Pensioni 2019, ultimissime oggi 7 giugno su quota 41 e proroga opzione donna

Pensioni 2019, ultimissime oggi 7 giugno su quota 41 e proroga opzione donna

Le ultimissime novità sulle pensioni ad oggi 7 giungo 2019 e nello specifico sulla proroga dell’opzione donne e sulla quota 41 giungono direttamente dagli amministratori dei gruppi Facebook che aggiornano gli iscritti sulle ultimissime notizie. La quota 41 e la proroga dell’opzione donna non sembrano comunque due misure messe in dubbio dall’attuale Governo, nonostante il monito dell’Ue, infatti l’esecutivo ha manifetato tutte le intenzioni di proseguire con queste due nuove sfide.

Da un lato il vicepremier Salvini ha detto in più occasioni pubblicamente che la quota 100 é stato solo l’inizio dell’ ‘smantellamento della riforma Fornero’ ed ora si lavorerà sulla quota 41 per tutti, mentre per quanto concerne la proroga dell’opzione donna, oltre alle rassicurazioni arrivate per mesi dal sottosegretario al ministero del Lavoro Durigon, si aggiunge la conferma anche dall’onorevole Elena Murelli. I dettagli al 7 giugno 2019.

Pensioni, il punto al 7 giugno sulla quota 41

Il vicepremier Salvini é parso chiarissimo sulle intenzioni del Governo, il patto non si interrompe, l’incontro che vi é stato ieri con il vicepremier Di Maio conferma le intenzioni, la nota diffusa al termine dell’incontro tra i due leader, parla di meeting costruttivo e sereno, si prosegue insieme per arrivare agli obiettivi stabiliti nel contratto di Governo.

Per quanto riguarda il campo previdenza Salvini e Di Maio hanno confermato uno pubblicamente in Tv, l’altro con un post Facebook che le pensioni non si toccano e nemmeno quota 100, inoltre il ministro degli interni ha detto chiaramente, facendo riferimento al richiamo per eccessivo debito da parte dell’Ue: Io rispondo educatamente che siamo solo all’inizio perché l’obiettivo è quota 41“. In quanto dice con enfasi: Andare in pensione dopo 41 anni di fabbrica, di negozio o di ospedale mi sembra il minimo. Quindi sarà un bel confronto tra due prospettive diverse, di vita“.

Su Facebook é apparso altresì un video di Gino Bartoli e Pierangelo Rossi, rappresentanti del gruppo ‘quota 41 per tutti’ che enuncia gli obiettivi raggiunti dal gruppo fino a qui, vi é un’accusa ai sindacati che, a loro dire, poco hanno sposato la causa dei quarantunisti, e la conferma che nonostante il Governo ad oggi non abbia rispettato le promesse enunciate in campagan elettorale, la lotta proseguirà senza sosta al fine di raggiungere l’unico obiettivo che ridarebbe dignità a quanti più hanno versato nelle casse dello Stato con i propri contributi: ossia quota 41 per tutti. Buone nuove, di rassicurazione, giungono anche dall’amministratrice del gruppo opzione donna le escluse, che aggiorna con un post su facebook le iscritte circa la proroga della misura.

Opzione donna: la proroga sempre più vicina?

Così Paola Viscovich sul gruppo facebook che amministra: “Per chi non l’avesse letto vi posto il commento dell’onorevole leghista Elena Murelli , membro della camera dei deputati , relativaente al PDL presentato da lei, dove all’art. 13 c’è la nostra proroga al 31/12/2019. L’onorevole ha voluto pubblicamente spiegarci come mai questa mattina a La7 non è stato toccato l’argomento. Facciamo il tifo affinché entro giugno si conosca la data della calendarizzazione”

L’onorevole ieri mattina presente come ospite su La 7 nella trasmissione Coffee Break, aveva annunciato su Fb che avrebbe parlato di Ue, Lavoro e delle intenzioni della Lega e del Governo relativamente al monito ricevuto. Ma giacché differenti donne sotto al post avevano commentato chiedendo notizie in diretta sulla proroga, ne riportiamo uno: ” Buongiorno Onorevole Elena Murelli. Attendiamo in trasmissione notizie della proroga opzione donna 2019. Grazie, buon lavoro!“. L’onorevole Elena Murelli si é sentita in dovere di spiegare alle donne la ragione del perché non ha menzionato la proroga della misura in diretta, spiegando che non era la tematica per la quale era stata chiamata ad intervenire: Buon pomeriggio a tutte, oggi non ho parlato della mia PDL xche’ la tematica attualità e’ la lettera UE“. Ha poi comunque voluto aggiornare le donne sulla sua proposta di legge relativa appunto alla proroga della misura: “X darvi un aggiornamento ho chiesto la calendarizzazione a Giugno della mia PDL in commissione. La prox settimana in UDP verrà deciso quando inserirla e come procedere. Vi tengo aggiornate. Grazie x la fiducia e W le donne!.

Stamane l’onorevole ha voluto scrivere un altro post, sempre relativo al monito giunto da Bruxelles, per spiegare che la Lega, ed il Governo, non si piegheranno al monito ricevuto e procederanno senza sosta a lavorare per raggiungere gli obiettivi, anche prensionistici, dunque, che il Governo si é prefissato: “ 41 Sono le volte in cui è stato violato il patto di stabilità. 0 Sono le volte in cui la Commissione UE ha sanzionato gli Stati membri. È la prima volta in cui l’UE ha deciso di sanzionare l’Italia. Non è l’Italia ad essere fuorilegge. È Bruxelles.Quota 41, opzione donna e le promesse tutte sono dunque al sicuro? Fateci sapere cosa ne pensate con un vostro commento nell’apposita sezione.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

19 pensieri su “Pensioni 2019, ultimissime oggi 7 giugno su quota 41 e proroga opzione donna

  1. La Matematica Fornero sicuramente é stata Precisa…peccato che Chi POI l ha confermata ,ossia i politici di allora, la p volutamente minuscola, ha bloccato tutti i Giovani…41 anni ,scrivo 41 anni per chi lavora sono veramente troppi. Hanno creato un Fermo nel 2011 che Nessuno riuscira piu a far ripartire il Tutto. Non c é piu stato ricambio generazionale. Un Giovane nn potrà piu comprarsi un ‘ Auto, Casa o Mobili…. Quel Buco nn si potrà piu Ristabilire. Il Commercio l han Fermato all ora. !! Spero Per i Politici di allora ,che han dato l ok alla Fornero , che riusciranno a vedere che fine faranno i Loro Figli ed i Loro Nipoti….ed a loro Auguro di Vivere 120 anni….ma veramente nn per scherzo. Hanno Bloccato una Nazione…

      1. Zorica al momento no, per opzione donna doveva aver maturato i requisiti (35 anni di contributi e 58 anni d’età se dipendente o 59 se autonoma ) entro il 31/12/2018

  2. Voglio sapere quando posso andare in pensione con opzioni donna ho 36 anni di contributi ma faccio 58 anni il 27 giugno grazie

  3. Quando metteranno quota 41 noi precoci saremo già in pensione con la Fornero con 43 anni di contributi Il motivo perché non l, approvano adesso Ma questi governanti non sanno cosa vuol dire lavorare e stare sul pezzo per 41 anni perché non hanno mai lavorato in fabbrica o in cantiere È già nelle loro parole quando dicono,, Obbiettivo finale 41 x tutti Finale cosa vuol dire Anno 2022 2023 e noi precoci avremo già oltrepassato con 43 anni di lavoro Se volevano lo avrebbero già approvato come in una notte è stata fatta la legge Fornero Ma chi vi crede Solo belle parole ma a fatti avete dato un contentino con questa quota 100 che non è una vera quota 100 perché ha più paletti di uno slalom di sci Basta dire che vanno in pensione pensione gente con 38 anni di contributi e 62 anni di età Però 58 piu 42 a casa mia fa cento Al governo 58 più 42 cosa fa? Fa che devi continuare a lavorà

      1. Alna al momento non può fare domanda di pensione perché nonrientra nei reequisiti anagrafici, enntro il 31/12/2018 avrebbe dovuto evare non solo 35 anni di contributi ma già i 58 anni se dipendente e59 se autonoma. Deduo sia dipendente, potrà al più fare domanda di pensione, SOLO, quando verrà confermata l’eventuale proroga al 31/12/2019. Ma é cmq necessari leggere quali saranno i requisiti richiesti qualora la proroga passasse nella prossima Ldb.Non esta che attendere, ora sui se ed i ma, certamente NON può procederecon la domanda di pensione.

  4. Sono perennemente in campagna elettorale questi 2 qua.Sparano cavolate una dietro l’altra.Salvini mi pare il piu’ deciso dei 2 a prendere per il culo gli italiani.Caro Salvini……..NOI PRECOCI VOGLIAMO SAPERE DA LEI QUANDO FARA’ I 41 CE LO DICA PER FAVORE!!!!!Dire che chi ha lavorato in fabbrica o in ospedale o in un negozio per 41 anni ha il diritto di andare in pensione non è dire niente!!!!!Quando volete inserirla questa riforma della legge fornero nel 2021??????Per quella data saremo gia’ tutti o quasi in pensione con l’attuale legge.Sia piu’ esplicito sulla tempistica ci faccia la cortesia!!!Siamo stanchi di essere presi per il culo.Si ricordi che quelli che sono precoci e incazzati neri hanno iniziato alla fine degli anni 70 e in quel tempo si scendeva per le strade e nelle piazze per molto meno.Avremo i capelli bianchi ma di venire a Roma a rompergli i coglioni siamo ancora capaci.Buona giornata

    1. È vero

      41 sono tanti specialmente se si è preferito o dovuto andare a lavorare a 14 anni invece che studiare.

      Io dai 14 anni in su ho sempre lavorato studiato etc.

      Putroppo il lavoro come cococo non era soggetto a contributi e quindi pagavo le tasse ma le aziende non versavano i contributi.

      Che dire almeno a voi i contributi li hanno versati e potrete godere dell importo pieno. Io manco ci arrivò a 38 di contributi e devo lavorare altri 6 anni

      Quindi alla fine ho lavorato 48 anni!

      Putroppo sono le discriminaZioni sociali di queste normative gestite da intellighenzia, che oggi ci racconta che non si può fare e si devono fare soldi alle industri ed ai capitalisti

      Intanto noi ci facciamo la guerra dei bottoni!

  5. Bisogna continuare e insistere con quota 41 almeno per i precoci come primo step continuando nel progetto di modificare la Legge Fornero, affrontando il tema dei 41 anni di contributi. Il Governo inoltre dovrebbe provvedere a separare la spesa previdenziale da quella assistenziale, dimostrando all’Europa che l’Italia spende per pensioni l’11% del pil, un punto in meno della Francia e mezzo punto in meno della Germania” conclude Proietti. Quello che hanno creato di quota 100 è una ingiustizia che premia chi ha iniziato a lavorare a 25 anni mentre chi ne ha 40/41 deve aspettare di averne 43…..ma andiamooooo!!!!! Come si fa!!

  6. Buon giorno a tutti, sono semplici e irriguardose le Vostre continue false promesse. La conferma arriva direttamente falla attuale norma, Stiamo parlando della:”follia fornero”. Infatti nel 2021 tutti gli 800000 mila precoci. Saranno in pensione con 43,1. Per cui non raccontare menzogne. Siete buoni a nulla.. Mi correggo una cosa la fate benissimo: Arpionare i 19000 mila euro mensili, pagati sempre da noi. Vergognatevi,parassiti… Cordiali saluti
    Luigi Napolitano

  7. Dovrebbe andarci salvini l infame a lavorare x 4142 43 anni seriamente però, sempre presente con qualsiasi tempo, sempre ligio ai dettami della azienda…avendo cominciato a 14 anni sacrificando l adolescenza alle esigenze del momento!!! Altro che girare in lungo e largo in perenne campagna elettorale, indossando felpe, mangiando a sbafo e continuando a predicare menzogne elettorali x tenere il sedere ben saldo sulla poltrona!!! Indegno ignobile e traditore

    1. Buongiorno , vorrei ancora una volta chiedere che OD venga rinnovata per la durata del governo , che Salvini e Di Maio vogliono continuare in modo da permettere a tutte le donne di poter avere un’uscita anticipata se non ce la fanno più per vari motivi tra i quali anche la cura dei propri genitori . Grazie.

  8. Ripeto e non mi stancherò mai di dire che faranno 41 tutti quando non ci saranno più lavoratori precoci (o almeno la stragrande maggioranza sarà già in pensione) perché già uscito con la Fornero e 43, 1 anni di contributi,inoltre per le nuove generazioni quota 41 è quasi un miraggio, vista la discontinuità dei lavori. Voglio inoltre precisare che le “conquiste” fatte dai lavoratori precoci sono frutto di un gruppo fb diverso da quello menzionato in video e che il numero di 50000 è dato dalla somma di più gruppi.
    Giusto per onestà intellettuale.

    1. Grazie Renato per le preziose precisazioni, ipotizzo ti riferissi al gruppo Fb: ‘lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti”, giusto, o ad altri? Ma , giusto per capire anche noi, non perseguite lo stesso obiettivo?

      1. Io sono fiducioso questo governo qualcosa ha fatto e le promesse le mantiene perciò OO e quote 41 devono farle sennò non saranno più credibili e sopratutto x le donne bisognerebbe fare di piu

        1. Sarebbe utile e dignitoso dare la possibilità alle donne di andare un po’ prima in pensione che i 41anni lavorativi …. visto che una donna non solo lavora fuori casa ma si occupa anche della propria famiglia e non solo anche dei propri genitori ormai anziani …. è soprattutto alle donne che hanno iniziato a lavorare a 14 anni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *