Pensioni anticipate 2018 ultime oggi 30/8, Proietti: ‘Cambiare la legge Fornero’

La diatriba sulle Pensioni anticipate 2018 continua senza sosta, e anche nella giornata di oggi 30 agosto arrivano nuovi appelli al Governo per modificare la Legge Fornero e garantire un’uscita anticipata ai lavoratori. I Sindacati si sono fatti sentire nelle ultime ore, vediamo allora cosa hanno detto i segretari Pedretti della SPI-CGIL e Pedretti della Uil a questo proposito. Infine riportiamo anche le ultime dichiarazioni sulle pensioni d’oro da parte del Ministro del Lavoro Di Maio.

Ultime novità Pensioni anticipate oggi 30 agosto: Proietti (UIL) chiede modifiche alla Fornero

In una nota rilasciata dall’agenzia di Stampa Italpress, il segretario Confederale della Uil Domenico Proietti ha lanciato un’appello all’esecutivo giallo-verde:  “Il Governo deve continuare a cambiare la legge Fornero sulle pensioni a partire dalla prossima legge di bilancio, come promesso agli elettori in questi mesi. In particolare, bisogna introdurre una reale flessibilità’ di accesso alla pensione intorno a 63 anni, attualmente prevista per 15 lavori gravosi, per tutti i lavoratori”.

Proietti oltre a chiedere un’estensione della pensione anticipata a 63 anni per tutti parla anche di giovani, donne ed esodati: “Inoltre, e’ bene agire tempestivamente per introdurre dei meccanismi che garantiscano pensioni future e dignitose ai giovani lavoratori, che, in questi anni, a causa della precarietà’ del lavoro, hanno avuto buchi di contribuzione – aggiunge -. Occorre poi valorizzare il lavoro di cura delle donne ai fini contributivi, eliminando tutte le disparità‘ di genere. Al contempo si deve prorogareopzione donna‘. E’ indispensabile, inoltre, varare una salvaguardia definitiva sugli esodati. Poi, e’ necessario proseguire la revisione del meccanismo dell’adeguamento automatico dell’aspettativa di vita, che attualmente prevede una doppia penalizzazione per i lavoratori e rappresenta un autentico disincentivo alla permanenza al lavoro. Infine, si devono insediare le due Commissioni Istituzionali per separare l’assistenza dalla previdenza e per analizzare il reale andamento all’aspettativa di vita” Proietti poi conclude: “La UIL si aspetta che il Governo apra subito un confronto con i Sindacati su queste tematiche”.

Pensioni anticipate 2018 ultime: Pedretti (CGIL) contro il Governo

Ache Ivan Pedretti nella mattinata di oggi 30 agosto è tornato sul tema delle Pensioni e tramite un post su facebook ha attaccato il Governo per la propaganda fatta sulle Pensioni: “La verità? È che ci vorrebbe un po’ di serietà e di competenza, bisognerebbe studiare i dossier, comprendere la complessità delle cose, avviare confronti. E invece no. Propaganda, propaganda, propaganda. Improvvisazioni, approssimazioni, tutto e il contrario di tutto. Sulle pensioni se continuano così faranno danni. Prepariamoci a rispondere rilanciando la piattaforma unitaria di Cgil, Cisl e Uil”.

Pensioni 2018: Ultime notizie da Di Maio sulla polemica relativa ai tagli alle pensioni d’oro

Il Ministro del lavoro Luigi Di Maio è intervenuto nuovamente sul dibattito relativo ai tagli alle Pensioni d’oro e sulle polemiche nate dopo l’intervento di Brambilla che ha ipotizzato  un contributo straordinario di solidarietà al posto del ricalcolo delle pensioni d’oro. Di Maio dall’ Egitto dove si trova in visita ha replicato: “Se qualcuno vuol dire che il contratto non si deve attuare lo dica chiaramente, altrimenti si va avanti. Non voglio entrare in uno scontro, ma nel contratto di governo abbiamo scritto che vogliamo tagliare le pensioni d’oro: se qualcuno vuol dire che il contratto non si deve attuare lo dica chiaramente, altrimenti si va avanti.

Infine il vice-Premier conclude: “Sia chiaro che agiamo su persone che prendono dai 4 mila euro netti in su, se non hanno versato i contributirelativi agli assegni eppure, si stanno trattando queste persone come disperati che adesso dobbiamo andare a salvare”. Anche Claudio Borghi, presidente della Commissione Bilancio alla Camera ha risposto: “Smentisco chi parla di tassazione a partire dai 2mila euro, come sostiene Brambilla: è una cosa che non è prevista da nessuna parte”. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

27 commenti su “Pensioni anticipate 2018 ultime oggi 30/8, Proietti: ‘Cambiare la legge Fornero’

  1. Se rinasco, per lavoro voglio fare il disoccupato a 780 euro al mese e tre ore di lavoro a settimana! Tanto mi pagheranno quelli che lavorano coi loro contributi pensionistici.

  2. In Italia siamo tutti CT, ed ognuno chiaramente ha la sua squadra perfetta. Stessa cosa stà accedendo con la formula 100 e “dintorni”. Non mi voglio pertanto sottrarre alla “moda” di sparare ognuno la sua “formula magica”, e quindi propongo la mia. Soglia di 102 con almeno 41 anni di contribuzione. Per tutti e senza “paletti”.
    Chi è d’accordo con me mi segua massicciamente e proviamo a far sentire la nostra voce. La più coesa possibile.

  3. Per commentare questo articolo, vorrei iniziare dalla CGIL nella persona, in questo caso di Ivan Pedretti, per ricordargli che il suo sindacato è il meno idoneo a parlare, specialmente perché di chiacchiere ne hanno fatte tante. Mi riferisco alla famosa frase della Camusso (persona di sua personale conoscenza) che all’alba l’innominabile modifica sulle pensioni, affermò pubblicamente : NON CONSENTIRO’ DI SUPERARE LA MASSIMA CONTRIBUZIONE ATTUALE -OLTRE I 40 ANNI NON SI POTRA’ ANDARE- , per non parlare dell’inerzia che è culminata con l’apertura di quei tavoli di discussione (mai aperti) a partire dal settembre 2017. E dove era il sindacato/i quando hanno permesso al governo (ricordiamo, presuntivamente di sinistra) di applicare l’aspettativa di vita per il 2019, senza fare nulla per impedire l’ennesima iniquità???? Però c’è da dire che dove e quando hanno voluto , hanno agevolato alcune categorie (pilografici per ben due volte, bancari, giornalisti ecc.ecc.) in barba alla stragrande maggioranza dei “altri lavoratori, quelli di serie B”. Quindi, che oggi diventino Censori dell’altrui operato è quantomeno singolare, se penso a tutto quello che hanno omesso di fare. A proposito, cosa hanno fatto quando il governo ha deciso di spostare il pagamento del TFR, TFS ai dipendenti pubblici di ben 2 anni e 90 giorni, per poi erogare il DOVUTO PAGAMENTO IN COMODE RATE ANNUALI????????? Ma allora, di cosa stanno parlando………………….

  4. Buongiorno. Ognuno è un C.T. ed ha quindi la sua squadra “ideale”. Per la riforma Fornero, la mia “giusta” formula é 102 anni con 41 di contribuzione. Per TUTTI uguale e senza alcun tipo di paletto, inteso come calcolo contributivo e/ o limitazioni a certi lavoratori.
    Chi è d’accordo con me, scriva la stessa identica cosa e poi “speriamo” leggano le nostre opinioni.

  5. LO RIPETO DA MESI :BLOCCARE L’ASPETTATIVA DI VITA E’ IL MINIMO CHE SI POSSA FARE. HANNO PROMESSO QUOTA 41 , PER ORA NON SI PUO’ OKAY MA ALMENO NON AUMENTATE NIENTE

    1. In rete le dichiarazione di Treu. Da dove l hanno riesumato? E sapete che dichiara? Che le pensioni anticipate sono un furto…ma dico dopo 43 44 anni di lavoro sono un furto? E le pensioni baby cosa sono e i vitalizi dei politici cosa sono? Treu statti zitto se non vuoi ci incazziamo coi forconi. Neanche la fornero ha mai dichiarato ció. Salvini e Di Maio potreste essere i nostri figli e i figli monelli si prendono a mazze e panelli perchè diventino belli..voi siete sulla bruttezza d animo più totali…ci state facendo soffrire specie a noi donne con tutte le chiacchere che ci state raccontando. Stoppate tuttooooooo…solo ad eliminare i 5 mesi di adv dal 2019 farete l unica cosa di senno che possiate fare in 6 mesi di chiacchere. Bastaaaaaaaaaaaaaaaaa…..e a Treu…mettetegli una museruola.

  6. Ma se uno ha 64 anni e 30 anni di contributi,comunque si va in pensione a 67 o addirittura 70anni quindi cosa cambia? Ma voi al governo li fatte bene i conti?A chi volete prendere in giro?

  7. Ho l’impressione che che qualcuno che ha votato in coscienza i lega5stelle non abbia adesso piena coscienza di quello che stanno facendo adesso i nostri governanti(sic). Volete capire che quelli che hanno governato fino a pochi mesi fa con tutte le nefandezze a loro attribuito hanno dato, con la vituperata legge ” la buona scuola”, oltre 100.000 nuovi posti di lavoro ad insegnanti e Ata, ed hanno consentito a decine di migliaia di lavoratori di andare in pensione anticipata, tramite Ape social, volontaria e varie leggi sugli esodati, con quote molto più basse di 100? Ma di che cosa vogliamo parlare oggi con questi due imbecilli, che non hanno nessuna competenza economica e soprattutto sul lavoro, visto che sono sempre stati due noti sfaccendati. E adesso sentite sentite vogliono concedere a pochi eletti la quota 100 , con paletti assurdi(pensassero piuttosto a farne un uso diverso nei loro confronti), e con penalizzazioni economiche enormi. Sono convinto che quasi nessuno accetterà di lasciare il lavoro a queste condizioni. Pensino piuttosto a togliere l’aspettativa di vita e confermare l’ape sociale e confermare finalmente quota 41 e/o 42 che dir si voglia. Mettano da parte i loro conti assurdi sulle pensioni, frutto di elucubrazioni di sfaccendati che passano le giornate su facebook ed instagram, oppure a dare la caccia ai negri. E vadano finalmente a … quel paese. In pochissimi mesi hanno solo dimostrato la loro totale inadeguatezza. Vi raccomando poi quel pupazzo mio omonimo, meglio stendere un velo pietoso

  8. Mi sta bene anche quota 42 ,però sarebbe una bella cosa x il governo almeno di non aumentare l’aspettativa di vita cioè i 5 mesi in più questo sarebbe un passo x modificare la legge fornero

  9. Ma qualche cervellone e donna seduti li a parlare parlare ha mai considerato che le donne che hanno cominciato a lavorare negli anni 70 …quindi precoci e credevano nei pari diritti e opportunità con gli uomini e hanno cresciuto due tre figli fatto quadrare tempo denaro e tutto ciò che pesa sulle spalle quasi sempre delle donne.A 60 anni sono Stanche Prosciugate di energie x aver svolto minimo dieci compiti che chissà x la società pretende solo dalle Donne ….ORA…..vorrebbe godere di 15 anni se ha ancora di vita se è fortunata X SE è magari fare la NONNA se ancora cosa c’è la fa ? !
    PENSIONE IN BASE A CONTRIBUTI ED USURA. SEMPLICE..IO E LE AZZIENDE LI ABBIAMO VERSATI…..SONO NOSTRI CI SPARTANO. ..

  10. Egregio la pensione è un diritto! Proposta quota 102 con 64 anni di età e/o 41 anni di servizio sono da applicare subito senza altre arzigogoli che fanno comodo a chi gode dell’impunità, dei vitalizi e della gratuità anche delle spese per divertimenti e beauty.

  11. Onorevole Ministro Di Maio, nel “contratto” cosa c’è scritto, tanto per curiosità: SE DAI CALCOLI DOVESSE RISULTARE CHE I PENSIONATI SOPRA I 4.000, O 5.000?, EURO, ABBIANO VERSATO “DI PIU'” DI QUANTO PRENDONO, GLI VERREBBE UGUALMENTE RICALCOLATA LA PENSIONE IN MEGLIO, AUMENTATA? OSSIA: SI TRATTA DI UN RICALCOLO “BONUS MALUS” O “MALUS MALUS”?
    Tanto per capire la coerenza della proposta.

  12. Basta con le chiacchiere e tutti questi numeri che la gente non ci capisce più niente quota 100 e quota 41 devono essere senza nessun vincolo altrimenti e l’ennesima presa in giro la legge fornero non solo va cancellata ma va addirittura demolita e rottamata tanto loro possono anche lavorare che così si può dire fino a 80 anni con quello che prendono e con quello che fanno basta basta basta quota 100 subito senza vincolo di eta’

  13. A mio avviso visto che le risorse scarsrggiano mandare in pensione chi matura i 42 anni a prescindere dall’età sarebbe una soluzione. Per il complicato meccanismo creato dai precedenti governi per salvaguardare le pensioni dei politici e dei sindacati, la legge fornero diventa un pilastro intoccabile. Per risanare il tutto ci vogliono anni

  14. il dichiarare di cancellare la legge Fornero in campagna elettorale, una volta al governo è diventato solo più riformare la legge Fornero.
    Ma una riforma non può essere peggiorativa della legge in vigore. Con la legge Fornero i contributi figurativi contavano per maturare il diritto alla pensione e nel calcolo della pensione non si parlava di passare tutto al contributivo. Il risultato è che le persone con 41 anni di contributivi adesso vivono sperando che la legge Fornero non venga modificata e sicuramente alle prossime elezioni non confermeranno chi è stato eletto.

  15. Si stà parlando di tagliare le pensioni sopra i 4.000 Euro ma non c’é nulla di chiaro per i lavoratori che hanno 41 e 42 anni di anzianità contributiva. A prescindere da ogni discussione sull’incostituzionalità del provvedimento di taglio delle, così dette, pensioni doro, bisognerebbe capire in che modo la flessibilità in uscita di chi ha già pagato 41 anni di contributi ed un’età di 61/62 anni si collega ai tagli delle pensioni sopra i 4.000 euro. Credo che i tagli servano solo a finanziare pensioni di chi non ha mai pagato contributi o ha necessità di assistenza perché non trova lavoro.

  16. Il nostro dice: “… “Se qualcuno vuol dire che il contratto non si deve attuare lo dica chiaramente, altrimenti si va avanti….” .

    “IL CONTRATTO NON SI DEVE ATTUARE!”: LO HO DETTO CHIARAMENTE, QUINDI NON ANDATE AVANTI PERCHE’ TOGLIERE DIRITTI QUESITI E’ INCOSTITUZIONALE E, POI, IO IMMAGINO CHE CERTAMENTE, A PARTE LA GRAVITA’ PRIORITARIA DI UNA LEGGE EVENTUALMENTE INCOSTITUZIONALE, IO HO L’IMPRESSIONE CHE, CADUTO IL PRINCIPIO PER UN EVENTUALE PRECEDENTE, I TAGLI E I RICALCOLI, ALLA PRIMA OCCASIONE FAVOREVOLE, VERREBBERO ESTESI A TUTTE LE PENSIONI, INDIPENDENTEMENTE DALL’IMPORTO DELLA PENSIONE.
    E, POI, SE UNO HA SEGUITO LA LEGISLAZIONE VIGENTE, PERALTRO OBBLIGATORIA, PERCHE’ ANDREBBE QUASI “CRIMINALIZZATO” E “DEPREDATO” CON UNA LEGGE INCOSTITUZIONALE, COME IO HO L’IMPRESSIONE SIA ?
    INOLTRE CHE VUOLE CHE INTERESSI A ME, CHE NON HO VOTATO NE’ LEGA NE’ M5S, DEL VOSTRO CONTRATTO, SIGNOR ONOREVOLE MINISTRO DI MAIO, PERALTRO STIPULATO DOPO LE ELEZIONI E NON PROPOSTO QUINDI NEANCHE AI VOSTRI ELETTORI E A QUELLI DELLA LEGA, PREVENTIVAMENTE IN CAMPAGNA ELETTORALE?
    PENSO CHE L’ONOREVOLE MINISTRO SALVINI FACCIA BENE A CONTRASTARE LA VOSTRA PROPOSTA DI LEGGE COME, SE HO BEN CAPITO, VOGLIA FARE!

  17. Facciamo che se io inizio lavorare a 20 dopo 30 anni di lavoro posso andare in pensione ma venga erogata solo fino ad 80 anni tanto lavoro x tanto percepisco la pensione

  18. BEN DETTO PANTALEO , TUTTI CHE PARLANO ,PARLANO ,PARLANO …TUTTA GENTE CHE NON HA MAI LAVORATO . IO SONO STANCO DOPO OLTRE 42 ANNI DI ANZIANITA’ SENTIRE TUTTI QUESTI PROFESSORONI , LAVORO DA SEMPRE IN UNA STAMPERIA DI METALLI CON FORNI A 800/900 G° MA CHI CAZZO HA STILATO LA LISTA DEI ” LAVORI USURANTI ” CHE VENGA SUL MIO POSTO DI LAVORO A DISCUTERE DI QUOTA 100 , 41, 42, 67……….. BASTA SPARARE NUMERI COME NOCCIOLINE LA NOSTRA SALUTE SI LOGORA ALTRO CHE PALETTI A 64/65 ANNI , SAPREI IO DOVE METTERVI I PALETTI. BASTA FINITELA DI GIOCARE SULLA “NOSTRA PELLE” E CON I “NOSTRI SOLDI “.

    1. Quota 100? Per favore chiamiamola con il suo nome. 102,103,103,104,105,106,107…….!!!! Mandano in pensione chi ha 36 anni di contributi e noi precoci dovremo lavorare 43 anni e oltre. Uno schifo!!!!Pienamente deluso

  19. Bravo proietti!!!
    Vieni anche tu sulla giostra delle emozioni x le pensioni!!!!
    Siamo gia in tanti:
    Salvini,di maio,proietti,fornero,cazzola,monti ,dini,maroni,damiano,brambilla,poletti,renzi,giannini,letta,gentiloni,….
    Peccato che tutti giochino sulla nostra pelle
    Noi che abbiamo gia dato 41-42 anni di contributi
    Però sembra che i nostri diritti non siano ‘acquisiti’…
    I loro si….
    Se solo potreste provare veramente cosa vuol dire lavorare cambiereste idea!!!!
    Magari farsi un esame di coscienza ogni tanto non vi farebbe Male!!!

  20. Ma scusatemi,se non ci sono risorse non sembra sensato che si ammetta sia utile mantenere ciò che il governo precedente aveva fatto con APE sociale – volontaria e opzioni varie cancellando la legge monti-fornero fissando 42 anni e 10 mesi uomini e 41 anni 10 mesi le donne 66 per la vecchiaia bloccando lo scalone che questo si il vero schifo, con l’impegno di ridurre tali date in maniera consona alla spesa incentivando di seguito con sgravi fiscali per chi mantiene tale data.Passiamo alle legge Di Maio-Salvini che regredisce lo scalone orma siamo abituati a lavorare oltre i 42 anni ma a tutto c’è un limite punto .Se le promesse non si possono mantenere per mancanza di fondi non si deve peggiorare le cose tanto per fare, di politici che mangiano pesante e si sognano di notte leggi insensate ne abbiamo già avuti troppi non vi pare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su