bar di Caracas.Durigon tra una forchettata e l’altra di fettuccine fatti un esame di coscienza e facci il piacere di sparire dalla circolazione che non ti sopportiamo piu’.Sei peggio della fornaio.Tornando ai nostri paladini vice presidenti del consiglio……..avete fallito su tutti i campi dal reddito di cittadinanza alla riforma delle pensioni e a tutto il resto.Tiratevi da una parte e andiamo alle elezioni e preparatevi a contare i voti persi.Buona giornata

  4. Sicuramente per noi precoci non ci sarà niente come al solito.. Almeno ci davano un bonus ogni anno prima dei 19 anni ci facilitavano il raggiungimento della fornero.. Anche perché noi purtroppo con la fornero candremo.. Grazie salvini di maio e il pranzone.. Ci avete fregato anche stavolta

  5. Lavoro da 41 anni di cui gli ultimi 25 a turni di ciclo , due 06. 14.00 due 14.00 22.00 , e due giorni 22.00 06.00 poi tre giorni di riposo. Non nascondo che a 57 anni questa turnazione diventa pesante. Io spero e vi chiedo di intervenire il prima possibile per quota 41. Molti miei colleghi non c’è la fanno più, siamo stanchi e vorremmo goderci un poco la nostra strameritata pensione

  6. Non vi sembra cari governanti di averci preso in giro abbastanza?la quota 41 x tutti da subito ci aspetta di diritto dopo una vita di lavoro! Non fra 3 anni.le promesse vanno mantenute altrimenti se si dovesse mai andare al voto col cavolo che sarete votati. Salvini devi intervenire subito ad aiutarci ad andare in pensione con 41 anni come hai promesso in campagna elettorale!

  7. mah…. quota 41,,,,, ormai sono rassegnato,giusto a settembre faccio appunto 41 di lavoro…..ah ! sto seguendo ora su la 7 la trasmissione ” in onda” ospite durigon ( minuscolo voluto) panzon…….neanche accennato a chi ha tanti anni sul groppone,solo quota 100, noi precoci andremo con la fornero c’è poco da fare,sperare solo nella salute e ovviamente nel lavoro

    saluti

  8. esodati prefornero con mobilita lunga finita nel 2007 con 32 e 1/2 anni di contributi ad oggi 2019 questi traditori di politici ancora non danno una risposta ho avuto una famiglia 2 figli ho assistito per 13 anni a una madre anziana con demenza e oggi che ho bisogno di controlli visite e farmaci per me non posso perchè i nostri bravi politici ci hanno lasciato in mezzo alla strada ridateci i nostri diritti

  9. Grazie del report di richieste da noi fatte…
    Ma ha notize di risposte..??
    Qualche accenno di interessamento..??
    Sinceramente penso di no, tutto tace!!
    Se ne usciranno con frasi tipo:faremo, asfalteremo, potremo, fine legislatura, noi abbiamo, forse, 2022,etc etc…
    E intanto noi andremo via con La “nostra amata” fornero!!
    Grazie salvini l infame
    Grazie durigon infame e pure panzone di M… A
    Con vero augurio di una legislature felice..

  10. Trovo che 41 anni di contributi, siano più che sufficienti per la pensione, indipendentemente dall’età anagrafica.
    Se inoltre per le lavoratrici, soprattutto se madri, fosse riconosciuto un anticipo o dei contributi, rispetto a qualsiasi forma pensionistica, si renderebbe giustizia alle donne italiane che quasi sempre svolgono un duplice, triciple ruolo, non retribuito, e che fanno risparmiare allo stato milioni di euro (assistenza ad anziani, figli e nipoti), per non parlare della valorizzazione della maternità, che purtroppo nel mondo del lavoro è una forte discriminante. Quando non ci saranno più figli vedremo quanto terrà il nostro sistema pensionistico…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *