Pensioni anticipate 2019, ultim’ora quota 41: chi é in Naspi con stop adv ci perde?

Le ultime notizie al 5 febbraio 2019 sulla riforma pensioni e nello specifico sui precoci che riusciranno ad accedere alla quota 41 beneficiando dello stop dell’aspettativa dal 2019, giungono da un quesito che pone Giusy sul nostro sito.

Se da un lato lo stop dell’aspettativa di vita lascia fissi i requisiti del 2018 per le pensioni anticipate e per i precoci, permettendo ai lavoratori di continuare ad uscire con 42 anni e 10 mesi anziché con 43 anni e 1 mese se uomini o 41 anni e 10 mesi anziché 42 anni e 1 mese se donne, e con quota 41 anziché 41.5, dall’altra per i precoci in Naspi nasconde effettivamente delle insidie, che paiono annullare il potenziale beneficio.

Pensioni 2019 ultim’ora, quota 41 per i disoccupati, stop adv aggrava

Questo ci fa notare Giusy, rilasciando il suo commento nell’apposita sezione del sito: “Grazie allo stop adv 2019 di 5 mesi, e introduzione di una finestra di 3 mesi, in maniera tale che a tutti siano stati abbuonati di due mesi, i precoci disoccupati in naspi si sono visti aumentare da 3 a 6 mesi il tempo che devono aspettare dopo fine naspi”.

Poi la lavoratrice procede con una domanda “Buongiorno, vorrei sapere se è prevista una clausola di salvaguardia per i precoci disoccupati che raggiungono i 41,5 o oltre anni di contributi durante la naspi, perchè se così non fosse, sarebbe peggiorata ulteriormente la situazione dei precoci perchè oltre ai tre mesi senza ammortizzatori dovrebbero attendere anche la finestra di altri 3 mesi e dopo 24 mesi di Naspi, come potrebbero vivere?”

Pensioni 2019, per i precoci in Naspi, quota 41 meglio regole di prima?

Ribadiamo che la quota 41 non é stata ancora estesa a tutti, ma sarà accessibile a quanti abbiano maturato 12 mesi di contributi prima del compimento del 19° anno d’età e siano in condizioni di disagio: disoccupati, caregivers e lavoratori usuranti e gravosi.

Questi possono continuare ad andare in pensione, come ha ricordato Giusy, indipendnetemente dall’età con 41 anni di contribuzione anche nel 2019 perché il decreto che riforma le pensioni ha stabilito lo stop dei 5 mesi di incremento dell’aspettativa di vita. Ma rispetto al Governo precedente ha imposto effettivamente la reintroduzione di una finestra mobile, stabilendo che dalla maturazione dei requisiti alla decorrenza della pensione, ossia quando si percepirà il primo rateo, dovranno trascorrere 3 mesi. Dunque é purtroppo vero che per chi é in Naspi ai 3 mesi da attendere senza ammortizzatori sociali, requisito necessario per poter fare domanda di pensione, vanno aggiunti i 3 mesi di finestra. E ad oggi non ci risultano migliorie al decreto per ovviare a tale problema.

Ma é pur vero che se non vi fosse stato lo stop dell’adv per i precoci non sarebbero più bastati 41 anni di contributi , ma dal 2019 sarebbero serviti ben 41 anni e 5 mesi effettivi di contributi e magari Giusy avendone solo 41 non avrebbe avuto modo di accedere alla quiescenza se non pagando 5 mesi di contributi volontari.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Erica Venditti

Erica Venditti
Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

2 commenti su “Pensioni anticipate 2019, ultim’ora quota 41: chi é in Naspi con stop adv ci perde?

    Giusy

    (6 Febbraio 2019 - 11:42)

    Rispondo alla domanda che mi ha fatto nella pubblicazione del mio quesito, e chiedo se allora per agevolare chi sarebbe dovuto arrivare a 41,5 + 3 e ora può andare in pensione con 41 + 3, ci devono rimettere persone che di anni ne hanno 41,5 o oltre (42 nel mio caso). Il fatto che mi sarebbe potuto andare peggio se i 41,5 non li avessi avuti, non mi fa stare meglio….. Il beneficio lo hanno avuto tutte le categorie, perché l’unica categoria che ci rimette veramente è quella dei disoccupati in naspi?

    Buona serata

    Pantaleo Brescia

    (5 Febbraio 2019 - 17:48)

    Cmq si legge questa specie di riforma “antifornero” e ‘ uno schifo totale x 41 42 precoci!!!!
    Sempre a noi le fregature, traditi, cornuti e mazziati!!!
    A maggio ne riparliamo il Gatto e la Volpe…
    STATE SERENI……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *