Pensioni anticipate 2020, ultime oggi in esclusiva su quota 100 rosa e opzione donna

Pensioni anticipate 2020, ultime oggi in esclusiva su quota 100 rosa e opzione donna

Le ultimissime novità ad oggi 27 novembre sulle pensioni anticipate ed in particolare sugli emendamenti proposti alla manovra 2020 per quanto concerne le misure a favore delle donne non sono purtroppo delle migliori.

Il punto in esclusiva per il sito ce lo fornisce, con la solita preparazione e dovizia di particolari, l‘amministratrice del Comitato Opzione donna, Orietta Armiliato. Ecco le sue parole, amare, dopo aver analizzato gli emendamenti accolti e segnalati alla Legge di bilancio 2020.

Pensioni donne 2020, emendamenti…..quali emendamenti?

Gentilissima Orietta Armiliato può dirci cosa ne pensa degli emendamenti presentati alla Manovra 2020 per la previdenza femminile? Era questo quello che vi aspettavate?

“Guardi purtroppo mi trovo costretta ad andare nel dettaglio per far meglio comprendere alle mie iscritte ed alle donne tutte che vogliono rimanere informate il punto in cui ci troviamo oggi, non vorrei tediare nessuno con tecnicismi, ma occorre andare a fondo e sviscerare le singole parole presenti negli emendamenti e nel testo della manovra, altrimenti possono raccontarci ogni cosa. Di seguito le riporto dunque il testo della norma che il Governo ha proposto ed inserito nella bozza della Legge di Bilancio rispetto alla misura dell’’OPZIONE DONNA:
Art. 57 (Opzione donna)
All’articolo 16, del decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito con modificazioni dalla legge 28marzo 2019, n. 26, al comma l, le parole “il 31 dicembre 2018″ sono sostituite dalle seguenti: “il 31 dicembre 2019” e al comma 3 le parole “entro il 28 febbraio 2019″ sono sostituite dalle seguenti: “entro il 29 febbraio 2020“.***

In questi giorni sul gruppo ho reso noti gli emendamenti presenti e nel novero di quelli presentati e prontamente pubblicati, ve ne erano parecchi a firma dei Senatori del PD e di quelli di LEU (che compongono con M5S l’attuale maggioranza di Governo) in ogni caso, ne riporto uno su tutti ad esempio, quello a firma del senatore Manca(PD) rubricato con il n. 57.5 che così cita: 💢Al comma 1, sostituire le parole: «il 31 dicembre 2019» con le seguenti: «il 31 dicembre 2020» e le parole: «entro il 29 febbraio 2020» con le seguenti: «entro il 28 febbraio 2021». Conseguentemente, all’articolo 99, al comma 2, sostituire le parole: «è incrementato di 214 milioni di euro per l’anno 2020, di 305 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022, di 375 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, di 340 milioni di euro per l’anno 2025 e di 421 milioni di euro a decorrere dall’anno 2026» con le seguenti: «è incrementato di 174 milioni di euro per l’anno 2020, di 238,3 milioni di euro per l’anno 2021, di 117,8 milioni di euro per l’anno 2022, di 92,9 milioni di euro per l’anno 2023, di 123,7 milioni di euro per l’anno 2024, di 179,3 milioni di euro per l’anno 2025 e di 368 milioni di euro a decorrere dall’anno 2026».💢

Ora, non era esattamente quello che chiedeva il CODS ma, era pur sempre un “qualcosa” che andava nella direzione di estendere la misura a quante più lavoratrici possibili e soprattutto, si dava la possibilità di accesso a TUTTE le donne nate nell’anno 1961 siano esse dipendenti della Pubblica Amministrazione e/o del comparto Privato piuttosto che lavoratrici Autonome, ed invece imponendo la data limite per il raggiungimento dei due requisiti al 31.12.2019, queste ultime rimangano ancora al palo“.

Pensioni 2020, le donne restano nuovamente al palo

Dalle sue ultime parole, se ho compreso bene, intuisco che nessuno degli emendamenti presentati, seppur soddisfacessero solo parzialmente le richieste del Cods che includevano, lo ricordiamo, anche l’introduzione di una quota 100 rosa che riducesse per le donne gli anni contributivi di accesso all’attuale quota 100 da 38 a 36, é stato accolto o segnalato. Questo intende?

Esattamente, purtroppo nessuno degli emendamenti presentati all’articolo 57, salvo che io mi sia persa qualcosa nei meandri del sito ufficiale del Senato ma mi sembra improbabile, é stato accolto o segnalato. Non ci resta dunque che seguire il dibattito in Aula ed il compiersi dei passi successivi: sia mai che un emendamento del Governo o dei relatori, porti qualcosa a colmare questo vuoto normativo che è stato riservato, ancora una volta alla platea femminile, anche se ho ragione di credere dalle evidenze e dalle varie dichiarazioni, che non andrà così”.

Ringraziamo di cuore Orietta Armiliato per averci dedicato del tempo e aver fatto il punto della situazione ad oggi, ricordiamo, inoltre, a chiunque volesse riprendere parte delle dichiarazioni che é tenuto a citare il nostro sito, trattandosi di intervista in esclusiva.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

Un pensiero su “Pensioni anticipate 2020, ultime oggi in esclusiva su quota 100 rosa e opzione donna

  1. A Orietta Armillato, che appoggia la Salvaguardia, conviene “DIMENTICARE” che i fondi per OD sono stati sottratti proprio dai fondi per gli esodati. OD sarebbe stata GIUSTA, visto l’adeguamento di genere imposto a tutte, SOLO PER LE 58-59ENNI SENZA LAVORO. E’ INVECE UN INGIUSTO PRIVILEGIO, approfittarne, se si ha ancora un lavoro!!! Così come è un INGIUSTO PRIVILEGIO Q100, A DANNO DEI PRECOCI E DEGLI USURANTI CHE AVREBBERO DOVUTO AVERE LA PRECEDENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *