Pensioni anticipate 2019 ultime novità oggi 24/9, Salvini: ‘La legge Fornero è sbagliata’

Le ultime novità sulle Pensioni anticipate 2019 e su cosa succederà nella prossima legge di bilancio arrivano direttamente dal vice Premier Matteo Salvini, che nella serata di ieri è stato ospite da Massimo Giletti a ‘Non è l’Arena’ su La7. Vediamo le dichiarazioni del Ministro degli Interni e le ultime novità sulle pensioni e sui costi della nuova Manovra. A fine articolo trovate il video delle dichiarazioni.

Pensioni anticipate 2018-2019, Salvini a Non è l’Arena: ‘cancellare la Fornero è un mio dovere’

Il ministro Salvini, durante l’intervista condotta da Massimo Giletti ha risposto alle parole di Elsa Fornero sulla sua legge e sull’età pensionabile e ha ribadito la sua volontà di cancellarla: “Mandare la gente in pensione a 70 anni è sbagliato. La sua è stata una Legge profondamente sbagliata che ha rovinato milioni di Italiani di 50 anni, di 60 anni e di 20 anni. Cancellare quella legge è un mio dovere ed io ho chiesto il voto agli Italiani per questo”.

Salvini poi prosegue: “Se la Fornero invece dice che è giusto che le donne vadano in pensione a 66 anni e gli uomini a 67... Io li incontro quotidianamente gli infermieri, gli assistenti sociali, le maestre, i muratori, i camionisti, i benzinai.. Euna legge sbagliata“. Poi conclude in merito alle risorse che saranno utilizzate e ai parametri da rispettare: “E’ chiaro che in 5 mesi non possiamo fare quello che gli altri non han fatto in 5 anni. Il contratto di Governo dura 5 anni, non è che l’anno prossimo mandiamo in pensione tutti.

Pensioni anticipate 2019, ultime oggi 24 settembre: Salvini: ‘ Faremo investimenti pesanti sulla Fornero

Poi il ministro degli Interni prosegue spiegando che “Sulla Legge Fornero faremo l’investimento più pesante, sono 6-7-8 miliardi, e io li spendo primo perchè è giusto mandare in pensione gente che ha la schiena rotta, secondo perchè quel posto di lavoro sarà occupato da ragazzi di 20-30 anni che rimarranno in Italia a metter su famiglia invece di scappare all’estero. Sulla Legge Fornero spenderemo tutto quello che dovrà esser speso”.

Infine frecciatina anche all’Europa dopo le parole dell’OCSE “Nessuno a Bruxell si sogni di dire che non si può toccare la legge Fornero perchè l’Europa non vuole, perchè noi lo faremo, si mettano l’anima in pace!”. Le ultime parole vanno poi al Ministro Tria, che  spesso ha parlato di limiti economici per le manovre e che è stato recentemente al centro delle polemiche.

Salvini rassicura che può stare tranquillo e poi dice: “Noi non faremo regali impensabili o leggi incredibili, ma gli italiani meritano coraggio. Le ultime manovre economiche degli ultimi anni improntate alla mancanza di coraggio non son servite a niente. Se scommettiamo sulla voglia di lavorare, di fare impresa degli italiani noi superiamo anche i tedeschi. Voglio fare una manovra coraggiosa“. Voi cosa ne pensate di queste parole? Fatecelo sapere e per restare aggiornati con tutte le ultime novità sulle pensioni anticipate seguiteci anche sulla pagina facebook Pensionipertutti!

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

56 pensieri riguardo “Pensioni anticipate 2019 ultime novità oggi 24/9, Salvini: ‘La legge Fornero è sbagliata’

  • Avatar
    27 Settembre 2018 in 15:22
    Permalink

    CARO SALVINI,la legge Fornero sara’pure sbagliata ma quella che volete fare voi e’PEGGIO,perche’ per uscire un POCHINO prima mi date una pensione da fame dopo aver lavorato per quarant’anni,a voi interessa solo arrivare alle Europee e fare il pieno di voti ed il debito pubblico poi lo pagheranno come al solito gli Italiani perche’ tanto voi cascate sempre in piedi.Un merito in tutta questa vicenda lo avete,ed e’ quello che al peggio non c’e’ mai rimedio.

    Rispondi
  • Avatar
    26 Settembre 2018 in 12:42
    Permalink

    Proroga opzione donna, come è nel contratto altrimenti alle europee tante donne voteranno in modo diverso!

    Rispondi
    • Avatar
      16 Ottobre 2018 in 18:11
      Permalink

      Chiediamo al Pd la restituzione dei 20 miliardi dati alle banche in una notte, emessi a debito pubblico
      i sinistri sono morti da quando hanno fatto pieno di voti in Via Montenapoleone ed ai Parioli , da quando hanno voluto toccare la Costituzione. Dovrebbero chiedere scusa e ritirarsi dalla scena almeno per 20 anni per meditare
      Lega e 5 stelle stanno facendo la sinistra e per questo che hanno consenso , il pd ha tradito la sua base e continua stupidamente a proporre ricette utili solo alla sua definitiva scomparsa dalla scena . L’Annunziata l’aveva detto “Renzi contribuirà alla scomparsa definitiva della Sinistra “

      Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 22:57
    Permalink

    Pure questi vogliono fare cassa sulle spalle dei pensionati,con pali , paletti e ti mandano in pensione con cifre da fame.
    I soldi non ci sono ma dopo tante promesse e con un occhio rivolto alle votazioni Europee devono dare un segnale.
    Non toccate nulla perche’i governi cambiano e a farne le spese poi saranno coloro che restano e cioe’ i cittadini.

    Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 15:42
    Permalink

    Tutti bravi a promettere,nessuno di voi intellettuali politici ha pensato di fondare un partito “Partito delle promesse” negare di andare in pensione a gente con 41/42 anni di contributi è vergognoso pensate solo a quota 100 con i famosi paletti che agevolano chi a versato meno contributi e si è goduto la giovinezza.Salvini & C. pensate bene a ciò che fate perché il voto prossimo x voi non sarà lo stesso se non manterrete le vostre “PROMESSE” fate presto la ns. pazienza é quasi finita.

    Rispondi
  • Pingback: Pensioni, Di Maio: "La minima a 780 euro è certa". Scontro con la Fornero - WordWeb

  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 11:07
    Permalink

    Sansone e Franco Giuseppe siete 2 qualunquisti.

    Rispondi
    • Avatar
      26 Settembre 2018 in 13:27
      Permalink

      Vorrei sapere quale è il criterio di valutazione secondo il quale questi pensano che uno come me, che ho 42 anni di contributi e 62 di età, per andare in pensione nel 2019 con quota 100 e quindi circa 6 mesi prima che con la Fornero, sia disposto a pagare una penalizzazione qualsiasi, tempranea fino a 67 anni o permanente finchè campo (!!!).
      Fortunatamete 6 mesi in più o in meno, rispetto ai 42 anni lavorati, non mi cambieranno la vita, ma sono contento per tutti quelli che avevano inteso che “cancellare la legge Fornero” voleva dire annullarla, non venderci un modifica ridicola a costo nostro.
      Evidentemente pensano che gli Italiani siano una massa di imecilli creduloni (ma visto come vanno i sondaggi, forse è vero)

      Rispondi
      • Erica Venditti
        26 Settembre 2018 in 14:42
        Permalink

        Grazie Giorgio del suo commento, interessante

        Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 11:05
    Permalink

    Quota 100 senza il paletto di massimo due anni di contributi figurativi. Sarebbe ingiusto perché escluderebbe dalla manovra tantissimi lavoratori che in 36 anni di lavoro sfortunatamente si sono ammalato o hanno goduto di permessi come quelli della legge 104.

    Rispondi
    • Avatar
      26 Settembre 2018 in 0:20
      Permalink

      Quota 100 età anagrafica più contributi senza paletti età o contributi, come AVETE PROMESSO!?

      Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 10:36
    Permalink

    Chi ha lavorato con già 42 anni di contributi e nel 2019 saranno 43 che deve fare? Veramente una vergona ragionano proprio con il culo vogliono nandare in pensione meno gente possibile e mandano solo chi a pagato 36 37 o 38 anni di contributi prorio acuti sti stronzi

    Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 13:46
      Permalink

      spero che non facciano una stupidaggine simile… sarebbe una grande ingiustizia. io ho cominciato a lavorare a 18 anni e mezzo. a dicembre ho 40 anni di anzianità e di contributi versati… sono un botto di soldi…ho avuto due figli e ora mi devo rimpiangere la Fornero!!! è assurdo… mi devo augurare di poter andare il pensione nel 2021 con quasi 43 anni di contributi perché a 62 anni di età avrei 44 anni di anzianità contributiva…Certo e che se faranno un’ingiustizia simile il mio voto se lo possono scordare.

      Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 10:06
    Permalink

    Basta sono quasi 42 anni di contributi versati 57 anni anagrafici e questi mandano in pensione le persone che hanno lavorato meno del sottoscritto non posso crederci non votero mai piu lega ci mando Salvini su un ambulanza tutti i giorni a soccorrere le persone un po di rispetto x chi lavora da tanti anni!!

    Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 11:05
      Permalink

      Secondo te, chi ha 36 anni di contributi e 64 anni di età ha meno diritto di accedere alla pensione??
      Quindi tu puoi andare in pensione ben DIECI anni prima ed io non posso andarci TRE anni prima??
      La questione dei contributi è un falso problema perché a te la pensione verrà calcolata in base a quanto hai versato ed a me lo stesso, per cui – probabilmente – tu prenderai una pensione più alta della mia.
      Sarebbe ora di smettere la “guerra tra poveri” ed unirci per ottenere il massimo da questo governo, senza guardare ognuno al proprio”orticello”.

      Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 9:29
    Permalink

    I parlamentari hanno fatto ricorso per il vitalizio (diritto acquisito) Nel. 1977 quando ho iniziato a lavorare il mio diritto acquisito era che pagavo le tasse per 35 anni e poi sarei andato in pensione lasciando ad un giovane il mio posto di lavoro . Nessuno ha fatto ricorso per queste riforme tenendo conto che noi lavoratori paghiamo i nostri contributi tutti senza nessun privilegio. Ma non siete quelli che proclamano sempre che questo è il governo del cambiamento?

    Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 12:01
      Permalink

      stiamo facendo veramente la guerra tra poveri…..niente penalizzazioni…0,5/1,5… per chi ha lavorato da una vita….io ho 62 e ho versato 39,8 anni ed ora sono in mobilità…..che mi devo aspettare? avete preso un impegno verso gli italiani volete portare avanti quota 100 e allora fatelo ma senza penalizzazioni chi la supera automaticamente e’ già in pensione…tagliate la spesa pubblica società doppioni e vedrete che i soldi escono fuori…..

      Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 8:28
    Permalink

    X me sbagliate …ricordatevi che tanti di quei signori che ora hanno 62 63 64 anni e contributi 36 37 38 hanno lavorato in nero i primi anni x guadagnare il doppio ne conosco PARECCHI che adesso si lamentano…x me sbagliate …io vi ho votato perche’avevate PROMESSO!! di mandarci in pensione con 41 anni va bene anche 42 di contributi…ma non di piu’ altrimenti noi precoci che siamo la maggioranza ..col cavolo che vi rivotiamo..

    Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 9:12
      Permalink

      Mie cari signori io con 41 anni di lavoro e 59 di età dovrei andare in pensione nel 2020 (fine) e con questa nuova legge dei 100 con minimo 62 anni di età dovrei andare in pensione con c.a, 44 anni e sei mesi, un anno in più che con la legge Fornero !!!! Mi vergogno a dirlo ma a questo punto viva la Fornero ( mi costa cara questa affermazione) . 41 anni di lavoro sono già abbastanza ed inoltre perché dovrei andare in pensione dopo di quelle persone che hanno versato 38 anni di contributi mi rendete i contributi che ho versato oltre i 38 anni di lavoro !! Ed inoltre ho qualcosa anche per i precoci per una settimana non ci rientro ( lavoro tre mesi estivi perché andavo a scuola) questa legge poteva essere fatta a scaglioni ossia 12 mesi di contributi gratis per chi ha l’anno (52 di contributi) versati prima dei 19 anni di età e per chi ne ha 51 di contributi dare 11 mesi gratis e cosi via , inventate una formula per graduare i precoci ( mi sento sfigato e sfortunato oltre che essere preso in giro).

      Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 10:14
      Permalink

      Vedi non è perché tu hai 41 anni sei speciale anche io ho 41 anni ma non critico chi ne ha meno di me.
      Io ho votato Salvini x la quota 100 senza penalizzazione se fanno una porcata il mio voto lo perdono sicuramente.

      Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 8:11
    Permalink

    Complimenti……verrete spazzati via se non manterrete quello che avete promesso (perché ogni promessa è debito).è da tempo che penso che il male minore sia la legge fornero e mi auguro di sbagliarmi……..vi aspettiamo al varco alle elezioni europee.

    Rispondi
  • Avatar
    25 Settembre 2018 in 6:23
    Permalink

    Bravi dimostrate quello che siete solo chiacchiere e distintivo mandare in pensione chi ha lavorato 36 anni e rimane chi ne ha 41 o più vedrete che alle prossime elezioni farete l’enplain complimenti siete sulla buona strada incapaci

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 22:28
    Permalink

    Signori miei ci incavoliamo ma purtroppo saremo sempre invisibili,condividiamo malumori e false speranze,i conti li fanno gli economisti e con un paese portato al nostro indebitamento con anni di legislature varie che avevano lo scopo di farsi dei privilegi tutelando propri interessi non si può certo sperare di aggiustare le cose ora.La legge monti- fornero è stato il modo più pratico e veloce facendo cassa sulle nostre speranze di pensionamento rovinando la nostra e futura generazione ma una cosa certa cera e c’è ancora la data certa anche se sempre al rialzo di quanti contributi devi versare,fermare o congelare questo meccanismo doveva essere la prima cosa da fare,Ape sociale migliorata no era del PD gli esodati non certo con quota 100 ma serve uno slogan per gli elettori che si cambia rotta che si aumenta il debito per favorire altre cose non sono le pensioni la cosa principale si va per le Europee servono ancora consensi alternative non ci sono basta fare tanto fumo.La mia morale è che se si deve fare una riforma deve essere non costosa ma equa di sacrifici ne facciamo e ne abbiamo fatti adattandoci ma se ogni passo a vanti ne facciamo due indietro il prossimo anno avremo maggior debito essendo noi il portafoglio dello stato non è detto che si peggiorino le nostre aspettative, che dopo 43 e 3 mesi si inventino il modo di abbassati l’assegno pensionistico.Forza svegliamoci questi ci vogliono far morire prima

    Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 8:39
      Permalink

      Concordo pienamente con il commento: siete degli incapaci. Tutti e due gli schieramenti sono solo chiacchiere e nessuna logica di pianificazione. Stanno indirizzando il nostro Paese verso il baratro.
      Due vice primi ministri che non sanno cosa voglia dire governare ed un primo ministro barzelletta. Chi si nasconde dietro loro è ben evidente, meno il loro fine.

      Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 21:19
    Permalink

    Non ho capito perché non mi publicate i miei msg
    Non è giusto questo

    Rispondi
    • Erica Venditti
      24 Settembre 2018 in 23:26
      Permalink

      Ne pubblichiamo decine al giorno…deve solo darci il tempo di leggerli…grazie molte per la sua testimonianza….eccoli pubblicati tutti. A presto e grazie della comprensione

      Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 21:04
    Permalink

    Io credo che se Salvini e compani prima di scrivere nero su bianco , devono valutare bene i pro e i contro che possono avere su quello che faranno in merito alla quota 100 . Perchè alle prossime elezioni perderanno tanti ma tanti voti, il primo gruppo di voti che perderanno saranno quelli dei lavoratori precoci che non entreranno nella quota 100.
    Il secondo gruppo di voti saranno quelli dei lavoratori, che non aderiranno alla quota 100 per non essere fregati nel ricalcolo dei contributi retribuitivo / contribuitivo . In fine il terzo gruppo di voti che sarà il più numeroso sarà quello dei pensionandi che per bisogno, per un motivo o un altro accetteranno di essere penalizzati per andare via. però in tutti e 3 i casi esiste un comune denominatore, non contenti della abolizione della legge Fornero , quindi poche parole al buon intenditore meditate .

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 20:24
    Permalink

    Perché di quota 41 42 Non si parla più, e si parla solo di quota 100 con paletti? Noi che abbiamo lavorato da piccoli e abbiamo la schiena rotta, non apparteniamo all’Italia? Visto che anche x l’invalidita’ devi essere già cadavere x averla .Ci vediamo alle prossime elezioni Signori Ministri

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 19:37
    Permalink

    Ma oramai la fornero quasi è stata digerita.
    Ma non sarebbe meglio bloccare le aspettative di vita?
    Ci farebbero lavorare 5 mesi di meno.le aspettative di vita in più vanno bene per chi è già in pensione o ai vancazzisti non ai lavoratori . È proprio questo accanimento con chi lavora che mi fa pensare.
    Non è che sperano di mandarci al cimitero od ospedale prima di ricevere la pensione?
    Firma : giampiero. 61,5 anni e 41,5 di contributi che con il paletto a 62 non può andare in pensione

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 19:02
    Permalink

    Salvini….
    Hai rotto!!!!
    Mandate in pensione chi ha maturato meno contributi e lasciate al lavoro chi ha sacrificato l adolescenza!!!!
    BRAVI BRAVI!!!!
    Siete Pari(se non peggio) a renzi e c…
    ‘Non abbiamo le risorse x i precoci…’
    Andatevene a fanculo!!!
    A maggio farete la stessa fine!!
    STATE SERENI!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 18:56
    Permalink

    Vorrei solo che queste Mail venissero lette attentamente dai. 2 VICEMINISTRI,e cominciassero a riflettere un pò sulle Boiate che stanno facendo ma non avendo mai lavorato entrambi non si vergognerebbero comunque ma sicuramente rimarrebbero dei GRAN CIALTRONI perchè hanno imbrogliato Milioni di Italiani

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 18:20
    Permalink

    ho iniziato a lavorare a 15 anni, ad ottobre avrò 42 anni di contributi interamente versati, prima come dipendente, poi come lavoratore autonomo. Con quota 100 per tutti, andrei in pensione a Febbraio 2019, altrimenti mi tocchera maturare 43 anni e sei mesi per cui in primavera del 2020, in quanto non appartenente a lavori gravosi, faccio il rappresentante, mi alzo la mattina alle sei, e percorro 72.000 km l’anno. Il fatturato diminuisce anno per anno, grazie alla grande distribuzione e alle vendite on line, i negozi miei clienti, chiudono acon una rapidità sconvolgente, ma le spese aumentano sempre di più, tanto che sto lavorando in perdita ormai da tre anni, pur di pagarmi i contributi inps ed Enasarco, so che in queste situazioni si trovano moltissimi miei colleghi agenti di commercio, il governo si rende conto dell’esistenza di codeste situazioni? Non vi sembra giusto ed opportuno pensare di mandare in pensione chi ha lavorato 41o 42 anni anzichè chi ne ha lavorati 36? Vi basate sulle aspettative di vita? Certo ci farete morire di nervoso perchè ci esploderanno le coronarie. Mi sembra talmente ovvia e banale questa facile soluzione che rimango basito di fronte a tali proposte che non accontenteranno che poche persone. Inoltre, perchè non bloccare da subito l’aumento dell’età pensionabile che al 31-12-2018 è di 42 anni e dieci mesi e congelare lo scatto a 43 e sei mesi dal 2019 decretato dalla Fornero? Non sarebbe il primo semplice segnale per superarla? Credete davvero che queste proposte palliative siano sufficienti per salvare la faccia visto le promesse da marinaio fatte in campagna elettorale? Lo scoprirete alle prossime elezioni siatene certi.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 17:34
    Permalink

    Caro ministro Salvini come hai promesso di smontare da subito la legge Fornero per cominciare va bene 62+38 pero’ insieme almeno ai 60+41,5. Così si avrebbero dei vantaggi in entrambi i sistemi di uscita dal lavoro ossia per vecchiaia che per l ‘anticipata in base ai contributi versati. Grazie

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 17:05
    Permalink

    Uno che ha iniziato a lavorare a 15 anni e versando 41 anni e oltre per le pensioni degli altri ,lui quando cavolo ha diritto di smettere di lavorare .

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 16:21
    Permalink

    Da leghista fino al midollo con 42 anni di contributi vedro andare in pensione quelli con 36. Complimenti fenomeno. Con tutti I precoci ci rivediamo alle elezioni. Un consiglio che ti aiutera’ a star meglio di stomaco. VA A CAGARE!

    Rispondi
    • Avatar
      24 Settembre 2018 in 16:51
      Permalink

      Davvero….personalmente a 62 anni di età,io avrò quasi 46 anni di lavoro……quindi potrò andare in pensione anticipata….ABBASSO SALVINI,VIVA LA FORNERO!!!!

      Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 16:07
    Permalink

    signori io mi tengo la fornero non si puo mandare in pensione la gente con 36 anni di contributi e il popolo dei precoci che hanno maturato 41 e mezzo farli andare a 64 anni questi come calcolo faranno 109 -110

    Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 7:11
      Permalink

      Se non fate uscire i precoci senza penalizzazioni, viva la fornero…il male minore…inaudito …chi non ha mai lavorato prende 780 euro e dopo 41 42 43 anni di contributi non si arriva a 1000. Come avete potuto tradire tutti i lavoratori del nord, delle fabbriche, degli altiforni?

      Rispondi
    • Avatar
      25 Settembre 2018 in 11:11
      Permalink

      Signori precoci state dicendo delle falsità io con 41,anni e sei mesi sono andato in pensione a 57anni cosa mi racconti che vai a 64 anni .

      Rispondi
      • Erica Venditti
        25 Settembre 2018 in 11:47
        Permalink

        Ci perdoni Domenico chi è che direbbe falsità? Se lei è riuscito ad andare con 41 anni e 6 mesi è perché faceva parte di alcune categorie di precoci disagiati, la quota 41 non è estesa a tutti.

        Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 15:03
    Permalink

    Robe da pazzi!!In Italia in pensione ci va chi ha lavorato 36 anni !!Chi ha maturato contributi lavorando 40,41 43 anni deve continuare a lavorare !!Parlamentari spiegarmi perché!!Questa è democrazia!!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 14:35
    Permalink

    La riforma Fornero è stata profondamente sbagliata perchè non ha chiesto nulla a chi era già pensionato (sono quelli che più di tutti hanno beneficiato di trattamenti particolarmente favorevoli, ma ha caricato tutto il peso sui lavoratori ancora attivi e sui giovani e per questo è giusto smantellarla. Ma non ci sono soldi. Propongo questa soluzione innovativa: la prima imposta a carattere”volontario”. La nostra grossa problematica è il debito pubblico, per cui propongo l’istituzione di un conto corrente unico a livello nazionale finalizzato esclusivamente all’abbattimento del debito pubblico. I lavoratori dipendenti ed i pensionati possono pensare di versare un 1 o 2 per cento al mese (solo per coloro che aderiscono, essendo volontaria) e si parla di cifre variabili dai 15 ai 30 euro al mese(un po’ come essere iscritti al sindacato). Ma coloro che hanno redditi alti (calciatoti, cantanti, attrici, motociclisti, imprenditori,commercianti, banchieri, ecc.) possono effettuare bonifici diretti sul conto corrente dedicato anche per importi di più grossa entità a loro discrezione. Il tutto per coprire il debito pubblico, rafforzare l’Italia cosicchè se cade un ponte non dobbiamo sempre fare di conto per ricostruirlo ma soprattutto ridare lavoro e dignità ai nostri giovani.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 14:14
    Permalink

    Vorrei rispondere al Sig. Renato che ieri, domenica 23 settembre 2018, io che sono un vigile urbano di anni 64, mi trovavo sulla SS. 516 in turno dalle 7,30 a rilevare un incidente assai grave e sono rientrato a casa alle 18,45. Facesse il conto di quante ore mi sono dovuto sorbire durante le quali mi sono mangiato un panino. Da notare che in turno prendi la normale diaria giornaliera. Si fa presto a prendersela con i pubblici dipendenti per colpa di alcuni stronzi che continuano a fare i deficienti col cartellino. Avete mai pensato alle migliaia di dirigenti statali da 100.000 euro in su che non fanno una mazza? Solo alla Rai ce ne sono più di 600 che prendono anche 300.000 euro senza contare quali cifre assurde intascano i vari presentatori intrattenitori e con i soldi del canone da noi pagato. Se si volesse si troverebbero eccome i soldi. Si pensi che in Italia il totale dei depositi, azioni, titoli presenti sulle banche ammonta a circa 9.000 miliardi di euro, lo Stato é indebitato per 2.350 miliardi di euro. Abbiamo cioè il convento povero ed i frati ricchi a cominciare da quelli a Montecitorio.

    Rispondi
    • Avatar
      24 Settembre 2018 in 15:45
      Permalink

      LA RISPOSTA ERA SOLO UNA PROVOCAZIONE AL SIG. MASSIMO , PENSAVO CHE LA COSA FOSSE PIU’ CHE EVIDENTE. TUTTO ERA RIFERITO AL FATTO CHE DIECI MILIARDI SI TROVANO QUANDO SI VUOLE MAGARI SOTTO AL MATERASSO , NON VOLEVA ESSERE ASSOLUTAMENTE OFFENSIVA VERSO GLI STATALI .

      Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:31
    Permalink

    Incomprensibile il fatto che venga approvata una spesa di 780 eur/mese leggasi 10 Miliardi per chi non ha mai lavorato nè versato contributi nè si è rotto la schiena e NON venga invece DELIBERATA IMMEDIATAMENTE una QUOTA 100 senza vincoli , leggasi 9,5 Miliardi , per chi invece ha PAGATO e MANTENUTO questo paese per anni. Viene solo dato un contentino dai 62 anni in su. Chi invece ha 42 anni contributivi e 58 anni o 41/59 o 40/60 o 39/61 dovrà attendere ancora 2-3 anni prima di ritornare del proprio versamento. I N C R E D I B I L E !

    Rispondi
    • Avatar
      24 Settembre 2018 in 13:44
      Permalink

      IL PERCHE’ E ‘ SEMPLICE I 10 MILIARDI LI PRENDONO DAI NOSTRI VERSAMENTI DIRETTAMENTE NELLE NOSTRE TASCHE

      Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:28
    Permalink

    MI SEMBRA PROPRIO UNA BELLA IDEA: “IMPOSTA PER ABBASSARE IL DEBITO” E TORNIAMO A PRENDERCI LA NOSTRA VITA, CON LE REGOLE CHE VIGEVANO PRIMA DELL’ENTRATA NELL’EURO (SENZA REFERENDUM). E POI BRUXELLES, BCE, FMI E OCSE NON METTANO PIU’ BOCCA, GRAZIE!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:25
    Permalink

    INVECE DI, COME PROPONE, SPERO SCHERZOSAMENTE, RENATO, “NON STIPENDIARE PER UN MESE TUTTI GLI STATALI” (perché poveretti? Qualcuno sa quante ore, ovvero H24, lavorino gli insegnanti per un stipendio che è quasi la metà di quello degli altri dei Paesi del Nord Euro?) IO AVREI UNA IDEA:
    INVECE DI TARTASSARE IL NOSTRO STATO SOCIALE E PENSIONISTICO, METTANO UNA “IMPOSTA DI SCOPO PER RIDURRE IL DEBITO”, NATURALMENTE MOLTO PROGRESSIVA SECONDO IL REDDITO!
    PENSO CHE CI CONVERREBBE TORNARE A FARE UNA VITA NORMALE, CON PENSiONI E STATO SOCIALE NORMALE, SPENDENDO MENO IN ANSIA, SOLDI E FATICA, DATO CHE, SE L’IMPOSTA FOSSE MOLTO PROGRESSIVA SECONDO IL REDDITO, FORSE, PIU’ EQUAMENTE, PAGHEREBBE LA (EVENTUALE) CRISI CHI (EVENTUALMENTE) PIU’ NE ABBIA USUFRUITO O PIU’ L’ABBIA PROVOCATA!
    PAGANDO TALE “IMPOSTA PER ABBASSARE IL DEBITO” BRUXELLES NON AVREBBE PIU’ TITOLO PER DARCI COMPITINI E “CONSIGLI” SULL’OPERATO DEI NOSTRI GOVERNI!
    OVVERO, TORNEREMMO A SOMIGLIARE PIU’ A CITTADINI CHE A “SUDDITI”, come a volte ricevo l’impressione di essere, posso sbagliare, DELL’UE, FMI, BCE, E OCSE!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:15
    Permalink

    Non so, io “l’Arena” non la vedo!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:05
    Permalink

    Ma, per molti, 780 euro sono come la pensione che prenderanno dopo anni di versamenti a contributivo! Come si fa a parificare le loro pensioni a quelle di chi non lavori e sia solo “in attesa” di lavoro e riqualificazione? Immagino che pioveranno offerte di lavoro a pioggia, vista la situazione!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:03
    Permalink

    Signori miei, a 64 anni e quasi 40 anni di contributi , non è un gran vantaggio andare in pensione con il ricalcolo contributivo: Avrei potuto andarci anche con le legge “opzione donna”del precedente governo . Aver lavorato degli anni in più per poi avere la stessa penalizzazione non mi sembra proprio un buon affare. quando si fanno le promesse si ha l’obbligo di spiegare bene e chiaro agli elettori a che andranno incontro alle stesse penalizzazioni delle precedenti leggi. l’unica differenza sta nel fatto che date la stessa possibilità anche agli uomini di uscire con quei requisiti. per le donne nulla cambierà rispetto all’opzione donna.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 13:02
    Permalink

    Aspettiamo che qualcuno faccia la “legge giusta” e cancelli quella “sbagliata”. Magari con una certa celerità e senza paletti, dato che si era detto, se ben ricordo, che sarebbe stata la prima cosa che avrebbe fatto se andava al Governo. Dal 2019 non mi sembra la prima cosa fatta, posso sbagliare.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 12:43
    Permalink

    SALVINI CONTINUA PER LA TUA STRADA. I LAVORATORI TI HANNO VOTATO PER ELIMINARE LA LEGGE FORNERO.
    BENISSIMO LA QUOTA 100 ANCHE SE IO LA FAREI SENZA LIMITAZIONI, INSIEME ALLA QUOTA 41.
    RIGUARDO POI LE COPERTURE FINANZIARIE I SOLDI SI TROVANO. VOGLIO SOLO RICORDARE A CHI SI FOSSE DIMENTICATO CHE IL GOVERNO PRECEDENTE IN POCO TEMPO HA ” TROVATO ” CIRCA 5,5 MILIARDI DI EURO PER SALVARE MONTE DEI PASCHI PER NON PARLARE DELLE ALTRE BANCHE. SONO FORSE PIOVUTI DAL CIELO?

    Rispondi
    • Avatar
      24 Settembre 2018 in 12:56
      Permalink

      I SOLDI SI TROVANO SUBITO !!!!!!!?????? BASTA NON STIPENDIARE PER 1 MESE TUTTI GLI STATALI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! OPPURE CERCARLI NEL PAESE DEI GONZI

      Rispondi
  • Avatar
    24 Settembre 2018 in 11:34
    Permalink

    Signori, i soldi non ci sono, noi lo sapevamo e loro anche, ma per chi è in politica contano i voti per essere eletti e quindi promesse irrealizzabili nella situazione attuale. La logica non fa parte di questo paese quando si vuole mandare in pensione chi ha solo 36 anni di contributi mentre chi ne ha già 41 deve continuare ancora per anni. Il reddito di cittadinanza poi è ancora peggio, volendo destinare una cifra alta ,780 euro, anche a chi sicuramente non smetterà di lavorare in nero racimolando così 2 redditi alla faccia di chi paga le tasse e versa contributi. Se poi crediamo o speriamo che uno spacciatore smetta di delinquere perchè avrà quel reddito, siamo anche degli ingenui. In confronto alle regalie che questo governo vuole dare, gli 80 euro di Renzi sono briciole, altro che compravendita di voti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *