Pensioni 2019, ultimissime Durigon su quota 42: proposta interessante la quoteremo

Pensioni 2019, ultimissime Durigon su quota 42: proposta interessante la quoteremo

Le ultime novità sulla riforma delle pensioni arriva da un breve ma interessante confronto che abbiamo avuto con il sottosegretario al ministero del Lavoro, Claudio Durigon, il quale a seguito della lettura dell’articolo in cui intervistavamo Cristian Cuppi, lavoratore precoce, ci ha rilasciato la sua dichiarazione in merito alla proposta di uscita pensata dal lavoratore.

Come vi ricorderete Cristian, noto per le sue approfondite disamine nel gruppo ‘lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti’ , pochi giorni fa ci ha detto che il Governo per mostrare almeno la volontà politica di andare incontro a quanti hanno lavorato più a lungo e di conseguenza versato maggiormente nelle casse dell’Inps dovrebbe almeno prendere in considerazione da subito la possibilità di far uscire già dal 2020 con quota 42, uno sconto di 10 mesi, pochi forse, ma meglio del nulla, per arrivare, poi progressivamente, scalando di 6 mesi in 6 mesi alla fatidica quota 41 nel 2022. Rivediamo in estrema sintesi i tratti salienti della sua proposta e poi le considerazioni dell’Onorevole Durigon.

Pensioni 2019, dal 2020 via con quota 42, chance allo studio?

Così ci diceva Cristian pochi giorni fa: “Ecco come si potrebbe fare, Nel 2020 abbassare di 10 mesi e favorire uscita con 42 anni. Altri 6 mesi nel 2021, uscita a 41 anni e 6 mesi. Nel 2022 fissare i 41 per tutti. Quindi l’impegno economico, certamente significativo, andrebbe spalmato in 3 anni. Questa potrebbe essere una soluzione, certamente onerosa , ma a scalare. Sarebbe un segnale importante per una vera seria riforma della Fornero

L’articolo ha riscosso moltissimo seguito, oltre alle numerose visualizzazioni, segnale che evidenzia come il tema quota 41 sia molto sentito tra i futuri pensionandi rimasti ‘beffati’ dalla precedente legge di bilancio, anche moltissimi commenti. Taluni non sono concordi con questo compromesso pensato da Cuppi, altri ancora invece sostengono possa essere un primo passo. Insomma vi é chi pur di poter ridurre il ‘proprio ergastolo lavorativo’, come chiamato da più precoci, sarebbe disposto ad un’ uscita progressiva, come menzionata da Cristin, e chi, invece, dopo aver invocato una class action, chiaramente non perseguibile, come ci ha ben spiegato Orietta Armiliato, amministratrice del CODS, non intende rinunciare alla promessa elettorale ricevuta e ‘pretende’ quota 41 per tutti da subito. La proposta di Cuppi pare invece aver suscitato l’interesse dell’onorevole Durigon che così ci dice.

Pensioni 2019, proposta interessante: la rifarò quotare

Cosa ne pensa della proposta di uscita progressiva dai 42 anni di contributi del lavoratore precoce Cristian Cuppi?

La proposta é interessante la farò quotare, anche se so che costerà molto. Però é giusto provare a vedere se la situazione economica é cambiata.

In che senso se la situazione economica é cambiata?

L’anno scorso, non so se ricorda, le abbiamo fatte quantificare tutte, ma costavano miliardi, le varie combinazioni possibili di uscita le abbiamo provate tutte, Boeri aveva fatto oltre 100 valutazioni, prima di arrivare alla decisione che ha preso il Governo, indirizzandosi verso Quota 100. Solo per fare un esempio sui costi allo studio, anche un solo anno di contributi figurativi per ogni figlio alle donne costa ben 3 miliardi.

Ringraziamo l’onorevole Durigon per prestarsi sempre, nonostante i molteplici impegni, al confronto, breve o lungo che esso sia, siamo onorati che il sottosegretario al Ministero del Lavoro ci dedichi parte del suo tempo, ricordiamo, come sempre, a chiunque volesse riprendere parte delle dichiarazioni di citare la fonte.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

20 pensieri su “Pensioni 2019, ultimissime Durigon su quota 42: proposta interessante la quoteremo

  1. Il sistema previdenziale italiano è come un vestito di arlecchino, mal riuscito. Creato attaverso un affastellarsi di regole, deroghe e controderoghe, ha generato incredibili iniquità (tra pensionati e futuri pensioni, tra lavoratori e lavoratori). Attualmente è molto rigido, con mille deroghe e deroghine e se uno ha la fortuna di entrarci esce dal mondo del lavoro prima, altrimenti aspetta e spera.. Da anni propongo una soluzione equa (incasso ciò che ho effettivamente versato in termini di contributi) ed estendibile a tutti. Ossia il calcolo di tutta la pensione con il sistema contributivo (esattamente come gli assunti post 1995) con flessibilizzazione in uscita. L’alternativa è il perverso ed iniquo sistema attuale.

  2. I sacrifici sempre la classe OPERAIA BASTA PRESE X IL CULO PER PRENDERE LA SEDIA AL PALAZZO PROMESSE MAI MANTENUTE SE NN QUELLE CHE INTERESSAVANO A LORO ADESSO SALTA FUORI CHE FORSE LA QUOTA 41 DIVENTA 42 …FORSE SIAMO STUFI DI PAROLE C VOGLIONO I FATTI. 41 E BASTA

  3. Non mi é chiara una cosa!! Se la legge é uguale per tutti!!! perché alcuni vanno in pensione a 62 anni e 38 di contributi con Salvini e company(Quota 100) e io devo andare con 44 di contributi a 63 anni di età ? Con la Fornero? Mi é difficile da capire!!!

    1. Roberto beato te che a 63 anni hai 44 di contributi .pui andare a 62 con 43 .Io invece anrdei a 67 con 44 e’ come una condanna . mi salverebbe quota 100 con una pensione bassa ma acetterei perche sono stanco .anche io lavoro da quando avevo 15 anni ma purtroppo senza assicurazione e senza feria e malpagato.Vedi un po tu se sono fortunato.

  4. Ma per cortesia siamo seri e più profondi. Abolizione contributi figurativi. I contributi sono sempre validi tanto più se un lavoratore si è certificatamente AMMALATO e/o ha dovuto aiutare familiari in tale condizione. Riconoscimento di tutti i diplomi di secondo grado. In quanti non possono riscattare 5 anni? Semplicemente anni buttati via. Fuori un pensionato da, per esempio, 1200 euro e dentro DUE baldi a 600 euro fissi e certi. Abolizione casse per es. Cpdel o cpts o ago…. I contributi finiscono sempre nelle casse Inps. Abolizione differenza in tutto per TFR/TFS (pubblici dopo oltre 2 anni). Altro? Chiedete pure.

  5. Ho visto tanti nel mio paese andare con quota 100 con 1 anno più di me e meno contributi, che beffa. Sono deluso, ma attenzione alle sorprese, potrebbe arrivare anche quota 44. Un rassegnato con 42 di contributi.

  6. E si, davvero interessante la proposta dei 42 anni. peccato però che avevano proposto 41 x tutti sin da subito e peccato anche che intanto io il prossimo anno andrò in pensione con la Fornero a 43,1. Ecco, la frase: ” pochi forse, ma meglio del nulla ” mi fa incazzare davvero parecchio. Sento già qualcuno di voi che dice: “Vabbè, qualcuno lo deve sempre prendere in quel posto e stavolta è toccato a te”. Bella solidarietà tra lavoratori.

  7. Faremo, vedremo, ci confronteremo Tutti verbi al futuro ma di presente solo chiacchere e intanto noi precoci con 41 anni di lavoro sudato contributi e tasse pagate siamo ancora sul pezzo Ma è mai possibile che uno dopo oltre 40 anni non possa decidere di andare in pensione? Dobbiamo sottostare a 4 sfigati che non hanno mai lavorato per capire cosa vuol dire essere incazzati per non potere ritirarsi e lasciare posto ai più giovani

  8. I sacrifici li dobbiamo fare sempre noi cittadini..!!!non mi sembra giusto…prima 40 poi 41 adesso 42..i politici danno mai pretendono e basta..è una vergogna..!!!

  9. A panzone di Merda!!!
    E smettila di prenderci x il culo!!
    Quotare… Cosa vuol dire??
    Hai detto che le avete quotate tutte le opzioni
    E avete scelto la meno esosa, quindi Merde, dovevate dire prima del voto che avreste fatto
    Q100 e non 41!!!
    Continuate ad ingozzarvi te e l infame, ho visto il tour estivo, da applausi!!!
    .. Sperando che entro la fine legislatura tu possa esplodere..!!! Bacione

  10. Adesso Dice che la verificherà così per un po’ ci tiene tranquilli ma purtroppo io di questo non mi fido.. Alla fine dirà che i soldi non ci sono e non si può fare niente perché costa troppo.. Ma caro il mio durigon noi la nostra pensione c’è la siamo già pagata .. I soldi valli a prendere dove ci sono e sono tanti.. Evasione fiscale… Furbetti del quartierino… Pensioni false..magari poi qualcosina per noi poveri precoci ci sarà.. 41 per tutti avevi detto tu e i tuoi due amici gatto e la volpe questo noi ci aspettiamo

  11. Allora sarebbero 42 x gli uomini e 41 x le donne se ho capito bene, altrimenti non avrebbe senso.naturalmente partendo dal 2020 giusto?come proposta non è niente male soprattutto x noi donne!

  12. Allora se bisogna vedere se si può fare salvini cosa lo ha promesso a fare…. solo per prendere voti,tutti uguali i politici

  13. Er trippa proprio perchè dice che è interessante che non la faranno.A settembre ci saranno altri incontri con i sindacati io mi auguro che Landini tiri fuori gli attributi e minacci mobilitazioni.Si ricordi Landini gli scioperi di fine anni 70 e anni 80.Ci si fermava per MOLTO meno.L’uscita con 42 dal 1 gennaio 2020 potrebbe essere una cosa sensata.Dalle nostre parti si dice “piotost che gninta le mei un tost “.Buona giornata

  14. Come già espresso il mio pensiero, penso che se Q42 (come per Q41) deve essere “quotata”, per essere una cosa giusta va conteggiata su anni “reali” di lavoro. Perché quando si parla di pensione si parla di PREVIDENZA NO DI ASSISTENZA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *