Pensioni 2021, ultime oggi 17 marzo: la lettera alla senatrice Accoto (M5S)

Pensioni anticipate donne

Le ultime novità sulle pensioni giungono da Orietta Armiliato, amministratrice del CODS, che ha postato nella pagina Facebook del Comitato Opzione donna social, di cui é amministratrice la lettera che una delel sue iscritte, Maila Baldi, ha scritto alla Senatrice Rossella Accoto (M5S), che dal 1 marzo 2021 ricopre il ruolo di sottosegretario di Stato Al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, del neo Governo Draghi.

Armiliato, postando la lettera, che qui vi riproporremo, suggerisce altresì di inviare il medesimo testo a chiunque, rappresentante o membro delle istituzioni, possa essere sensibilizzato al tema. Eccovi in dettaglio quanto é stato richiesto nel corpo della lettera:

Pensioni anticipate donne: la lettera alla senatrice Accoto

Gentile Senatrice Accoto, il dibattito sulla riforma del sistema pensionistico è ormai in essere, quindi mi rivolgo a Lei per portare alla Sua cortese attenzione la richiesta di un’ulteriore proroga e di un ripristino dei requisiti iniziali relativamente a quanto in oggetto. (Opzione donna)

Tanto si parla di riconoscimento del lavoro di cura svolto dalle donne e certamente se questo avvenisse sarebbe un passo importante verso tutte coloro che hanno svolto e svolgono nella loro quotidianità non solo un’attività professionale ma anche tutto ciò che concerne l’organizzazione familiare soprattutto nei confronti di figli ed anziani, sostituendosi in buona parte ad uno Stato che per molti aspetti non riveste a sufficienza il ruolo che dovrebbe.

Puntare alla proroga dell’ Opzione donna o qualunque altro istituto per la flessibilità in uscita

Opzione Donna, o qualunque altro istituto potrà essere pensato per favorire l’uscita anticipata delle donne dal mondo del lavoro in modo volontario sarà il modo per riconoscere loro quanto fatto durante tutta la vita. Chiedere alle donne di lavorare fino a 67, 64 o 62 anni, senza dare l’opportunità di scegliere se interrompere prima l’attività professionale è ingiusto e iniquo e credo di esprimere il pensiero di tante, tantissime donne.

Poi l’appello finale: “Le chiedo Senatrice di farsi portavoce di quanto sopra e la ringrazio per quanto potrà e vorrà fare. Ringraziando Maila Baldi”. Condividete le richieste di Maila, vorreste la proroga dell’opzione donna o comunque di una misura che permetta di uscire anzitempo dal mondo del lavoro? sareste anche disposte a pelaità sull’assegno ultimo? Fateci sapere la vostra nell’apposita sezione commentio del sito, se invece siete in linea con quanto da lei richiesto, diffondete la sua email a vostra volta.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

3 commenti su “Pensioni 2021, ultime oggi 17 marzo: la lettera alla senatrice Accoto (M5S)

  1. Sono andata in pensione ora con opzione donna ( comparto statale) e mi sono accorta che a noi (pensione opzione donna) non spetta l’anticipo del tfs/tfr di Euro 45.000 e mi sembra ingiusto, in quanto andiamo in pensione con un assegno contributivo e la pensione è decurtata dal 25% al 30% e poi non ci spetta neanche l’anticipo? Vorrei che l’amm.del gruppo Orietta Armilato potesse intervenire con le sue conoscenze presso il Ministro Brunetta , poichè anche noi con opzione donna possiamo avere l’anticipo del tfs/tfr. Grazie e se potete vorrei conferire con Orietta Armilato, sono un ex Isp. del Lavoro.

  2. Pienamente d’accordo, opzione donna andrebbe resa addirittura strutturale. Come tanti altri casi, io mi ritrovo dopo circa 35 anni di contributi versati e quasi 57 anni di età, ad affrontare una situazione lavorativa precaria e discontinua che potrebbe interrompersi da un momento all’altro, in piena pandemia.

  3. Pienamente d’accordo. Opzione donna va prorogata almeno fino al 2023 se non addirittura renderla strutturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su