Pensioni 2025: Opzione Donna insostenibile, si a quota 41 nella nuova riforma

Sono diversi i temi al centro del dibattito al Teatro Gerolamo di Milano nell’ambito dell’evento A&F Live dedicato alla previdenza avvenuto nella giornata di ieri. Tra i relatori presenti sul palco c’erano il presidente dell’Inps Gabriele Fava, intervistato dal direttore di Repubblica Maurizio Molinari, e il sottosegretario Claudio Durigon che ha ribadito l’intento del Governo di Fare una riforma delle pensioni per il 2025. Nel dibattito è emerso che i cittadini italiani stanno sempre più ritardando il momento del pensionamento. Questo è evidente dai recenti dati dell’Inps, che indicano una diminuzione del 16% delle uscite nel primo trimestre di quest’anno. Considerando anche il peso del lavoro precario, è evidente che le pensioni future saranno sempre più ridotte.

Riforma Pensioni 2025, durigon ribadisce il si a quota 41

 Claudio Durigon, sottosegretario al ministero del Lavoro delle Politiche sociali, con la delega alla previdenza, ha risposto ad un intervista durante l’evento organizzato da Affari & Finanza a Milano. “Il sistema previdenziale non è a rischio. La Legge Fornero c’è ancora, sebbene negli anni sia stata oggetto di una serie di interventi per rendere più sostenibile la situazione. Nel 2022 l’Inps ha registrato un bilancio positivo per 14 miliardi di euro, per cui il sistema tiene. Inoltre continua a crescere il tasso occupazionale” ha detto ad inizio dibattito.

Poi ha proseguito rilanciando la prossima riforma delle pensioni prevista per il 2025: “Quest’anno finiranno le tre forme di uscita anticipata dal lavoro. Come Governo stiamo a lavorando a Quota 41, che è una strategia di stabilizzazione. Non ci fermiamo qui; terremo presenti alcune esigenze specifiche e situazioni di mercato in evoluzione”. La politica non deve decidere solo in merito a quanto potrà avvenire domani, ma deve essere in grado di seguire una prospettiva di lungo periodo”

“Le riforme pensionistiche non possono essere per sempre. Quota 41 ha forza e gambe per sostenersi nell’arco di un decennio, ma il mercato evolve continuamente e anche le norme devono essere in grado di adattarsi”. Ha poi concluso.

Pensioni 2025, opzione donna insostenibile, nuova App dell’ INPS in arrivo

Infine ecco un altro concetto espresso da Claudio Durigon durante l’evento: “Opzione Donna, che consentiva di andare in pensione a 57 anni, era insostenibile. Senza trascurare il fatto che comportava un taglio agli assegni nell’ordine del 30%. Il mondo del lavoro sta cambiando in modo rapido e profondo e occorre adeguarsi. Come Governo stiamo studiando per incentivare la permanenza al lavoro anche al raggiungimento dei requisiti minimi”.

Durante l’incontro ha parlato anche il neo Direttore dell’INPS  Gabriele Fava: “I cittadini devono poter accedere immediatamente alla loro situazione pensionistica e in un secondo momento avere simulazioni della loro proiezione pensionistica”. Questo il futuro tecnologico dell’Inps immaginato dal presidente Fava, intervistato dal direttore Molinari. “Semplificazione, velocità nell’ottenere servizi con dati certi: nel migliorare questi aspetti ci aiuteranno Intelligenza artificiale e algoritmi. E’ una opportunità che non va a detrimento dell’occupazione, ma la aiuta e migliora. Dobbiamo abbracciare le tecnologie. Ci daremo una tabella di marcia, vogliamo condividere questo progetto con tutta la tecnostruttura. Sono fiducioso e ottimista, arriveremo velocemente a dare questo risultato”.

49 commenti su “Pensioni 2025: Opzione Donna insostenibile, si a quota 41 nella nuova riforma

  1. Solite promesse e poi zero. Con 40 o 41 anni di contributi si dovrebbe avere il diritto alla pensione senza paletti di età anagrafica. A 60 anni non sapere ancora quando poter andare in pensione è una vergogna. Tutti gli anni cambiano e sempre in peggio. Buffoni.

  2. Hanno vinto le elezioni con promesse che non mantengono ,quota 41 era senza paletti ,ora ci prendono in giro ,mandiamoli a casa al più presto.

  3. La verità è che sono 40 anni che ogni governo di ogni fede politica per favorire le assunzioni dei cosiddetti giovani disoccupati hanno permesso la decontribuzione ai datori di lavoro innescando una lunga e dannosa emorragia a carico dell’INPS e quindi dei futuri pensionati anziché detassare i redditi delle aziende! Ora paghiamo il costo di queste scelleratezze per non dire rapine a danno del sistema pensionistico!

  4. Vi ho votato ma mi avete preso in giro con il calcolo per 4 anziché per 5 della minima,siete una delusione totale,farete una riforma che servirà solo a fregarci farete peggio della Fornero,non toccate nulla fate solo danni al portafoglio di chi ha lavorato una vita e risparmiate promesse ingannevoli.

  5. Molti “vecchiotti” hanno lavorato in anni in cui accadeva spesso che non venissero versati i contributi.
    Ora si trovano ad un passo dalla pensione dopo avere 44/45 anni di lavoro e magari vorrebbero potere versare i contributi volontari per colmare quei vuoti contributivi e poter accedere alla pensione anticipata secondo la Fornero (42+10 uomini-41+10 donne) ma NON possono in quanto hanno contributi versati prima del ’96.
    Ma come si fa, dico io..

    .

    1. Semplice…capisci che x noi anziani anche pagare di tasca propria non basta….vogliono farci uscire a pezzi perché come dicevi noi non abbiamo avuto il reddito di cittadinanza quando eravamo giovani….si lavora dove e come si poteva …. governanti infami

  6. Infermieri che non c’è la fanno più…..ci vogliono morte alla pensione brutti vigliacchi, lavoriamo per mantenere le vostre pensioni e le vostre mogli al mare da giugno a settembre…….vigliacchi

  7. Durigon fino a questo momento ci ha solo preso in giro. Quota 41 va bene, ma senza paletti. L’odioso tetto delle 4 o 5 pensioni minime e quello del contributivo puro, sono una vergogna. Abbiamo maturato un diritto e ci deve essere riconosciuto. Non può essere solo una prerogativa dei parlamentari che si sono ripristinati i vitalizi.

    1. Fratelli d’Italia tra le tante promesse, diceva opzione donna sarà la colonna portante: avete discriminato le donne senza figli, si deve avere la 104, adesso parlate divyiglierla, lo fate come se fosse un favore, che c….o ve ne frega se tolgono il 30 % dello stipendio, lasciateci libere di andare in pensione con 35 anni, vergognatevi!?!

  8. Durigon lascia stare la Fornero così come è che voi siete capaci solo di peggiorarla. Quota 41 col contributivo è un furto. LA PROMESSA ELETTORALE NON ERA QUELLA.

    1. Aspetto con ansia le prossime elezioni… questo governo doveva togliere la firmerò o sbaglio …
      Il cittadino non si prende in giro!!!

  9. Durigon lascia stare la Fornero così come è che voi siete capaci solo di peggiorarla. Quota 41 col contributivo è un furto. LA PROMESSA ELETTORALE NON ERA QUELLA.
    Truffatori

  10. A 60 anni ognuno di noi dovrebbe poter andare in pensione in base ai contributi che ha versatile….io faccio loss e vi confesso che e molto dura

  11. Sembra che ci fanno un favore con quota 41, se viene calcolato tutto con il sistema contributivo attuano un furto bello e buono

  12. Naturalmente siamo sotto elezioni, da un governo del genere leghisti in primis, dal 2025 l’ unica cosa che faranno sarà una bella sforbiciata alle varie Quota 103 e dintorni,con il passaggio al calcolo dell’ assegno con il contributo puro

  13. È meglio non esprimere ciò che penso. Un continuo pendere x i fondelli e illudere le persone che lavorano da una vita, e che magari vorrebbero godersi qualche anno della loro pensione. O quando saremo nella bara?

  14. fate pagare un 10 % a chi ha usufruito del bonus 110 e recuperiamo dei bei soldi 21 miliardi per la precisione invece di prelevare sempre dai poveretti
    in quel settore hanoo fatto debito pubblico qui chiedono sacrifici

  15. Con questi partiti al governo medici e infermieri hanno avuto il ‘regalo’ di dover lavorare 36 mesi in più (36 !!) per avere la stessa pensione di prima…
    Credo che alle elezioni i sanitari e i loro familiari se ne ricorderanno .
    Oltretutto se qualche sindacato oppure associazioni come ANAAO presentassero un ricorso per incostituzionalità nelle dovute sedi, con tutta probabilità credo che sarebbe accolto

  16. Ragazzi sto lavorando da 45 anni non ho potuto riscattarne 3 , con la quota103 non ci vado per 15 GG, solo contributivo mi tolgono 500 .euro quei ….figli e figlie dovrò lavorare altri 16 mesi.

  17. Se vado in pensione con la Fornero prendo quello che ho versato più una quota (la parte di calcolo retributivo) che deve aggiungere lo Stato.
    Se vado con quota 41 contributiva prendo solo quello che ho versato.
    Quale delle due è più sostenibile per i conti pubblici?

    1. Buongiorno.
      Lo Stato non deve aggiungere nulla è “roba” tua … se la legge alla quale ti puoi riferire lo prevede per i contributi che hai versato.
      Saluti

  18. Dividere assistenza da previdenza.
    Chi per chi per tanti motivi non raggiunge i parametri pensionistici deve, deve… poter accedere ad un reddito accettabile di assistenza.

  19. Se Quota 41 SECCA è una promessa di Durigon (e magari del suo segretario) mi sembra solo una banale ripetizione delle vecchie promesse pre-elettorali, che poi abbiamo visto tutti come sono finite: paletti per l’età , finestre allungate fino a 9 mesi, calcolo contributivo e tagli all’assegno…facile prevedere una ripetizione di paletti e finestroni fino a 9 mesi … (forse secondo loro si campa benissimo 7 – 9 mesi senza pensione e senza stipendio…)

    1. Buongiono.
      Le finestre sono un guaio … aggiuntivo.
      Ma se al posto di funzionare come finestre, funzionassero come mesi necessari per maturarla sarebbe peggio.
      Saluti

  20. Durigon è come la meloni: promesse, promesse, promesse e nulla più: via le accise, via la Fornero, blocco navale, ecc ecc. Basta, non se ne può più. Fra le altre cose la Fornero è stata fatta per coprire i buchi di bilancio di durigon, della meloni, di salvini

    1. Buongiorno.
      Credo debba rileggere la storia pensionistica almeno degli ultimi 13 anni.
      E magari il buco di bilancio dovuto al Super Ultra Bonus.
      Con simpatia.

  21. Quota 41 mista ok ma loro la vogliono tutta contributiva per cui per me se la tengano.
    Personalmente aspetterò anticipata ordinaria Fornero l’anno prossimo sperando che non la tocchino in nessun modo.

    1. Ciao Don, concordo con te. Potevo andare in pensione con quota 103 quest’anno, ma gliela lascio! Avrei perso tutto il retributivo. Ora attendo l’anticipata Fornero per il 2025 e spero che non la modifichino.
      Quota 41 è uno specchietto per le allodole, grande fregatura per gli ultra sessantenni (penso soprattutto a noi super sfortunati del 1960!) con più di 41 di contributi alle spalle. Comunque se per il governo non è più sostenibile Opzione Donna come pensano che lo sia quota 41? Durigon dovrebbe astenersi da simili proclami. Vuota propaganda elettorale. Un saluto a tutti.

  22. Quota 41 solo ed esclusivamente mantenendo il sistema misto altrimenti equivarrebbe a dare degli assegni sociali a tutti. Sarebbe solo una mossa elettorale per dire: Abbiamo fatto ciò che promesso. Lasciare inoltre la possibilità al lavoratore di aderire alla Fornero. Occorre una grande mobilitazione come in Francia altrimenti questi politici non si faranno alcuni scrupoli.

    1. Fanno le leggi a loro favore, ma questi politici non si vergognano .Nessuno dovrebbe andare a votare. Fanno bene i francesi che scendono in piazza a contestare.

  23. E chi non raggiunge i magici 41, lo facciamo lavorare, e crepare, fino a ottant’anni! Mandare a fare in…., si può?

  24. Ok a Q.41 ma liquidata con sistema misto anche con inserimento di età anagrafica minima di 63 anni ( nuova Q. 104) altrimenti con il sistema contributivo sarebbe un furto.

    1. Giuseppe, ci sono persone che hanno iniziato a 14 anni a lavorare; andare con età anagrafica minima 63 anni, vuol dire lavorare per 49 anni

      1. Scusami Marco B.
        Ma, ad ora, coloro che hanno iniziato a 14 anni, se versando i relaivi contributi, ci possono andare con 57 o 58 anni anagrafici con la legge Fornero; oppure mi sono perso qualcosa.
        Perchè se cosi non fosse allora i contributi e le tasse pagate non contano nulla.
        Saluti

      2. Chi ha iniziato a 14 anni può andare con l’anticipata Fornero 42,10 Uomini un anno in meno per le donne a prescindere dall’età anagrafica o mi sbaglio!

    2. No, Giuseppe non è un furto; è il modo per dirti: vuoi andar via prima? accontentati di questi soldi; altrimenti lavora; e per loro la normalità è quota 102……….. con questa combinazione ( 43+59) = legge Fornero; hai letto l’intervista? stiamo studiando il modo di incentivare chi, raggiunto il minimo per andare in pensione, rimane a lavorare; oppure l’incontrario: disincentivano la gente ad andare in pensione e il tutto contributivo è un potente disincentivo; saluti a te e ai gestori del sito

    3. D’accordissimo, faranno finta di concedere la flessibilità, ma con una forte penalizzazione. Fosse la loro di pensione, sarebbe intoccabile. Diritti acquisiti dicono….

    4. Saluti a tutti, invece di prenderci in giro con il traguardo impossibile di quota 41,perché non fanno una riforma più concreta e realistica
      In base alle risorse una possibilità sarebbe togliere la finestra per tutti sono 3 mesi.
      Una seconda possibilità sarebbe ridurre a tutti 6 mesi
      Invece questi piccoli passi più fattibili non li propongono, meglio sparare grosso con quota 41 tanto è impossibile attuarla perché l’Europa con i nostri conti non lo permetterà
      Ma i nostri politici lo sanno e le cose realistiche non le propongono, potrebbe esserci il rischio che vengano approvate e allora meglio spararla grossa con false promesse , chi ha orecchi per intendere…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su