Pensioni anticipate 2018-2019, Fornero contro Salvini: ‘Quota 100 solo uno slogan’

Le pensioni anticipate rimangono il tema fondamentale della prossima legge di bilancio 2019, soprattutto dopo che il vice Premier Matteo Salvini ieri ha rilanciato quota 100 per tutti senza paletti. Le sue parole ovviamente non sono passate inosservate e in molti hanno risposto mettendo in dubbio la reale possibilità di effettuare una riforma delle pensioni di questo genere. Salvini ha sostenuto anche che ” il diritto alla pensione di un 62enne vale un posto e mezzo di lavoro in più per un giovane”, dichiarazioni che non è passata inosservata e ha suscitato molte polemiche. Ache  Anche l’ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero ha commentato le dichiarazioni di Salvini, gelando chi crede che la sua riforma possa esser superata facilmente.

Elsa Fornero frena su quota 100 e attacca Salvini, le ultime novità sulle pensioni 2018-2019

In risposta alle parole di Salvini sulle pensioni anticipate e su quota 100, Elsa Fornero ha detto al sole 24 ore: “Bisognerà vedere come sarà declinata in pratica questa quota 100. Salvini si accorgerà che in politica è impossibile accontentare tutti”. Secondo l’ ex Ministro del Governo Monti, qualcuno verrà penalizzato dalla riforma: “Se, ad esempio, si aumenta il periodo contributivo richiesto, si può abbassare l’età di pensionamento: così si accontentano di più gli uomini, ma di meno le donne che vantano meno anni di contributi . Di sicuro ci sarà una categoria scontenta per definizione: sono i giovani e le generazioni future che dovranno pagarne i costi”.

Insomma per la Fornero i costi per una pensione anticipata tramite  quota 100 senza paletti non sono sostenibili senza andare a pesare sul debito del nostro paese: “Risorse che presumibilmente si andranno ad aggiungere al debito pubblico. Va considerato poi che se si abbassa l’età del ritiro dal lavoro, in futuro si avranno problemi per assegni pensionistici che avranno perso potere d’acquisto, per cui serviranno altri interventi pubblici di tipo assistenziale”.

Pensioni anticipate ultime novità oggi: Fornero  dubbi su ADV, e APE

La Fornero continua poi con il suo pensiero relativo a quota 100  rimanendo dubbiosa su come questa potrà inserirsi nell’attuale normativa: “Si introduce un parametro esogeno e non si capisce se verrà adeguato o meno all’aspettativa di vita. Si considerano poi età e contributi, ma non gli importi della pensione. E non è noto che fine faranno l’Ape volontaria e quella sociale  – continua la professoressa –  il rischio è che questi numeri introdotti sulla base di slogan possano creare disparità di trattamento e produrre costi elevati per i giovani”.

Ultime Pensione anticipata 2019: Tiraboschi contro Salvini

Anche Michele Tiraboschi,  professore ordinario di Diritto del lavoro Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ex consulente del Governo e coordinatore scientifico Scuola di alta formazione in Relazioni industriali e di lavoro di ADAPT ha scritto su twitter i suoi dubbi sulla possibilità che quota 100 trovi luce così come è stata descritta ieri da Salvini: “Una bella favola. Che si basa sulla idea (sbagliata) che per dare lavoro ai giovani occorra toglierlo agli anziani. Ma così non è. Ricordiamo il fallimento delle esperienze fatte in Italia (1991,1997,2007) e cosa ci dicono le analisi”.

Pensioni anticipate, l’OCSE smentisce Salvini

Stefano Scarpetta, direttore del dipartimento Lavoro e affari sociali dell’Ocse, ha prontamente smentito la dichiarazione di Salvini, ribadendo ancora una volta che “Non esiste una correlazione piena tra pensionamenti e nuove assunzioni. In realtà i paesi che hanno alti tassi di occupazione tra i senior non hanno problemi di disoccupazione giovanile”. Guardando al lungo periodo, per Scarpetta “Sarebbe inevitabile l’aumento del costo del lavoro e in un paese che sta invecchiando, quale è l’Italia, si creerebbe un problema di sostenibilità del sistema pensionistico”. La difficile ricetta che servirebbe sencondo l’OCSE “E’ creare occupazione con investimenti sulla formazione professionale, non solo per i giovani, ma anche per riqualificare i lavoratori più anziani.

Pensioni 2019, il punto di Armiliato del CODS

Anche dal Comitato Opzione Donna Social, fondato da Orietta Armiliato, emergono diversi dubbi sulle ultime dichiarazioni sulle pensioni rilasciate prima da Di Maio e poi da Salvini: “Continuano a proporci in tema di previdenza, due scenari completamente diversi e spesso in contrapposizione. Cancellazione Fornero: sí/no/ forse? Tutte e tre le opzioni vengono regolarmente riproposte, alternando i dubbi alle certezze e le certezze ai dubbi. Poi il Ministro Tria tira il freno a mano, preoccupato della situazione del nostro bilancio che ogni giorno anche a causa di questo “fai e disfa” crea emorragie di denari e di mancati investimenti ma, invece di fermarsi, i due Ministri votati alla campagna elettorale perpetua, continuano ad andare per la loro strada anche con il freno a mano inserito”. 

36 commenti su “Pensioni anticipate 2018-2019, Fornero contro Salvini: ‘Quota 100 solo uno slogan’

  1. ELISA FORNERO….ma vai a ……..DEVI SOLO VERGOGNARTI….COME DEVONO VERGOGNARSI TUTTI GLI ALTRI POLITICI CHE HANNO PORTATO MOLTI ITALIANI AL SUICIDIO…..e BASTA ANCHE CON TUTTI QUESTI GIOCHI :LOTTO;SUPERENALOTTO,GRATTA E VINCI,CASINO ONLINE ecc ecc,ITALIANI con questi giochi si arricchisce solo lo STATO!!!!!

  2. Non so proprio di quali generazioni di giovani si preoccupa la Sig.ra Fornero. Non certo dei giovani come mia figlia che ha 30 anni, sta ancora a casa perché gli unici lavoretti che trova sono sottopagati , a tempo determinato, spende fra mezzi di trasporto e benzina quando c’è sciopero mezzi, un bel po’ di soldini. E mi viene da piangere se penso a quanti soldi spesi tra libri, scuole e rette università. Senza nemmeno parlare del master per il quale ci siamo praticamente svenati in famiglia. Tutto per poterle garantire le basi per la costruzione di un futuro migliore. Ma dove sta questo futuro? Ha compiuto 30 anni per cui giovanissima non è più, non ha lavoro fisso, non può nemmeno pensare lontanamente a costruirsi una sua famiglia. Vive in casa con noi perché pagare un affitto come potrebbe? E allora di che categoria di giovani fa parte la mia ” bambina “? Ogni tanto mi chiede ” mamma quanti anni ancora alla pensione ?” Be facciamo due conti. Ho 60 anni, 39 di contributi. ” Non saprei proprio rispondere in questo momento “. Mio marito grazie alla riforma Fornero si è ritrovato dall’oggi al domani a dover lavorare 7 anni in più ( pur avendo iniziato a 17 anni ). Contavamo sul TFR per poter ” respirare un po’ meglio ” e invece dopo un anno di pensionamento si deve aspettare ancora un altro anno. Non mi sembra giusto. Alla nostra età ancora a fare i conti per riuscire a quadrare i conti con le spese che non mancano mai. A dormire poco e male la notte e la mattina alle 5.00 mi devo alzare per andare a lavoro. Ministro Salvini ero così contenta mi sembrava finalmente di vedere una lucetta in fondo al tunnel. E invece qui ogni giorno leggo tutto e il contrario di tutto. Ci fai brancolare nel buio più totale. Ormai ho quasi certezza che potrò andare in pensione solo con la Fornero. Se dovete peggiorare le cose x favore lasciate tutto così com’è. Altri 4 anni sono davvero troppi.

  3. “PERCHE’ DOVREI PREOCCUPARMI DELLE GENERAZIONI FUTURE? IN FONDO LORO COSA HANNO FATTO PER ME?” Woody Allen.
    Dicono di aver fatto tutto questo per le generazioni future; ma le presenti, quelle che hanno lavorato e sudato, cosa sono, CARNE DA MACELLO?

    1. 33% di imposizione per la previdenza sugli stipendi italiani; l’imposizione più alta del mondo.
      Probabilmente si preoccupa delle “future generazioni” quelle “SEMPRE” FUTURE”, quelle sempre da venire; alle quali, comunque, anche, ha lasciato un sistema pensionistico per cui dovranno lavorare fino a 70 anni per prendere quasi quanto la pensione sociale!
      Perlomeno se si continua con lavoretti a tempo determinato, non continuato e sottopagato.
      D’altronde, posso sbagliare, la mia impressione è che “la futura generazione” (sempre la futura, anche nel futuro) sia una comoda scusante per dare una giustificazione a qualcosa di tremendo che è stato comminato a degli innocenti per pagare, per fare cassa, colpe altrui, di coloro che non si riesce (o non si vuole? posso sbagliare ma ricevo questa impressione) far pagare: 110 MILIARDI DI EVASIONE FISCALE ANNUA!; e non parliamo certo di scontrini del bar!
      Ma perché i soldi si devono prendere sempre e solo dove è più facile e sui più deboli e mai sui veri responsabili delle crisi?

    2. PAOLA, forse nel privato il TFR lo prendi dopo un anno; e non va bene! Nel pubblico, salvo errori, va peggio: per il TFS prendi dopo due anni la prima tranche e dopo quattro la seconda. E, questi tempi, poi, vengono dilatati dai ritardi nell’erogazione, spesso e volentieri generosi.

  4. La Professoressa non pensa che certe espressioni di odio, magari, pur se inaccettabili nella forma, possano provenire “DALL’IMPOTENZA” provata per una ingiustizia subita e insanabile, per una vita e progetti di vita distrutti in un momento? Non può pensare che, a parte la forma con cui tali “espressioni di odio” si esprimano, magari, in fondo, c’è proprio l’impotenza di NON ESSERE STATI DIFESI E RAPPRESENTATI DA NESSUNA DELLE ISTITUZIONI PREPOSTE A DIFENDERE IL DIRITTO DEL LAVORATORE AD UN CONTRATTO PENSIONISTICO DA NON VIOLARE CONTINUAMENTE D’ARBITRIO E UNILATERALMENTE,
    CONTRATTO DAL QUALE NON SI PUO’ RECEDERE PERCHE’ OBBLIGATORIO?
    O B B L I G A T O R I O !
    FORSE LA PROFESSORESSA DOVREBBE NON COMPIANGERE MA, A PARTE LA FORMA INDIFENDIBILE CON CUI MOLTI SI ESPRIMONO, CERCARE DI CHIEDERSI COME MAI CIO’ ACCADA E, MAGARI, CERCARE DI COMPRENDERE LE LORO RAGIONI, ANCHE PERCHE’, IMMAGINO,
    TALI ESPRESSIONI NON PROVENGONO DA ESALTATI POPULISTI, MA DA ANZIANI E STANCHI LAVORATORI, PADRI DI FAMIGLIA PROBABILMENTE COL BUON SENSO DEL PADRE DI FAMIGLIA, CHE HANNO IMPARATO A VIVERE E CONVIVERE PER DECENNI DI LAVORO, PERSONE MAGARI CIVILI E SOCIEVOLI…
    SE, POI, LA PROFESSORESSA, NEL CONVEGNO PD, HA TROVATO ACCOGLIENZA CALOROSA, QUESTO MI SEMBRA NATURALE IN UN CONTESTO CIVILE; SE, POI, TALE CALOROSA ACCOGLIENZA E’ DOVUTA ANCHE A CONDIVISIONE DEL CONTENUTO DELLA SUA CONTRORIFORMA PENSIONISTICA, SECONDO LA MIA IMPRESSIONE DELLA RIFORMA STESSA, QUESTO LA DICE DICE LUNGA SU ALCUNI DEI MOTIVI PER CUI IL PD ABBIA AVUTO TALE RISULTATO ELETTORALE…
    MAGARI LA SINISTRA, O, MEGLIO, IL CENTRO SINISTRA, DOVREBBE AVERE A CUORE LO STATO SOCIALE DEI LAVORATORI E IL LORO DIRITTO AD ANDARE IN PENSIONE QUASI DA VIVI.
    Leggo che la Professoressa dice che “nonostante la mia riforma siamo ancor il Paese che spende percentualmente di più per le pensioni sul Pil”.
    QUALCUNO LE SPIEGHI, PERO’, CHE L’ITALIA E’ ANCHE IL PAESE DOVE SI PAGANO, PER LE PENSIONI, I CONTRIBUTI PIU’ ALTI DEL MONDO: TRA DATORE DI LAVORO E LAVORATORE 33%!
    Come quadra questa incongruenza? Forse col fatto che, invece di pagare l’Assistenza con la fiscalità generale come negli altri Paesi, in Italia la si paga come si pagano TUTTE LE (eventuali) CRISI, SEMPRE E SOLO COI SOLDI CHE I LAVORATORI VERSANO PER LA “LORO” PENSIONE?
    SEPARARE LA PREVIDENZA DALL’ ASSISTENZA E PAGARE QUEST’ULTIMA COI SOLDI DELLA FISCALITA’ GENERALE, COME NEGLI ALTRI PAESI; APPELLO RIVOLTO ANCHE AGLI ONOREVOLI MINISTRI DI MAIO E SALVINI.
    E restituire all’INPS, onde rafforzarlo, gli ottanta miliardi “risparmiati” con la controriforma pensionistica Fornero e “dirottati” a ridurre il debito, ho l’impressione impropriamente, dato che derivavano da tagli fatti alla vita libera dal lavoro, alle fatiche e ai soldi dei lavoratori e, quindi, di competenza previdenziale INPS!
    E abbassare l’età pensionabile per dare lavoro, col turn over, ai giovani, si fa per dire, di oggi e NON SEMPRE A QUELLI FUTURI! Futuri quanto? e a partire da quando?

  5. L’INPS dice che non ha soldi a sufficienza? Se sì, gli ottanta miliardi “risparmiati” con la controriforma pensionistica Fornero, che NON SONO ANDATI A RAFFORZARE L’INPS, COME SECONDO ME LOGICO, DATO CHE DERIVANO DA FATICA E SOLDI DEI LAVORATORI, MA SONO STATI “DIROTTATI” PER RIDURRE IL DEBITO CHE, PERALTRO, E’ AUMENTATO, SAREBBE BENE CHE VENISSERO RESTITUITI ALL’INPS PER LE PENSIONI DEI LAVORATORI, DATO CHE I SACRIFICI SONO STATI IMPOSTI A LORO!

  6. E, allora, per chi sia in attesa del SUO TFR/TFS congelato, se non si vuole scongelare, si permetta che chi non avesse eredi, possa nominare un beneficiario qualsiasi cui vadano quelli che GIA’ SONO soldi suoi; o la possibilita’ di inserire tale tfr/tfs congelato in un eventuale testamento.

  7. COME E’ POSSIBILE CHE NESSUNO NE PARLI? FORSE NESSUNO NE PARLA PERCHE’: COME DIFENDERE L’INDIFENDIBILE?
    IL CONGELAMENTO DEL TFR/TFS, CHE SPETTEREBBE DI DIRITTO IL GIORNO DOPO IL PENSIONAMENTO, PERCHE’ SONO INEQUIVOCABILMENTE SOLDI TUOI E CHE, SE TU CREPASSI PRIMA SENZA EREDI, A CHI ANDREBBERO?, RICEVO L’IMPRESSIONE SIA VERAMENTE UNO SCHIAFFO AL DIRITTO E AD OGNI LOGICA, UN “ESPROPRIO” TEMPORANEO CHE NON HA NESSUNA ALTRA GIUSTIFICAZIONE SE NON QUELLA DEL “FARE CASSA”.
    COME SE TI CONGELASSERO PER TOT ANNI I SOLDI DEL CONTO CORRENTE!
    E, CIO’ CHE PIU’ MI SEMBRA ASSURDO, E’ CHE NESSUNO NE PARLI! SINDACATI COMPRESI; E CHE NESSUNO LO RIVENDICHI: CAVOLO, SONO SOLDI VOSTRI!

  8. Leggo: Fornero contro Salvini: “Quota 100 solo uno slogan”.
    E dalli! Magari più lo provoca e più Lui si incaponisce! Grazie Professoressa, forse, se insiste, Lui si decide a fare quota 100 e quota 41.

  9. Peraltro, io ricevo l’impressione che la controriforma della Professoressa Fornero sia stata tanto umanamente e praticamente inaccettabile da aver offerto il fianco a possibili , forse, eventuali, demagogiche, pur se giuste se in buone fede e nel reale contenuto, prese di posizione dalla allora opposizione per farsi una campagna elettorale vincente basata sull’impopolarità della controriforma in oggetto.
    Il Governo artefice di tale controriforma, quindi, probabilmente, io ho l’impressione, porta anche la responsabilità di aver, senza volere, spinto la destra al potere, DATO CHE, NATURALMENTE, LA SINISTRA (QUALE?) SI E’ GUARDATA BENE DAL PORTARE AVANTI LE GIUSTE ISTANZE DEI LAVORATORI in tema di pensioni e stato sociale, COME LA SINISTRA DOVREBBE FARE MA, INVECE, NE HA LASCIATO L’EGEMONIA ALLA DESTRA; CHE ORA GOVERNA! E’, quindi, la sinistra (quale?) anche Lei responsabile del voto a destra?

  10. Buongiorno,ho quasi 64 anni ,è da un pò che sogno di andare in pensione e più mi avvicino …e..più questa si allontana.
    Lavoro in un ospedale,io e le mie colleghe,anche loro già avanti con gli anni,siamo piene di acciacchi e non più operative al 100% anche se ce la mettiamo tutta.
    Vorrei ricordare che a questa età ,oltre che essere state mamme e casalinghe , siamo anche nonne e vorremmo goderci i nipotini,stare con loro ora che stiamo più o meno bene,non quando saremo vecchie, decrepite e magari allettate.Vorremmo goderci il tempo che ci rimane insieme ai nostri cari,senza doverci più affannare tra turni,ferie e la stanchezza che ci assale dopo una dura giornata di lavoro.
    Forse molti non sanno cosa significa stando dietro una scrivania a dettare legge e guadagnare un botto di soldi!!!

  11. Tratto da TUTTI gli organi di informazione di oggi “Sulla riforma della Fornero con la decantata quota 100, si riuscirà a impiegare meno di 4 miliardi inserendo il limite d’età a 64 anni”.
    Salvini … la tua parola = spazzatura !

  12. Salvini facci ridere..
    10 miliardi si sono trovati SUBITO per i fancazzisti che non hanno mai prodotto reddito, non hanno mai pagato tasse e invece chi ha tirato il carro per tutta la vita dovrà attendere 64/65 anni. Altro che quota 100 senza vincoli da SUBITO!!! QUOTA PER GLI IMBECILLI ( noi ovviamente ) . Grazie Salvini. La tua parola dov’è ?

  13. Signori, in realta’ – a mio modestissimo parere – l’ex ministro F. e tutti coloro che oggi sostengono/appoggiano il suo “dire” (compresi i poteri forti che ben si muovono dietro le quinte) sanno bene come stanno realmente i fatti … e sanno bene che le tesi da voi argomentate sono razionali ..!!!
    Il loro grande limite pero’ … (sempre a mio modestissimo avviso) e’ il non aver ancora compreso che anche loro hanno dei figli e … avranno dei nipoti ..!!!
    Se le cose verranno lasciate con l’attuale impostazione … IL BOOMERANG LANCIATO IL 2011, COLPIRA’ … PROBABILMENTE E PURTROPPO DI RITORNO, ANCHE LE “LORO” FUTURE GENERAZIONI ..!!!
    La storia ci insegna che in Francia … l’inventore della ghigliottina fu anch’ esso … decapitato …

  14. Se la Professoressa ci tiene tanto al futuro dei giovani perché gli ha lasciato una tale controriforma pensionistica – perché anche a loro la ha lasciata, mica solo alla attuale generazione – e li ha lasciati ad attendere anni in più per il turn over degli anziani? Nel frattempo questi giovani sono diventati vecchi!

  15. CARO PASQUALE 904, gli ottanta miliardi “risparmiati” con la controriforma pensionistica Fornero, NON SONO ANDATI A RAFFORZARE L’INPS, COME SECONDO ME LOGICO, DATO CHE DERIVANO DA FATICA E SOLDI DEI LAVORATORI, MA SONO STATI “DIROTTATI” PER RIDURRE IL DEBITO CHE, PERALTRO, E’ AUMENTATO! SAREBBE BENE CHE VENISSERO RESTITUITI ALL’INPS PER LE PENSIONI DEI LAVORATORI, DATO CHE I SACRIFICI SONO STATI IMPOSTI A LORO!

  16. La Professoressa, leggo, dichiara:
    “… Di sicuro ci sarà una categoria scontenta per definizione: sono i giovani e le generazioni future che dovranno pagarne i costi”.
    Una argomentazione a sostegno di tale dichiarazione? Io sono abituato a argomentare – forse anche troppo – le mie opinioni, altrimenti rimangono un pensiero generico.
    IO PENSO CHE LA ATTUALE LEGGE PENSIONISTICA CHE STA PENALIZZANDO LA GENERAZIONE ATTUALMENTE “AI LAVORI FORZATI” SARA’ LA STESSA CHE PENALIZZERA’ LE FUTURE GENERAZIONI! COME SI FA A DIRE CHE I GIOVANI PAGHERANNO PER COLPA DI… QUANDO SI E’ GLI ARTEFICI DI TALE INGENEROSA LEGGE, CHE VALE SIA PER L’ATTUALE CHE FUTURE GENERAZIONI? I “GIOVANI” DELLE FUTURE GENERAZIONI – FUTURE QUANTO, A PARTIRE DA QUANDO? I GIOVANI ATTUALI HANNO ORMAI QUASI L’ETA’ PENSIONISTICA DI PRIMA DEL 2011 – STANNO ASPETTANDO CHE GLI ANZIANI ABBIANO LA POSSIBILITA’ DI ANDARE IN PENSIONE PER LASCIARE LORO IL LORO POSTO DECENTE!
    Per quanto mi riguarda, nonostante l’affermazione, che leggo, dell’OCSE (della quale, neanche, vedo argomentazioni) io penso che,invece, i giovani non possono trovare lavoro – e quello serio a tempo indeterminato -anche, e soprattutto, per mancanza di turn over dovuto all'”ergastolo” pensionistico comminato agli attuali lavoratori che, già, sono passati da 35 anni di servizio indipendentemente dall’età, poi a 35 e 57 di età, poi a 35 e 58 e, ora, dal 2019, a 67 anni di età; per ora, senza contare il gioco dell’oca del calcolo dell’aspettativa di vita…
    ARGOMENTO: SE GLI ANZIANI NON VANNO IN PENSIONE, I GIOVANI, SENZA TALE TURN OVER, NON PRENDERANNO IL LORO POSTO, ma solo lavoretti a voucher, se va bene!

  17. Ogni ora qualcuno nella maggioranze apre bocca e dice la sua, si smentiscono a vicenda. SALVINI CI DICI CHIARAMENTE COSA VUOI FARE SU QUESTE PENSIONI ???????!!!!!!! 200/400 mola persone lo vogliono sapere . BASTA PALLE E PALETTI

  18. Compio 64 anni a febbraio prossimo ho 42 anni e 3 mesi di contributi ,vi sembra giusto che ancora devo aspettare fino al compimento di 43 anni e 3 mesi. Io non vivo per sempre.la Fornero dovrebbe star solo zitta. VAI SALVINI !!!!@

  19. Ma perché si continua ad interpellare sta Fornero della quale ormai si conosce l interessato pensiero? Forse a vantaggio degli autori di questi inutili articoli che ormai non sanno più cosa inventare per sfornare le loro quotidiane stupidità?

  20. Vorrei sottolineare una cosa…chi ha ancora il lavoro e 60..62 anni non penso che si preoccupi di andare in pensione…ammesso che abbia ancora forza e volonta’…magari puo’ attendere 64..65 anni….certo il cambio generazionale del lavoro sara’ ridotto…
    Ma il problema grande che penso tanti lavoratori in questo periodo stanno affrontando e”…..chi ha perso lavoro e terminato amm..soc..ecc …ed ha 62 anni ed il lavoro non lo trova piu’….bene questa gente va’ aiutata con priorita’….e appunto concludo…la somma 100 senza paletti come dice Salvini deve essere applicata…almeno per loro….io ho 62 anni e 41 anni di versamenti..ho terminato tutti gli ammortizzatori sociali..sono da sei anni iscritto al collocamento…mai ricevuto un invito di lavoro…ciao amici penso di essere stato chiaro….

  21. Ma perché la fanno ancora parlare dopo tutto il male che ha fatto?? Cmq, sta dicendo cose inesatte: 1) non c’è lavoro per tutti; 2) i giovani sono scontenti perché non hanno lavoro; 3) anche io da giovane ho pagato e sto continuando a pagare da 42 anni per mantenere i pensionati; 4) il sistema a ripartizione necessita di versamenti nella cassa dell’INPS e solo chi lavora, fa versamenti; 5) per i parametri della quota 100 si vedrà, mentre l’ape volontaria è una fregatura; 6) le disparità e l’iniquità sono stati accentuati dalla e con la fornero. Infine, divisione tra Previdenza e assistenza, incremento della previdenza integrativa, anche con contributi figurativi per le carriere discontinue e turnover reale 1/1 a partire dal 2019.

  22. SARTORIA TAGLIA E CUCI
    Sig/ra Fornero, anche una esimia economista come lei, forse puo’ convenire che grazie alla riforma che porta il suo nome, una azienda che ha dovuto bloccare il turn-over per anni, mettiamo 100 dipendenti da pensionare,pur con l’avvento della nuova –tecnologia-meccanica-elettronica,- magari 100 non li avrebbe assunti,ma 65-70 si,un’altra con 50 magari 25 e cosi’ via via, permettendo uno sfogo occupazionale,invece mettendo questo tappo lo si e’ impedito.Lei sarebbe stata piu’ credibile come economista,se una parte dei soldi risparmiati dalla sua riforma li avrebbe pretesi per investire e far sviluppo, avrebbe cucito,invece i miliardi risparmiati sono spariti, e il debito pubblico e’ aumentato di 200 miliardi dal 2012. Si e’ rivelata una sarta a meta’ capace solo di taglio, bastava una mera ragioniera, senza nulla togliere ai ragionieri. Per cortesia si faccia da parte

    1. ALESSANDRO, anche io, che sono pensionato a retributivo, ho pagato “per mantenere” come scrivi tu, la PRECEDENTE generazione; vorrei che ora chi lavora mi ricambi il favore. Non essere preda del “Divide et impera”, della guerra tra poveri, indotta da alcuni media e alcuni talk shows, e alcuni politici, per farci scannare tra noi!

  23. Adesso che Salvini ha avuto una illuminazione mentale stupenda arrivano gli attacchi dalla sig.ra Fornero non parliamo di Treu ecc.ecc. spero che tenga duro e non si faccia influenzare da Brambilla
    io ho sempre creduto che tu sei un uomo di parola .

  24. VERGOGNATI FORNERO VAI A LAVORARE NEI CAMPI…IN MINIERA O IN CATENA DI MONTAGGIO…..ANZI MANDACI TUTTA LA TUA FAMIGLIA PER CAPIRE I SACRIFICI DI CHI LAVORA DURAMENTE…E ORA PIANGI..DAI CHE TI PORTIAMO IL FAZZOLETTO HAI ROVINATO QUEL POCO DI BUONO CHE AVEVAMO LA DIGNITA? CI HAI TOLTO TUTTO..ORA NON RIFARESTI LA TUA RIFORMA MA A CHI VUOI PRENDERE IN GIRO….CON LA TUA BELLA PENSIONCINA…NON TI BASTA????VAI A LAVORARE NEI CAMPIIIIII

  25. SENATORE E VICE PREMIER MATTEO SALVINI URGE UNA IMMEDIATA SMENTITA RIGUARDO LA QUOTA 100. LEI HA PARLATO DI QUOTA 100 INTEGRALE SENZA PALETTI MENTRE NELLA RIUNIONE DELLA LEGA SI E’ PARLATO DI ETA’ MINIMA DI ANNI 64.
    DEVO SUPPORRE CHE FOSSE PRESENTE ALBERTO BRAMBILLA. E’ POSSIBILE CHE NON SI RENDA CONTO CHE I LAVORATORI SONO CONTRARI A TALE PALETTO? LASCI PERDERE LE VARIE TEORIE CHE OSTACOLANO LA RIFORMA PENSIONISTICA E DIA UNA SEVERA STRIGLIATA ANCHE AI COMPONENTI DELLA LEGA CHE CONTRADDICONO QUANTO LEI HA DETTO NELL’INTERVISTA AL SOLE 24 ORE. SI RICORDI CHE I LAVORATORI,E NON SOLO, HANNO DATO IL VOTO AL MATTEO SALVINI CHE IN CAMPAGNA ELETTORALE HA SEMPRE DETTO CHE AVREBBE ABOLITO LA LEGGE FORNERO E INTRODOTTO LA QUOTA 100 SENZA LIMITAZIONI. QUESTO E’ QUELLO CHE VOGLIAMO VEDERE NELLA LEGGE DI BILANCIO.

  26. Non so se Salvini leggerà i nostri commenti, ne se qualcuno glieli riferisca. Se, per caso, questo potesse avvenire, sappia che se manterrà, dal 2019, “quota 100 integrale e senza paletti”, il minimo che gli può capitare sarà il……”seggio pontificale”.

  27. Tratto da QN del 06.09.2018 che riporta fonti governative ufficiali: ” Novità pensioni. Ritocchi a quota 100. Il governo conferma l’impegno su quota 100 ma con una serie di correttivi che andranno ad alleggerire l’impatto sui conti dello Stato. Per centrare questo risultato viene introdotta una soglia minima a 64 anni, 2 anni di contributi figurativi, l’assegno sarà calcolato solo sui contributi versati”
    Salvini, mi spiace, quanto letto in tutti i post lo conferma….sei un mentitore, non degno di considerazione peggio di così non potevi fare !!! Vieni smentito quotidianamente dai tuoi stessi compari. Ma vergognati !
    La lega si è AUTOCASTRATA. Finirai nella fogna come tutti i suoi predecessori.

  28. Tratto da Il Sole 24 ore “Sulle pensioni la posizione del leader della Lega Matteo Salvini, già emersa ieri al termine del vertice del governo, è “quota 100 integrale, senza paletti”: per i costi, dice in un’intervista al Sole 24 Ore, “non facciamo grande affidamento sulle stime dell’Inps, che ultimamente più che di economia si occupa di politica. Secondo alcuni organismi varia dai 6 agli 8 miliardi”.
    Matteo, se renderai esecutiva questa affermazione nella ldb 2018/2019 ti facciamo santo e mandiamo all’inferno colei che ha rovinato milioni di italiani assieme a tutti quelli che continuano a sostenerla.
    Dai Matteo facci sognare !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su