Pensioni anticipate 2018, ultim'ora Quota 41 con contributivo, proposta da Brambilla, non danneggerebbe nessuno

Pensioni 2019 ultim’ora: il punto sui tagli, perequazione e opzione donna

Inizia una nuova settimana oggi 27 maggio 2019 e a tenere banco nell’agenda politica sono ancora le pensioni 2019. Le notizie dell’ultim’ora continuano a parlare di tagli e della perequazione che inizierà il mese prossimo,. Vediamo allora le ultime novità con nuove mobilitazioni rilanciate per quello che viene già chiamato “lo sciopero dei nonni”. Infine, il giorno dopo la vittoria della Lega alle elezioni Europee, si torna a chiedere al Governo di mantenere le promesse riguardanti l’Opzione donna.

Ultim’ora tagli sulle pensioni e perequazioni: la Cisl Liguria lancia lo ‘sciopero dei nonni’

La manifestazione del prossimo 1 giugno potrebbe non esser sufficiente per fermare il Governo dall’applicare i nuovi tagli sulle pensioni. Per questo la CISL Liguria lancia un’appello: “Dalla nostra regione lanciamo l’idea di una proposta da estendere in tutta Italia: se il Governo non dovesse dare risposte dopo la manifestazione nazionale unitaria che ci sarà a Roma il prossimo 1 giugno, siamo pronti allo sciopero dei nonni”

Gianfranco Lagostena, segretario generale FNP Cisl Liguria spiega poi: “Non c’è nessuna attenzione da parte del Governo nei confronti degli anziani, i numeri sono chiari: saranno decine di migliaia le persone colpite tra Genova, Savona e la Liguria che si vedranno tolte dalla propria persone una quota che invece gli spetta di diritto. Sono riusciti a smontare tutto ciò che era stato costruito negli ultimi anni: a Roma saremo tutti insieme in questa manifestazione unitaria in centinaia di migliaia per dire basta. Se nessuno del Governo dirà qualcosa allora dalla nostra regione partirà l’idea dello sciopero dei nonni: lo faremo a malincuore a costo anche di non aiutare i nostri figli e i nostri nipoti, ma almeno qualcuno dovrà aprire gli occhi di fronte alle giuste richieste di 16 milioni di pensionati in Italia

Pensioni donne: l’Appello del gruppo Opzione donna le escluse

Il giorno dopo le elezioni in cui la Lega supera il 34% delle preferenze, arriva un appello dal gruppo Facebook Opzione donna le escluse tramite l’amministratrice Paola Viscovich che commenta a caldo il risultato delle urne rilanciando la battaglia: “Oggi è un buon giorno la Lega vince, adesso non possono non mantenere le promesse fatte, attendiamo la proroga“.

Viscovich ha poi rilasciato altre dichiarazioni al sito MyMagazine.news spiegando che “A Noi del gruppo escluse interessa il proseguimento di OD a requisiti non ulteriormente innalzati. A noi interessa ciò che abbiamo sempre detto dall’inizio: possibilità di accesso per le nate nel 61 nell’anno 2019. Tutto si condensa nello slogan OPZIONE DONNA AL 2019“. Infine conclude spiegando che: “Opzione donna oggi, ha ancora una ragion d’essere, specie per le donne del 61 vicine ai 60 anni, ed escluse dalla possibilità di accedere ad Opzione Donna perché separate dal gruppo di compagne già esaudite da questo Governo, a causa dell’inaspettato e repentino aumento dell’anno di età che ha stroncato aspettative già anticipate”.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

4 commenti su “Pensioni 2019 ultim’ora: il punto sui tagli, perequazione e opzione donna

    Avatar

    Grazia

    (27 Maggio 2019 - 23:40)

    Pure io la penso come Paolo, mi trovo in disoccupazione, sono del 1960 quindi per me opzione donna sarebbe un’ancora di salvezza…

    Avatar

    Moreno Chinellato

    (27 Maggio 2019 - 18:31)

    Adesso opzione donna strutturale come promesso da Duregon!!!!!

    Avatar

    Mirella Zuanon

    (27 Maggio 2019 - 16:41)

    Buongiorno., volevo chiedere perché noi Donne siamo penslizzate su tutto? Opzione donna la penalizzazione deve essere tolta….. Ci sono donne che fanno 40 ore settimanali e ci sono anche quelle che fanno 16.45 non trovo corretto che vengono penalizzate. Ho 58 anni e 38 di lavoro sono nella classe 1961.. Togliete la penalizzazione…..

    Avatar

    Paolo

    (27 Maggio 2019 - 14:40)

    Sono d’accordo le promesse vanno mantenute sennò anche per loro le prossime elezioni potrebbero essere fatali forza donne non mollate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *