Riforma pensioni e crisi di Governo ultime da Durigon e Salvini su Quota 100

Pensioni 2024, L’intervista a Durigon su Quota 103, Ape sociale, Opzione donna, Quota 41

Molte le notizie che si susseguono in questi giorni relativamente alla Legge di Bilancio e alla Riforma pensioni in essa contenuta, si parla di peggioramento della Legge Fornero, di richieste dei sindacati e dei desiderata traditi dei lavoratori affatto contenti della Riforma previdenziale ideata dal nuovo Governo Meloni. A tal riguardo abbiamo intervistato, e lo ringraziamo fin da subito per la sua disponibilità al confronto, l’onorevole Claudio Durigon, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, per comprendere maggiormente a cosa sta ancora lavorando l’esecutivo e dunque lo stato dell’arte al 2 dicembre 2023. Di seguito l’intervista in esclusiva che ci ha rilasciato:

Riforma pensioni 2023, l’intervista in esclusiva a Durigon: ‘Non vi é alcun peggiormaneto della Legge Fornero’

Pensionipertutti: La riforma pensioni a cui sta lavorando il Governo non ha convinto i lavoratori e nemmeno le parti sociali, si parla di peggioramento della riforma Fornero, cosa si sente di dire al riguardo?

Claudio Durigon: “Non è assolutamente un peggioramento della legge Fornero. Anzi, abbiamo sistemato alcune storture, ad esempio con la Fornero si poteva andare in pensione di vecchiaia a 67 anni ma si doveva percepire almeno 1,5 volte la minima. In questa finanziaria abbiamo tolto questo limite. Poi, abbiamo continuato ad inserire flessibilità in uscita con Ape social o l’attuale Quota 103. Parliamo di una platea di 50mila persone che usciranno dal mondo del lavoro nei prossimi due anni. È solo il primo passo verso il completo superamento di quella legge

Pensionipertutti: Proviamo a fare il punto per Ape sociale sono richiesti 5 mesi in più, per opzione donna non solo non si è tornati ai requisiti originari ma si richiede un anno anagrafico in più,  Quota 103 è diventata con contributivo e sono cambiate le finestre. Come mai il Governo, che era per abolire la riforma Fornero, si è trovato a dover mettere paletti più stringenti alle misure in vigore anziché prorogarle per un ulteriore anno se proprio non era possibile fare di più?

Claudio Durigon: “Sicuramente questa non è la finanziaria della riforma pensionistica. Però gettiamo le basi per la vera riforma che abbiamo come obbiettivo di legislatura. Ormai il sistema contributivo è sempre più prevalente nei conteggi del salario pensionistico, quindi l’indirizzo politico preciso che, come Governo, abbiamo scelto di dare è che ogni forma di anticipazione deve essere considerata nel sistema contributivo. Oggettivamente, una riforma sostenibile deve prevedere altri paletti rispetto al passato“.

Pensioni 2024, ultime su Art. 33 e Quota 41

Pensionipertutti: Con la nuova Legge di Bilancio si va inoltre a modificare il calcolo di pensione nel sistema retributivo per tutti i lavoratori degli enti locali, sanitari ed insegnanti di asilo e di scuole parificate che hanno meno di 15 anni di contributi al 31 dicembre del 1995, cambiando le aliquote di rendimento dell’imponibile pensionistico. Questo comportebbe una perdita che può andare dal 5% al 30% dell’importo di pensione, stando agli ultimi studi. Le parti sociali sappiano che stanno facendo di tutto per evitare ciò avvenga, la premier Meloni, nel corso dell’ultimo incontro, pare aver aperto a qualche spiraglio di modifica, può dirci qualcosa in più in merito? 

Claudio Durigon: Fin da subito ho iniziato le interlocuzioni con le parti sociali, segno che non vogliamo escludere nessuno dal processo che ci porterà a trovare una soluzione.  Certamente l’obiettivo è quello di garantire che chi si ritira con la pensione di vecchiaia non subisca alcuna disparità di trattamento. Allo stesso tempo esistono dei vincoli di spesa che limitano il nostro campo d’azione, ma sono fiducioso che attraverso il maxiemendamento di Governo riusciremo a porre rimedio a questa e ad altre criticità“.

Pensionipertutti: La Quota 41, senza vincoli anagrafici e con assegno pieno, entro fine legislatura resta ancora un obiettivo del Governo o possiamo ritenerla una misura ormai da dimenticare?

Claudio Durigon:Quota 41 resta uno degli obiettivi principali di questo Governo. Non siamo nemmeno a metà legislatura, è naturale trovare delle situazioni di difficoltà durante il percorso, soprattutto in un contesto economico come questo. Dall’altro punto di vista gli indicatori sull’occupazione continuano a migliorare e abbiamo fiducia che questo trend subisca un’ulteriore impennata. È una questione di equilibrio: quando la quota di retributivo calerà a favore del contributivo, avremo le risorse per poter dare la possibilità a chi ha versato 41 anni di contributi di andare in pensione. È una riforma che richiede tempo e lavoro, ma sono certo che riusciremo a portarla a casa prima della fine della legislatura“.

Ringraziamo il sottosegretario Claudio Durigon e ricordiamo a chiunque volesse riprendere parte dell’intervista che tratatndosi di esclusiva é tenuto a citare la fonte.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

180 commenti su “Pensioni 2024, L’intervista a Durigon su Quota 103, Ape sociale, Opzione donna, Quota 41

  1. Buongiorno. Ho l’impressione che le decisioni che sta prendendo il governo sul fronte pensionistici possa non essere costituzionale. Calcolo della pensione e finestre di uscita discriminano alcune classi di cittadini lavoratori. Qualche giurista può rilevare questo?

  2. Se almeno fosse rimasta la quota 104 proposta da Giorgetti nella prima versione della Finanziaria… rimaneva il retributivo con una penalizzazione accettabile anche se ingiusta. Ma con l’intervento di Salvini anche questa possibilità è sfumata, la quota 103 con contributivo non la sceglierà nessuno. Poteva avere un qualche senso proporre il ricalcolo contributivo su anticipi come opzione Donna, con pensione a 58/59 anni e “solo” 35 di contributi, ma che senso ha proporla a 62/63 anni con 41 e più di contributi?? E’ davvero una presa in giro!

  3. Signore e Signori,
    il dito indice deve essere puntato su di uno. Uno solo, Salvini. Lui è il principale artefice di questo immane disastro, con promesse vane, fuori luogo, totalmente ed assolutamente improbabili ab origine. Vi siete fatti stregare. Addirittura risulta essere imbarazzante anche per questo Governo (!) Con questo ho detto di tutto.
    Un cordiale saluto

  4. La colpa è nostra Giovanni, perché siamo noi che abbiamo deciso di essere deboli, stando fermi ad aspettare che questi ci montano sopra.

  5. … Errata corrige… Buon pomeriggio! Ritengo che il Governo Italiano, debba eliminare i paletti stringenti, che impediscono e tanti lavoratori e a tante lavoratrici di andare in pensione, e mi auguro che l’Esecutivo, con il maxiemendamento, riesca a porre rimedio a molte criticità. Ringrazio tutti immensamente.

  6. Carissimi tutti, 100 miliardi di costo (2018/2023) se abolivano la riforma fornero come diceva Salvini e altrettanti nei prossimi 5 anni. Vi sembrano cifre su cui fare giochetti? E così hanno scontentato tutti con le varie quote solo per gettare fumo negli occhi. Bisogna non ripetere l’errore di votare una maggioranza così. Lilli Reolon

  7. Buon pomeriggio! Ritengo che il Governo Italiano, debba eliminare i paletti stringenti, che impediscono a tanti lavoratori e a tante lavoratrici di andare in pensione, e mi auguro che l’Esecutivo, col maxi emendamento, riesca a porre rimedio a tante criticità. Ringrazio tutti immensamente.

  8. appunto…visto che comunque anche la Fornero sara’ contributiva(non illudiamoci del contrario ,l’europa ha gia’ dato le sue direttive),io me ne vado con quota 103 e se non riusciro’ a viverci andro’ a casa di salvini e durigon a mangiare….m’incollo al campanello fino a che non mi danno un pasto caldo,mezzogiorno e sera.

    1. Caro Seba, non riesci ad aspettare l’anticipata Fornero? Resta ferma l’aspettativa di vita fino al 01/01/2027 e non verrà penalizzata. Consulta il patronato ENASC ANCHE ON LINE. Spero di esserti stata utile. Un caro saluto con tuttala mia solidarietà. Lilli Reolon

  9. Sig. Durigon, quando si va a scuola, prima si fa il compito, dopo si prende il voto. Per fortuna non sono andato a votare. Il voto di quelli che stanno nella “mangiatoia” ora è ZERO. Quando qualcuno farà qualcosa per me, tornerò a votare, prima il compito, dopo il voto. Sig. Durigon, promesse? No grazie!

  10. Via la fornero,aumento pensioni,riforma della giustizia,sanità e scuola efficienti,zero sbarchi,flax tax,sicurezza…Balle che raccontavano 12 mesi fa Salvini,Meloni quando bramavano di potere.Oggi questi”vuoto a perdere”dovrebbero avere almeno la decenza di tacere visto che la coerenza non è nel loro vocabolario! Zitti e Vergognatevi

    1. Detassazione tredicesime,detassazione straordinari,detassazione premi produzione ecc ecc chi più ne ha più ne metta. Falsi

  11. Prendendo spunto dai vostri commenti, LANCIO UN SONDAGGIO:

    Sareste disposti ad intraprendere una Class Action per la difesa dei diritti riguardanti le pensioni?

    1. Capisco la provocazione, ma la classe action riguarda azioni giudiziarie che riguardano la tutela dei consumatori dal dolo delle aziende. Quindi, un quesito del genere farebbe solo sorridere qualsiasi giudice del Tar, all fine nemmeno cominciamo il giudizio, semplicemente decretano l’inammissibilità.

      1. Nicola, ti ringrazio per il tuo commento.

        In effetti un ‘action class’ sarebbe da valutare se applicabile, anche se per me ci sono gli estremi per contestare giuridicamente l’anticostituzionalità di un patto definito da leggi e precise normative tra Stato e Cittadini arbitrariamente modificato in corso d’applicazione.

        E’ come se lo Stato ti avesse dato l’autorizzazione a costruire una casa e dopo 40 anni di tuoi sacrifici per costruirla ti dicesse che quella casa è abusiva, perché ha cambiato idea.

        Cito un stralcio dell’Art.39 della Costituzione: ” omissis…. La legge stabilisce i diritti dei lavoratori dipendenti e autonomi. I lavoratori hanno diritto che siano preveduti e assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, INVALIDITA’ e VECCHIAIA, disoccupazione involontaria.”

        In ogni caso sarebbe un segnale importante allo Stato che saremo futuri pensionati, ma non già morti.

        Quale alternativa proporresti per attivarsi concretamente a far emergere queste ingiustizie, anziché sfogarsi sterilmente in questo sito?
        (approfitto per ringraziare i gestori e moderatori del sito per l’opportunità di confronto che ci offrono su queste pagine).

        A disposizione,

        MG

        1. Caro Mg; non sono un esperto di giurisprudenza per cui prendilo questo mio commento per quello che è: un conto è quello che stanno facendo adesso che ti dicono: se vuoi andar via in pensione in maniera anticipata rispetto alla legge fornero queste sono le condizioni: tutto contributivo; è immorale ma lo possono fare; un conto è che dicano: chi va in pensione con la legge fornero tutto contributivo; lì è andare contro una legge; rischiano contenziosi al di là che poi al momento del voto la gente gliela fa pagare; a volte lo fanno giocando sul principio che molti si rassegnano, qualcuno spera in contenziosi collettivi auspicando che qualche sindacato……………………………………….. ci siamo capiti e qualcuno fa contenziosi individuali ma quelli costano; ci siamo capiti; saluti a te e ai gestori del sito

  12. Ringrazio i responsabili del sito per permettere al popolo dei pensionandi o pensionati di potere esprimere la loro opinione e li ringrazio per le loro interviste a tutti gli esponenti del governo dei sindacati e degli esperti in materia previdenziale. Capire cosa pensano costoro e conoscere la storia del sistema previdenziale italiano ci può aiutare e fare l’unica cosa che possiamo fare in una democrazia: il voto a partire dalle prossime europee !. Mi auspico che questo sito resista il più possibile nel loro ruolo di informatori.

  13. Le destre hanno sempre difeso i ricchi, mai i poretti. Per farsi eleggere anche dai poretti, che sono tanti, devono raccontare un sacco di balle.

    1. Bravo Ant, ma le balle ormai hanno fatto il loro tempo ed è il momento dei fatti… ma purtroppo se aspettiamo che facciano i fatti questi briganti….. ce lo possiamo scordare!

  14. Seba ci dica lei chi intervistare la prossima volta così cerchiamo di accontentarla, ci pareva importante ascoltare chi é al Governo, o intervistiamo un passante?

  15. La redazione si é letteralmente stufata di dire sempre le stesse cose, da oggi chi crea polemica sulla moderazione degli articoli é fuori! STOP!Chi non ha pazienza vada altrove, come funziona la moderazione credo di averlo spiegato gentilmente 20000 volte, ora anche basta!

    1. ERICA, non è da Lei perdere la paziena. Non sarà per caso nauseata anche Lei dalle riforme messe in capo dall’esecutivo.
      Buona giornata.

  16. Ciao Agatino, il RDC è stato l’unico sussidio ai disoccupati in Italia, ed ora che a persone come te, che avrebbero bisogno di un sussidio non ‘è più, anche se fai un lavoro molto faticoso: in ogni altro paese ti darebbero un aiuto ma qui no perché favoriscono solo gli elusori e gli evasori fiscali. Hai comunque tutta la mia solidarietà. Lilli Reolon

    1. La correggo, il sussidio di disoccupazione si chiama Naspi ed è tuttora in vigore e dura 24 mesi se si superano un tot ore di lavoro nei quattro anni precedenti l’evento.Il Rdc è un invenzione del M5s per raccogliere un pò di voti al sud, visto che l’80 per cento lo percepisce in quei luoghi.Senza contare la montagna di truffe gatte su di esso, togliendo i finanzieri dalla lotta all’evasione fiscale.

  17. È stato sollecitato il Sig Durigon a leggersi i commenti alla sua intervista in questo sito?
    ma forse non gli interessa sapere quanto malessere e difficoltà sta provocando e quanta delusione per quel superamento della Fornero che doveva portare benefici al lavoratore non un peggioramento. Salvini ha mandato in pensione uomini e donne a 62 anni con 38 di contributi per 3 anni e con il sistema misto, ora come donna di 61 anni quasi 62 devo aspettare i 67/68 anni con 43 anni di contributi. È questa l’equità sociale? Non raggiungerò i 41 anni e 10 mesi entro il 2026. E i politici possono accedere alla pensione dopo una legislatura, a 65 anni di età.
    Se piu di una legislatura l’età dovrebbe abbassarsi fino ai 60 anni. Vergogna!
    Siamo gli ultimi nel sistema misto non accanitevi in continuazione contro di noi, molti di noi non si sono fatti la pensione integrativa , non serviva, non abbiamo riscattato la laurea, non serviva, ci avete cambiato le regole in continuazione non ci avete permessi di
    programmare il nostro futuro.

    1. Discorso impeccabile Roberta, infatti questi scellerati l’equita’ se la sono messa sotto i piedi così come la Costituzione, perché è assurdo e inaccettabile che per tre anni i misti sono andati in pensione con 62-38 col calcolo misto ed ora hanno messo in campo porcate indescrivibili come 103,9, ape peggiorata e OD aggravata- noi miseri lavoratori col misto siamo diventati I miserabili del sistema previdenziale…. Sballottati da tutte le parti, inchiodati al posto di lavoro, privati di qualsiasi progetto di vita post pensione, colpiti e affondati come vecchie carrette del mare, tagliuzzati come carne da macello…. e chissà cosa saranno in grado di farci ancora, se non li fermiamo, scendendo in strada e bloccando il paese…. dandogli una sonora lezione…. prima di diventare dei pugili suonati, sotto i pesanti colpi inferti da questi barbari in giacca e cravatta.

    2. Gentilissima ROBERTA
      Le “regole” non le hanno cambiate “in peggio” solo salvini, durigon e meloni! ….sa che le dico… se le avessero cambiate nel senso di come molti qui si auspicavano o come diremmo “in base alle promesse” … l’Europa bella che abbiamo avrebbe mandato loro un bella letterina come nel 2011.
      Con somma gioia di coloro che dal 2011 li hanno preceduti.
      Per cui: FATE VOBIS, ovvero ogniuno qui tragga le conclusioni che ritiene.

    3. Cara Roberta, fai bene ad arrabbiarti con la Meloni e Salvini ma dovresti arrabbiarti di più con chi a suo tempo ti disse che non serviva per esempio farsi una pensione integrativa; o con chi ti disse che non serviva riscattare la laurea; tu, come me, facevi parte del gruppo bastonato nel 1996 con l’introduzione del sistema contributivo e salvarono quelli leggermente più vecchi di noi; e per il riscatto stesso discorso; cosa fare ora? resistere, tirare loro gli accidenti, sperare in buone nuove ma credo che da ora in poi le forme anticipate rispetto alla fornero saranno tutte contributive; saluti a te e ai gestori del sito

      1. Caro Paolo.
        Prendi lo spunto guardando a come talvolta possa sembrare comodo il “PENTIRSI” come pare accadere in questi giorni dopo due anni, eufemisticamente parlando,”movimentati” in Ucraina e non solo.
        Guardiamo ai convegni in corso e poniamoci qualche domanda.
        Dove sono finite le certezze che frullavano nella testa di alcuni “eletti nostrani ed europei”.
        Viviamo la realtà … o quel mondo dell’opportunismo da spendere in rapporto al prossimo voto europeo?

        1. Caro Wal, giusto alcuni giorni fa un giornalista a tutti noi notissimo ha detto una frase significativa: chi comanda non è il politico, comanda l’alta finanza; le grandi multinazionali, quell’1 per cento a livello mondiale che detiene il 90% della ricchezza; quindi? abbiamo poco da fare; parlando di pensioni , a parte legge Fornero, quasi nulla; saluti a te e ai gestori del sito

    4. Concordo pienamente con Roberta. Il governo si sta accanendo sugli ultimi pensionandi che rientrano nel sistema misto. Vogliono tagliarci il contributivo e mi chiedo se non sia anticostituzionale togliere un diritto acquisito. Per noi sessantenni non c’è trippa per gatti. Quando eravamo giovani dovevamo pagare la pensioni ai “vecchi” che uscivano dal lavoro con le pensioni baby o poco più che cinquantenni (beati loro). Ora che dovrebbe toccare a noi godere dei frutti di una vita di sacrifici ci dicono che dobbiamo pensare alle future pensioni dei millennials. Risultato ci tagliano gli assegni o ci mandano in pensione più tardi. Anche questo governo è riuscito col suo piano di peggioramento e noi navighiamo a vista senza saper da qui ad un anno quale altra amara sorpresa ci riserverà chi è al potere. Che tristezza!

  18. Tutte promesse, Opzione donna avevano detto che sarebbe stata strutturale, senza i paletti….. invece peggiorata…..quota 41 da subito, invece adesso dico a fine legislatura…tante promesse non mantenute!!! Solo per farsi eleggere….tutti uguali….i loro privilegio però quelli non si toccano!!! Che delusione!!!

    1. A leggere le risposte del Durigon, che sono un esempio di acrobazia retorica, c’è da sperare che le promesse questa volta per qualche motivo non le mantengano. In sintesi esplicita: povertà diffusa così da dare una speranza di povertà ad un platea più ampia. Gestione positiva delle onerosissime criticità negative, come anche nelle parole e nei fatti della premier, non se ne vedono. Evasori ed elusori tranquilli, è sempre stato il vostro momento ma ora un po’ di più.

    2. Cara Daniela , hai latto bene? Durigon non ha risposto alla domanda sullo scempio di Opzione Donna? Si fanno belli con gli slogan su tutti gli argomenti e non concludono niente di buono in nessun settore. E soprattutto non hanno il minimo senso civico dei rapporti con l’Ordine Giudiziario che vorrebbero asservito alle loro esigenze. Vuoi che si interessino dei problemi di chi lavora onestamente? Un abbraccio.
      Lilli Reolon

  19. Una buona parte dei commenti non li condivido.Proposta Tridico era ottima.Ora teniamoci il nulla ed un governo di incapaci racconta balle.Fac59

    1. Concordo sulla proposta di Tridico “ottima”…ma l’hanno fatto fuori (forse proprio perché aveva proposte di buon senso???)

        1. Max il domani deve ancora arrivare.Vedremo cosa ci aspetta.E sopratutto speriamo di non dover dire”quanto mai”.Fac59

      1. chi comanda, cara elena, spera sempre che una persona passi a miglior vita prima di godere della pensione; anche la proposta tridico, ma anche lì ci sarebbe da discutere su quale età farla partire e non avevano le idee chiare, conteneva un problema; chi comanda, prima della legge fornero, non vuole mandare in pensione nessuno, salvo casi disperati; poi sperano che qualche c……..no faccia questi discorsi: anche se posso andare in pensione tengo duro finchè ce la faccio; in pensione, e poi cosa faccio? in pensione: ma io ho ancora tante energie; io invece faccio altri discorsi: finchè sto bene e non sono tanto vecchio la pensione me la voglio godere perchè poi quando uno starà male non se la gode più e dopo muore; saluti a te e ai gestori del sito

          1. i numeri della proposta tridico variavano dai 62 ai 63-64 anni; sui contributi il punto importante era che subito la parte contributiva, ai 67 anni anche la retributiva; chi comanda non vuole dare nulla prima dei 67 anni, questo è il problema; saluti a te e ai gestori del sito

          1. marina, l’aria che tira non è brutta, è peggio; e adesso quello che era 1 anno fa, non è più; cosa fare? bella domanda; resistere, resistere, tirare gli accidenti a chi ci comanda; tenere duro; saluti a te e ai gestori del sito

      2. Sì Elena, è stata fatta fuori perché di provenienza M5S e perché di buon senso è equa- loro queste cose non sanno nemmeno che esistono.

  20. Tu esprimi una logica di comune buonsenso e verosimile ma non funziona così. La pensione è un contratto assicurativo per cui oltre la metà dei pensionati ha stra pagato. Nessuna assicurazione può rifiutarsi di pagare perché il contraente è anziano e così le sue casse sono meno gravate. Poi se lor 0 gestori hanno fatto casino mischiando la previdenza con l’assistenza, il torna conto e altre forme di mala gestione ( pensioni baby, privilegi e altre forme anti contabili) con gli aventi diritto la colpa è loro. Il danno sarà nostro perché siamo dei sudditi di fatto ma la colpa è loro e io non accondiscendo.

    1. Come si fa?????
      Uno stato sovrano può fare una legge specifica e cambiare i contratti con questa società.
      Chiediamolo anche per il futuro dei na figli
      Cesare

    2. Bravo Ant!!! tra l’altro togliendoli dalle risorse per la manutenzione stradale nel sud Italia e la Sicilia e poi ancora aggiungiamo anche le risorse utilizzate per coprire le voragini creati dai condoni degli evasori fiscali, comincino il sig. Durigon e Salvini a restituire immediatamente i 49 milioni di rimborsi elettorale della Lega non spettanti!! (ad oggi spalmati a rate in 80 anni!!). che indecenza!!!

  21. Io chi ho sempre odiato la Fornero mi viene da dire W la Fornero. Durigon ha pure il coraggio di dire che non hanno peggiorato la Fornero, ma i conti li sa fare (parliamo di matematica delle elementari)? E poi se non sbaglio in italiano PROROGA vuol dire “L’atto di prorogare; prolungamento della durata di qualche cosa o rinvio del termine precedentemente stabilito per l’esecuzione di una prestazione”. Ti sembra normale che chi va in pensione con quota 103 a dicembre 2023 prende 1700/1800 al mese e chi va nel 2024 prende almeno 500 euro in meno dopo aver lavorato di più. O ci prende per il cu…o non capisce un c…..

  22. Tanta promesse in campagna elettorale e poi..Comunque il prossimo anno vado in pensione, se Dio vorrà, con 42 e 11 mesi. Perché c’è l’aspettativa di vita. Però nessuno lo dice. COMPLIMENTI

    1. Allungare di 5 mesi l’agonia di un disoccupato che cerca con l’Ape social di avere un minimo sostentamento… Vergogna! Ci avevo creduto ma alle Europee avrete ciò che meritate!

    2. Caro Lorenzo, l’aspettativa di vita rimane fissata fino al 01/01/2027 perché non l’hanno modificata. Per ciò che riguarda il ricalcolo contributivo non varrà per chi ha maturato i requisiti anticipata Fornero nel corso del 2023 o che comunque andrà in pensione nel corso del 2024 notizia dal Patronato ENASC. Un caro saluto Lilli Reolon

  23. Quota 41 a fine legislatura,ma che senso ha,sperano che con questa tattica le gente li andrà a votare ancora?andate a fare 9ore in fabbrica,vi renderete conto di cosa significa,caro salvini….vai a zappare la terra,almeno fai qualcosa di utile x la tua nazione

    1. Grande Gianni aggiungo solo che è vergognosa anche l’arroganza con cui fanno finta di non capire quale disastro morale hanno fatto a tutti quelli che si fidavano di lui e soci…infami e ladri con la cravatta come dice mio suocero

      1. Avete visto tutti con chi si accompagna in Europa Salvini. Quindi come si fa e si faceva a fidarsi di uno come Salvini? Non biasimo nessuno sia chiaro, ognuno è libero di fare le sue scelte che possono essere sbagliate. Dagli errori si impara dalla troppa sicurezza si finisce spesso traditi. Un caro saluto.
        Lilli Reolon

      1. Caro Giovanni, Salvini (sentenza Tribunale Bergamo) non ha mai lavorato e glielo si può dire. L’unica attività è stata La Ruota della Fortuna di Mike Buongiorno. A 19 anni è stato consigliere comunale a Milano (lega Nord) da lì una carriera continua fino alla recentissima assemblea dei Sovranisti filoputiniani d’Europa. E’ un fulgido esempio di vita sulle spalle della gente, per combinare solo politiche incomprensibili e dannose per la vita italiana. Un caro saluto Lilli Reolon PS per i gestori del Sito: è tutto vero. Grazie

        1. Volevo fare una domanda al, relatore in merito alla pace contributiva : perché hanno escluso chi ha, contributi prima del 1996? Tanto i contributi riscattati a pagamento sarebbero comunque conteggiati col contributivo (misto) o sbaglio?

      2. Caro Giovanni, Salvini (sentenza Tribunale Bergamo) non ha mai lavorato e glielo si può dire. L’unica attività è stata La Ruota della Fortuna di Mike Buongiorno. A 19 anni è stato consigliere comunale a Milano (lega Nord) da lì una carriera continua fino alla recentissima assemblea dei Sovranisti filoputiniani d’Europa. E’ un fulgido esempio di vita sulle spalle della gente, per combinare solo politiche incomprensibili e dannose per la vita italiana. Un caro saluto Lilli Reolon PS per i gestori del Sito: è tutto vero. Grazie e non è un commento duplicato

  24. I politici,tutta gente che nn ha mai lavorato in vita loro,sono bravi solo a vendere fumo,trovano tante scorciatie pur di prendere in giro la gente onesta.c vedremo alle prossime elezioni

  25. Purtroppo siamo alle solite parole…
    Una volta che questi politici vengono eletti non fanno mai quello che dicono in campagna elettorale…
    Questa volta addirittura hanno peggiorato una legge considerata da loro stessi sbagliata…
    La delusione è grande
    Non andrò mai più a votare nessuno di questi personaggi….

  26. Relativamente all’art 33 della legge di bilancio, che cambia le aliquote agli iscritti della cassa CPDEL, Durigon parla di una modifica che consentirà a chi va in pensione con la vecchiaia, quindi con 67 anni di età, di non subire perdite. Nel pubblico però il limite ordinamentale è di 65 anni di età e nel caso in cui sia stato maturato il requisito della pensione anticipata scatta il licenziamento d’ufficio. Solo chi non ha raggiunto alcun requisito per la pensione può proseguire il lavoro fino ai 67 anni. Per quanto riguarda la nuova quota 103, opzione donna è Ape social è evidente il peggioramento rispetto alle versioni precedenti quindi le giustificazioni vengono percepite come una presa in giro. Mi auguro a questo punto che non venga attuata alcuna riforma previdenziale perché dalle considerazioni che fa è chiaro che sarebbe sicuramente peggiorativa rispetto alla Legge Fornero in quanto attuata con il contributivo.

  27. È altamente sorprendente come i politici cambino parere in un niente forse per salvaguardare la poltrona. Un anno fa, prima delle elezioni il capo della Lega assicurava che andando loro al governo, tutti avrebbero potuto andare in pensione con 41 anni di contributi a qualsiasi età e che al riguardo avevano individuato i fondi per sostenere tale iniziativa. Ora sono al governo e non si vergognano che un cittadino che va in pensione nel 2024 prenderà per tutta la vita 600€ in meno a chi in pensione con quota 103 va entro il 31.12 2023. Altro che scalone. Ora non ci sono i fondi per sostenere quota 41…anzi dal 2025 anche l’uscita anticipata della Fornero sarà col contributo. E questi hanno il coraggio di dire che stanno migliorando le uscite pensionistiche. Certo stanno convincendo gli italiani a restare a lavoro sino a 67 anni ma chi un lavoro non ce l’ha più come deve fare per arrivare a 67 anni? Per fortuna che tra 3 anni ci saranno le nuove politiche e come in America anche in Italia ci sarà il cambiamento… almeno si spera. Si dovrebbero raccogliere le firme per il referendum sul reato per false promesse elettorali..forse solo così qualcuno inizierà ad essere più serio e a capirci qualcosa. Grazie per l’ospitalità.

  28. Le pensioni anticipate saranno da ora in poi tutte con il sistema contributivo, mi sembra chiaro.Vogliono fare quota 41 entro la legislatura perché fra tre anni la perdita di quelli che hanno il sistema misto sarà più blanda man mano che passano gli anni.L’ anticipata Fornero è la vera incognita: la lasceranno con il sistema misto o metteranno anche qui il contributivo o tetti massimi o altre penalità? Per fortuna maturo il requisito anticipato Fornero nel 2024, altrimenti è mi dispiace per i colleghi lavoratori, non so cosa succederà.Passate il commento per favore.

    1. Un conto è fare porcate sulle quote varie un conto è farle sulla Fornero.. comunque concordo sulla tua analisi, questi sono capaci di peggiorare pure la Fornero e siamo qua a sperare che non lo facciano… Falsi ipocriti e scorretti!

      1. Don sei disposto a mettere la mano sul fuoco che la Fornero non verra’ toccata sui requisiti di ricalcolo?io non mi sento sicuro,ma se cosi’ non fosse vedrai che troveranno almeno la maniera per spostarla a 43 e 10 mesi che con la finestra,ipotizzando sia simile sarebbero 44 e 1 mese…..inaccettabile per me

    2. Caro Nicola, l’Anticipata Fornero non cambia fino al 01/01/2027 e non ha penalizzazioni, consulta un patronato, io ho controllato on line e di persona con il patronato ENASC di Padova e ce ne sono in tutta Italia. Ciao .
      Lilli Reolon

      1. Cara Lilli,ma da che certezze parti per affermare questo?solo per una legge scritta, che in qualsiasi momento questo governo puo’ stravolgere?oppure hai informazioni certe che la legge fornero sara’ intoccabile fino al 2027? grazie…p.s. ormai io non credo neppure alla gazzetta ufficiale sulle decisioni prese da questo governo di incapaci.

  29. Tra quota 103 2023 e quota 103 2024 c’è uno SCALONE di -400 € di media mensili a parità di condizioni…neanche la Fornero è riuscita a tanto…..

  30. Tra quota 103 2023 e quota 103 2024 c’è uno SCALONE di -400 € di media mensili a parità di condizioni…neanche la Fornero è riuscita a tanto…..

  31. La conduttrice di Rai 1 oggi ore 13 ci ha informato che la notizia più in importante è la programmazione del nuovo festival di Sanremo condotto da Amadeus, ed è proprio di lui che mi preoccupo, di questo ragazzone di 61 anni che ha tutti i diritti di andare in pensione, ma a 61 anni la sua pensione sarà un pochino bassa, aiutiamolo. Lui fa il suo, si è ridotto anche a fare le pulizie degli studi televisivi tanto poi chiude e riapre quando a voglia, le chiavi le ha lui. Si è di lui che mi preoccupo e di tutti i Pippo Baudo prima di lui e dopo di lui e delle notizie importanti che rappresentano,e del fatto che non riusciranno a sbarcare il lunario. Smettiamola di pensare solo a noi.

  32. Rinnegano anche l’evidenza: come si fa a dire che la riforma Meloni non è peggiorativa! È oltraggioso che in uno stato definito di diritto non sia dato a sapere con certezza a che età o con quanti anni di contributi si potrà andare in pensione. In aggiunta piccolo particolare: una legge non può che disporre oer il futuro, ebbene la revisione delle aliquote del retributivo ante 1996, dispone per il passato, aprendo il varco ad una palese incostituzionalità…vediamo se verrà notata…

    1. Secondo Durigon aver prorogato quota 103 tutta con il contributivo e’ cosa buona? Quante persone se ne andranno con una perdita sicura di pensione, dopo 41 anni di lavoro? Ma mi faccia il piacere almeno di stare zitto…o di dire che avete fallito. Non continuate a dire bugie pre elettorali, per favore. La gente oggi ragiona. Ve ne accorgerete alle prossime elezioni….

      1. Siamo in tanti col sistema misto…dobbiamo fargliela pagare a questi esseri miserabili sostenuti purtroppo dalla grancassa mediatica….provate a lavorare su serio lazzaroni infami

        1. Il sistema misto c’è dal 2011 e questi governanti (SIC) hanno provato a toglierlo e far diventare tutto contributivo anche a chi con meno di 18 anni nel 1995. Bene l’avrebbero fatto per la seconda volta a noi pubblici se i più pagati cioè (giustamente ) i medici non avessero minacciato di andarsene in blocco dal SSN. Questi governano a caso senza riguardo a dove si incagliano ogni volta. Siamo messi bene. Un caro saluto. Lilli Reolon

        2. Il sistema misto c’è dal 2011 e questi governanti (SIC) hanno provato a toglierlo e far diventare tutto contributivo anche a chi con meno di 18 anni nel 1995. Bene l’avrebbero fatto per la seconda volta a noi pubblici se i più pagati cioè (giustamente ) i medici non avessero minacciato di andarsene in blocco dal SSN. Questi governano a caso senza riguardo a dove si incagliano ogni volta. Siamo messi bene. Un caro saluto. Lilli Reolon non è duplicato a volte AI sembra salvini !!!

  33. Totalmente d’accordo con Raffaella, perché fin quando stiamo fermi con le mani in mano , questi vanno a bersaglio facile e spareranno continuamente contro noialtri che non opponiamo resistenza, fermi, abbandonati a noi stessi da sindacati e opposizione -pertanto rimarremo vittime sacrificali di questo sistema tirannico che avanza con ferocia senza lasciare scampo…… a meno che non ci trasformiamo in francesi e incominciamo ad alzare la voce e i tacchi per invadere le strade.

  34. Opzione donna, fosse solo aumentata l’età anagrafica , diminuita se hai avuto figli devi essere invalida al74%, caregiver da almeno 6 mesi o licenziata, ma non per tutti solo da chi ha un tavolo di crisi aperto , come se chi è stato licenziato da un piccolo posto non fosse un lavoratore, schifo totale. Discriminazione totale se non hai avuto figli

  35. Ieri e precedentemente in data 30/11/2023 ho pubblicato diversi commenti in merito all’art. 33 e anche nei confronti di Durigon in merito all’intervista, e non sono stati pubblicati.
    Non erano offensivi, forse un pò troppo diretti o forse troppo DURIGON nei confronti del ministro e del Governo… che rappresenta.
    Comunque sono d’accordo con Ant, questo personaggio dice tutto ed il contrario di tutto, alla fine non dice NIENTE, siete dei DEMAGOGI…
    Non vado oltre…

  36. Per l’ape social, oltre ad aver aumentato di sei mesi l età per l anno 2024 , hanno cancellato ben 23 categorie di lavori gravosi, di fatto annullandola. Ce ne ricorderemo alle prossime elezioni.

  37. Certo che portano a casa quota 41 , ma sarà tutta col contributivo ovvero come minimo 500 € in meno sulla pensione!!
    La gente non è stupida

    1. Bruno…. purtroppo le persone le ”prendono” per fame ( non ha altre entrate, e cerca di arrabattarsi con quel poco che gli daranno) oppure chi ha la pancia piena(chi economicamente non ha problemi economici, accetta il decurtamento della pensione ), e puo’ scegliere, ed evitare di essere presa per stupida…

  38. Il problema è chi controlla l’Europa che non ha il coraggio di resettare tutto compresi debiti che sono il laccio al collo per fare qualcosa per partire tutti gli europei nello stesso modo…Non ricattando chi di volta è al governo se no non gli fanno avere i soldi per pagare gli interessi del debito pubblico….
    Santo

    1. Poteva mica dire: “In campagna elettorale abbiamo dovuto promettervi la qualunque, ma i soldi sono pochi e dobbiamo pensare prima ai nostri elettori di riferimento.”

    1. 42 anni di servizio e a febbraio 62 anni di età, se vado in pensione con la finestra del pubblico impiego (9 mesi) di quota 104 perdo circa € 300, perché sarebbe tutto calcolato con il contributivo quindi spero di andare con la odiata FORNERO, senza che la tocchino, ad aprile 2025. Grazie

  39. Se dopo 41 di lavoro prendi 1100 euro me la metti tutta sul contributivo prendo 900 euro non é che tutti prendono stipendi da 2000 euro in su, cialtroni, ladri e pure incapaci

  40. Vedo commenti sarcastici sull’aspetto fisico di Durigon. Smettiamo di giudicare le persone dall’aspetto fisico, giudichiamole per quello che affermano e poi non mantengono anche se fosse un stecchino non cambierebbe il giudizio. Dalle interviste è anni che afferma che faranno quota 41, peccato che ogni volta la peggiorano o aggiungendovi un età o dichiarando di farla tutta contributiva. Quindi non si può più avere fiducia in quello che afferma anche se lo giurasse.

      1. Cara Erica,sarebbe buona cosa comunque che il sig.Durigon venga messo al corrente degli interventi dei lettori,certamente tralasciando quelli offensivi che servono a poco:questo viene fatto?solo per curiosita’….grazie comunque per l’impegno profuso dal sito.

  41. In effetti, quando il ministro Salvini tempo fa’, annuncio’ che era stata abbattuta la legge Fornero, stava anticipando la pubblicazione del libro delle bugie. Personalmente, non solo non usufruiro’ della quota 41, ma faccio parte anche della schiera di lavoratori, ai quali il governo intende ridurre le pensioni. Un governo che sorprende…

  42. Lega e centrodestra con queste ultime affermazioni con me avete chiuso. Finché avrò vita mai più il mio voto. Bugiardi.

  43. “Per vincere le elezioni abbiamo dovuto permettervi qualunque cosa, ma i soldi sono pochi e dobbiamo pensare prima ai nostri elettori di riferimento. “

  44. Esercizio di acrobazia retorica con esiti in prospettiva negativi. Valutazione parziale della realtà in chiave chiaramente strumentale.

  45. “Per vincere le elezioni abbiamo dovuto promettervi la qualunque, ma i soldi sono pochi e dobbiamo pensare prima ai nostri elettori di riferimento. “

  46. Cual cosa sta volendo en pentola io suggerisco a tutti di scendere in piazza bloccare il paese ..qui andiamo a vedere una 2 Venezuela con le pensione tagliate a zero

  47. Solo delusioni da questo governo ma come fa a dire che ci sono miglioramenti e proprio vero che dipende dai punti di vista noi non ci risultano miglioramenti in questa legge di bilancio

  48. Mai visto del voltagabbana epocali come la Meloni e tutto il suo staff. Sulle pensioni sono rimangiare tutte le promesse fatte in campagna elettorale alla velocità della luce. Vergognatevi!!! Credo che dopo 41 anni e 10 mesi di SUDATO lavoro abbia il diritto di andare in pensione, senza che un governo scellerato mi sposti avanti la carota ancora di sette mesi.

  49. Incredibile .In campagna elettorale diceva tutto il contrario
    Cerchiamo alle europee di non votare più la Lega . È ora di cambiare. Basta “BALLE”……..

  50. Ho 63 anni ed con le regole attuali potrei andare in pensione, nel 24 con 42 anni e 10 mesi , più i 3 di finestra con metodo misto. Tranne il militare e 8 mesi da precario senza contributi. Lavoro nella P.A. da aprile 83. La finestra me l’hallunga ? Stavo per fare la domanda ! Mi toccherà aspettare altri 6 mesi di finestra ?

  51. Tutti qui sono più competenti di durigon in materia previdenziale, in un contraddittorio ognuno di noi qui lo farebbe nero

  52. In questo anno o avuto una grande lezione almeno per il resto della mia vita saprò dove votare chiedo scusa a tutti i lavoratori e prossimi alla pensione o votato questo governo e mi sono condannato saluti a tutti

  53. Come al solito questo governo sta prendendo in giro tutti parlano parlano ma peggiorano solo le condizioni di chi deve andare in pensione e x opzione donna quale è la risposta nessuna come al solito che vergogna

  54. Il mio commento è in attesa di moderazione e a questo punto credo che non passerà, troppo scomodo. Vi invito a leggere le notizie on line del quotidiano Domani sul sindacato UGL e sulle case dell’Enpaia.

    1. Ho visto Report. Temo che Durigon avra’ molto da fare da questa settimana e di sicuro non si occupera’ di pensioni. Spero che paghi le sue scorrettezze e quelle di UGL. Ecvo perche’ il giverno cerca di limitare la magistratura. Durigon deve pagare.

  55. So di essere Off Topic, ma quando si leggono interviste di qualcuno bisognerebbe almeno sapere chi è. Notizia di oggi sul quotidiano Domani : I PM indagano sul sindacato UGL per false dichiarazioni sul numero di iscritti presentato al ministero del lavoro. Il sottosegretario che doveva vigilare e controllare nel 2028-19 era Durigon, ex vicesegretario di quello stesso sindacato prima di entrare in politica. Così almeno sapete che mente anche quando lavora al ministero, pagato da noi.

  56. E’ un Governo di DEMAGOGI.
    La classica pratica o prassi politica, che tutti i partiti indistintamente dal colore politico adottano, consistente nell’illudere il popolo con promesse che sanno già a priori (pre-elezioni) ritenerle IRREALIZZABILI, al solo scopo di conquistarne il VOTO.
    HO GIA’ scritto precedentemente un post sull’art. 33, CHE NON AVETE PUBBLICATO, peccato… era interessante.
    L’On. Claudio Durigon alla domanda sull’art. 33, NON DICE NULLA.
    L’art.33, deve ESSERE modificato, in quanto c’è un DISPARITA’ di trattamento tra lavoratori e lavoratrici del pubblico impiego in quanto illegale e incostituzionale.
    Trattare i lavoratori/trici con più o meno di 15 anni di contributi al 31/12/1995 è discriminante.
    Oltre i 15 anni vige la legge del 1965 come è adesso favorevole e chi ha meno di 15 viene utilizzato il calcolo con la legge del 2011, uno/a per una settimana o mese rimane fregato e ricevere un assegno ridotto e non poco.
    I calcoli non tornano, o tutti i lavoratori e lavoratrici indipendentemente dai 15 anni in più o in meno, devono ESSERE TRATTATI ALLO STESSO MODO.
    Giorgetti ha qualche amico che deve favorire l’uscita nel 2024 con FORTI AGEVOLAZIONI?
    On. Claudio Lei con la sua intervista vuole dimostrarsi clemente nei confronti di TUTTI i lavoratori e lavoratrici… nel frattempo ce lo sta mettendo DURIGON… nel…

  57. Inizino dando l’esempio !
    Che facciano prima le loro “pensioni d’oro” contributive .. e dopo 41 anni .. e non dopo 4 anni e 6 mesi. Altrimenti è la solita vegognosa casta di filibustieri. MAI, MAI PIÙ UN VOTO !

  58. L’ennesima risposta diversa dalle precedenti,tra di loro contraddittorie.Ha altro da pensare.Il suo partito,la Lega,doveva rendere strutturale Opzione Donna.
    Le confermo che opzione Donna è opera di Maroni e non della Fornero.
    La invito a dimettersi.

  59. Prima di tutto ringraziamo Erica Venditti per essere riuscita ad avere questa intervista esclusiva.
    Una cosa è comunque chiara e lo di evince da quanto detto dall’onorevole Durigon: “… ogni forma di anticipazione deve essere considerata nel sistema contributivo”.
    Se a questo sommiamo: “Quota 41 resta uno degli obiettivi principali di questo Governo. … È una riforma che richiede tempo e lavoro, ma sono certo che riusciremo a portarla a casa prima della fine della legislatura“.
    Quindi aspettiamoci che la riforma che manderà in soffitta la Legge Fornero arriverà probabilmente nel 2026 e manterrà le basi sulla pensione di vecchiaia (dai 67 anni attuali a salire, col passare degli anni, in base all’aspettativa di vita) e che la “nuova” pensione anticipata (quota 41?) sarà ricalcolata esclusivamente con il sistema contributivo per tutti.
    Boomers, rassegnamoci, saremo sempre di più inc… penalizzati.
    Un saluto a tutti

    1. Grazie Poalo, fa piacere che ogni tanto qualcuno apprezzi ancora quando lavoro facciamo per tenervi aggiornati

  60. A settembre 22 prima delle elezioni pontificava quota 41 da subito e non a fine legislatura e con il misto…. Ho detto tutto!

  61. L’equità nelle pensioni italiane non esiste e neppure in quello che propone lei c’è equità perchè comunque perchè nell’accedere alla pensione su base volontaria, completamente contributiva con 64 anni e 20 di contributi si è dimenticato che c’è la soglia ora fissata a 2,8 volte la minima e che probabilmente già nel 2024 si passera a 3 e se sei donna e ai figli di meno sencondo lei c’è equità in queste soglie?

  62. Perfettamente d’accordo…bisogna bastonarlo a giugno…col sistema misto siamo in tanti ….persone del genere non devono più far politica

  63. Ma questi politici sono diventati proprio delle scimmie ammaestrate!
    Come fa uno sano di mente ad affermare che “abbiamo continuato ad inserire flessibilità in uscita con Ape social o l’attuale Quota 103. Parliamo di una platea di 50mila persone che usciranno dal mondo del lavoro”.
    Con questi nuovi vincoli per APE e Q103 ci andranno solo qui poveracci costretti da aziende che chiuderanno, se arrivano a 3.000 persone è già tanto.
    Sig. Durigon se le adesioni non arrivano a 20.000 devi dare le dimissioni e tornare a lavorare.
    (… e ti sto facendo un bello sconto!)

  64. … aggiungerei che non si merita neppure i ringraziamenti per l’intervista…viene pagato da noi per dire stronzate…e dobbiamo ringraziare?
    Svolge un ruolo pubblico ed è giusto che si renda disponibile a tutti…

    1. Non sono d’accordo. Erica ha fatto benissimo a chiedere ed ottenere questa intervista, complimenti! Ancora grazie ai gestori del sito

    2. Io penso che questo governo non sta facendo altro che aspettare la fine legislatura per quota 41 in quanto passando gli anni sarà facile per loro confermare quota 41 per tutti perché saranno pochissimi i lavoratori che avranno 41 di contributi e quelli che rimarranno per arrivare a 41 di contributi arriveranno a 70 anni perché la maggior parte ha iniziato a 30 a lavorare e per loro sarà un vanto per le prossime elezioni da premettere che io sono uno di quelli che è rimasto deluso dalle loro promesse votandoli ma questo non accadrà mai più

  65. Ma secondo voi, sono le stesse cose che diceva prima delle elezioni per ottenere il nostro voto ? Sono le stesse cose che diceva nel 2018 ? La lega non mantiene nulla di quello che promette dalla sua nascita, dalla secessione ai migranti, per arrivare alle pensioni. Questi sono gli unici argomenti che lo tengono in vita ma che non risolvono mai. In compenso si stanno arricchendo sulle spalle di chi sciopera perdendo un giorno di paga. Hanno rubato 49 milioni di euro e si comprano diamanti e voti.

  66. Dicono delle cose, poi ne fanno delle altre che ovviamente sono distruttive per noi. Senno’ non ricoprirebbero tali ruoli.

    1. Manca la vera controparte, non posso scrivere quello che penso, noi veri lavoratori siamo trattati male e basta!!!!!!!!!

  67. Penalizzare sempre di più opzione donna. Che è già col metodo contributivo che senso ha?
    Siete degli incompetenti!!!

  68. Ma se il Governo sostiene che “ogni forma di anticipazione deve essere considerata nel sistema contributivo”, mi può spiegare il Sottosegretario Durigon perché Opzione Donna, che era l’unica forma di flessibilità cui si accedeva optando per il sistema contributivo, è stata nella realtà cancellata inserendo paletti che l’hanno resa accessibile solo a poche centinaia di donne?
    È una contraddizione di fatto!!!

    1. cara tiziana, l’ho già spiegato più volte ma si vede che non hai letto i mei commenti; opzione donna, anche contributiva, allo stato non conviene più perchè a fronte di un calcolo contributivo che è un dato di fatto gli anni di retributivo potevano essere 6-7 ma permetteva alle persone di 58-59 anni di andare in pensione; lo stato non vuole mandare in pensione a quelle età salvo situazioni veramente estreme; tutto chiaro? in questo caso gli anni di retributivo sono anche 13-14; saluti a te e ai gestori del sito

  69. Avrei tante cose da dire, per insegnare e imparare dagli altri, ma visto che non mi pubblicate quasi mai, FATE VOBIS.

  70. Quasi sempre le norme discriminano a livello temporale, solo che di solito lo fanno a livello dei 31.12….., stavolta su ape social invece al 1 agosto. Credo che non accadrà mai che noi misti ci faranno andare a 64 anche se con il regime contributivo, l’interesse è farci lavorare più anni possibili, anche per poter garantire il pagamento delle pensioni a chi ad esempio sono andati in pensione a 35 anni, chi a 50/55/58, ovviamente con calcolo retributivo….della serie: solidarietà tra generazioni!! Davvero morire dal ridere, non siete d’accordo.

  71. Questo è lo stesso che in settembre affermava:

    “Credo che oggettivamente ad oggi l’obiettivo” in materia di pensioni in vista del 2024 “è quello di riconfermare quota 103 e quota 41 con 62 anni e vedere come si può allargare. Per quello che riguarda Opzione donna stiamo cercando di capire come dare un ristoro alle donne”. Così Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro, scopre le carte sul dossier pensioni nel corso di una intervista a 24 mattino su Radio24 a poche ore dall’incontro al tavolo di confronto al dicastero con i sindacati.

    io andrei in giro col burka dopo una simile figuraccia… E vedremo chi dovrà pagare il maxiemendamento a costo zero che stanno preparando per sistemare le pensioni dei medici; non mi stupirei che facessero saltare nuovamente quota 103 e rendessero quasi impossibile opzione donna e ape sociale

  72. Il messaggio ormai è chiaro. Tutte le forme di pensione anticipata saranno possibili solo con il sistema contributivo quindi anche la cosiddetta anticipata Fornero con il conteggio misto è a forte rischio. Tutto il resto dell’ intervista è solo fumo negli occhi.

  73. Per una questione di equità non capisco perché ai lavoratori con sistema misto non sia data la stessa possibilità, concessa ai contributivi puri, di accedere alla pensione su base volontaria, completamente contributiva con 64 anni e 20 di contributi. Inoltre inasprire l’ape sociale, che non è una pensione, aggiungendo 5 mesi ed escludendo in tal modo i nati del 61 da agosto in poi mi sembra profondamente discriminante.

    1. sig. Mauro non esiste equità nel nostro sistema pensionistico! A parte che anche lei dimentica il paletto del 2,8 volte la minima (che potrebbe nel 2024 essere 3 volte la minima e le altre porcate riservate a chi ha figli se donne) che escluderebbe molti alla faccia dell’equità.

    2. Così, anche nel 2024 ci sarà chi va in pensione con quota 84 (64+20) e chi non ci va con 107 (66+41). Non ci sono i termini per una class action? Mah

    3. L’equità nelle pensioni italiane non esiste. E neppure in quello che propone lei c’è equità perchè comunque nell’accedere alla pensione su base volontaria, completamente contributiva con 64 anni e 20 di contributi si è dimenticato che c’è anche la soglia ora fissata a 2,8 volte la minima e che probabilmente già nel 2024 si passera a 3 e se sei donna e hai figli di meno. Sencondo lei c’è equità in queste soglie?

    4. ho già risposto a te e una volta a Wal; il discorso dei 64 anni dei tutti contributivi non esiste; i tutti contributivi prenderanno in futuro una miseria a 70 anni; e le pensioni integrative è molto meglio farsele facendo grossissimi sacrifici; velo dice uno che grazie alla pensione integrativa ha terminato anche se è dura ma avendo risprmiato una vita è ok; saluti a te e ai gestori del sito

  74. Tradotto in parole semplici l’obiettivo di questo Governo è abbassare la spesa pensionistica. Nessun accenno all’evasione fiscale, alle spese militari, ai 9 miliardi risparmiati dalle morti Covid e sperperi vari, considerano la previdenza un compartimento stagno parassitario. Loro, i nostri politici, per quello che fanno, vorrebbero lavorare a vita e lasciare il posto ai figli. Che schifo di Paese!

    1. Non sono d’accordo.
      Erica ha fatto benissimo a chiedere ed ottenere questa intervista, complimenti!
      Ancora grazie ai gestori del sito

    2. sbagli mario, è utilissimo intervistarlo; certo , dice cose che non piacciono; l’orientamento del governo è che tutte le forme anticipate della pensione sono con il sistema contributivo: come dire: vuoi andar via prima dei requisiti fornero? ti frego soldi; a te la scelta; saluti a te e ai gestori del sito

  75. bravo onorevole durigon, chiaro che il concetto è che volete rubare gli anni di retributivo; quelli reggono la pensione pensando ai 28 anni di contributivo; il paragone è questo: in un mare in tempesta hai 2 remi; qualcuno vuole fregarti 1 remo; praticamente lo uccidi; complimenti; poveri noi, in che mani siamo; saluti ai gestori del sito

  76. Ma ancora parla senza vergogna? Non dice che se ci sarà quota 41 sarà solo contributivo… Ribadisco “se”. É vero che hanno tolto il vincolo di 1,5 volte l’assegno sociale per la vecchiaia contributiva ma non dice che hanno portato a 3 volte l’assegno sociale per l’anticipata! Parla di 50.000 in due anni (forse) cioè niente. Che vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su