Pensioni anticipate 2020: le ultime dai lettori sul Mes e quota 100

Nella giornata di Pasqua abbiamo pubblicato un approfondimento relativo alle possibile problematiche sulle Pensioni e su quota 100 in caso di utilizzo del Mes da parte del nostro paese per far fronte all’emergenza Coronavirus. Dopo aver letto l’articolo, in molti ci hanno risposto dandoci le loro opinioni sull’argomento. Ecco di seguito alcuni commenti che ci avete mandato e che possono aiutare il dibattito su questi delicati argomenti riguardanti le pensioni anticpate.

Pensioni ultime novità su Mes e Quota 100

Claudio Maria Perfetto, sempre attento alle tematiche pensionistiche ci ha mandato il suo commento sull’argomento: “Il Mes non mette a rischio Quota 100. Oggi viviamo un momento in cui il Governo di ogni Paese deve dimostrare, soprattutto ai propri concittadini, di avere la situazione in pugno: cioè, saper governare. Ci sono almeno due buone ragioni per le quali il Mes non mette a rischio Quota 100.

Prima ragione: più e più volte il Presidente del Consiglio dei Ministri ha affermato a reti unificate dinanzi all’intera nazione che il Mes non è lo strumento adatto – non è lo strumento che serve all’Italia. Quindi il Mes è fuori discussione. Seconda ragione: le forze politiche del Centrodestra sono già insorte esternando con toni più che decisi la loro contrarietà al ricorso del Mes; certamente il Governo non vorrà impegnarsi a lottare su un nuovo fronte politico interno quando ha già molto da fare per far valere le ragioni dell’Italia presso i Partner europei in un confronto alla pari e per nulla subordinato. Il nostro Governo (ma anche l’Unione europea) è ben consapevole del fatto che l’accettare il Mes con quelle stesse rigide condizionalità che hanno messo in ginocchio la popolazione greca darebbe via libera al Centrodestra per rafforzare il consenso popolare per spingere l’Italia fuori dall’Unione europea e fuori dall’euro. L’Unione europea teme ciò, e quindi non forzerà la mano sul Mes.

Quota 100 rimarrà fino alla sua scadenza naturale del 31 dicembre 2021, come è stato più volte ribadito dal ministro dell’Economia e delle Finanze. Il Mes non è lo strumento adeguato per l’Italia, come è stato più volte ribadito dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Se entrambi dovessero cambiare posizione, ci rimetterebbero molto in termini di immagine, prestigio, popolarità, credibilità e dimostrerebbero di non essere in grado di negoziare allo stesso livello dei Partner europei. Il Mes, pertanto, non mette a rischio Quota 100. È possibile, invece, che Quota 100 possa assumere una prospettiva più ampia di quella attuale. Infatti, sarà inevitabile una impennata della disoccupazione, e sarà inevitabile un maggiore ricorso alle tecnologie digitali. Sarà più vantaggioso (anzi, necessario) investire sui giovani piuttosto che sui sessantenni (su questo sarebbe interessante sentire cosa ne pensa Confindustria). No. decisamente non si potrà parlare in futuro né di aumento dell’aspettativa di vita, né di andare in pensione a 67 anni. Si dovrà parlare, invece, di andare in pensione anche con meno di 62 anni di età anagrafica.

Pensioni anticipate 2020: ultime notizie su quota 100, i commenti dei lettori

Un nostro lettore, Mauro, ci ha detto: “Speriamo sia un esagerazione perché avremmo nuovi esodati da aggiungere ai più di seimila esistenti.Avremo purtroppo nuovi disoccupati che non potranno rimpiazzare gli ultrasessantenni “costretti” al lavoro – per allungamento aspettativa di vita – grazie ad una legge voluta da un governo non eletto dal popolo.Non di meno al momento siamo retti da un governo che ha idee confuse su tutto come appunto previdenza, salute (la più importante) economia e quant’altro.

Unica cosa che questi governanti sanno fare è colpire le fasce più deboli fingendo di aiutarle e creando dissapori tra la gente comune distogliendoli da quello che realmente accade.Continuate pure a tenere i “vecchi” al lavoro, di sicuro nella situazione in cui ci troviamo oggi un consistevole risparmio sulle pensioni ci sarà.Concludo ricordando una frase del grande Indro Montanelli: il comunismo ama talmente i poveri che ogni volta va al governo ne crea dei nuovi. Buona vita a tutti”. Voi cosa ne pensate?

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

3 pensieri riguardo “Pensioni anticipate 2020: le ultime dai lettori sul Mes e quota 100

  • Avatar
    15 Aprile 2020 in 11:32
    Permalink

    La proposta di Lorenzo sarebbe la soluzione per i precoci e per tutti altri pensionandi.. Ma questi cervelloni ci arriveranno ho i miei dubbi

    Rispondi
  • Avatar
    14 Aprile 2020 in 19:43
    Permalink

    PENSO CHE UN’IDEA (TRA LE INNUMEREVOLI OVVIAMENTE) POSSA ESSERE
    QUOTA 101 CON UN MINIMO DI 60 ANNI ANAGRAFICI.
    CIOE’ IN PAROLE POVERE:
    60+41————–61+40———–62+39 ETC. ETC.
    COSI’ FACENDO, SI ALZEREBBE QUOTA 100 (COSI’ NON ROMPE PIU’ NESSUNO)
    I 41UNISTI SAREBBERO PARZIALMENTE SODDISFATTI E ABBASSEREMMO ANCORA DI ULTERIORI DUE ANNI ANAGRAFICI L’ETA’ PER ANDARE IN PENSIONE.
    RODINO’, FATTI PORTAVOCE.

    Rispondi
  • Avatar
    14 Aprile 2020 in 18:49
    Permalink

    Condivido pienamente quanto espresso dal Dott. Claudio Maria Perfetto che ringrazio per i Suoi interessantissimi e giustissimi commenti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *