Pensioni anticipate 2018 ultime: commissione UE contro Legge Fornero

Anche oggi 2 maggio 2018 si torna a parlare della sostenibilità del sistema pensionistico italiano. Le ultime notizie sulla pensione anticipata arrivano dal  Pensions Adequacy Report  della Commissione europea che a sorpresa sottolinea come per l’Italia si debba “affrontare gli effetti collaterali negativi delle riforme pensionistiche all’insegna dell’austerità”. Insomma la Legge Fornero e la sua austerità dovrebbe esser cambiata perchè sta portando effetti negativi sul nostro paese e sull’occupazione giovanile. Vediamo nel dettaglio cosa è stato detto.

Ultime novità Pensioni anticipate 2018: il report dell’ UE boccia la Legge Fornero

Il rapporto  della commissione dell’ UE nella sua prima parte spiega  come “L’inasprimento estremamente rapido dei requisiti per la pensione ha provocato l’effetto anziani dentro, giovani fuori con un milione di lavoratori anziani tra i 50 e i 64 anni in più e una riduzione di giovani lavoratori di 0,9 milioni tra i 15 e i 34 anni“. Insomma si esce dal lavoro sempre più tardi e così facendo si impedisce un ricambio generazionale.

L’ UE continua poi  promuovendo le misure messe in atto dal Governo Renzi negli ultimi anni per favorire la pensione anticipata e l’uscita dal mondo del lavoro con requisiti meno restrittivi. Bene quindi l‘APE Sociale e le altre misure introdotte, anche se i “requisiti di ammissione sono troppo rigidi e potrebbero esser respinte ben il 35% delle domande di pensione anticipata“.

Pensione anticipata 2018 ultime news: anziani a rischio povertà

Infine il report parla anche della situazione finanziaria peggiorata dopo il 2008 con “Gli anziani a rischio di povertà ed esclusione sociale che erano il 23,9% contro il 18,3% nella Ue”. Inoltre “il notevole e rapido aumento dell’età pensionabile dal 2010 ha fatto emergere problemi sia sulla durata del pensionamento sia sull’interazione tra durata attesa della vita lavorativa e la performance del mercato del lavoro oltreché dello sviluppo dei servizi”.

Per quanto riguarda invece l’allarme sui costi la situazione non sembra così grave come spesso viene dipinta, e il report della Commissione UE spiega che “La spesa pubblica per le pensioni resterà stabile al 15,6% del Pil fino al 2020. Aumenterà molto dal 2020 al 2040, con il pensionamento dei baby boomers. Ma dopo riscenderà al 13,9% del Pil”.

La soluzione secondo l’UE è quella di rendere più funzionali le misure adottate negli ultimi anni per risolvere il problema della Legge Fornero e sarà necessario “Come prima cosa ridistribuire al meglio le pensioni pubbliche e in secondo luogo incentivare il ricorso alla previdenza integrativa, il secondo pilastro previdenziale che in Italia è ancora poco utilizzato”. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere e seguiteci anche su facebook per esser aggiornati con tutte le ultime novità sulle pensioni anticipate!

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

5 pensieri riguardo “Pensioni anticipate 2018 ultime: commissione UE contro Legge Fornero

  • Avatar
    2 Maggio 2018 in 21:40
    Permalink

    Sono anni che si parla della riforma pensionistica fatta dal Governo MONTI la cosiddetta legge Fornero che al momento della presentazione piangeva come un coccodrillo perché era ben consapevole del danno che stava arrecando ai poveri lavoratori e se ricordo bene per darci il contentino disse pure che nello stesso tempo avrebbe ridotte le pensioni dei parlamentari, da premettere che codesta legge fu votata dalla destra dalla sinistra e dal centro nessuno escluso. Ora si sono succeduti Governi sia di centrodestra che di centrosinistra ma nessuno mai a presentato una proposta di legge per cancellarla loro i parlamentari pero hanno seguitato apercepire sempre la stessa pensione perche la corte costituzionale per loro a ritenuto la legge incoti

    Rispondi
    • Avatar
      2 Maggio 2018 in 22:38
      Permalink

      Segue il primo commento.
      Dicevamo che per loro era fuori dalla costituzione? Per noi poveri umani invece era tutto a norma di legge bellissima presa per il cu…. Ora parliamo delle pensioni un lavoratore dipendente che ha versati contributi x 40 anni più o meno 400.000 Euro che cosa sta chiedendo che gli vengono ridato indietro nel breve tempo di VITA che gli rimane una parte di ciò che a affidato a limpis per poter fare una dignitosa vecchiaia. La risposta è che non ci sono i nostri soldi che dobbiamo aspettare ancora 3-4 ANNI perché siamo troppo giovani perché si vive più a lungo in poche parole se prima forse riuscivamo ad havere indietro la metà dei nostri soldi così forse nemmeno i 2/5 se la speranza di vita e di 80 Anni come ci dicono i grandi cervelloni a mio parere non é la vita che si e allungata la media si e allungata perche sono diminuite le morti infantili a causa delle meno nascite e dei migliaia di bambini non fatti nascere co l’aborto!!!!! Se ci contiamo pure questi la vita media si abbasserebbe forse a 65 Anni. Basta di farci prendere per i fondelli con tutte ste minghiate dello spred il debito pubblico l’inflazione e tutte le altre cavolate ci prendono solo per il cu… loro non fanno un Cazzo fanno a gara per apparire in televisione a raccontare un sacco di bugie e vivono da nababbi noi che mandiamo avanti il carretto facciamo la fame e una misera vecchiaia
      E poi si lamentano che i pensionati se ne vanno via dalla nostra bellissima ITALIA.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Maggio 2018 in 21:01
    Permalink

    la riforma fornero?la riforma di una troia che ha fatto suicidare centinaia di persone . questi delinquenti non hanno mai lavorato hanno solo rubato dietro ad una sedia ci vada la fornero a 60 anni sui ponteggi questa troia infame spero che crepi

    Rispondi
  • Avatar
    2 Maggio 2018 in 17:07
    Permalink

    ho 65 a. e 39 di contrinuti, non trovo parole per descrivere l’ingiustizia e l’amarezza che provo….una vita di sacrifici e di lavoro dentro e fuori casa!!! Quando i miei colleghi andavano in pensione a 56 a. non vedevo l’ora di raggiungere la loro età… poi a 60 a. altri andavano in pensione ed io ancora ero troppo giovane…adesso ne ho 65 e speravo di andare in pensione a 67 a. e 7 mesi…. ma non basta!!! La carognata della legge Fornero aumenterà dal 2019 di ulteriore 5 mesi questa disgustosta e infamia Legge… Schifo e vergogna provo per tutti coloro che hanno approvato tutto ciò….i miei contributi li ho versati tutti ma i miei diritti acquisiti non hanno nessun valore!!! I signori parlamentari sono bravi a svuotare le tasse della gente onesta che lavora a cui viene negato tutto….loro continuano con vitalizi, privileggi e diritti!!!

    Rispondi
  • Avatar
    2 Maggio 2018 in 16:07
    Permalink

    Non metta il dito in bocca dottssa fornero , pensi piuttosto ai tanti gia’ licenziati che si sono suicidati , a causa della sua lg. pensionistica, pensi agli invalidi esodati aventi diritto al collocamento obbligatorio lg 68/99 , non salvaguardati in ottava salvaguardia per qualche mese
    mancante al raggiungimento dei 61,7 anni a 36 mesi da fine mobilita’!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *