Pensioni 2024, Opzione donna, Armiliato al Governo: avrete bisogno della nostra “matita”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo ennesimo appello al Governo in carica da parte di Orietta Armilato, amministratrice e fondatrice del CODS, Comitato Opzione donna social, la richiesta: tutalare i bisogni delle donne ripristinando l‘originaria versione dell’istituto Opzione donna, al momento attuale, se le cose non cambieranno, le lavoratrici saranno certamente tra le più penalizzate da questa nuova riforma pensioni che sembra dimenticare completamente il doppio lavoro svolto dalle donne dentro e fuori casa, lavoro domestico e di care che spesso impedisce di raggiungere i contributi richiesti, 41 anni, per la Quota 103. Ma al tempo stesso impedisce l’utilizzo dell’opzione donna avendone snaturato completamente i requisiti iniziali e avendo dunque ridotto di moltissimo la platea delle potenziali aventi diritto. Di seguito pubblichiamo per intero la lettera aperta redatta da Armiliato in rappresentanza delle 12.000 e più donne iscritte al suo Comitato Opzione donna social in cui per la prima volta ricorda all’esecutivo che quelle stesse donne che oggi vengono ‘snobbate nei loro bisogni’un domani avranno facoltà di votare ed ovviamente si ricorderanno del maltolto.

Riforma pensioni 2024, lettera aperta al Governo:

Caro Governo, ti scrivo per l’ennesima volta per rilevare la tua miopia, la tua inadeguatezza, la tua mancanza di sensibilità e di attenzione ai bisogni delle Donne. Non riformulando la misura dell’opzione donna ossia non riportandola ai sui requisiti d’origine, non solo hai tradito le aspettative che avevi largamente diffuso e sostenuto al solo evidente fine propagandistico ma, compiendo la scelta di non ascoltare i legittimi bisogni delle lavoratrici, hai negato loro l’unica possibile via di pensionamento, l’unica esistente nel nostro ordinamento previdenziale per loro accessibile, negando quella serenità necessaria a poter affrontare la stagione più fragile della loro esistenza.

💥Perché? 💥Perché hai voluto privare le Donne della possibilità di scegliere? 💥Perché hai voluto, avendo a disposizione scarse risorse, privilegiare comunque ancora una volta i lavoratoti uomini? 💥Perché hai lasciato senza reddito alcuno le lavoratrici disoccupate, licenziate da piccole e medie aziende che rappresentano maggioritariamente il tessuto industriale e commerciale del nostro Paese? Vorremmo avere almeno “la grazia” di poter comprendere cosa ha mosso la vostra decisione di elidere dall’alto dei vostri scranni un provvedimento su questa materia; e, comprendendo, provare a farcene una ragione accettando questo atteggiamento che, oggi, riteniamo essere inspiegabile ancorché crudele proprio rispetto a chi, da sempre, elargisce welfare gratuito al posto vostro.

Noi, Donne , siamo stanche della vostra arroganza, delle vostre parole al vento, della vostra supponenza e noncuranza davanti alle nostre conclamate esigenze. Sappiatelo, ed annotatelo sulle vostre agende griffate che riempite di note mentre sedete, sordi, ai tavoli di concertazione negoziali dove tutto fate piuttosto che ascoltare o decidere di proporre qualcosa di concreto da mettere in campo per aiutare e risolvere i problemi di chi è in difficoltà, interpretando la realtà unicamente a vostra misura che, evidentemente, non è per nulla aderente a quella del mondo reale; quel mondo nel quale ogni giorno NOI Donne lavoratrici, madri e non, cristiane e non, dobbiamo arrabattarci come possiamo per poter vivere dignitosamente. Abbiate almeno rispetto dei nostri sacrifici quotidiani e perenni giacché, presto, verrà il tempo dove VOI avrete bisogno nuovamente di NOI e della nostra “matita”; e noi, spuntando la lista dei rischi e delle opportunità che giornalmente rileviamo ed annotiamo sui nostri semplici taccuini di carta riciclata comperati in offerta al supermercato, risponderemo. È una sorta di ricatto? Ebbene Sí, lo é … esattamente e paritetico a quello che avete messo in campo per noi affinché confermassimo la nostra fiducia nei vostri riguardi infischiandovene una volta ottenuto il vostro anelato risultato. Fiducia mal riposta, ahinoi, palesemente mal riposta.

Orietta Armiliato e le 12.300 Donne membri del Comitato Opzione Donna Social (CODS)

Cosa ne pensate delle parole di Armiliato, le condividete? Fatecelo spaere nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

56 commenti su “Pensioni 2024, Opzione donna, Armiliato al Governo: avrete bisogno della nostra “matita”

  1. Certamente ci ricorderemo della Meloni al momento del voto visto che essendo donna ha penalizzato solo le donne ,certo lei quando ritorna a casa non deve pulire cucinare lavare qui di si mette comoda e pensa a come fare per essere in vetta alle classifiche fregandosene di tutti

  2. Certo, pari diritti e doveri. Anche voi uomini al lavoro in casa e nella cura ai vostri vecchi e ammalati…. Siete voi uomini che non rispettati i doveri (almeno molti uomini). Niente più soltanto nuore e figlie accanto agli ammalati. Avanti grand uomini…..

  3. Sulle pensioni siano in mano alle agenzie di rating e ai burocrati di Bruxelles.
    I nostri governanti hanno disatteso, e non voglio scendere nello scurrile, le promesse fatte.
    Falsi, ipocriti e scorretti!

  4. Vergognoso non è che il governo abbia finalmente abrogato opzione donna: in realtà ha fatto benissimo ad abolirla. Vergognoso è che voi donne rivendichiate ancora nel ventunesimo secolo assurdi privilegi e trattamenti speciali di favore. Non siete state voi da sessant’anni a questa parte a pretendere l’uguaglianza assoluta con gli uomini? Ecco: l’uguaglianza vi è stata finalmente servita! Inutile lamentarsi, è quello che volevate e che avete chiesto voi stesse. Chi è causa del suo mal pianga se stesso. O meglio se stessa.

    1. Finalmente qualcuno che ha detto quello che molti pensano. Uguaglianza e parità con gli uomini ma…non sulle pensioni! In questo caso le donne ritornano ad essere la parte debole.

    2. Purtroppo La inGiustizia non tiene assolutamente conto delle discriminazioni sociali e dei ricatti persecutori che le donne subiscono quotidianamente anche nel mondo del lavoro…Mi spiace constatare che ci siano, e ci saranno sempre ahimè al mondo, persone così miopi ed ottuse!

    3. Signor o Signora “La Giustizia ( de che?)”.

      Ha scritto una Banalità che si sente in giro da 60 anni a tutt’oggi e che, se non ha il prosciutto sugli occhi, non rispecchia minimamente la Realtà da 60 anni ad oggi, anzi è da secoli che la Parità è sulla carta.

      Buona Vita.

    4. Vergognoso è quello che dice lei!!rivendicare opzione donna non ha niente a che vedere con la parità, ma vuole essere un riconoscimento per il doppio lavoro che le donne svolgono ogni giorno.

  5. Sono sante parole quelle che hai scritto ti dò pienamente ragione e io che ho 19anni di contributi e non riesco a trovare lavoro come dovrei vivere secondo loro con una pensione di € 500.00?

  6. Lottare per essere liberi di scegliere, scegliere di avere una pensione ridotta. Grazie Armillato, sei rimasta l’unica a pensare a noi.

  7. Grazie mille Orietta per tutto quello che fai per Opzione Donna, speriamo che in futuro qualcuno si metta una mano sulla coscienza e riportino Opzione Donna come è nata nel 2004 senza gli schifosi paletti massi dal brutto Governo Meloni 😡

  8. Grande Orietta, ambasciatrice e portavoce di tutte le donne che in questo momento non sanno più cosa le aspetti da questo Governo insensibile e opportunista. Speriamo che prima o poi si faccia giustizia e tutte noi donne possiamo avere ciò che spetta: dignità e giustizia dopo tutta una vita di lavoro. Grazie ancora Orietta per tutto ciò che fai da anni per noi!!

  9. Orietta hai tutto il nostro appoggio, grazie sempre.
    Aggiungo .le lavoratrici fragili con invalidità dal 46% in su dovrebbero essere allineate alle disoccupate sembrano invisibili….nessuno ne parla…..

  10. La Meloni bistratta le donne in tutte le maniere…è un odiatrice di donne……ce ne siamo accorte già da un anno..ci ha bellamente preso in giro prima delle elezioni e dopo ci ha bastonato…bene…lei odia noi donne e noi odiamo profondamente lei…lei ci tratta di merda…e noi…restituiamo il trattamento

    1. Brutta sorpresa, vero Francesca? Certo che in ogni caso la parte politica che rappresenta Meloni non è la più avanzata nei diritti di chiunque, a parte chi la pensa come “loro” (e questa si chiama ipocrisia). Non disperiamo, non dureranno fino alle prossime elezioni. Un caro saluto Lilli Reolon

      1. Dureranno fino alle prossime elezioni e se la sua parte politica sig ra Reolon continua a fare spallucce sulla sicurezza (vedi Milano) , vinceranno anche le prossime elezioni.D’ altro canto non si può governare un partito come fosse un collettivo studentesco e pensare di vincere le elezioni ( vedi Schein).

  11. Se guardiamo la curva dell’evasione fiscale ,diciamo ultimi dieci anni con il centro sinistra al governo, vediamo una bella retta piatta senza alti e bassi, cosa hanno fatto di meglio, me lo spieghi così imparo.

  12. Ringrazio Pensioni Per Tutti e la Sig.ra Orietta Armiliato Amministratrice del Comitato Opzione Donna Social per il Sostegno e le Competenze profuse in questo Annus Orribilis per le Donne ( direi per Tutti i Lavoratori e le Lavoratrici che hanno sperato in un Anticipo Pensionistico così largamente propagandato nel 2022 pre-elezioni, senza contare la orrenda discriminazione di tante Donne, figli o non figli, Licenziate di Piccole Aziende senza tavolo di crisi perché non previsto e Altre Donne che si sono viste togliere la possibilità di SCELTA senza se e senza ma, al di là delle motivazioni che, per le Donne, possono essere tante e variegate e che Questo Vergognoso Esecutivo ha preso in giro per più di 1 Anno, con tira e molla continui e senza Trasparenza nei pochi Dialoghi intercorsi anche con le OO.SS.)
    E, come dice il Saggio Confucio, mi sono seduta sulla riva del fiume in attesa… e sto aspettando Giugno dell’anno prossimo e tutti Boomerang Sociali distruttivi che ha generato l’intelligenza di Certuni e Certune tornino alle Rispettive e Illustrissime Maestranze.

    E non credo di essere l’Unica.
    Grazie per l’Attenzione.
    Elena Facincani
    Un’Iscritta al C.O.D.S

  13. Capisco le proteste ma ribadisco che con questa demografia possiamo mettere chi vogliamo al governo, non cambierà niente.Lo dico a chi spara cannonate quotidiane contro il governo.La commissione europea ha chiesto più volte di abolire gli anticipi pensionistici.In Germania ci vogliono 45 anni di anzianità per andare in pensione o 65 anni di età per arrivare a 67 nel 2031.Quindi, di cosa stiamo parlando?

    1. Nei 45 anni però mi risulta, ma magari mi sbaglio, che calcolino anche gli anni delle superiori.. non solo universitari.

      1. Vero! Ma suppongo che da noi non sarà concesso fintanto che le pensioni non saranno totalmente contributive come da sempre lo sono da loro.
        Se ne è discusso, che io sappia, a lungo già nella gestione Tridico.

    2. Con le Famiglie di immigranti stabilizzate e che si stabilizzaranno la demografia subirà un’inversione di tendenza.
      Se guardano solo i dati attuali risulta in calo, ma se guardano in prospettiva ( capacità di cui sono alquanto carenti ) le cose cambieranno.

    3. E se non ne possiedi 45 di anni contributivi, devi sopportare penalizzazioni dello 0,3 per cento della tua pensione per ogni mese di anticipo.

  14. Evasori o no … mi concentrerei sul Diritto rubato.. dopo molti anni di riconferme, alla fine del 2022 Stop..non si rinnova e noi siamo state private di un diritto riconosciuto x più di 10 anni ad alte pari… come sempre Figli e figliastri

    1. Letizia, si vede che tu come altre scrivi i commenti ma non leggi i commenti degli altri; avrò ripetuto almeno 50 volte per quale motivo opzione donna è stata massacrata; lo ripeto di nuovo sicuro che non sarà l’ultima volta: come era fino al 2022 non sarà più; a parte il fatto che moltissime dicevano: è per le ricche, possono permettersi decurtazioni fino al 30 %; era comunque una grande risorsa importante; cosa è successo nel 2023: allo stato non conviene più opzione donna: per quale motivo? a fro nte di un tutto contributivo che è un dato di fatto chi comanda ha fatto 2 calcoli: siamo a quasi 28 anni di contributivo; io non mando in pensione persone di 58-59 anni con 6-7 anni di retributivo; capito qual’è il problema?a quell’età lì non vogliono mandare in pensione la gente salvo che una persona raggiunga i requisiti fornero; ne mando pochissime e per situazioni estreme; tutto chiaro? io l’ho interpretata così; poi vedi cosa hanno fatto quest’anno con tutti; saluti a te e ai gestori del sito

  15. Ancora con opzione donna???? Ma la quota 103 TUTTA CONTRIBUTIVA non vi e’ bastata? Basta con queste prese in giro contributive non facciamo il loro gioco che diamine! Sono esterrefatta

        1. IL FUTURO E’ TUTTO CONTRIBUTIVO A 67 anni. Vedasi quota 41 di Durigon e le modifiche dell’attuale legge di stabilità. E’ solo questione di tempo, poco tempo. (I lavoratori quindi devono rassegnarsi a dover pagare fino alla morte le mensilità di chi è già in pensione!!!???). ANCHE NO

      1. Grande…vorrei che tutti i lavoratori fossero partecipi con la loro “matita”…quando sarà il momento…senza dimenticare le promesse tradite e non solo…anche il peggioramento delle condizioni precedenti…

    1. no cara, quota 103 a 62 anni non ci è bastata!
      forse non hai capito che qualcuna non può e non vuole lavorare fino a 62 anni!
      Il diritto di andare in pensione prima DEVE rimanere una libera scelta.

      1. vedi cara laura, un conto è il non può e un conto è il non vuole; sono 2 cose diverse; pensare alla pensione prima dei 62 anni era realistico, a parte la fase delle baby pensioni, prima della legge fornero , anzi erano i 60 anni; poi qualcuno disse: se per l’uomo che campa di meno sono 65 perchè la donna a 60? e alzarono ad entrambi; su opzione donna l’ho già spiegato tante volte perchè ora non più; e adesso? ormai, prima della legge fornero o casi estremi o tutto contributivo ma scordati 59 e35; ora è 62 e 41 e anche anche con paletti; chi comanda , a parte legge fornero, poche migliaia in tutta italia; questa è l’aria che tira; saluti a te e ai gestori del sito

  16. Buongiorno,
    Certo che si che Condividiamo in toto la Perfetta Anamnesi della Sign.Orietta Armiliato del CODS !
    È indescrivibile la Nostra Delusione , Disperazione, anche Umiliazione (delle Nostre Difficoltà è stato scritto e detto e dimostrato anche fin troppo, che ormai di più non si può…?)
    IL Colpo che Questo Esecutivo ha Inferto a Noi ,che per vari Motivi spesso Molto Gravi , ci accontentavano (per moltissime era ultima spiaggia , un ⚓ di salvezza) di andare in Pensione con #OpzioneDonna è stato alle Spalle , all’Arrivo , al Traguardo di una Vita di Sacrifici , di Lavoro Fuori e dentro Casa …TERRIBILE ! anzi INCONCEPIBILE da accettare , fin da subito !!!
    E si Credeva -” No , Assurdo, Impossibile che non venga messo a posto un Simile Mostro ! ” -…E ci abbiamo e Creduto e Lottato per un Lungo anno , anche perché , Ingannandoci in modo subdolo (alcuni anche ridacchiando) Vari Esponenti del Governo ci hanno più volte fatto Sperare ,Illuse almeno in un correttivo …
    Che non si è avuto !
    Anzi Ora è passato un anno e hanno ancor più Infierito , da Veri Traditori Seriali !!!
    NO! ☝ Noi 20.000 e ormai più DONNE non
    Dimenticheremo Mai
    Tanta Malvagità e Mancanza di Onestà , Incoerenza ,Lealtà, anche e soprattutto da parte del PREMIER , che è comunque (sembra abbia detto) una
    “Donna” e avrebbe dovuto almeno avere il Rispetto di Rivolgersi Direttamente a Noi e Perlarci…almeno Parlarci ! Grazie @GiorgiaMeloni
    La matita ✏✖ ha già la punta fatta !

    1. Cara Paola Stevanon ,parole di verità, ma la verità è che l’inadeguatezza del governo a trattare ogni argomento che non siano condoni o nuovi divieti è sotto gli occhi di tutti e offende l’intelligenza della gente perbene che paga le tasse. Un saluto. Lilli Reolon

  17. Gentile Sito: cosa aveva di male il commento che ho fatto in merito a OD? Non è forse vero che le lavoratrici non sono evasori fiscali _dotati di 11 condoni solo nel 2023? Vorrei che la Signora Armiliato mi leggesse e mi contraddicesse se è il caso. Grazie. Lilli Reolon

  18. Grazie signora Armiliato, ma non penso che la presidente del Consiglio ed il suo governo presteranno attenzione alle richieste in merito ad OD, sicuramente le lavoratrici interessate non sono evasori fiscali e quindi non rientrano nell’obbiettivo di tutela (11 condoni) dei governanti attuali. Spero comunque di sbagliarmi. Un caro saluto Lilli Reolon

    1. Cara lilli, come si dice: concentrati su te stessa che tra 27 giorni sei in pensione; l’anno scorso hanno bastonato le donne, quest’anno tutti ; morale? tirare a campare, magari fino a 100 anni ; ricordarsi a giugno cosa hanno fatto anche se la scelta non è che sia ottimale; saluti a te e ai gestori del sito

      1. Caro Paolo Prof. si fra pochi giorni sarò in pensione, ma mi sono sempre interessata delle questioni che riguardano tutti. OD non mi è mai sembrata una grande proposta pensionistica (criticata anche da OCSE pensa) e se qualcuno pensava che l’attale governo avesse a cuore le donne beh si è proprio sbagliato. Un saluto Lilli Reolon

      2. Ciao Paolo Prof, grazie per le tue parole. Speriamo che tutto vada per il meglio. Un caro saluto. Lilli Reolon

    2. Se guardiamo la curva dell’evasione fiscale ,diciamo ultimi dieci anni con il centro sinistra al governo, vediamo una bella retta piatta senza alti e bassi, cosa hanno fatto di meglio, me lo spieghi così imparo.

      1. Caro Nicola, si sono interessati dio chi va a letto con chi, delle feste dei giovani (per vietarle) non hanno rispetto della Costituzione tolgono il mercato tutelato dell’energia, bastonano chi lavora e chi è in pensione, premiano i disonesti e sono oscurantisti in materia di diritti. Tu dici bella retta piatta ( centro sinistra) non meglio di quello che fanno questi? Proprio no. Lilli Reolon

        1. Sig.ra Reolon , io parlavo solo di evasione fiscale, poi lei allarga il fronte.Potrei replicarle punto per punto, ma non ne vale la pena, siamo di idee diverse è chiaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su