Pensioni anticipate 2018, ultime Di Maio: ‘autunno caldissimo, LDB coraggiosa’

Le ultimissime novità sulle pensioni anticipate e sulla legge di Bilancio al 28 agosto 2018 giungono dal Ministro del Lavoro Luigi Di Maio che in un’intervista a Sky Tg24 chiede supporto ai propri cittadini, in quanto si andrà incontro ad un autunno caldissimo, dal momento, spiega, che dovranno lottare contro  “i poteri forti che ci stanno facendo la guerra in questo momento”. 

Poi rassicura chi da tempo cerca conferme sulle pensioni e sugli altri provvedimenti a lungo promessi in campagna elettorale, facendo eco alle ultime dichiarazioni di Salvini che ha confermato l’impegno di voler abolire la Fornero, che l’esecutivo ha tutte le intenzioni di proseguire e nello specifico andrà incontro ad : “una legge di bilancio coraggiosa“. Anche se taluni cittadini ormai sono diffidenti in quanto al momento si è parlato per le pensioni anticipate solo di una quota 100 a partire dai 64/65 anni  e di una quota 100 modulabile in caso di risorse scarse, riportiamo le sue ultime dichiarazioni.  Ove il vicepremier ribadisce che i cittadini saranno al centro di tutte le misure e torna ad attaccare l’Ue che, a suo dire, continua ad avere un atteggiamento inspiegabile nei confronti dell’Italia.

Pensioni e legge di bilancio 2019, Di Maio avverte sarà un autunno caldissimo

Così si sfoga Di Maio nella sua ultima intervista a Sky Tg 24: “L’autunno sarà caldissimo, se l’estate è stata così non potete immaginare cosa sarà l’autunno, con i poteri forti che ci stanno facendo la guerra in questo momento”, poi aggiunge fiero spiegando le intenzioni del suo Governo, sebbene, sembri mettere le mani davanti sugli esiti che si otterranno faremo una “legge di bilancio coraggiosa che mette al centro i cittadini, ma se in Europa ci hanno trattato così sull’immigrazione mi immagino cosa faranno sui conti”.

Poi nuovamente il duro attacco all’Unione Europea con cui negli ultimi giorni è esplosa la polemica sui migranti e la minaccia da parte del Ministro Di Maio di bloccare i fondi. Già ad Agorà su Rai3 parlando di pensioni, aveva provocatoriamente fatto presente che con non versando più il contributo europeo dell’Italia con quei 20 miliardi di contributi risparmiati il Governo potrebbe perfino fare quota 90 per le pensioni altro che quota 100. Su SkyTg24 ha rincarato la dose aggiungendo: “Se l’Unione europea ci desse dei segnali di aiuto” non solo sui migranti, ma “anche sulla lotta alla povertà e alla disoccupazione, con il reddito di cittadinanza, con la possibilità di eliminare la legge Fornero, noi potremmo ravvederci“. Invece – ha proseguito il vicepremier – “il loro atteggiamento è veramente inspiegabile”.

Di Maio contro l’Ue: ci conceda flessibilità su temi importanti

Poi una velata, ma nemmeno troppa minaccia ai commissari europei: “Confido nel fatto che questi commissari e burocrati europei prendano coscienza del fatto che loro politicamente hanno le ore contate, perché alle prossime elezioni europee saranno spazzati via. Questa gente non vedrà mai più il ruolo di commissario nella propria vita, quindi è meglio che lasciano un ricordo positivo adesso, perché le prossime elezioni europee saranno ancora di più un terremoto rispetto a quelle italiane del 4 marzo”.

Ora quello che Di Maio prova a mettere sul piatto è un ribaltamento di prospettiva, dice il collega  Giuseppe Colombo su Huffingtonpost “non più l’Italia degli ultimi governi di centrosinistra che deve andare a chiedere flessibilità a Bruxelles, ma un’Italia che deve ottenere quella stessa flessibilità come atto dovuto, un risarcimento per gli sgarbi subiti”.  Proprio quella flessibilità che sarebbe necessaria per finanziarie le misure onerose promesse che corrispondono al nome di reddito di cittadinanza e superamento della legge Fornero che gli elettori si aspettano di vedere realizzate dal ‘governo del Cambiamento’.

Consapevole della non facile scelta intrapresa Di Maio chiede supporto: “Chiedo ai cittadini di starci vicino perché se l’estate è stata rovente non potete neppure immaginare cosa accadrà in autunno“. Vi sentite rassicurati dalle parole del ministro Di Maio o temete la reazione dell’Unione Europea e che la legge di bilancio si tramuterà in un nulla di fatto?

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

34 pensieri riguardo “Pensioni anticipate 2018, ultime Di Maio: ‘autunno caldissimo, LDB coraggiosa’

  • Avatar
    1 Settembre 2018 in 14:28
    Permalink

    Se rinasco, per lavoro voglio fare il disoccupato a 780 euro al mese e tre ore di lavoro a settimana! Tanto mi pagheranno quelli che lavorano coi loro contributi pensionistici.

    Rispondi
  • Avatar
    30 Agosto 2018 in 16:40
    Permalink

    Onorevole Ministro Di Maio, nel “contratto” cosa c’è scritto?, tanto per curiosità: SE DAI CALCOLI DOVESSE RISULTARE CHE I PENSIONATI SOPRA I 4.000, O 5.000?, EURO, ABBIANO VERSATO “DI PIU'” DI QUANTO PRENDONO, GLI VERREBBE UGUALMENTE RICALCOLATA LA PENSIONE IN MEGLIO, AUMENTATA? OSSIA: SI TRATTA DI UN RICALCOLO “BONUS MALUS” O “MALUS MALUS”?
    Tanto per capire, se non la costituzionalità, almeno la coerenza della proposta.

    Rispondi
  • Pingback: Pensioni anticipate 2018 ultime oggi 30/8, Proietti: 'Cambiare la legge Fornero' | Pensioni per tutti

  • Avatar
    30 Agosto 2018 in 6:57
    Permalink

    Signori la mia paura a questo è proprio che la Fornero venga ” SUPERATA ” COME DICE SALVINI e per un riordinamento generale delle norme pensionistiche sia fatto un disastro totale , perchè a quanto si intuisce questi pdeudo-esperti di economia a mè sembrano dei dilettanti allo sbaraglio .Non sò chi ci potrà salvare , le mie speranze che venga fatto qualcosa di buono sono ridotte al lumicino

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 15:32
    Permalink

    La platea di scontenti aumenta di giorno in giorno. Le anticipazioni di stampa, sul superamento della fornero, non dicono nulla di buono e i presunti esperti fanno i conti ad occhio, non su dati REALI E CONCRETI ma con il pallottoliere, ipotizzando chissà quali risparmi di spesa (non verificata). Alla fine mi chiedo: Come è possibile che dopo ben 42 anni di lavoro e relativi contributi, devo ancora rimanere al lavoro?????? Possibile che al governo non sia chiaro che, solo con i contributi VERSATI si sostiene l’INPS, mentre su quanto si vive è una incognita? Tutto passa comunque dal RICAMBIO GENERAZIONALE, soluzione troppo semplice per essere accettata, eppure i politici non dovrebbero avere i paraocchi ma almeno un pò lungimiranti (vedi incremento demografico ecc.ecc.). Le elezioni europee non sono lontane e credo che se non cambia qualcosa, le urne riserveranno altre amare sorprese (per certi partiti).

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 14:15
    Permalink

    RENATO, che speranze vuoi avere in uno stato dove tutti dicono e fanno il cazzo che vogliono. I politici si sentono il signore in carne e ossa, di conseguenza ti devi adeguare alle loro volontà. Nel nostro caso ci hanno fregato con le loro parole il bauscia di milano e u terruncello di caserta.

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 13:49
    Permalink

    IO NON HO PIU’ SPERANZE , I DUE VOLPONI PARLANO DI TUTTO MA NON CI DANNO UNA BOZZA D’INTESA CONDIVISA SLLA QUESTIONE PENSIONI CHE RIGUARDA MILIONI D’ITALIANI PER IL PRESENTE E PER IL FUTURO

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 13:22
    Permalink

    RENATO, esatto:
    in Italia abbiamo la Democrazia ed è uno Stato di diritto; STATO DI DIRITTO!
    SUI LIBRI DI DIRITTO E’ SCRITTO CHE NEGLI STATI DI DIRITTO I DIRITTI QUESITI, RETROATTIVI, sono intoccabili; NEGLI STATI DI DIRITTO.
    Tutto qui; sembra poco…?

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 11:15
    Permalink

    CARISSIMO SALVINI,
    IO TI HO VOTATO PERCHE’ HAI PROMESSO DI ABOLIRE LA FORNERO MA SENTO E VEDO CHE TI OCCUPI SOLO DI IMMIGRATI DIMENTICANDO QUELLO CHE HAI PROMESSO.
    COME POSSIAMO AVERE FIDUCIA.?

    Rispondi
  • Pingback: Pensioni 2018, ultime oggi su quota 100 e ape sociale, Damiano incalza il Governo | Pensioni per tutti

  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 6:43
    Permalink

    QUALCUNO LI AVRA’ VOTATI QUESTI CIALTRONI ,E IN ITALIA ESSONDOCI LA DEMOCRAZIA CE LI DOBBIAMO TENERE. IL PROBLEMA E’ CHE NEL BREVE TEMPO CHE GOVERNERANNO INSIEME FARANNO PIU’ DISASTRI LORO CHE TUTTI I GOVERNI DEGLI ULTIMI 50 ANNI ,COL RISCHIO DI VANIFICARE I SACRIFICI DAL 2011 AD OGGI

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 1:11
    Permalink

    Naturalmente, la stessa domanda, ho l’impressione, vale anche per chi abbia votato i due partiti:
    PER QUALE MOTIVO CHI HA VOTATO LEGA E M5S DOVREBBE ESSERE D’ACCORDO COL PROGRAMMA DEL CONTRATTO SOTTOSCRITTO TRA LEGA E M5S SE, TALE CONTRATTO, E’ STATO SIGLATO E RESO NOTO “DOPO” E NON “PRIMA” DELLA CAMPAGNA ELETTORALE E, QUINDI, NON RIENTRAVA TRA I PROGRAMMI PROPOSTI?

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 1:07
    Permalink

    Non vorrei andare fuori tema ma continua a tormentarmi questa domanda, magari qualcuno mi sa rispondere?:
    PER QUALE MOTIVO NOI ITALIANI DOVREMMO SOTTOSTARE AL PROGRAMMA DEL CONTRATTO SOTTOSCRITTO TRA LEGA E M5S SE, TALE CONTRATTO, E’ STATO SIGLATO E RESO NOTO “DOPO” E NON “PRIMA” DELLA CAMPAGNA ELETTORALE E, QUINDI, NON RIENTRAVA TRA I PROGRAMMI PROPOSTI AGLI EVENTUALI LORO ELETTORI ?
    CI TENGO MOLTO A PRECISARE CHE IO NON HO VOTATO PER NESSUNO DEI DUE PARTITI IN QUESTIONE, NE’ PER NESSUNO DI QUELLI IN PARLAMENTO, MA TRATTASI SOLO DI CURIOSITA’.

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 0:30
    Permalink

    SCUSATE, RIPOSTO CORRETTO PERCHE’, STRANAMENTE, IL MIO COMPUTER, QUANDO CANCELLO UN ERRORE, MI POSTA IL COMMENTO CHE STO RILEGGENDO; SCUSATE:
    E, Onorevole Ministro Di Maio, le spiego perché non deve contare sulla mia vicinanza: perché, da quello che leggo, posso sbagliare ma a me, finora, è sembrato che Lei voglia NON solo abolire o migliorare la legge Fornero ma, addirittura, per alcuni pensionati, RICALCOLARE LE LORO PENSIONI IN ESSERE REGOLARMENTE CONSEGUITE SECONDE LE LEGGI ITALIANE! Cosa che, a mio parere ( e non solo) è incostituzionale! E questa, secondo me, incostituzionalità è il motivo principale per cui Lei si dimentichi di contare sulla mia vicinanza!
    Inoltre, una volta eventualmente creato il precedente di un ricalcolo retroattivo, alla prima occasione o legislatura favorevole, temo che, per coerenza e per costituzionalità, che prevede l’UNIVERSALITA’ dei trattamenti, come condizione minima MA NON SUFFICIENTE per essere costituzionale, tale precedente porterebbe al rischio del ricalcolo di tutte le REGOLARMENTE CONSEGUITE pensioni degli italiani a misto e retributivo, indipendentemente dall’importo delle stesse!
    Lei dice di volere aiuto, solidarietà? se ho ben capito, verso l’Unione europea per abolire la legge Fornero? Per dare Assistenza, col reddito di cittadinanza, coi soldi di alcuni pensionati invece di creare lavoro? Questo reddito di cittadinanza, Assistenza, lo faccia pagare alla fiscalità generale e non ai diritti, e soldi, quesiti di alcuni pensionati che sono andati in pensione regolarmente con criteri LEGALI E OBBLIGATORI DELLO STATO ITALIANO che Lei, a Suo insindacabile giudizio?, posso sbagliare, mi sembra ritenere illeciti e vorrebbe tagliar loro le pensioni, facendo, posso sbagliare ma ricevo questa impressione, CONFUSIONE tra ASSISTENZA E PREVIDENZA? Come a me sembra? Posso sbagliare ma preferisco sbagliare da solo: NON CONTI SU DI ME!
    PER QUESTO DIMENTICHI LA MIA VICINANZA!
    P. S. SONO PENSIONATO A 1.300 EURO A RETRIBUTIVO!

    Rispondi
  • Avatar
    29 Agosto 2018 in 0:10
    Permalink

    E, Onorevole Ministro Di Maio, le spiego perché non deve contare sulla mia vicinanza: perché, da quello che leggo, posso sbagliare ma a me, finora, è sembrato che Lei voglia NON solo abolire o migliorare la legge Fornero ma, addirittura, per alcuni pensionati, RICALCOLARE LE LORO PENSIONI IN ESSERE REGOLARMENTE CONSEGUITE SECONDE LE LEGGI ITALIANE! Cosa che, a mio parere ( e non solo) è incostituzionale! Cosa che, una volta eventualmente creato il precedente, alla prima occasione o legislatura favorevole, porterebbe, per coerenza e per costituzionalità che prevede l’UNIVERSALITA’ dei trattamenti, come condizione minima MA NON SFFICIENTE,ma non sufficiente, per essere costituzionali, al ricalcolo di tutte le REGOLARMENTE CONSEGUITE pensioni degli italiani, indipendentemente dall’importo! lei dice di olere aiuto, se ho ben capito, contro l’Unione europea per abilore la Fornero? Per dare Assistenza col reddito di cittadinanza invece di creare lavoro? Qusto lo faccia pagare alla fiscalità generale e non ai diritii quesiti dei pensionati che sono andati in pensione regolarmente concriteri che Lei, a Suo indindacable giudizio?, ritiene illeciti e vuole taglaie^?
    PER QUESTO DIMENTICHI LA MIA VICINANZA!

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 23:51
    Permalink

    Leggo che l’Onorevole Ministro Di Maio chiede ai cittadini di “starci vicino perché se l’estate è stata rovente non potete neppure immaginare cosa accadrà in autunno“.
    Per quanto mi riguarda, Onorevole Ministro, NON CONTI SULLA MIA VICINANZA! Il ministro è Lei e i problemi da risolvere li risolva Lei e, eventualmente, i Suoi elettori!

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 23:46
    Permalink

    Io penso che, dato che siamo in Italia, non dobbiamo aspettarci una mano dall’Unione europea con “segnali di aiuto sulla lotta alla povertà e alla disoccupazione” ma, immagino, questa “mano” debba venire dal Governo e dal Parlamento eletti dagli italiani; meglio ancora se, invece della lotta alla povertà, si creassero politiche atte a “debellare” povertà e disoccupazione con lavoro a tempo indeterminato e buono stipendio, e non ASSISTENZA! Perlomeno questo dovrebbe essere l’obiettivo di un Governo di un Paese normale, come gli altri: sviluppo, lavoro, NORMALITA! Per questo penso i Governi siano eletti, non per aiutare la povertà e la disoccupazione!

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 20:55
    Permalink

    Lasciatele lavorare,non giudicateli prima del tempo, peggio degli altri non faranno sicuramente

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 19:13
    Permalink

    Ragazzi Oramai ci siamo la finanziaria è alle porte quindi lasciamoli lavorare poi come sempre saremo noi elettori a giudicare il loro operato ed a trarne le dovute conclusioni positive se rispettano il contratto e le promesse fatte prima del 4 marzo 2018 .
    Oppure negative passando così come i loro precedenti dal 28%. al 8% fate Vobus.

    Rispondi
    • Avatar
      28 Agosto 2018 in 20:17
      Permalink

      Segnalo che oggi 28.08.2018, su un TG ha parlato Brambilla dicendo che non ci sarà nessuna riforma delle pensioni, le priorità del governo sarà quella di favorire interventi mirati esclusivamente all’aumento dei posti di lavoro. Anche se tra poco la commedia finirà, per chi li ha votati con 41/42 anni di contributi é rimasto pesantemente fregato, Le tornate elettorali nazionali si succedono ogni 5 anni circa e loro contano molto su questo fatto. Gli ultimi quarantunisti saranno ormai pensionati. Rimane da chiedersi se veramente il voto ed il consenso popolare, in merito a questi argomenti, conti realmente qualche cosa.

      Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 18:15
    Permalink

    Condivido alla grande ciò che hai evidenziato, Adriana! Ma vuoi vedere che qualcuno, ora seduto sugli scranni piu`alti del Parlamento, oltre ad ignorare i congiuntivi, non i conosce le piu`elementari regole dell’aritmetica ? Senza considerare che, per noi donne i 41 pesano molto di piu`………………………

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 18:05
    Permalink

    Ho 58 anni e ho maturato 42 anni ..sono stancoooo…

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 18:03
    Permalink

    Salve. Probabilmente di coraggio ne avranno anche parecchio i 2 capi del governo giallo -verde per affrontare gli impegni pesanti del prossimo mese ma una domanda mi sorge spontanea: si sono resi conto, al di la poteri economici europei e lobby varie, che coltivano all’interno dell’esecutivo 2 serpi velenose pronte a colpire per far saltare il banco in barba all’italia e agli italiani che hanno votato con la speranza di poter cambiare il marciume precedente? Non credo ci vogliamo grandi capacità intuitive per arrivare a capire chi sono! Se poi qualcuno non arriva beh , ECONOMIA ED ESTERI credo che possano aiutare a capiere!…c’è poi tutta la parte pentastellata di sinistra che sta aspettando il distacco….magari unendosi al PD…..ma quella è un’altra brutta storia

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 17:00
    Permalink

    DI MAIO E SALVINI E’ DA TRE MESI CHE I LAVORATORI ASPETTANO CERTEZZE IN TEMA PENSIONISTICO.
    NELLA LEGGE DI BILANCIO AVETE UNA SOLA POSSIBILITA’ PER DIMOSTRARE AGLI ITALIANI CHE AVETE UNA SOLA FACCIA E SAPETE MANTENERE LA PAROLA DATA:
    ABOLIRE LA LEGGE FORNERO ED INSERIRE LA QUOTA 100 SENZA LIMITAZIONI ACCOMPAGNATA DALLA QUOTA 41 ANNI DI CONTRIBUTI UTILI PER LA PENSIONE.
    QUALORA NON FACCIATE CIO’ VI CONSIGLIO UNA VIA D’USCITA:
    DIMISSIONI E AL VOTO IL PRIMA POSSIBILE

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 16:56
    Permalink

    Chi avrà 64 anni e 36 di contributi (tutti con il contributivo secco) e con una carriera
    Lavorativa nella normalità con stipendio medio o basso per tutti i 36 anni dovrà decidere:

    1
    Approfittare di questa eventuale pseudo quota 100 ritrovandosi con un assegno
    di pensione ancora piu’ leggero anzi direi leggerissimo un vero salasso.

    2
    Se non si ha un lavoro troppo gravoso e si e’ ancora in buona forma psico fisica
    Lavorare ancora qualche altro anno per aumentare la futura pensione

    Chi ha proposto questa quota ridicola lo ha fatto con questi calcoli:
    Visto che 36 anni non sono 41 o 42 e nella generalità delle persone gli stipendi
    Della carriera Lavorativa erano normali, tanti preferiranno continuare
    Per alzare la pensione futura.

    Il vero obiettivo e’ quindi ad avere meno pensionati possibili

    Sono convinto che saranno molti coloro che opteranno per la
    Soluzione numero 2 sicuramente a malincuore ma dai 100 ai
    200 circa di euro in più al mese peseranno nella scelta

    Rispondi
    • Avatar
      28 Agosto 2018 in 18:57
      Permalink

      attenzione ! il sig. pierantonio le sfugge il decreto salva-italia D.GL 201 ART24 COMMA 25 6.12.2011 BLOCCO LEGGE MONTI -FORNERO del 2011 legge 2013 fase transitoria scadente nel 2016 prorogata fino al 31.12.2018. sblocco della perequazione dal 1.1.2019 rivalutazione dei trattamenti pensionistici. Quindi cio’ che dichiara e’ all’oscuro della sudetta. pertanto si evince che le quotesono poco attendibile la quota dei 100 o 200 euro. Cosa ne pensa ? l’inps rivalutera’ caso per caso, la ringrazio per l’opportunita’ e conoscenza per tutti. pietro

      Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 15:15
    Permalink

    Ecco qua cosa sta facendo certa “stampa” sul tema delle pensioni. Non indaga sulle motivazioni di chi ha già versato 40-41-42 anni di contributi e vuole andarsene via; non indaga sul mal stare nel posto di lavoro degli anziani – in certi casi costretti a subire vessazioni da giovani raccomandati (pubblico e privato che sia); non indaga sul perchè chi ha 36 anni di contributi possa andare in pensione prima di chi ne ha già maturati più di 40.
    No! Pubblica questo:
    http://www.affaritaliani.it/sport/milan-news/pensioni-quota-100-spunta-quota-100-modulabile-pensioni-news-svolta-10_mm_650729_mmc_1.html?refresh_cens
    per insinuare che anche Putin teme l’ondata di chi va in pensione per l’economia del suo Paese.
    “…in Siberia la riforma al vaglio del Parlamento prevede l’innalzamento dell’età pensionabile da 55 a 63 anni per le donne e da 60 a 65 per gli uomini. ”
    Si! proprio in Siberia vogliono alzare l’età pensionabile …. “sti c.zzi”

    In Siberia …. per certi giornalisti o blogger …… biglietto di sola andata.

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 15:13
    Permalink

    ALBERTO MANZI i due fanfaroni come li chiami te, credimi sei gentile nel nomignolo chi vuoi che li sbatte giù dalle poltrone ora.
    Non c’è più nessuno, solo i marziani possono fare qualcosa.

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 14:27
    Permalink

    ottobre sarà sicuramente bollente, i bookmakers inglesi, che difficilmente sbagliano previsione, hanno già le quote… 12:1 governo dimissionario entro dicembre 2018.
    strano che TUTTI i sondaggi politici diano invece in crescita i 2 nuovi fanfaroni poltronari che stanno pestando una merda dietro l’altra.

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 13:48
    Permalink

    Le promesse vanno mantenute ….. chi ha lavorato 41 anni ha più diritti di chi ne ha lavorati 36

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 13:41
    Permalink

    DI MAIO TORNATENE A CASA , OGNI VOLTA CHE APRI LA BOCCA SPARI CAZZATE STAI GIOCANDO COL FUOCO SULLA PELLE DEGLI ITALIANI

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 13:19
    Permalink

    occorre che tutti i commenti vengano inviati anche all’indirizzo di posta elettronica dei parlamentari della Lega e dl Movimento 5 stelle
    prima che cominci la discussione sulla legge di bilancio dimodoche’ si rendano conto del malessere diffuso.
    basta limare del 10% gli oneri deducibili e le detrazioni e si recuperano subito dieci miliardi di euro da impiegare per la seria riforma delle
    pensioni per come promesso.
    Ciao a tutti.
    p.s. gli indirizzi di posta elettronica degli stessi sono ricavabili dal sito della Camera e del Senato

    Rispondi
  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 12:49
    Permalink

    Eccolo!!!
    Un giorno il gatto…
    Un giorno la volpe…
    Sono bravi ad alternarsi…
    Certo che sarà un settembre caldissimo…
    Ma x loro sarà piu caldo maggio con le prossime elezioni!!!!
    Vedremo come terranno fede alle nostre aspettative…
    STATE SERENI….disse lui!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *