Pensioni anticipate 2018 ultim’ora, i lavoratori: ‘non fate niente, meglio la Fornero’

Le ultime novità sulle pensioni anticipate al 25 giugno 2018 arrivano direttamente dai lavoratori che hanno mal digerito le ultime affermazioni di Di Maio sul taglio delle pensioni d’oro e sull’aumento delle minime, o meglio si sarebbero aspettati specifiche e maggiore chiarezza sulle tanto attese misure di pensione anticipate promesse nel contratto, al punto 17: quota 100, 41 e opzione donna.

Sono in tanti ormai a pensare che il nuovo Governo farà ben poco per i lavoratori, troppi i vincoli esplicitati dall’esperto di pensioni Brambilla e non smentiti, vedi il limite dei 64 anni su quota 100 o il ricalcolo dell’assegno con contributivo dal 96 per quota 41,6 e quota 100, così come la possibilità di sfruttare solo 2 anni di contributi figurativi, che potrebbe danneggiare chi è già in condizione di disagio. Vi è anche chi inizia a sperare che la famigerata Legge Fornero resti, perché in fondo parrebbe perfino migliore. Le testimonianze dei lavoratori, eccone una carrellata dei commenti lasciati sul sito.

Pensioni 2018, Meglio la Fornero: lasciate tutto così com’è

Il lavoratore con lo pseudonimo ‘Diavolo tentatore’, scrive: “Dopo quello che hanno vomitato oggi gli organi di informazione: QUOTA 100 SOLO CON ETA’ MINIMA DI 64 ANNI siamo costretti a dire: MEGLIO LA FORNERO !!!! I lavoratori con le combinazioni di fattori 64+36, 65+35, 66+34, 67+33 andranno INCREDIBILMENTE in pensione prima di chi ha già versato PIU’ ANNI CONTRIBUTIVI e cioè 57+43, 58+42, 59+41 ,60+40, 61+39, 62+38, 63+37. COMPLIMENTI per la modifica EQUA ! Salvini e Di Maio, il popolo italiano intero vi ringrazia per essere stato preso in giro così Salvini e Di Maio, il popolo italiano spera di non trovarvi mai sulla sua strada”

Fa eco basito Alberto : “E così ci hanno DEFINITIVAMENTE preso in giro ! Oggi tutti gli organi di informazione riportano che quota 100 si farà subito PERO’ solo per chi ha 64 anni!!!!!!!. Quindi i paletti ci sono e ci saranno, ben peggiori dell’infame legge Fornero smentendo clamorosamente Salvini che qualche giorno fa citava ” i paletti li mettiamo solo nelle piste da sci”. Grazie Di Maio, grazie Salvini che qualcuno ve ne renda merito”. Vi è poi chi pensa alle fasce più deboli, se dovesse venire meno l’Ape sociale, e al ricalcolo dell’assegno con il contributivo, le parole di Silvano:

Salvini e Di Maio: Non fate niente, lasciateci la Fornero

Silvano, scrive: “Purtroppo temo il peggio, innalzamento dell’età pensionabile per moltissimi, penalizzazioni che in alcuni casi possono toccare anche il 45%, smantellamento dell’ape che è forse l’unica cosa giusta fatta dai precedenti governi..!! Insomma una tragedia….Lasciateci L’INFAME LEGGE FORNERO… Non fate altri danni… State fermi… NON FATE Niente”.

Lucio analizza le proposte di quota 100 e 41 considerandole, a conti fatti, peggiorative: “Quota 100 e 64 anni di età è una fregatura perché chi era già vicino alla pensione anticipata 42 e 10 mesi e 62 anni di età che fine fa? In oltre con quota 100 si perde dal 25 al 30% alla fine è meglio che non toccano nulla perché  paradossalmente non faranno altro che allungare l’età di due anni con pensioni da fame. Se proprio volete fare la cosa giusta cari Di MAIO e SALVINI lasciate stare la quota 100 e fate quota 41 e mezzo per tutti senza limiti di età dando a Cesare quel che è di Cesare perché mandare prima con pensioni da fame son buoni tutti, è il solito gioco delle tre carte” Michele, sintetico asserisce: “Lasciateci la Fornero è la meno peggio”

Pensioni e priorità: Opzione donna, che fine ha fatto il contratto di Governo?

Vi è anche chi come Rosa, lavoratrice iscritta la gruppo ‘proroga opzione donna al 2018‘, scrive pensierosa, non sapendo più a chi credere: “È vero che il governo si è formato da poco più di 20 giorni, ed è sempre vero che il governo precedente ha lasciato un disastro e loro devono aggiustare o quantomeno cercare di rimediare al mare di guai in cui si sono imbattuti. Perciò dobbiamo avere pazienza e lasciarli lavorare.. così si dice..Ma chi ci dà la pazienza visto che aspettiamo ormai da anni quello che è un nostro diritto?”

 Poi aggiunge: “La gente comune ha posto fiducia in loro… siamo in attesa di una qualsiasi notizia che ci motivi a sperare ancora… ma tutto tace, anzi ci arrivano notizie alquanto discordanti…siamo passati in coda a ciò che all’inizio eravamo messi come priorità. E nonostante tutto ancora ci speriamo …perché nel contratto di governo del cambiamento noi ci siamo… le donne di #ODPROROGA2018 CI SONO…..e VOGLIAMO NON ESSERE NUOVAMENTE PRESE IN GIRO…”

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

27 pensieri riguardo “Pensioni anticipate 2018 ultim’ora, i lavoratori: ‘non fate niente, meglio la Fornero’

  • Avatar
    28 Agosto 2018 in 17:28
    Permalink

    le promesse elettorali erano 40 anni di contributi e quota 100 o sbaglio?
    ora i 40 anni diventano 42 (o più) e la quota 100 con quei paletti?
    NON TOCCATE LA FORNERO PERFAVORE…
    penso che si stava meglio quando si stava peggio.. e pensare che vi ho votato e ho convinto tutta la mia famiglia a farlo…
    credo che se toccherete le pensioni differentemente da quanto promesso alle prossime elezioni ne vedrete delle belle.

    Rispondi
  • Avatar
    11 Luglio 2018 in 13:20
    Permalink

    E’ vero che politicamente si è giocato sull’ambiguità ( quota 100 senza paletti ) e quota 41 indipendentemente dal limite di età per poi rimangiarsi tutto per problemi di copertura economica. Io credo che bisogna far qualcosa di concreto: con la quota 100 con 64 anni di età si risparmiano comunque 3 anni rispetto ai 67 del 2019; con quota 41,5 ormai dal 2019 si risparmierebbero 2 anni e 2 mesi, tutto sommato non male. comunque per questo minimo risparmio non si può penalizzare chi ha 18 anni di contributi al 31/12/1995 pagandogli la pensione col sisteme contributivo. A cosa servirebbe andare in pensione un pò prima per tirare la cinghia tutta la vita? Salvini e Di Maio riflettete, anche Renzi alle Europee aveva il 40% eppure qualcosa l’ha fatta “L’ape social, l’ape volontaria, quota 41 per i precoci, gli 80 Euro” E oggi …………. vedi dove si trova…………..

    Rispondi
  • Avatar
    8 Luglio 2018 in 12:03
    Permalink

    ok a quota 42 per tutti , ma da subito non dagli anni a venire.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2018 in 18:13
    Permalink

    mi spiace per tutti voi io sono 6 anni che aspetto ora ho fatto
    ape volontaria e me la tengo stretta senza ringraziare nessuno
    perché se penso alla quota 100 e vedermi ridotta la pensione
    preferisco che me la riducono con ape volontaria perché a conti
    fatti mi conviene grazie ancora al nostro governo…………….

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2018 in 16:33
    Permalink

    Non avrei mai immaginato che mi avrebbero fatto rimpiangere la legge Fornero………

    Rispondi
  • Avatar
    27 Giugno 2018 in 13:07
    Permalink

    Popolo bue….. ti sta bene! il cetriolo gira..gira..gira…e va in c. all’ortolano

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 20:29
    Permalink

    Salvino ma che fai non parli piú, il voto lo hai avuto mi sei debitore del l’abolizione della legge fornero muoviti!!!

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 19:11
    Permalink

    Io mi domando e dico per quale motivo noi lavoratori siamo costretti a versare per più di 40 anni un fiume di soldi all’ Inps tutti i mesi ?
    Li avessimo depositati in posta o in banca oggi non avremmo bisogno di mendicare un nostro diritto , ma potremmo tranquillamente recarci con serenità e tranquillità davanti al cassiere di turno e riscuotere i nostri risparmi versati negli anni , compreso gli interessi maturati quindi non vogliamo la pensione ma solo i nostri soldi indietro .Non è un utopia è una cosa sacro santa .

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 17:16
    Permalink

    Purtroppo tutti i nostri governanti quando sono al timone fanno i conti con un sistema assurdo dove non si premia mai chi a versato più contributi ma coloro che sono più anziani e con meno contributi sapete perché semplice questi individui sono più vicini alla morte pertanto avranno a disposizione pochi anni di pensione ed un esborso minore per le casse dello stato , questo dobbiamo cambiare in primis bloccare la più grande porcata che è l’ aspettativa di vita e dopo sapere come in ogni stato Civile ed Europeo già dal primo giorno di lavoro dopo quanti anni andremo in pensione tutto il resto sono chiacchiere e pagliacciate .

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 15:18
    Permalink

    Complimenti Vito per le opinioni espresse. Anche io ho riposto la fiducia su Salvini ed in modo particolare sulla proposta della quota 100.
    Sono perfettamente d’accordo con quanto dici in merito alla quota 100 senza paletti così come sempre sbandierato da Salvini. Purtroppo, così come ho avuto modo di scrivere alcuni giorni fa, la quota 100 così come presentata in campagna elettorale rimarra’ una illusione. Ti comunico che qualora venisse modificata la legge Fornero e’ pronta la bozza di riforma di Alberto Brambilla che ha come punto centrale il raggiungimento della quota 100 con eta’ anagrafica minima di anni 64. E’ da mesi che aspetto una smentita ufficiale. Smentita che a tuttoggi non e’ ancora pervenuta.

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2018 in 17:16
      Permalink

      Massimo e amici tutti, la cosa che non accetto sapete qual’è ? Con la vecchia normativa a 57 anni e 35 di contributi si andava in pensione tranquillamente percependo spesso anche più dell’ultimo stipendio . Poi un bel mattino ti svegli e per problemi di copertura della spesa ti accorgi che è arrivato qualcuno che te la sposta di di oltre 10 anni . Qualcuno può dire : ma si può uscire prima con le varie modifiche, penalizzazioni, paletti, palettini e palettoni. Ora è vero che ognuno di noi deve dare il proprio contributo ma non che da un giorno all’altro ti trovi un pacco regalo di queste dimensioni. Sono solidale con Giuseppe dato che la quota 100 con 64+36 l’ha già superata abbondantemente. Il tuo traguardo Giuseppe dovrebbe essere molto vicino ma immagina se non dovessero inserire la retroattività della norma!!! Spero non arrivino a questo. Auguri vivissimi. Buona vita a tutti.

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 13:47
    Permalink

    giustissime le lamentele, ma quello che penalizza l’assegno di pensione è legare i coefficienti di trasformazione all’aspettativa di vita i quali DIMINUISCONO all’AUMENTARE DELL’ASPETTATIVA DI VITA.
    La vita non è una statistica, il sistema contributivo stabilisce che più lavoro e più aumenta l’assegno pensionistico , questo è esatto , non quello attuale in cui più lavoro e il coefficiente di trasformazione diminuisce. Salvini ha detto di smantellare la Fornero, allora consideri i coefficienti di trasformazione da scorporare all’aspettativa di vita e proporzionarli all’aumento degli anni di contribuzione.

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 11:40
    Permalink

    Caro nuovo Governo Non cambiate nulla altrimenti Che fine fanno i precoci disoccupati che raggiungono 41 anni di contributi a fine 2018 con 3 anni di mobilità Dopo aver perso il lavoro non per scelta ma per fallimento aziendale a 58 anni , ed aver versato 1 anno di contributi volontari pari ad € 8.000 circa da 1 anno senza stipendio senza pensione ??? Dovevamo andare in pensione a gennaio 2019 ora invece non si sa’ ( la Fornero ci ha beffato facendoci lavorare 6 anni in più e voi governo giallo verde ?????????

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 11:36
    Permalink

    26/06/1959
    Inizio 14/06/1976
    Dovevo maturare 35 anni, poi 40 poi nonostante avessi acquisito il retributivo mi è stato cambiato, poi aspettativa di vita a 43,3 adesso mi volete tagliare il 20% x mandarmi 15 giorni prima? NON TOCCATE NIENTE!!
    TENETE LE MANI IN TASCA!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 11:03
    Permalink

    62 anni di età con 42,5 anni di contributi lavorativi continuativi. Per cui non posso accedere alla (vs.) Quota 100 e, visto che per la quota 41 se ne riparlerà più avanti (finanziaria 2019), avrò già traguardato la Fornero.
    Ma ci avete preso in giro???

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 10:25
    Permalink

    In settembre 65 anni e già 41 di contributi. Con quale legge potrò andare in pensione??? Quota 100 o 41???
    La Fornero in tutti i casi è molto penalizzante per tutti.
    Salvini ti devi dare una mossa sulla riforma. Già al primo consiglio dei ministri avreste dovuto dare un segnale di cambiamento.
    Speriamo bene.
    Prima gli italiani. Ok.

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 10:07
    Permalink

    Sono nato nel 1953 ,mi sono laureato nel 1978, ho iniziato a lavorare 09-1979.
    Ho quindi 65 anni e 39 anni di contribuzione;non ho riscattato gli anni di laurea per motivi economici.

    Cosa devo pensare della quota di 64+36 per andare in pensione??

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 9:41
    Permalink

    Caro Salvini che fine hanno fatto i tuoi famigerati slogan : cancelleremo la legge Fornero in 24 ore!!! Cancelleremo la FORNERO con il PRIMO provvedimento del nuovo governo!!! I soldi ci sono !!!! Se si possono dare fior di miliardi alle banche come MPS (la banca della sinistra) si può spazzare subito via la Fornero !!!! Quota 41 e quoto 100 (senza vincoli) sono sufficienti x godersi la pensione e trascorrere l’ultimi anni di vita in serenità, con i nipoti!!! Ma Matteo pensi che gli italiani se lo dimenticheranno questo ignobile inganno ??? Tranquillo ti aspetteranno al bivio. Caro Salvini chi scrive è fortunato ad avere 57 anni di età e 35 di contributi e vedeva la quota 100 fra 4 anni. Lavoro ancora oggi x 10-11 ore al giorno se si vuol mantenere in posto di lavoro a questa età (a me è toccato questo) . Ah mi scusi Salvini dimenticavo che a 12 anni lavoravo i campi con il mio compianto papà con la stessa intensità di un adulto. Grazie Papà x l’insegnamento e l’attaccamento al lavoro che mi hai trasmesso. SALVINI spero tu voglia dare subito una dichiarazione di smentita NETTA e CHIARA che tranquillizzi Tutti gli italiani. Buon Lavoro

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 9:14
    Permalink

    Ognuno dice una preghiera ai santi a secondo delle sue intenzioni, come fate a scrivere che è meglio la fornero? Chi alla data del 31/12/95 non aveva 18 anni di contribuzione, và in pensione a regime misto, quindi con il calcolo contributivo dal 01/01/96, quota 100 e 41 già sarebbe un passo in avanti, oggi si và in pensione con 42 anni e 10 di contribuzione senza limiti di età, ma 41 anni non è migliorativo?

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2018 in 12:18
      Permalink

      Signor Giuseppe chi non aveva 18 anni al 31/12/95 “legge dini” va in pensione con il solo calcolo contributivo.

      Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 8:46
    Permalink

    Mi hanno preso in giro. Lavoro da 42 anni e non posso andare in pensione. Ho iniziato a 17 anni e mezzo e mi sono stufato di alzarmi alle 5,30 del mattino. Vergognatevi. Spero di andare con la Fornero (43 anni e 3 mesi)

    Rispondi
  • Avatar
    26 Giugno 2018 in 8:03
    Permalink

    E’ meglio rimanere con ape social a 63,5 anni , per chi e’ stato escluso per qualche mese da ottava salvaguardia , e invalido senza lavoro e senza pensione. Lo schema pensionistico del governo in essere e’ MOLTO PEGGIORATIVO LO VOGLIONO CAPIRE!!!!!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2018 in 20:24
    Permalink

    Penso sia meglio lasciare le cose come stanno.
    Mandate solo a casa le nonne con minimo 63 anni e almeno 20 di contribuzione senza prestito bancario e avrete vinto su tutto il pacchetto pensioni.
    Pensate quanti voti ci stanno dietro le nonne a casa a guardare nipoti, anziani e disabili.
    Auguri di buona vita a tutti.

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2018 in 18:54
    Permalink

    Vergognosi!!!!
    Semplicemente vergognosi!!!!
    Dire che è meglio la fornero è una cosa che mai avrei potuto pensare…..!!!
    Era meglio che vi stavate zitti!!!!
    Siete uguali(se non peggio…)
    Dei vari damiano zanetti poletti renzi monti letta ….
    Il che è tutto dire!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2018 in 18:38
    Permalink

    La quota 100 non va assolutamente hai lavoratori precoci. Perciò datevi una mossa per la quota 41 .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *