Pensioni 2019, ultimissime: manovra in GU, cosa cambia per donne, esodati, precoci?

Pensioni 2019, ultimissime: manovra in GU, cosa cambia per donne, esodati, precoci?

Le ultime novità sulle pensioni al 2 gennaio, riguardano la legge di bilancio 2019, appena pubblicata in Gu. Dopo la firma del Presidente della Repubblica Mattarella, la Manovra del Popolo 2019 é difatti ormai ufficialmente in Gazzetta Ufficiale, ed é entrata in vigore da ieri 1 gennaio 2019.

Precoci, esodati e donne, al momento si sono accorti che l’unico riferiemento normativo relativo al tema delle pensioni é il comma n°256, che però delude le aspettative degli elettori e rimanda il tutto a decreti legge che dovrebbero vedere la luce tra il 10/12 gennaio. Tutto invariato dunque o si sa qualcosa in più?

Pensioni 2019, quali novità ad oggi 2/1?

Una cosa é certa ossia l’importo disponibile deliberato dal Governo per mettere in campo i provvedimenti pensionistici promessi nel corso della campagna elettorale e nel contratto di Governo sono stati ridotti dai 6.7 miliardi iniziali e ammontano ad oggi a 3.968 milioni di euro .

Allo stato attuale sono assenti nella legge di bilancio 2019 pubblicata in Gazzetta Ufficiale norme in materia pensionistica, solo con i decreti legge a latere annunciati per il 10 gennaio dovrebbero chiarire cosa muterà effettivamente per le donne in attesa della proroga di opzione donna, per quanti confidano nella proroga dell’ape sociale, per quanti, specie i precoci già beffati dalla quota 100 che ha allontanato la quota 41 di altri 3 anni, sperano nello stop dell’adv per il 2019, per gli esodati in attesa che qualcuno si prenda carico del loro dramma e risolva un’ingiustizia sociale che perdura da oltre 7 anni. Ad oggi 2 gennaio se il decreto non sarà retroattivo, come aveva preannunciato l’onorevole Damiano, a pagarne le spese saranno le categorie più deboli che fino al 31/12/2018 hanno potuto usuruire dell’ape sociale. Per quanto riguarda le donne qualche notizia in più giunge da Il Sole 24 Ore che coun un trafiletto annuncia quanto verrà stabilito dal decreto in attesa per il 10/12 gennaio.

Pensioni anticipate, proroga opzione donna: Chi esce nel 2019?

Così riporta la fonte autorevole: “Le lavoratrici con 57 anni di età se dipendenti e 58 anni di età se autonome e 35 anni di contributi maturati al 31 dicembre 2016 ( e non più al 31 dicembre 2015) potranno andare in pensione anticipata con il ricalcolo dell’assegno con il metodo contributivo“. Ovviamente si resta in attesa del decreto, ma Orietta Armiliato, fondatrice ed amministratrice del CODS, sta cercando di spiegare alle iscritte cosa significa tale affermazione, a suo dire, l’articolo recita, sebbene ciò possa non essere una buona nuova per quante si erano illuse: “requisiti invariati ma estensione della misura al 31/12/2016”.

Poi aggiunge che l’articolo ricalca esattamente quello che il sottosegretario Claudio Durigon (Lega) sta dichiarando da giorni. Qualora venissero aggiunti i 7 mesi di adv, come molte chiedono, spiega l’Armiliato: ” vorrebbe dire che accederanno alla misura solo quante al 31/12/2016, stando a quanto dice il Sole verrà confermato, avranno compiuto 57 anni e sette mesi”. Delusione, sconforto per quanto appreso e ancora un filo di speranza di leggere cose diverse nel decreto attuativo. Per precoci ed esodati?

Pensioni 2019, precoci ed esodati delusi

Così Elide Alboni, amministratrice del Comitato esodati licenziati e cessati, ha chiesto commentando un post dell’onorevole Maria Pallini, la salvaguardia definitiva per gli esodati: ” La salvaguardia! Questa sia la vostra priorità perché un paese che tradisce il suo popolo già in esodo una volta (manovra Fornero dicembre 2011) non venga tradito di nuovo a sette anni di distanza e dopo un tale calvario che ha visto sgambetti portoghesi ingiustizie anno dopo anno per sette anni durante ognuna delle otto salvaguardia in special modo le ultime tre.

I numeri ci sono da tempo sono gli esclusi dalla 8 salvaguardia bloccati ai 72/84 mesi nella maturazione del requisito, risapetto i 120 mesi degli ex mobilitati tutti salvaguardati nella stessa 8 = gravissima disuguaglianza, tra identici exlavoratori.Il resto ovvero chi ha ITL positive nello status di esodato e travalichino i 120 mesi dal 1/1/2012 abbiano almeno un ulteriore triennio con clausula di salvaguardia. E finisca questo calvario. Vi preghiamo aspettiamo il dereto corretto e giusto”. I precoci ormai sono certi di essere fuori dai giochi, infatti la quota 100, coma ha ben spiegato Durigon, sottosegretario al Ministero del Lavoro, sposta la quota 41 per tutti al 2022, dopo 3 anni di sperimentazione della quota 100. A loro dunque non resta che confidare nello stop dell’adv per precoci ed anticipate, affinché sia possibile uscire ancora con 42 anni e 10 mesi , se uomini, e 41 anni e 10 mesi, se donne, dal 2019 anziché con 43 anni e 3 mesi. Insomma grande attesa per il decreto che dovrebbe vedere la luce a giorni, sebbene qualcosa in più, specie per la proroga opzione donna, inizi a delinearsi con maggiore chiarezza.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

27 pensieri su “Pensioni 2019, ultimissime: manovra in GU, cosa cambia per donne, esodati, precoci?

    1. Per fortuna si; altrimenti si andrebbe non in pensione con l”ABOLIZIONE” della legge Fornero, come una volta promesso, ma di fatto, con una alternativa “pensione anticipata” che ti farebbe perdere gran parte del l’assegno al quale avresti diritto abolendo la legge Fornero veramente. Io sono andato in pensione nel 2007 con 58 e 35 con lo stesso importo dell’ultimo stipendio! Questo sarebbe stato “abolire” la legge Fornero!

    2. Con riferimento all’altra mio mio commento:
      e non mi si venga a parlare che dopo il 2007 ci fu un’altra legge di altro Governo; salvo errori, a me risulta che vi furono solo degli “aggiustamenti” ininfluenti, salvo errori, della legge con la quale sono andato io con 58 e 35 con assegno pari all’ultimo stipendio, nel 2007. Anche con gli “aggiustamenti” successivi che, sinceramente non conosco, non credo che ci sarebbero stati i tagli nell’assegno come con quota 100, e gli stessi penalizzanti limiti di età e di servizio in relazione all’assegno!

  1. Buon giorno,
    devo affermare con molta tristezza, con questi comportamenti si rivelano, confermandosi degli omuncoli, persone che non mantengo le promesse fatte a noi tutti con il fantomatico “CONTRATTO”.
    Spero e mi auguro vivamente che a maggio con le elezioni ci sia il primo colpo deciso e sonante a questi omuncoli incompetenti e falsi.. Troppo comodo promettere per poi ripiegare con: “non abbiamo la bacchetta magica”… La prima cosa che fai, caro brindatore, visto che non sei riuscito a mantenere nulla di quanto elencato TI DIMETITI per incapacità, non essendo stato in grado di elaborare i conti economici presentati all’intero elettorato, al secondo passaggio ci pensano gli stessi elettori a mandarti a casa.. Stai sereno Salvini e Company avrai molto tempo da dedicare ai brindisi. I Cantastorie vengono beccati presto o tardi.. Ovvio il tutto vale anche per il Tuo omologo…Di Maio.

    Cordiali saluti,
    Luigi Napolitano

    1. Peraltroil “contratto” aglielettori, tra i qali io nonrientro, immagino non dovrebbe interessare in quanto E’ STATO STIPULATO DOPO LE ELEZIONI

    2. DOVREBBE ESSERE PARTITO DI NUOVO, PER ERRORE, UN’ALTRO MIO COMMENTO SIMILE A QUESTO MA INCOMPLETO; RIPOSTO:
      Peraltro, il “contratto”, agli elettori, tra i quali io non rientro, immagino non dovrebbe interessare, in quanto E’ STATO STIPULATO DOPO LE ELEZIONI e non prima e, quindi, entrando nella logica per me errata, ma non ritenuta tale dai 5 s, del vincolo di mandato, chi ha autorizzato la stipula di “un nuovo”. come quello scaturito nel “contratto” tra Lega e 5s, programma di Governo? Non certo tutti gli elettori di Lega e 5s!

  2. Se smontare la legge fornero è questa ….complimenti!!!! Siete stati bravi ha prenderci in giro,quota 100 devi avere 62 anni e 38 di contributi …….io ho 59anni e 41 e 9 mesi di contributi e non rientro ………..non rientro neanche con 41 anni “precoci”xké sono in nasps…..alla fine hanno fatto solo tanta pubblicità e confusione.

    1. Era stato promesso, in campagna elettorale, e senza parlare di bacchette magiche, di “ABOLIRE” e non “smontare” la legge Fornero! Il problema è che si tartassano i lavoratori, pensionandi e pensionati, probabilmente, per trovare soldi per il “reddito di nullafacjenza” dei soci di Governo!

  3. Sempre votato lega, ora da precoce dico mai piu’. Bugiardo vergognoso sei.peggio.di renzi e la fornero uniti. Prepara la felpa per maggio…. la pacchia e’ finita

  4. Caspita speriamo che il 12 o1 partoriscono questi decreti io ho 41 anni e otto mesi mi aguro che venga bloccata adv così finalmente potrò.. del resto è quello che hanno fatto crederci altrimenti possono andare a quel paese e il vaff se lo meritano tutto

  5. Meno male che 41 anni erano già abbastanza caro salvini.. Dai sinistroidi me lo sarei aspettato da voi no.. Come cavolo si può pensare che fra tre anni ci sarà la 41 per tutti.. I precoci fra tre anni non ci saranno più. Forse è questo il calcolo che avete fatto.. Bravi.. Pagliacci

    1. Perché dice che “dai sinistroidi”se lo sarebbe aspettato? Saranno cinquanta anni che in Italia non c’è un Governo con “veri” e non sedicenti partiti di sinistra che portino avanti politiche di sinistre invece di rincorrere le destre solo per i voti che, naturalmente, nella loro disperata ricerca di STRATEGIE PER I VOTI E NON DI CONTENUTI DI SINISTRA (LA SCUSA, IN GENERE, E’ LA FAMOSA “RESPONSABILITA “, PER CUI LA SINISTRA OPERA COME LA DESTRA, FACENDO, QUINDI, CREDERE CHE LA DESTRA SIA PIU’ “RESPONSABILE), non otterrà mai niente, perché nessuno vota per la copia ma tutti per l’originale.
      La disperata constatazione è di come, nella realtà, con tale sciagurato operato, la sedicente sinistra abbia ottenuto il risultato di convincere l’opinione pubblica della bontà e responsabilità delle politiche di destra; per cui, ora, questo Paese è divenuto sempre più di destra; e i risultati si vedono, anzi, purtroppo, i risultati li vediamo noi lavoratori.

  6. eri 1 Gennaio 2019 è entrato in vigore l’adeguamento all’aspettativa di vita !!!!!! Hanno avuto 6 mesi di tempo per bloccarlo “dicono che lo faranno fra 10 giorni ” ,dovevano farlo da giugno. Però da ieri hanno anche adeguato anche i coefficienti che ovviamente limeranno l’importo verso il basso (nel mio caso oltre 50 € e scusate se è poco ) .QUESTI BUFFONI DOVEVANO FARE GIUSTIZIA INCECE SONO PEGGIO DEGLI ALTRI , ALLA PRIMA LdB HANNO FATTO CASSA SUI PENSIONATI . È UN DELITTO TOGLIERE SOLDI A CHI HA VERSATO PER OLTRE 40 , CI STANNO RUBANDO SOLDI ” I NOSTRI SOLDI ” QUESTO È UN FURTO e dai 5S non me l’aspettavo da Salvini era prevedibile visto che la sua base è fatta da prevalentemente da evasori e oltretutto li ha anche premiati con la FLAT TAX .L’assistenza si fa non con i contributi dei lavoratori , ma con lotta agli evasori .Spero che alle prossime elezioni i lavoratori dipendenti si ricordino delle malefatte di questi cialtroni insulsi-disonesti ,ogni sera in TV senza vergogna di nulla a raccontarci idiozie in una campagna elettorale senza fine.

  7. Bastava poco inserire nella legge di Bilancio il Blocco dell’AdV ,tornare indietro è sempre un pò complesso si rischia qualche complicazione .Il fatto è che i due cialtroni vogliono poter sbandierare un abbuono di 2 mesi come L’ABOLIZIONE DELLA FORNERO , è questo che vorrebbero fare bere ai CREDULONI che li hanno votati e parecchi altri che vorrebbero infatuare .Il problema è la MASSA SONO SOLO DEI CAPRONI che si fanno abbindolare da questi PIFFERAI ,ora ne è tornato un’altro dal viaggio premio di nuovo pronto a sparare cazzate giornaliere .DOVEVANO CAMBIARE L’ITALIA…. PER ORA FANNO CASSA SUI PENSIONATI !!!!!!!FALSI,IPOCRITI E IGNOBILI .

  8. Fanno veramente schifo prima ci hanno fatto credere che avrebbero pensato a noi donne e agli esodati invece ci hanno preso solo in giro. Vogliono rinnovare opzione donna solo di un’anno ed escludere tutte le donne nate nell’anno 1960 che sono rimaste senza lavoro è veramente penoso quello che vogliono fare.

  9. Ma bravi…..
    Infami e Traditori…
    Peggio di monti e Renzi….
    41 x tutti diceva il cinghialotto..
    Uomo di M… A!!!!
    A maggio a casa come renzi
    Nome nomen…..
    Barlafooss

  10. Bravi..!!!!
    Governo(SALVINI in primis) infame, traditore, peggio dei governi monti renzi…
    Alla ricerca di voti dicevano 41 x tutti, più che sufficienti x andare a fare i nonni…
    A maggio andate a casa Infami altro che 30 anni…
    State Sereni….

  11. La neve e il suo magnifico silenzio. Non ce n’è un altro che valga il nome di silenzio, oltre quello della neve sul tetto e sulla terra.
    (Erri De Luca)

  12. I Fratelli Caponi vanno sulla neve e “scrivono” un’altra bella letterina agli italiani. Firmato, noi, i fratelli Caponi, che siamo noi…
    Taglieremo, taglieremo, taglieremo! A chi si è guadagnato i diritti per dare ai nullafacjenti!

  13. Credo che giunti alla approvazione della LdB in extremis, il Governo possa finalmente dirci se è intenzionato a procedere retroattivamente per decreto, al blocco delle Adv al 31/12/2018 e quindi fermarle a 42e10 come promesso dal sottosegretario Durigon a più riprese in televisione.
    Sorge un ragionevole dubbio di fronte al silenzio totale su questo provvedimento:
    Perché il Governo non ne parla di questo blocco delle Adv ma lascia il tutto alle non chiare parole del sottosegretario al lavoro?
    Perché sia chiaro che il VERO provvedimento per poter in seguito procedere al VERO cambiamento della Legge Fornero, è il blocco delle aspettative di vita a 42e10 senza le finestre, altrimenti ridurrebbe di soli 2 mesi l’uscita. Altro dubbio legato al fatto che questo blocco possa interessare solo una fascia di persone in uscita e quindi non esteso a tutti; attendiamo le risposte nel merito.
    Francamente sono deluso da un rapporto comunicativo tra Governo e cittadini. La chiarezza, oltre la certezza di quanto stanno portando avanti. Questo sta mancando a noi lavoratori precoci delusi dal triennio di questa quota 100, che ripeto e non mi stancherò di dirlo, NON modifica, smonta o cancella la Legge previdenziale attuale. A onor del vero andrebbe attribuita al Governo precedente tale merito, se parcellizzare le uscite dovesse significare modificare la Legge. La Fornero è stata o lo sarà per i prossimi 3 anni emendata, spezzettata, ma assolutamente non intaccata nel suo impianto originale. Perché una Legge quando la si cambia , vale per tutti i destinatari e non solo per alcuni. Anche ieri il vice ministro e ministro dell’interno con interim al Lavoro, ha dichiarato che la Legge Fornero è stata modificata, cambiata; in che modo? In ultimo ma non meno importante:
    il ministro del Lavoro aveva incontrato i gruppi dei lavoratori 41unisti e precoci. Ci doveva aggiornare con dati tecnici in ulteriore incontro; mai saputo più nulla. E la Legge di Bilancio, approvata

  14. Unica cosa certa, le promesse trionfali, o “minacce”, a secondo di coloro che le ricevano, sono quelle fatte da “Edward Mani di Forbice” sulla neve! Taglierò, taglierò, taglierò… Contenti? Taglierà, piano piano, e neanche tanto, per ora sopra i 1522 euro lordi (una cifrona da privilegione) e, prima o poi, probabilmente, tutte, a “insindacabile giudizio di privilegio”!
    Promessa mantenuta. FATTO! Contenti,italiani… e, ora, taglierò…a… “chi viene viene adesso?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *